Diario di viaggio tra Provenza e Camargue con bambini

Un itinerario francese a spasso tra Provenza, Gole del Verdon e Camargue: ecco il racconto di mamma Camilla, col suo Luca di 2 anni, sulla loro vacanza in agosto


Abbiamo scelto la Provenza principalmente per ammirare i campi di lavanda in fiore (che purtroppo non abbiamo visto…), la Camargue e le Gole del Verdon per le bellezze naturalistiche che offrono.

> Provenza con bambini: le Gole del Verdon, il più grande canyon d’Europa <

Originariamente avevamo deciso di soggiornare in campeggio in tenda ma poi, una volta definito l’itinerario (non siamo stati più di 3 notti nella stessa località), abbiamo optato per gli hotel.
Partendo da Rimini, abbiamo deciso di spezzare il viaggio di andata a Genova mentre, al ritorno, ci siamo fermati a Sanremo.

Per quanto riguarda le strutture alberghiere abbiamo prenotato abbastanza sotto data, circa dieci giorni prima della partenza e, non avendo troppe pretese, abbiamo sempre trovato disponibilità in tutte le località. Abbiamo riservato tutti gli hotel su booking.com.

Camargue con bambini - panorama

Itinerario in Provenza e Camargue con bambini

08/08: Rimini – Genova

Prima tappa del nostro viaggio è Genova, per spezzare il viaggio in auto per Luca, il nostro bimbo di due anni.

GENOVA

Abbiamo soggiornato al “Family Hotel Balbi” ** (non è un family hotel ma ha solo il nome!) situato in posizione strategica vicino al Lungomare e a 500 metri dall’Acquario. Abbiamo scelto appositamente questa struttura per raggiungere comodamente l’Acquario a piedi l’indomani.
Abbiamo cenato sul lungomare e devo dire che questa parte della città è davvero a misura di bambino: chiusa al traffico, offre tantissimo spazio per far correre liberamente i “pargoli” in tutta tranquillità (soprattutto se, come noi, si ha un bimbo molto energico), vi sono artisti di strada con spettacoli che attirano l’attenzione di grandi e piccini. Qui si trova anche un enorme Galeone, un’attrazione che si può visitare ma che purtroppo noi, non avendo tanto tempo a disposizione, abbiamo deciso di non includere nel nostro tour.

Camargue-con-bambini - galeone

09/08: Visita acquario di Genova-Arles

Visto il periodo di alta stagione, abbiamo acquistato i biglietti d’ingresso per l’acquario online per noi adulti (i bambini sotto i tre anni non pagano) per evitare lunghe file d’attesa alla biglietteria. Infatti siamo stati i primi clienti ad entrare ed abbiamo approfittato anche dell’apertura anticipata alle ore 08.30 (normalmente apre alle ore 09.00): il nostro Luca è molto mattiniero e per noi è stato l’ideale avere avuto la possibilità di entrare presto.

Per i bambini vedere tutte queste vasche piene di pesci che nuotano è una grande emozione ed il nostro pupo è rimasto affascinato dall’Acquario, da tutte le varie specie di pesci presenti soprattutto dai delfini e dagli squali. Mentre io e suo papà siamo rimasti un po’ delusi perché vedere questi animali chiusi nelle vasche ci ha messo un po’ di tristezza e ci ha dato la sensazione che siano intrappolati in un minuscolo mondo, forse anche perché, essendo dei sub, siamo abituati ad ammirarli nel loro habitat naturale… ma vedere nostro figlio pieno di gioia ci ha fatto, ovviamente, tantissimo piacere.

Camargue con bambini - Acquario di Genova
Nel giro di un paio di ore abbiamo terminato la nostra visita e devo dire che è stata una fortuna approfittare dell’apertura anticipata perché all’uscita abbiamo visto una discreta fila all’ingresso.

Abbiamo trascorso un altro paio di ore a “La Città dei Bambini”, una bellissima struttura situata a porto antico nei pressi dell’Acquario, con una grande area gioco per bambini dai due ai dodici anni. Qui si può imparare in modo divertente, giocando con tante cose su scienza e tecnologia. Ogni area è suddivisa per età con giochi differenziati.
Nello spazio 3-5 anni vi è una zona dedicata ai giochi con l’acqua, con tanto di ciabatte e mantelle per non bagnarsi.
Per noi è stato un luogo ideale per far giocare Luca e allo stesso tempo riposare un pochino anche noi in quanto siamo stati lì proprio nelle ore centrali della giornata e fuori faceva molto caldo. E’ stata una giusta pausa prima di partire in direzione della Francia con destinazione Arles dove siamo arrivati alla sera.

ARLES e dintorni

Abbiamo alloggiato presso l’ “Hotel Le Caval Blanc” *** situato in comoda posizione per raggiungere il centro della città a piedi.

Camargue con bambini - Arles Anfiteatro romano
Abbiamo soggiornato in questa struttura per 3 notti scegliendo questa località come base per gli spostamenti giornalieri.
Abbiamo cenato nel centro della cittadina in una tipica brasserie francese nella piazza centrale, affollata di turisti (non per niente siamo in agosto) ma davvero molto tipica e particolare, con tantissime possibilità di diverse tipologie di pasti, da uno snack veloce in piedi, ad un aperitivo fino al vero e proprio ristorante. Qui, alzando gli occhi, si possono ammirare le case storiche del centro città.

10/08: Arles – Provenza – Arles… a caccia di lavanda in fiore!

Nella mattinata abbiamo visitato il centro di Arles, passeggiando in tutta tranquillità ed abbiamo visto: l’Avenue di Arles, un anfiteatro romano che ricorda il nostro colosseo in miniatura; Piazza della Repubblica, al cui centro sorge un bellissimo obelisco circondato da una fontana, dove il nostro pupo si è rinfrescato dal caldo (a quale bambino di due anni non piace giocare con l’acqua?!?).

Camargue con bambini - Arles-P.zza-Repubblica
A metà pomeriggio siamo partiti per esplorare o meglio cercare di trovare la lavanda…
Io era gasatissima e ci siamo diretti nella zona di Cavaillon, dove abbiamo girato parecchio per riuscire a trovare immensi campi di lavanda, ma abbiamo visto solo piccoli cespugli e neanche molto colorati di viola…Poi ci siamo diretti verso Saignon, chiedendo informazioni anche alla gente del posto ma ci rispondevano che avevano già tagliato tutta la lavanda perché il forte caldo dell’estate aveva anticipato la fioritura. Inoltre ci dicevano che a anche a Sault molto probabilmente era già stato tutto raccolto ma io testarda come sono (inoltre mi ero documentata che in questa località si poteva vedere la lavanda ad agosto) ho detto a mio marito di dirigersi verso Sault e di provare, d’altronde non si poteva tornare indietro una volta arrivata a metà strada!!! Ma anche qui si vedevano solo i campi di colore verde senza ombra di lavanda…Alla fine, dopo la mia delusione, abbiamo cenato in questa località di villeggiatura molto rilassante e siamo tornati alla base, ad Arles.

Camargue con bambini - Arles piazza centrale
Premetto che qualche mese prima di partire mi ero documentata per trovare i luoghi dove si poteva vedere la lavanda in agosto ma non avevo considerato le condizioni climatiche di quell’anno. Col senno di poi, avrei potuto informarmi meglio a ridosso della partenza… Ma mio marito mi ha promesso che mi riporta, prima o poi, ma nel mese di giugno per essere sicuri di poterla vedere! 😉

11/08: Arles – Camargue – Arles

Mattinata dedicata alla visita naturalistica della Camargue. Più precisamente ci siamo diretti al Parco Naturalistico della Camargue, dove hanno trovato il loro habitat naturale fenicotteri rosa che sono di una bellezza inspiegabile e tante altre specie di uccelli. Si trovano anche cavalli, di tutti i colori, soprattutto bianchi, che regnano su tutta la regione.

Camargue con bambini - Camargue cavallo
Il Parco è aperto tutto il giorno ed è un percorso molto piacevole e gradevole anche per i bambini piccoli. Il nostro pastrocchio si è divertito moltissimo soprattutto nel vedere gli uccelli volare in tantissime direzioni.

Camargue con bambini - volo fenicotteri
Siamo rientrati in hotel per riposino familiare (dopo la fatica di ieri per trovare la lavanda, abbiamo ricaricato un po’ le pile) e nel tardo pomeriggio ci siamo diretti di nuovo in Camargue a Saintes Maries de la Mer, una fantastica località turistica di mare, adatta a famiglie con bambini, molto ma molto popolata di turisti (ovviamente andando in ferie a ferragosto non potevano non trovare gente). La spiaggia è libera e non attrezzata con ombrelloni e lettini e ci sono molti locali come bar, ristoranti e anche supermercati vicino alla spiaggia per vivere al meglio le vacanze di mare. Parlando con altri turisti abbiamo notato che molte persone qui affittano appartamenti per vivere ancora più comodamente le ferie.
Abbiamo passeggiato nel piccolo centro sul lungomare, abbiamo fatto giocare Luca con la sabbia e per concludere la giornata abbiamo cenato in un ristorante di pesce per poi rientrare ad Arles.

Camargue con bambini - Camargue passeggiata
Devo dire che un paio di giorni in questa località li avrei passati volentieri ed è da valutare per la prossima volta.

GOLE DEL VERDON

12/08: Arles – Gole del Verdon

Lasciamo la città di Arles per dirigerci verso le Gole del Verdon con soggiorno di 3 notti presso “Le Relais de l’Artuby” in località Seranon, una delle poche strutture che aveva ancora disponibilità sotto ferragosto ma veramente deliziosa: piccola e a accogliente proprio come piacciono a noi. Il check-in era previsto per metà pomeriggio così ne abbiamo approfittato per visitare la vicina cittadina di Grasse fermandoci anche per pranzo. Questa località ha un piccolo ed intimo centro storico con tantissime botteghe artigianali di vendita di profumi e saponi di produzione propria.

Camargu con bambini - fiume Verdon

13/08: Lago de Sainte Croix

Ci siamo diretti a visitare il Lago de Sainte Croix, perché è un centro turistico estivo molto frequentato anche per le diverse attività acquatiche che si possono svolgere come canoa, kayak e pedalò. Le acque sono di colore smeraldo intenso e sono ideali per fare lunghi bagni con spiagge invitanti per il relax.

Camargue con bambini - Lago de Sainte Croix

14/08: Gole del Verdon

Oggi abbiamo visitato le famose Gole del Verdon ammirando il fiume Verdon che spacca la terra creando il canyon più famoso d’Europa. Le strade che costeggiano le Gole offrono paesaggi mozzafiato ed unici al mondo. Abbiamo percorso il circuito “Route de Cretes” di circa 20 km percorrendo le strade che costeggiano la riva destra del fiume. Abbiamo effettuato varie tappe scendendo dall’auto per vedere l’infinita bellezza della natura.

Camargue con bambini - Gole del Verdon
15/08: Gole del Verdon – Sanremo – Bussana Vecchia

Il nostro viaggio in Francia è giunto al termine ed oggi si comincia a rientrare verso casa. Per spezzare il viaggio abbiamo deciso di fermarci una notte a Sanremo per due motivi:
1)    una coppia di nostri amici riminesi partivano per la loro vacanza con destinazione Francia ed anche loro hanno deciso di fermarsi a metà strada per spezzare il viaggio nella zona di Sanremo;
2)    in questa zona abita un mio vecchio amico di università che non vedevo da quasi 10 anni e ci siamo ritrovati tutti e due sposati e rispettivamente con un bambino a testa.

Abbiamo trascorso un magnifico ferragosto in compagnia anche di altri amici liguri da mattina a sera mangiando, bevendo, ridendo e scherzando in una località molto particolare e unica fuori dal comune a Bussana Vecchia, il borgo degli artisti. La località fu colpita da un terremoto e abbandonata per diversi anni fino a quando un gruppo di artisti se ne impossessò. E’ un luogo dove regna un atmosfera di fantasia e di allegria con negozi di diversi artisti e artigiani.

Camargue con bambini - bussana vecchia vicolo
Abbiamo dormito nell’unica struttura che ci ha dato disponibilità ad un prezzo abbordabile per Sanremo, ma per i nostri standard abbastanza caro visto che abbiamo dormito in un bungalow in campeggio.

Devo dire che anche, se non abbiamo ammirato i campi di lavanda in fiore. abbiamo conosciuto dei luoghi naturalistici molto unici e particolari: la Camargue rimane nel cuore per gli animali che la popolano mentre le Gole del Verdon ti fanno sentire davvero tanto piccolo rispetto alla potenza della natura!

Sono località molto facili da visitare soprattutto con bambini ed anche se il nostro Luca è molto energico durante tutta la vacanza è stato bravo ed interessato a queste novità che gli abbiamo fatto conoscere.

Camargue con bambini - famiglia in camargue

Sono una grande sostenitrice di viaggi con bimbi e per questo consiglio a tutte le famiglie di provare e scoprire qualsiasi tipo di vacanza, dallo spostarsi in aereo ma anche in auto, in treno, in pullman…dal soggiorno in albergo ma anche in guest house o campeggio…dal far conoscere il mare ma anche la montagna, le bellezze artistiche e architettoniche e di AVERE SEMPRE E SOLO FIDUCIA NEI NOSTRI BIMBI e alla loro capacità di adattamento!!!

Camilla
{testi e fotografie di Camilla Assirelli}
{foto di copertina, galeone sono tratte da Shutterstock}

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Provenza con bambini: le Gole del Verdon, il più grande canyon d’Europa

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *