Thailandia con bambini: come organizzare un viaggio nel Paese dei sorrisi

Francesca ama la Thailandia sin da quando era piccola e quest’anno finalmente è riuscita a portarci anche il suo Lorenzo, 5 anni. Ecco la prima parte della loro avventura nella “Land of Smiles” con tutti i consigli pratici per organizzare un viaggio con bambini.

Thailandia con bambini: la terra dei sorrisi

Se cercate “Thailandia” nei motori di ricerca una delle prime informazioni che andrete ad acquisire sarà il motto del Paese… “The land of smiles”. La Thailandia è proprio così, è il Paese dei sorrisi … Il sorriso degli abitanti, il loro modo gentile e discreto di congiungere le mani e salutare l’ospite: “Sawadee”.

Thailandia con bambini-Lorenzo a Samet

Il mio viaggio (anzi, i miei viaggi) in Thailandia sono iniziati molto prima dell’arrivo di Lorenzo, complice una grandissima passione dei miei genitori che da ben 11 anni si recano almeno una volta l’anno nel Sud Est Asiatico.
E la Thailandia, per loro, è una tappa imperdibile e ricorrente. Prima dell’arrivo del mio piccolo viaggiatore ero già stata nella splendida terra del Siam per 4 volte, sempre alternando, come piace a me, posti già vissuti (e amati) a posti “nuovi”.
Ma nei sei anni trascorsi con mio marito e il mio piccolo viaggiatore non avevo mai avuto modo di “portarli” (eh si, il tour operator di famiglia sono io!) in uno dei miei Paesi preferiti.

Thailandia con bambini-Gran palace Bangkok

Finalmente, nel 2014, mio marito ed io apprendiamo che uno dei convegni a cui andiamo ogni anno si terrà proprio a Bangkok, nel mese di Febbraio (uno dei più piacevoli in assoluto per chi visita la Terra del sorriso). Quale migliore occasione per organizzare una spedizione nella mia amata Thai? A noi si associano una collega con il marito e la figlia adolescente e i miei genitori (che in realtà erano già a spasso in autonomia nel Sud Est Asiatico da qualche settimana).
Pronti, via, si parte!

Thailandia con bambini: il nostro tour

Viaggiando grazie ad un’occasione non propriamente ludica, e nel pieno degli impegni lavorativi per cui assentarsi per un lungo periodo diventa difficile, decidiamo di limitare il viaggio ad una decina di giorni.
Piantina geografica e guida alla mano, capiamo da subito che non è il caso di “spezzare” il viaggio prendendo voli interni. Si dovrà dunque rimanere nella zona di Bangkok.

Thailandia con bambini-Rayong

L’itinerario è presto fatto: complice una tariffa d’apertura, prenoto tre camere al nuovissimo Marriott Rayong, una struttura moderna ma ben integrata che ha il pregio di trovarsi sul mare, a pochissimi chilometri dalla splendida isola di Koh Samet, a poco meno di due ore di auto dall’aeroporto di Bangkok e a un’ora dalla capitale del vizio Pattaya. La tariffa è molto conveniente perché con circa 80 euro a notte ci accappariamo una camera superior con colazione e internet gratis. Non chiediamo il lettino extra per il nostro bambino in quanto i due letti Queen hanno in realtà una dimensione che sfiora il matrimoniale di casa!

Il resto del viaggio lo spendiamo a Bangkok, dove l’offerta alberghiera non manca di sicuro.

Thailandia con bambini-vista Bangkok
Anche qui cerco il massimo con il minimo prezzo e trovo un altro Marriott nuovo di zecca che offre tariffe promozionali imperdibili. Ancora 80 euro a notte per un cinque stelle che include nella tariffa anche internet e ben cinque pasti al giorno nella Executive Lounge; peraltro comodissimo in quanto a pochi passi dallo SkyTrain, la metropolitana veloce.

Thailandia con bambini-Marriot Bangkok
In un’altra occasione vi racconterò cosa abbiamo visto e fatto, per darvi qualche piccola anteprima vi dico che abbiamo adorato le spiagge selvagge e il bel mare di Koh Samet, abbiamo fatto shopping e ci siamo regalati una serata rock nell’incasinatissima Pattaya, abbiamo visitato templi, acquari e modernissime attrazioni nella controversa Bangkok…
Sempre tenendo a mente le esigenze e i gusti del nostro piccolo esploratore!

Thailandia con bambini: il volo

Nell’organizzare il nostro viaggio, purtroppo abbiamo scontato il fatto di avere delle date fisse e poco flessibili. Per fortuna ci è venuta incontro la Turkish Airlines la compagnia di linea turca che si sta distinguendo come una delle migliori in Europa, e che avevamo già provato in passato per un volo a breve raggio verso la Turchia.

Per circa 600 euro, abbiamo acquistato i biglietti da Venezia a Bangkok con uno stop over a Istanbul al ritorno, dove abbiamo avuto modo di organizzare un mini tour della città per i nostri compagni di viaggio che non ci erano mai stati (ma di questo vi racconterò un’altra volta).

Thailandia con bambini-Libro Turkish
La Turkish non ci ha delusi, anzi. Gadget per tutti su ogni volo (scatolina di latta decorata e astuccio con dentro spazzolino, calzini, lucidalabbra, mascherina), libricino da colorare per Lorenzo, cibo buono (considerato che siamo in aereo e non in un ristorante stellato).

Altre compagnie che offrono spesso ottime tariffa per la Thailandia (tutte testate dai miei genitori!): Emirates, Qatar, Thai, Austrian, Lufthansa, Swiss, Singapore Airlines. Per chi parte da Malpensa o Fiumicino, aggiungo Ethiad e Oman.

Thailandia con bambini: i trasporti interni

Noi siamo fortunati, l’esperienza pluriennale dei miei genitori ci ha consentito di creare una rete di contatti per i trasporti privati (taxisti ufficiali che hanno mezzi a più posti, dall’auto classica al mini pullmino). Tutti i prezzi sono stati concordati e contrattati prima.

Thailandia con bambini-sky train

Bangkok è ottimamente servita dallo SkyTrain.

Ci sono moltissimi taxi ma attenzione, il traffico è davvero “crazy” e sfibrante, come nella peggiore metropoli. Gli hotel comunque organizzano trasporti su misura e possono chiamare per voi taxi o compagnie di trasporto.

Thailandia con bambini: il pernottamento

La Thailandia offre davvero alloggi per tutti i gusti e per tutte le tasche, e a mio avviso è una delle destinazioni con il rapporto qualità prezzo più alto in assoluto. Qui sta a voi e al tipo di viaggiatori che siete.

I backpackers possono dormire davvero per una manciata di euro a notte in alloggi comunque dignitosi. Io, pur non avendo chissà quale disponibilità economica, preferisco spendere un po’ di più e avere un alloggio extra confortevole e di livello (ricordiamoci che siamo in un Paese emergente!).

Thailandia con bambini-Marriot Rayong

Quello che paghereste per un due stelle a Milano vale una camera deluxe in uno degli hotel meglio quotati di Bangkok, ovviamente stando attenti alle offerte e confrontando i vari siti di prenotazione.
Questo ancora di più, ovviamente, quando con me viaggia il mio bambino, al quale cerco di offrire sempre un alto standard di pulizia e igiene.

Thailandia con bambini: pranzi e cene

Per il cibo, il ragionamento è identico a quello del pernottamento. In Thailandia troverete di tutto e di più e sarà la vostra scelta quello di spendere pochissimo oppure un po’ di più ma per un’esperienza di altissimo livello. Nei nostri viaggi, noi amiamo alternare questo e quello.

Thailandia con bambini-menu

Un po’ di street food “selezionato” (carne alle griglia, frutta fresca, …) e qualche bella cenetta in riva al fiume Chao Praia a Bangkok; un hamburger “ad alto volume” all’Hard Rock Cafe e carne australiana alla griglia con tanto di concerto dal vivo nella poca conosciuta Rayong.
Anche qui, nessun problema per il nostro cinquenne, che è stato coccolato dall’inizio alla fine dal meraviglioso popolo Thai.

Presto vi racconterò nel dettaglio le tappe della nostra ultima scorribanda Thailandese!

Francesca
[testi e fotografie di Francesca Dal Mas]

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Potrebbe interessarti anche:

  1. Bangkok con bambini: 2 giorni alla scoperta della città
  2. Cambogia con bambini

 

L'autrice: *Francesca*

Mamma di Lorenzo, classe 2008. La mia passione per i viaggi nasce da due genitori fantastici che mi hanno fatto scoprire, fin da piccolissima, quel luogo magnifico che è la Terra. Ex "bimba viaggiatrice", non potevo non fare lo stesso splendido regalo al mio bambino, che ora segue me e mio marito nelle nostre avventure a spasso per il mondo!

Commenti

  • Pingback: Koh Lipe con bambini: tra tuffi e sorrisi | Bimbi e Viaggi

  • Reply LAURA

    carissima Francesca i tuoi racconti accendono sempre la mia curiosità e la voglia di partire. nel caso della Tailandia mi suggeriscono una meta che non ho mai seriamente preso in considerazione ma che oggi, dopo lo splendido Giappone e lo scoccare della scintilla per l’asia, sto cominciando a prendere seriamente in considerazione. oramai un pochino mi conosci e sai che sono una rompiballe, nel caso avessi bisogno sia di creare l’itinerario sia di informazioni per i trasporti privati posso disturbarti?? un abbraccio

  • Reply Francesca

    ciao Laura!!! sarò felicissima di aiutarti, adoro la Thai 😉 i contatti che utilizzano sempre i miei genitori sono anche in Facebook quindi contattabili in modo facile e veloce! 😀 però devi anche tu raccontarci del Giappone!! una meta che mi ispira tantissimo e che spero di visitare quanto prima… cosa ne dici di scriverci un post con qualche consiglio?

    • Reply LAURA

      carissima Francy ho già iniziato a raccontare il Giappone nel post del giappone.ne siamo tornati innamorati. un paese bellissimo sia per il posto che per la gente. abbiamo fatto una valanga di esperienze: dai templi, agli onsen, alle escursioni nella natura, alle cttà, a Hiroshima, alle isole… abbiamo mangiato benissimo, dormito sui futon nelle case giapponesi, bevuto litri di the verde con tortine ai fagioli akuzi…. credimi Fra ci siamo cosi presi dall’Oriente che per ora sogniamo solo Oriente. mi sa che se decido per la Thai ti rompo le scatole… lo stesso devi fare tu però se decidi per il japan

  • Reply LAURA

    Francy mi sto leggendo tutte le guide sulla Thai. mi daresti un idea di massima di un programma fattibile di circa 20 giorni abbinando cultura natura e mare per una famiglia pazzerella come la nostra? premetto che meno voli interni facciamo meglio è ma siamo disposti a muoverci in pulman o treni. grazieeeeeeeeeee

  • Reply Annalisa

    ciao,
    io invece vorrei fare un viaggio in Thailandia a gennaio, il mio bambino nascerà verso il 20 ottobre, secondo voi è fattibile? ho una cara amica che vive li e vorrei andare a fare le vacanze post parto 🙂
    a quanti mesi i bambini possono fare voli intercontinentali? è necessaria qualche vaccinazione?
    grazie.
    ciao.
    Annalisa

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Annalisa! Fantastico, deve ancora nascere e già lo aspetta la prima avventura oltre oceano, che bello!
      Guarda, se lui sta bene, con i voli non ci sono problemi…anzi, aggiungerei che più i bimbi sono piccoli meno problemi ci sono, visto che “dove li metti stanno”! 😉
      Di vaccinazioni obbligatorie non ce ne sono, ma la situazione igienico-sanitaria dipende anche molto dalla zona in cui sarai. Ovviamente un’assicurazione sanitaria è indispensabile (sempre, ma a maggior ragione se si viaggia con neonati)

  • Reply Francesca

    Ciao Annalisa e congratulazioni per il piccolo in arrivo. E’ già un bimbo fortunato ad avere dei genitori viaggiatori e che vorranno continuare a viaggiare con lui!! Da supermamma viaggiatrice, ti consiglio però di aspettare di vedere come sarà il piccolo prima di prenotare o pianificare qualsiasi cosa. Il mio ad esempio nei suoi primi tre mesi ha sofferto tantissimo di coliche, piangeva intere notti e tra un po’ non me la sentivo di andare al supermercato, figuriamoci in Thailandia 😉 Chiaramente ogni caso è a se, io ti consiglio solo di aspettare almeno qualche settimana di vedere come va l’equilibrio a tre. In bocca al lupo per tutto!!

  • Reply laura

    qualche anima pia mi aiuta a organizzare 5 giorni a BK? un giorno vorremmo andare ad Ayutthaya e gli altri sono liberi., Alloggeremo in centro vicino al palazzo reale.. grazie

  • Pingback: Turkish Airlines con bambini e l'aeroporto di Istanbul

  • Pingback: Bangkok con bambini: 2 giorni alla scoperta della città

  • Pingback: Vacanza mare in Thailandia: Koh Tao ideale per bambini

  • Pingback: Estate in Thailandia: le isole del golfo del Siam

  • Pingback: Thailandia in gravidanza: il nostro itinerario

  • Pingback: Come organizzare un viaggio in Argentina con bambini

  • Pingback: Cambogia con bambini: Siem Reap e templi di Angkor

  • Reply Ester

    Ciao Francesca è la prima volta che scrivo a qualcuno che non conosco per chiedere informazioni… ma il tuo racconto mi è piaciuto così tanto che mi sento di farlo!! Anche io ho un bimbo classe 2008 ed una bimba classe 2010. Quest’anno mi sono accorta che siamo davvero pronti x esplorare il mondo insieme e per l’estate prossima abbiamo scelto la thailandia. Mi farebbe molto piacere, con calma visto il largo anticipo, se una super mamma esperta come te potesse aiutarmi ad organizzare il primo viaggio importante dei miei bimbi! Io sono davvero imbranata in qs cose!! Grazie in anticipo, sia che si, sia che no, ovviamente!!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Ester, piacere di conoscerti!
      In attesa della risposta di Francesca, posso già dirti che faremo il possibile per darti le informazioni di cui hai bisogno…
      Hai già cercato il volo? Se no, inizia a dare un’occhiata a Skyscanner, inserendo le date che ti interessano, così inizi a vedere quali sono i voli che ti possono andar bene.
      Poi cercate di pianificare l’itinerario: la Thailandia è molto grande e per procedere con le prenotazioni è importante sapere dove andrete. Sulla base dei vostri interessi principali, scegliete le mete che non possono mancare e iniziate a lavorare su quelle…

  • Pingback: Vacanza in Thailandia con bambini in inverno nel Mar delle Andamane

  • Pingback: Phi Phi Islands con bambini: vacanza in Thailandia con bambini al mare

  • Pingback: Railay con bambini: vacanza in Thailandia con bambini Bimbieviaggi

  • Pingback: Phuket con bambini: ultima tappa del viaggio in Thailandia con bambini

  • Reply Marina

    Ciao Francesca leggendoti ci siamo incuriositi e vorremmo andare in thailandia con nostra figlia di 10 anni….
    Viaggiamo da un po’ ma mai in Oriente…ci puoi consigliare qualche struttura adatta ?Vorremmo andare a Giugno quindi non tutte le zone vanno bene se non ho capito male…..! Ho segnato resort Marriot per Bangkok….poi per estensione mare ho bisogno di consigli……grazie Marina

    • Reply * Milly Marchioni *

      Per quanto riguarda l’alloggio a Bangkok, io sono appena rientrata da un viaggio in Thai e posso suggerirti l’Ibis Riverside, a bordo fiume. Semplice ma elegante, comodo e confortevole, ottima posizione sul fiume, ottimo buffet a colazione e anche a cena. Pubblicherò a breve i miei articoli, ma intanto dacci un’occhiata qui su booking

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *