I mercatini di Amsterdam…a formato di pulce!

[LA FAMIGLIA AMSTERDAMS] Oggi Michela, la nostra corrispondente olandese, ci porta alla scoperta del mercatini di Amsterdam, una delle sue più grandi passioni da quando vive lì!

Se c’è una cosa che adoro di Amsterdam sono i mercatini: la città ne è piena, alcuni così grandi e famosi da essere riportati sulle guide turistiche, altri più piccoli e a carattere tipicamente rionale (si, perchè anche se Amsterdam è una capitale europea conserva ancora una affascinante struttura in quartieri, con comunità molto attive e partecipi).

Quindi, se arrivate in città con una irrefrenabile voglia di shopping ma il vostro gnometto mal tollera i negozi e tenta la fuga dagli spazi chiusi, regalatevi un bel tour alla scoperta dei flea markets: voi tornerete in hotel con un bottino di articoli davvero interessanti, e il piccoletto sfogherà la sua irrefrenabile voglia di correre (e di mangiare pancakes & patatine).I mercatini di Amsterdam-Albert Cuypmarkt

I mercatini di Amsterdam:  Ij-Hallen, il più grande flea market d’Europa

Questo posto è pazzesco, in ogni senso: dimensioni esagerate (centinaia di espositori), location che farà impazzire gli appasionati di architettura industriale, merce di ogni tipologia ed epoca. Insomma, davvero un paradiso per gli appassionati di vintage! Noi ci abbiamo comprato di tutto: vestiti anni ’40 (a 3,00-4,00 € cad.), arredamento per la casa, giocattoli (puzzle e trenini per 1,00€), addirittura una bicicletta.I mercatini di Amsterdam-antiquario

Il mercatino viene organizzato ogni 3 settimane circa, quindi se l’idea vi stuzzica controllate le date sul loro sito per essere sicuri di essere ad Amsterdam nei giorni giusti.
Arrivarci sembra complesso ma non lo è affatto: entrate nella Central Station e attraversatela tutta fino a quando non sbucate sui moli da dove partono i traghetti; una volta lì prendete il ferry 906 che va in direzione NDSM-werf (gratuito, ce ne uno ogni 15-20 minuti, potete salire a bordo anche con la bici se vi va).I mercatini di Amsterdam-Ij Hallen

Costo del biglietto di ingresso al mercato 4,50€, dentro trovate anche diversi chioschetti per mangiare e bagni con fasciatoio.
Tutte le informazioni sono sul sito Ij-Hallen.
Tempo di visita stimato: 2h

I mercatini di Amsterdam: Sunday Market

Ogni prima domenica del mese, dalle 12 alle 18, grande festa a Westerpark: arriva il Sunday Market! Questo mercatino, che si sviluppa un po’ all’aperto e un po’ all’interno di ex padiglioni industriali ristrutturati, ospita essenzialmente bancarelle con prodotti artigianali (candele, gioielli, abiti, giocattoli)…I mercatini di Amsterdam-pupazzi al Sunday Market

…e piccoli chioschetti che offrono il meglio della cucina locale (ovvero grandi wurstel e dolci tipici) e – non me ne vogliano gli amanti del cibo olandese – fortunatamente anche una vasta offerta di piatti etnici e delizie da ogni parte del mondo!I mercatini di Amsterdam-banchetto Sunday Market

Se avete la fortuna di visitarlo in una bella domenica di sole (giuro che le abbiamo anche ad Amsterdam), potete poi approfittarne per fare una rilassante passeggiata a Westerpark e portare lo gnomo a visitare la  fattoria che si trova nella zona ovest del parco.

L’ingresso è gratuito.
Tutte le informazioni sono sul sito  Sunday Market
Tempo di visita stimato: 1h

I mercatini di Amsterdam: Albert Cuypmarkt

Questo nome forse non vi è nuovo se vi è già capitato di sfogliare una guida di Amsterdam: il mercato di Albert Cuypstraat è probabilmente uno dei più famosi della città… e sicuramente il più affollato!

Situato nel quartiere De Pijp, questo street market da oltre 100 anni è frequentato quotidianamente da fiumi e fiumi di persone: gli abitanti di Amsterdam ci vanno più che altro per comprare a prezzi ragionevoli frutta, verdura, pesce, specialità etniche e fiori. I turisti lo prendono d’assalto curiosi di vedere gli oltre 260 banchetti che riempiono la via e scattare un po’ di foto ricordo.I mercatini di Amsterdam-fiori ad Alber -Cuypmarkt.

Detto questo, se siete in zona, fateci un salto: concedetevi uno sguardo veloce e poi infilatevi in una della tante viuzze laterali piene di caffetterie e localini dove rifocillarvi.

Alcune regole fondamentali per uscire indenni dalla bolgia:

  • andateci al mattino presto, prima che arrivi il resto del mondo, e possibilmente evitate il fine settimana
  • borse e zaini ben chiusi, non ne ho testimonianza diretta ma nella mia testa questo posto è il paradiso dello scippatore
  • prole tenuta saldamente per mano, in braccio, sulle spalle, legata nel passeggino (se riuscite a passarci)… insomma, so che è un suggerimento abbastanza idiota, ma non è il posto ideale dove perdere di vista lo gnomo: di pericoloso non c’è nulla, ma -ripeto- di gente ce n’è davvero tanta!

I mercatini di Amsterdam-formaggi ad Albert Cuypmarkt

L’ingresso è gratuito.
Tutte le informazioni sono sul sito Albert Cuypstraat 
Tempo di visita stimato: 1h

I mercatini di Amsterdam: Waterlooplein Markt

Meno trafficato dei mercati prima citati, ma molto molto tipico! Troverete merce esposta un po’ ovunque: per terra, nei banchetti, appesa in modi improbabili. Vintage, hippy, biciclette di seconda-terza-quarta mano, modernariato e molto altro qui si mescola in un fritto misto di cose antiche, folli o semplicemente vecchie. I mercatinin di Amsterdam-varie

Cercate un abito da sposa orrendo? Lì lo potete trovare! Volete assulutamente rivivere gli anni ’80 indossando una deliziosa tuta da sci fluorescente? C’è pure quella, non temete! Il mercato si estende sulle rive del fiume Amstel, a pochi minuti a piedi dall’orto botanico e dal famossimo Zoo Artis.

L’ingresso è gratuito.
Tutte le informazioni sono sul sito Waterlooplein markt
Tempo di visita stimato: 1h

I mercatini di Amsterdam: Farmers’ markets

Amsterdam è piena zeppa di mercatini biologici rionali, simili a quelli Km Zero che si possono trovare sempre più frequentemente anche in Italia. Oltre a quello piuttosto turistico di Nieuwmarkt, il mio preferito è il Noordermarkt: non è molto grande ma in quella piazzetta si concentra un mix di bontà e bellezza davvero notevole! Frutta, verdura, olio, yogurt, formaggi, dolci da urlo, pane di ogni tipo, ma anche pelli di pecora (qui sono un must), libri vintage, stampe, piccoli gioielli, incensi e chi più ne ha più ne metta.I mercatini di Amsterdam-Farmers market

Proprio all’angolo della piazza si trova inoltre il Winkel43, noto per avere la torta di mele più buona e calorica di tutta la città. A poca distanza si trova anche la Casa di Anna Frank.

L’ingresso è gratuito.
Tutte le informazioni sono sul sito Farmer’s market
Tempo di visita stimato: 30 minuti

Se ancora non ne avete avuto abbastanza e sognate di tornare a casa con un nuova valigia zeppa di acquisti e pronta per essere caricata in stiva, ecco tutti gli altri mercatini di Amsterdam che vi aspettano a braccia aperte!

Michela
[testi e fotografie di Michela Toffali]

 

Potrebbero interessarti anche:

Zaanse Schans con bambini: tra zoccoli e mulini a vento

Vita da expat | Amsterdam: Michela, Luca e Memi in partenza

Dublino con gnomo che cammina!

QUI TROVI TUTTI I POST DELLA FAMIGLIA A(MSTER)DAMS

 

L'autrice: *Michela*

*Michela*

Mamma di Meltemi, baby-giramondo classe 2011. Sono una vera e propria travel-addicted: appena torno da un viaggio non vedo l'ora di iniziare a pianificare il successivo... e ho già in mente destinazioni per i prossimi 10 anni! L'arrivo di Memi non ha fatto altro che accrescere questa passione: io e mio marito Luca vogliamo regalargli il globo intero! Il piccoletto a 3 mesi era già in possesso di passaporto e valigia personale, pronto per il primo di una lunga serie di voli. Ora siamo partiti per un viaggio davvero unico con biglietto aereo è one-way: da gennaio 2014 viviamo ad Amsterdam. La prima di una futura serie di case in giro per il mondo ;-)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *