Isole della Grecia: una vacanza alle Sporadi con bambini

Paola, new entry della community, ci porta in Grecia: Skopelos, Alonissos e Skiathos sono le 3 isole che ha visitato con i figli di 7 e 8 anni. Ecco il suo racconto della vacanza alle Sporadi con bambini.

Abbiamo una grande passione per la Grecia e il “clima” da vera vacanza che si respira sulle isole e, soprattutto da quando abbiamo avuto i bambini, ci siamo andati più volte.

Quest’anno abbiamo optato per le isole Sporadi, un arcipelago piuttosto piccolino che si trova nell’Egeo decisamente più a nord rispetto alle Cicladi per intendersi. Motivi principali della scelta: oltre il desiderio di vedere dei posti nuovi, è stato il fatto che sono meno turistiche rispetto appunto alle Cicladi e quindi più frequentabili in agosto e soprattutto sono meno battute dal vento (non che manchi l’aria assolutamente)!

Sporadi con bambini - skopelos

Sporadi con bambini: itinerario

Abbiamo preso un volo Blue Panorama da Bergamo a Skiathos (quest’anno in realtà ce n’erano un po’ da tutte le città in Italia), molto comodo e poi abbiamo girato le tre isole principali, Skopelos, Alonissos e Skiathos, secondo questo ordine.

Eravamo solo noi quattro: io mio marito Matteo, Gabri e Cele i nostri bimbi di 8 e 7 anni perché i nostri ritmi molto vacanzieri e assolutamente anarchici sono effettivamente difficili da gestire in gruppo; comunque, a parte questo dettaglio, abbiamo fatto un giro molto bello e interessante. Le isole, seppur vicinissime sono abbastanza differenti tra loro e meritano tutte, ognuna per qualche aspetto diverso.

Avevamo prenotato casa e auto online per ogni isola. Attenzione: le auto sono medamente care, quindi non aspettate all’ultimo a prenotarle perché rischiate di spendere molto (come è successo a noi); in più, da quanto abbiamo visto, prendendole direttamente lì non si ha molto risparmio, soprattutto ad Alonissos che ha poca offerta.

Sporadi con bambini - terrazza con vista

Sporadi con bambini: Skopelos

Cercando di andare per ordine del nostro giro, atterrati a Skiathos ci siamo subito spostati a Skopelos, l’isola più grande delle tre. L’isola è bellissima, davvero una sorpresa: ha una vegetazione quasi da montagna con boschi verdissimi e molto fitti che arrivano praticamente a picco sul mare. Le spiagge sono sostanzialmente tutte di ciottoli (noi non abbiamo mai dovuto usare le scarpine, ma se volete fare i castelli non è adatta), il che rende l’acqua meravigliosa, limpidissima e con colori stupendi e contrasti con la vegetazione da lasciare senza fiato. In linea di massima le spiagge che abbiamo visto noi erano tutte attrezzate almeno con ombrelloni che si possono affittare (prezzi intorno ai 5-6 euro se non gratuite in cambio di consumazione) e bar o baracchini per bere/mangiare. Alcune spiagge, tipo Panormos o Kastani sono decisamente più attrezzate, quindi la scelta se starci o meno dipende dalle preferenze. Noi abbiamo amato molto Milia e Limnonari. Consiglio di rimanere fino a tardi in una delle spiagge che danno verso il tramonto (in alcune ci sono dei ristorantini proprio sulla sabbia carinissimi).

Sporadi con bambini - tramonto
Dimenticavo che Skopelos è l’isola del film “Mamma Mia”; da quello che avevo letto temevo fosse più ossessivo il ricordo continuo al film, poi, arrivati lì, abbiamo visto che non lo è. Tra l’altro, siamo andati a vedere la chiesetta del matrimonio (principale attrazione dell’isola), che è più bella in termini di posizione che in sé (vista da sotto è davvero molto carina e in una posizione stupenda), e soprattutto ha una spiaggetta meravigliosa che si trova proprio sotto la chiesa. Bisogna solo fare attenzione che in agosto arrivano le barche delle gite in giornata che rovinano l’acqua e riempiono la spiaggetta.

Il paese di Skopelos è carino, tipico paesino greco tutto bianco; noi abbiamo dormito nella parte vecchia in una casa molto bella e tipica prenotata tramite airbnb.com; sul porto ci sono molti locali abbastanza turistici, ma tutto nei limiti.

Sporadi con bambini - chiesetta skopelos

Sporadi con bambini: Alonissos

Da Skopelos ci siamo trasferiti ad Alonissos con il traghetto (viaggio di 15-30 minuti a seconda della nave che si prende) e già arrivando abbiamo subito capito che l’atmosfera su quest’isola è davvero unica.

Alonissos è un’isola molto piccola, lunga e stretta, che si trova al limite del National Marine Park di Alonissos, unica zona di mare protetto della Grecia istituito per la protezione dei delfini e della foca monaca. Quando si arriva al porto di Patitiri, si vede un paesino davvero piccolo in realtà non bello ma molto carino e con un’atmosfera assolutamente rilassata e “poco turistica” (nonostante turisti ce ne fossero quando siamo andati noi). Ci sono i soliti ristorantini e caffè lungo il mare e qualche negozietto, ma nulla di fuori luogo o esagerato. Noi abbiamo soggiornato in un appartamento (Agali Apartments) molto carino, nuovo pulito e molto ben tenuto che si trova a metà strada tra Patiriri e Alonissos vecchia; la posizione era molto comoda avendo la macchina e con una bella vista sul mare.

Sporadi con bambini - alonissos
Il paesaggio di Alonissos, seppur molto verde, è diverso da quello di Skopelos in quanto sono presenti moltissimi ulivi e meno boschi “simil montano”. Ci sono molte spiaggette (tutte di ciottoli) piuttosto piccole e con un mare meraviglioso e ovviamente Agios Dimitrios, la più famosa ed effettivamente molto molto bella. Quasi tutte le spiagge, anche le più piccole hanno delle taverne poco turistiche in cui si sta molto bene e con panorami davvero magnifici.

Non perdete il paesino di Alonissos vecchia (tra l’altro potrebbe essere un’ottima soluzione per soggiornare), davvero bello, ben tenuto, molto caratteristico e pienissimo di locali, ristorantini e negozi con un panorama fantastico su due lati dell’isola!
Il paese la sera è pieno di gente ma sempre nei limiti di quest’isola, quindi tante famiglie, coppie e pochi ragazzini in cerca di divertimento di massa. Noi siamo stati a cena due volte e ci siamo trovati davvero bene anche perché il paese è praticamente tutto pedonale, quindi comodo con i bimbi che possono “girovagare” quasi in libertà; un consiglio: date un’occhiata al cimitero proprio arrivando in paese, è un posto carinissimo e non triste!

Sporadi con bambini - case bianche
Ultime due cose su Alonissos.

PRIMA: man mano che vi spostate guardatevi intorno, ovunque ma soprattutto lungo la costa Est, ci sono tantissime case splendide, nuove o recuperate da vecchie strutture, con panorami mozzafiato e opere di recupero molto molto belle.

SECONDA: assolutamente non perdete una giornata in barca nel parco marino! Noi, dopo una lunga discussione abbiamo scelto di andare con il gommone di Niko (si chiamano tutti così ma nel minuscolo porto di Patitiri c’è solo quello) e dobbiamo ammettere che è stata davvero una scelta azzeccatissima. Costa a persona poco più che la gita con il caicco grosso (unica oltre questa che arriva fino a Kira Panagia) ma non c’è paragone in termini di quanto ci si gode realmente il mare, soprattutto con i bimbi che possono farsi milioni di tuffi e bagni. Niko e sua moglie sono gentilissimi e ti permettono di fare bagni meravigliosi in libertà in calette mozzafiato e di andare alla ricerca di delfini e altri pesci. Noi siamo stati “semi” fortunati: non abbiamo visto i delfini ma in compenso ci siamo imbattuti in un branco di tonni stupendi e in un pesce spada!!

Sporadi con bambini: Skiathos

Ultima tappa del nostro viaggio è stata Skiathos e, che dire, tuttora che siamo tornati da un po’ siamo molto dubbiosi sul giudizio. L’isola è assolutamente molto turistica e frequentata da ragazzini di mezza Europa che vanno con il concetto di vacanza dei ragazzini: festa festa festa possibilmente cercando di spendere il meno possibile! Ipotizzando di doverci andare in alta stagione come noi (negli altri mesi credo sia un paradiso), per chi non ama spiagge strapiene con odore di fritto ovunque e quantità smisurate di moto d’acqua, ciambelle e bananoni galleggianti, basta avere la macchina ed uscire dal percorso dell’autobus che fa sostanzialmente tutta la costa sud est, da Skiathos a Koukounaries; da lì in poi tutto cambia, sia il paesaggio, comunque bello, sia la “popolazione” e si ritorna in un mondo molto più sostenibile.

Sporadi con bambini - skyathos
Il peccato principale secondo me, oltre alla quantità di gente nei mesi di luglio e agosto è come hanno costruito sull’isola: quasi ovunque è pieno di grandi hotel o condomini che non rispettano assolutamente l’architettura tipica e non hanno niente a che vedere con quanto si può trovare a Skopelos e soprattutto ad Alonissos e ahimè, queste rimangono in tutte le stagioni.

A parte ciò, il mare è splendido ed è l’unica isola dell’arcipelago che ha sabbia e questa è davvero bella. Se andate in periodi meno affollati, allora spiagge come Koukounaries e Bananas sono davvero meravigliose: sabbia chiara con polvere dorata che quando si entra in acqua si solleva (solo la poverina dorata) creando dei riflessi fantastici. Noi ci siamo accontentati di andarci di mattina prima che l’”orda dei barbari” arrivasse ma è bastato per capire quanto siano meravigliose!

Per l’alloggio, noi siamo stati a Kolios, presso Albanis Villas, ma non lo consiglio (posizione non bella e appartamenti nuovi ma proprio troppo cari rispetto a quanto offrono, compresa aria condizionata come optional da pagare giornalmente!). Vi consiglio però un ristorante fantastico, il Skiathos Olive Land Restaurant, che si trova in una posizione difficilissima da raggiungere in cima ad una collina al fondo di una strada minuscola ma ha una vista stupenda sull’isola e sul mare e vale davvero la cena anche con i bambini che possono muoversi nel ristorante senza alcun problema (andate a vedere il bagno).

Sporadi con bambini - giochi
Spero di avervi fatto venire voglia di andare perché a noi sono davvero piaciute.
Pensando ai bambini, secondo me è molto adatta da quando sanno nuotare perché, a parte Skiathos, le spiagge non sono perfette per stare sulla riva a giocare con il secchiello ma l’acqua sì, è sempre calma e splendida e i bimbi possono sguazzare senza problemi.
In più, in tutte le isole abbiamo sempre trovato un’accoglienza perfetta nei confronti dei bambini sia in termini di spazi che ristoranti ecc…

Dopo due settimane in giro ahimè abbiamo finito il nostro viaggio, tanto tanto tanto mare e sempre un mondo tutto da scoprire… speriamo presto!

Paola
{testi e fotografie di Paola Goria}
{foto di copertina, via Shutterstock}
.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Grecia con bambini: tutti i racconti di Bimbieviaggi

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *