Viaggio in Brasile con bimbi: itinerario alla scoperta di un paese meraviglioso

Lo scorso agosto Giovanni e la sua famiglia sono partiti per il Brasile: oggi ci raccontano il loro meraviglioso viaggio da Rio de Janeiro alle spiagge di Fernando de Noronha passando per le mangrovie dell’Amazzonia!

Dopo il viaggio in Namibia dello scorso anno decidiamo che è arrivato il momento di visitare il Brasile, io mia moglie Alessia, Giovanna 9 anni e Vittorio 6.
Per l’itinerario dobbiamo tenere presente che il Brasile è immenso e che siamo in inverno, pertanto scegliamo di dedicarci al nord e nord est, tralasciano il sud (relativamente) più freddo.
Ordine tassativo di mia moglie è di riservare almeno metà dei giorni a disposizione in località di mare, visto che lo scorso non ne abbiamo fatto, decido di sottostare a questo ‘orribile’ ricatto inserendo però almeno 5 giorni in Amazzonia, da passare immersi nella jungla profonda; essendo io un appassionato di acquari è una vita che intendo visitare questi luoghi, per me leggendari.

 

Viaggio in Brasile con bimbi:
le nostre tappe

RIO DE JANEIRO

Si parte dal Roma Fiumicino con Alitalia in tarda serata, volo diretto, arrivo a Rio de Janeiro alle 7 di mattina ora locale, albergo a Copacabana vicino la spiaggia, mattinata di riposo poi passeggiata per il lungomare di Copacabana e Ipanema, temperatura media 20°, i locali brasiliani praticamente disperativi per l’ondata di freddo che ha colpito la città!

Rio de Janeiro con bambini - Viaggio in Brasile con bimbi
Rio de Janeiro

Il lungomare praticamente è infinito, il fascino che emana è quello che si vede nelle foto o nei film li ambientati, la spiaggia è relativamente poco frequentata, ci sono persone di tutte le età che giocano a calcio, pallavolo e si godono la spiaggia, nessuna traccia invece delle famigerate bellezze brasiliane, anzi…

Il secondo e ultimo giorno a Rio lo trascorriamo facendo una gita organizzata che ci fa visitare le attrazioni più famose di Rio, la statua del Cristo Redentore dalla quale si ammira uno splendido panorama della città, il quartiere di Santa Teresa davvero splendido e la Cattedrale di Rio.

Per la serata decidiamo di andare a mangiare in una delle cosiddette favelas “chick” la babilonia, ma non troviamo nessun taxi disposto ad accompagnarci, i motociclisti che stazionano all’inizio della strada che portano in collina sono tutt’altro che raccomandabili, e comunque si rifiutano di portare i bambini in moto, pertanto decidiamo di ripiegare su un ristorante ad Ipanema consigliato dalla guida che si dimostra ampiamente all’altezza della propria fama.

Rio de Janeiro con bambini - Viaggio in Brasile con bimbi
Rio de Janeiro

La sensazione è che Rio de Janeiro meriti un viaggio a parte, magari nel famigerato periodo del carnevale e comunque durante l’estate dove immagino si respiri un’atmosfera che abbiamo solo avuto modo di immaginare.
A Rio inoltre abbiamo avuto modo di capire che:
-In Brasile nessuno capisce una parola di inglese, neanche in aeroporto o negli alberghi di classe elevata
-In Brasile nessuno capisce una parola di inglese, tantomeno di spagnolo, evitare accuratamente di tentare di comunicare in spagnolo come ho cercato di fare io per tutto il soggiorno.

 

MANAUS

Dall’aeroporto di Rio partiamo per Manaus volo di 4 ore, a Manaus ci aspetta un clima a dir poco torrido, è pieno inverno non oso pensare cosa ci sia in estate, da li prendiamo un transfer per Novo Airao, una cittadina a due ore e mezzo di macchina da Manaus, sul Rio Negro.

Ho scelto il Rio Negro per due motivi, il primo è perché è un fiume di acqua nera (il nome non è dato a caso), ovvero l’acqua è del colore della coca cola, sono anni che cerco di riprodurre questo colore nel mio acquario senza mai riuscirci per più di due giorni consecutivi, il secondo è che in questo tipo di acqua non proliferano le zanzare, grande cruccio di mia moglie.

In Italia ci siamo vaccinati conto la febbre gialla, non si sa mai, comunque le vaccinazioni non sono obbligatorie.

Il lodge è davvero bello, la vista sul fiume è mozzafiato.

Il secondo giorno prendiamo parte a un’escursione sul rio negro a risalire il corso del fiume, siamo solo noi quattro e la guida che parla inglese, visitiamo l’arcipelago delle anavilhanas fino alla riserva di jau, in tutto 4 ore di navigazione, li ci fermiamo in un campo base immerso nella giungla abitato da un solo indigeno che si occupa di farci dormire su delle amache all’aperto, di darci da mangiare il pesce da lui per noi pescato e la frutta li coltivata.
Abbiamo tempo di fare un’escursione in canoa nella foresta allagata (igapos) e un’escursione notturna in cerca dei famigerati alligatori, la notte passa in fretta il clima è davvero ostile, il giorno dopo facciamo un’escursione nella deep jungle con l’indigeno che ci spiega l’utilità delle piante tra cui quella della gomma e di un siero che esce da una pianta che funge da anticoncezionale naturale.

Amazzonia con bambini - Viaggio in Brasile con bimbi

Premetto che mia moglie e i bambini hanno paura anche dell’aria che respirano e pertanto sono giornate per loro piuttosto dure, io invece mi diverto come un pazzo e mi dimentico per due giorni che viviamo la nostra vita vestendo gli abiti di qualche altra persona. In serata siamo di nuovo al lodge dove siamo ben lieti di farci un bel bagno in piscina di nuovo sotto la rassicurante copertura wi-fi.
In conclusione l’amazzonia non è il luna park che ti aspetti, non vedi animali, il fiume scorre lento, l’acqua è torbida, le distanze sono abissali e non ci sono strade, consigliata solo ad amanti del genere!

 

JERICOCOARA

La terza tappa è Jericocoara, villaggio a 5 ore di macchina da Fortaleza, il volo da Manaus a Fortaleza è stato cancellato ma riusciamo a rimediare trovando una coincidenza via Brasilia, da 3 ore il viaggio diventa di 6 ore ma poco male, oramai i ritmi carioca sono diventati nostri. Jericocoara si rivela un posto splendido, un intero villaggio costruito sulla sabbia, con una splendida ed enorme spiaggia, ristoranti e negozi il tutto in un clima incantevole, forse un po’ troppo cartolina per i miei gusti ma mia moglie e i bambini apprezzano molto ed io sono felice, le giornate passano tra gite in dune buggy, (visitiamo una splendida spiaggia di mangrovie) bagni in calde lagune blu e cenette a lume di candela. Se dovessi tornare indietro forse cambierei questa sosta con la tappa a Lencois per certi versi più affine ai mie gusti ma comunque Jeri, come la chiamano i locali, è un posto che non teme confronti.

Jericocoara con bambini - Viaggio in Brasile con bimbi
Jericocoara

FERNANDO DE NORONHA

Quarta e ultima tappa Fernando De Noronha, 1 ora e mezzo di volo da Recife, la guida ci avvisa che il paradiso costa caro ed è proprio cosi, a Fernando tutto costa il doppio / triplo rispetto al resto del Brasile, ma davvero ne vale la pena, le spiagge sono splendide, la natura è mozzafiato, c’è pochissima gente, l’atmosfera davvero unica, il tempo sembra non esistere, affittiamo una dune buggy e ce la spassiamo, ogni tanto piove ma poi di colpo torna il sole, si mangia e si beve benissimo, i bambini si divertono soprattutto quando facciamo bodysurf sui cavalloni altri 2 metri in una spiaggia deserta. Se una volta nella vita ci si vuol fare un bel regalo Fernando De Noronha è l’indirizzo giusto.

Noronha con bambini - Viaggio in Brasile con bimbi
Fernando de Noronha

Siamo poi rientrati a Rio per prendere il volo per Roma, contenti di tornare, ci accorgiamo che la nostra casa ci è mancata, è stato un viaggio bellissimo, i posti che abbiamo visitato sono stati all’altezza della loro fama, resta la sensazione di aver visto davvero poco e soprattutto di non aver avuto il tempo di immergerci negli usi e costumi di questo straordinario popolo, sicuramente ci torneremo.

Fernando de Noronha con bambini - Viaggio in Brasile con bimbi

Giovanni

{testi e fotografie di Giovanni Rosace}
{foto di copertina di Marchello74 Shutterstock}

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

 

Leggi anche qui:

 

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER

 

 

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *