Gran Canaria con bambini: (very) low cost & (very) last minute!

Oggi Francesca ci racconta il suo viaggio low cost al calduccio delle Canarie, ovviamente in compagnia di Lorenzo, che all’epoca aveva 2 anni, e del marito.

Il nostro viaggio a Gran Canaria è nato davvero per caso, in una piovosa domenica di inizio Dicembre 2010… Avete presente quando vi assale la voglia di partire (meglio se al caldino), ma i soldi sono pochi? Qualche ricerca sul web e nel giro di un’ora avevamo tutte le prenotazioni stampate: il 31 Dicembre saremmo partiti per Gran Canaria per una vacanza di 9 giorni, il maritino, io e il piccolo di casa di 2 anni! Una scelta improvvisata quindi, e anche abbastanza anomala per noi che amiamo prenotare con larghissimo anticipo. Alle Canarie non eravamo mai stati e sinceramente eravamo un po’ preoccupati della pessima reputazione di quelle isole, note principalmente per la triste speculazione edilizia e i palazzoni turistici di cemento. Tuttavia, le temperature previste (tutte sopra i 25 gradi) giocavano decisamente a favore!

Gran Canaria con bambini: trasporti e alloggio

Quando abbiamo prenotato, con soli 20 giorni di anticipo, era troppo tardi per trovare un volo di linea a prezzi decenti per il nostro risicato budget. Poco male, per fortuna ci sono le low cost! A Gran Canaria saremmo andati con una geniale triangolazione Treviso – Francoforte Hahn – Las Palmas di Ryanair. Le coincidenze ci obbligavano a fermarci in Germania sia all’andata che al ritorno, ma:

  • il prezzo dei biglietti, all inclusive, era davvero stracciatissimo;
  • mio marito aveva già sperimentato ad Hahn il B&B, un hotel very very low cost e decisamente “minimal” che si trova giusto davanti al terminal, con tariffe eccellenti per le notti che servivano a noi.

Per l’alloggio in loco, abbiamo scelto ancora una volta un aparthotel, il Cala Blanca *** nella zona turistica di Taurito: una scelta azzeccatissima. Ci troviamo particolarmente bene ad alloggiare in appartamento: spazi più grandi, possibilità di usare la cucina e, nel caso del Cala Blanca, pure un terrazzo extra large con vista sull’oceano.Gran Canaria con bambini ---TauritoLe informazioni reperite su TripAdvisor sono state però fondamentali, in quanto chi aveva alloggiato in camere ai piani bassi aveva lamentato rumori dalla strada. Forte di questa dritta, ho chiesto al check in l’assegnazione di un appartamento ai piani alti  e sono stata accontentata, per cui oltre alla vista favolosa non abbiamo avuto alcun problema di rumori.

Come al solito, abbiamo completato le prenotazioni fissando un’auto a noleggio con la compagnia spagnola low cost Gold Car, portandoci da casa il seggiolino per il bimbo e navigatore, evitando cosi inutili addebiti.

Gran Canaria con bambini: cose che capitano

Quando siamo arrivati a Francoforte il 31 Dicembre 2010 siamo stati accolti da una bufera di neve (già ero preoccupata per la partenza all’indomani) e temperature sotto lo zero. Il giorno dopo, dopo tre ore di aereo e uno sbalzo di trenta gradi, attendevamo i bagagli sotto l’aria condizionata dell’aeroporto di Las Palmas. Troppo per il bimbo che si è svegliato, il mattino seguente, con la febbre alta e la gola arrossata!!! Per fortuna l’imprevisto si è risolto in un paio di giorni con l’aiuto del nostro antibiotico abituale (mi raccomando scaricate la lista con i farmaci da portare in valigia!), somministrato dopo una veloce visita privata in un ambulatorio turistico di Taurito. Dopo due giorni la febbre era completamente passata ed eravamo pronti ad uscire nuovamente per esplorare le bellezze dell’isola!Gran Canaria con bambini Interno isola

Gran Canaria con bambini: cosa vedere

Gran Canaria è un’isola selvaggia e baciata dal sole praticamente tutto l’anno. L’interno dell’isola è brullo e montuoso, ma non mancano i fiori, le palme e le belle spiagge. E’ vero, ogni tanto incontravamo degli ecomostri che attestano la poca intelligenza dell’uomo nel gestire quel regalo meraviglioso che è la nostra Terra, ma bastava guidare pochi minuti per allontanarsi dalla civiltà e trovare bellissimi paesaggi. Inoltre, i complessi turistici più nuovi erano architettonicamente piacevoli e soprattutto ben integrati con il contesto ambientale.Gran-Canaria-con-bambini-Mulino Noi abbiamo sfruttato il tempo a nostra disposizione per visitare quanto più possibile.

La zona che ci è piaciuta di più è quella di Maspalomas, dove si trovano le splendide (e famose) dune desertiche a ridosso del mare. Un vero incanto per l’obiettivo e un bel divertimento per il nostro bambino, che si è divertito come un matto a scivolare e correre giù nella sabbia. Le dune di Maspalomas costituiscono una riserva naturale caratterizzata da tre ecosistemi: il Palmizio, lo Stagno e le stesse dune. Gran-Canaria-con-bambini-Mas-PalomasSimile a Maspalomas anche la zona di Playa del Ingles, dove però abbiamo trovato un forte vento che ha limitato la nostra visita (il nostro bambino è particolarmente intollerante all’aria). Riparato dal vento, il bellissimo paesino di Puerto de Mogan, piccolo villaggio di pescatori in stile veneziano, con cassette dai colori pastello, barchette e tantissimi fiori. Gran-Canaria-con-bambini-MoganPuerto de Mogan ha anche una bella spiaggia attrezzata e una passeggiata con ristorantini e piccoli bar.

Con la nostra Golf a noleggio abbiamo visitato il centro dell’isola, caratterizzato da stradine strette e curve che metterebbero a repentaglio anche lo stomaco più forte… per fortuna il nostro piccolo ha passato l’intero viaggio ridendo come un matto!

Abbiamo poi visitato la capitale, Las Palmas, che ha un piacevolissimo lungo mare dove si alternano complessi turistici e… sculture di sabbia!Gran-Canaria-con-bambini-Las-Palmas

Da ultimo (ma non per ultimo), abbiamo lasciato spazio alla cultura visitando la bellissima cattedrale di Arucas… anche se subito dopo ci siamo dovuti arrendere all’ennesimo parco giochi!

Gran Canaria con bambini: decisamente sì!

Gran Canaria è un viaggio semplice da organizzare con i nostri bambini. Io consiglio sempre la combinazione volo + appartamento + auto a noleggio. Nei due giorni in cui Lorenzo è stato male, per noi è stato comodissimo avere spazi più grandi di una tradizionale camera d’hotel, e poter cucinare “in casa” anziché dover uscire per forza. L’auto ci ha poi consentito di scoprire con i nostri ritmi le bellezze dell’isola: se ci fossimo fermati a Taurito per tutta la vacanza, avremmo davvero perso la parte più autentica di Gran Canaria! L’isola offre poi di tutto di più: in meno di mezzora siamo riusciti a trovare un medico per il nostro bambino, e a pochi passi (letteralmente) avevamo minimarket forniti di tutto, pannolini a prezzi super convenienti e tutti i generi alimentari del caso. Vicino all’aeroporto poi c’era pure un mega hall con un gigantesco Carrefour (al bisogno!). Noi abbiamo pranzato e cenato fuori pochissimo (vi dicevo che era una vacanza programmata per essere low cost 🙂 ), ma quando è capitato, abbiamo riscontrato un’attenzione verso i bambini davvero notevole, con menu dedicati, seggiolini e simpatici gadget.

Da portare in valigia: oltre ai medicinali, non posso che consigliare un abbigliamento a cipolla e (indispensabile) una sciarpina di cotone. Le temperature sono piacevoli tutto l’anno ma il fattore vento va tenuto in considerazione, sia per i grandi che per i piccini. Tutto il resto può essere tranquillamente essere acquistato in loco, a prezzi addirittura più bassi rispetto all’Italia.Gran-Canaria-con-bambini-il-portoLa nostra esperienza alle Canarie è stata super positiva, tanto che un anno e mezzo dopo eravamo già in viaggio verso Tenerife 🙂

Francesca
[testi e fotografie di Francesca Dal Mas]
(la foto di copertina è tratta dall’ originale di Juan R. Rodriguez Sosa con Licenza Creative Commons).

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Potrebbero interessarti anche:

  1. Tenerife con bambini: consigli pratici per un viaggio alle Canarie
  2. Fuerteventura con bambini: una vacanza tra dune, deserti e cibo fantastico
  3. Spagna con bambini: guida completa per organizzare il viaggio
  4. Baleari con bambini: tutti i nostri articoli
  5. Canarie con bambini: tutti i nostri articoli
  6. Copenaghen con bambini: un weekend a spasso per la città!
  7. Ponte in Belgio con bambini e…con pioggia
  8. Visitare isole tropicali con bambini? Si può! 10 scatti dai nostri viaggi…

 

L'autrice: *Francesca*

Mamma di Lorenzo, classe 2008. La mia passione per i viaggi nasce da due genitori fantastici che mi hanno fatto scoprire, fin da piccolissima, quel luogo magnifico che è la Terra. Ex "bimba viaggiatrice", non potevo non fare lo stesso splendido regalo al mio bambino, che ora segue me e mio marito nelle nostre avventure a spasso per il mondo!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *