Come fotografare i bambini in viaggio: i consigli di mamma Alessia

Quante volte vi capita di scattare foto ai bimbi che poi non vi piacciono? Ecco i consigli di Alessia per avere ricordi di viaggio ancora più belli!

Come promesso da Alessia (del blog Mammacongelo) nell’articolo precedente “Fotografia di viaggio: consigli utili per migliorare le nostre immagini“, oggi vediamo come realizzare splendidi scatti dei nostri bimbi in viaggio!

.

Spesso, rivedendo le foto fatte ai nostri figli durante le vacanze, non siamo soddisfatti, deludono le nostre aspettative e lo scatto non risulta come l’avevamo immaginato.
Abbiamo sicuramente sbagliato qualcosa.
Non è facile fotografare i bambini, ci sono questioni tecniche e relazionali da tenere a mente, ma è facile fotografarli se usiamo l’approccio giusto e se teniamo a mente i seguenti piccoli accorgimenti.

come fotografare i bambini in viaggio - dal basso

COME FOTOGRAFARE I BAMBINI IN VIAGGIO

1.    Non fotografiamo i bambini dall’alto in basso

Se non vogliamo che la nostra Gigliola assomigli più ad una tartaruga spiaggiata che non ad una dolce bambina mentre gioca in spiaggia alziamoci dal lettino, mettiamoci alla sua altezza e scattiamo.
Questa regola vale sempre, non solo su una spiaggia caraibica.
Siamo abituati a vedere i bambini sempre dalla stessa prospettiva, dalla nostra altezza; per non ottenere foto mediocri cambiamo il nostro punto di osservazione. Inginocchiamoci, sdraiamoci e otterremo immagini migliori.

come fotografare i bambini in viaggio - nessuna posa

2.    Non mettiamo in posa i bambini

“Gigliola, Gelsomino forza! Belli fermi davanti alla Tour Eiffel che vi faccio una foto”.
Ma anche no. Se mettiamo i nostri figli in posa otterremo foto statiche, rigide. Spesso i bambini sono in soggezione davanti alla fotocamera. Fotografiamoli mentre non se ne accorgono, mentre giocano, osservano, ridono. Quando non se lo aspettano. Scattiamo a raffica.
Otterremo foto più naturali e i loro sorrisi saranno veri, non “da posa”. Basta avere pazienza ed otterremo la nostra foto con la Tour Eiffel (il Colosseo o quel che volete) come sfondo.

come fotografare i bambini in viaggio - da vicino
3.    Mettiamoli vicini

Siccome la coerenza è tutto nella vita ora mi contraddico.
Foto di famiglia, magari autoscatto tutti insieme davanti alla Tour Eiffel, da fare obbligatoriamente perché i nonni ci tengono tanto, bene mettiamoci in posa. E ora più vicini. Più vicini. No, di più.
Siamo una famiglia ricordate? Abbracciamoci, scherziamo fra noi, prendiamo in braccio i bimbi più piccoli… ma non formiamo una fila di soldati al patibolo, per favore.
Viviamoci la foto.

4.    Attenzione al sole

Meglio non fotografare i bambini con la luce diretta del sole negli occhi, per evitare che li “strizzino” chiudendoli o che si formino inestetiche ombre sul volto
Per ovviare al problema spostiamoli all’ombra. Sotto un ombrellone, una tenda o all’ombra di un palazzo. Siete nel deserto? Immagino avrete con voi un cappellino no? 😉

come fotografare i bambini in viaggio - niente flash

5.    Non usiamo il flash.

Mai.
Gigliola e Gelsomino sono in vacanza, rilassati e magari abbronzati perché fotografarli con una luce che li renderà slavati come fantasmi malaticci?

6.    Facciamoli ridere

Per ottenere un bel primo piano tiriamo fuori le nostre boccacce migliori, suoni strani e ricordiamoci di quando eravamo noi i fanciulli spensierati. Facciamoli ridere facendo i pirla (sì, ho proprio scritto pirla) per essere seri abbiamo tempo in ufficio.
Per i primi piani scattati con le reflex è preferibile non utilizzare obiettivi grandangolari che “deformano” i lineamenti del viso, optiamo per un medio tele. (Attenzione, anche le fotocamere dei cellulari hanno un effetto grandangolare). Scattando da lontano e con un medio tele “ruberemo” ritratti più naturali. (Nota per i mariti: il medio tele “snellisce”, ricordatevelo quando fotograferete le vostre mogli 😉 ).

come fotografare i bambini in viaggio - facciamoli ridere

7.    Fotografiamo il gioco

Il modo di giocare dei bambini dice qualcosa sulla cultura e sul luogo in cui vivono. Le foto dei nostri figli intenti a giocare con bambini autoctoni ci daranno grandi soddisfazioni e ricordi preziosi.

come fotografare i bambini in viaggio - salti

Non ci rimane che parlare del trucchetto per le foto con i salti che vediamo spesso qui su Bimbieviaggi… per il tutorial bisogna chiedere il permesso a Milena!

Se vuoi, seguimi sull’account Instagram > https://www.instagram.com/mammacongelo/

.

Alessia
{Testi e fotografie di Alessia Pesce, del blog mammacongelo}

Tutti i nostri articoli sulla fotografia in viaggio sono a questo link:

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

L'autrice: *Alessia*

Mamma di "merdolo", classe 2013, oltre a un figlio ho un marito, un cane, una passione e tanti sogni. Testarda, lunatica, generosa, curiosa, adoro gli animali, sono innamorata del mare. Credo nell'amicizia e mi stupisco di fronte alle bellezze della natura. Per amor di sintesi un chiasmo vivente. Ah sono un Ariete...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *