Brema per bambini: foche sul Mare del Nord e Strada delle Fiabe

Prosegue il viaggio di Serena nei dintorni della città di Brema, nel nord ovest della Germania: un itinerario primaverile tra foche e…fiabe!

Vi ho già raccontato la nostra bellissima avventura nella città di Brema in questo articolo > Brema con bambini: la Germania fuori dai “luoghi comuni”.

Oggi vi parlo invece dei dintorni di Brema, che è capitale dell’omonimo stato nel nord-ovest della Germania.

Brema per bambini: la città di Bremerhaven

A circa sessanta chilometri da Brema, si trova la città di Bremerhaven, situata sulla costa del Mare del Nord e dotata di un porto efficiente. Il suo nome infatti significa “porto di Brema” e ne rappresenta il naturale sbocco a mare. Venne infatti venne costruita nell’Ottocento allo scopo di garantire il prosperare dei commerci qualora il porto di Brema si fosse insabbiato.
Appena si raggiunge la passeggiata a mare il colpo d’occhio è fantastico: un perfetto mix di progresso e tradizione. Moderne strutture in vetro ed acciaio si confondono con antichi fari, velieri in legno e singolari pezzi recuperati da navi dismesse.

Brema per bambini-Bremerhaven porto

Al Museo Klimahaus per un giro del mondo con tutta la famiglia

La prima struttura che visitiamo è il Klimahaus che permette di compiere un’esplorazione intorno al mondo lungo l’ottavo grado di longitudine ad est. E dato che si tratta di un viaggio, la prima cosa da fare è prendere il treno! Una volta infatti che l’esploratore-attore in cui dobbiamo immedesimarci annuncia al mondo la sua volontà di partire per un anno, si alza il sipario e ci ritroviamo in mezzo ai binari.

Il primo “luogo” in cui ci rechiamo è la Svizzera, tra pascoli e ghiacciai. Proviamo anche a mungere una mucca, ed anche se di plastica l’effetto è molto realistico (soprattutto l’odore!).

Brema per bambini-mungitura

Proseguendo il nostro cammino, ci troviamo in dimensioni miniaturizzate in mezzo ad un prato sopra cui volano farfalle ed insetti giganti. Una lattina consumata è trasformata in una specie di regia da cui osservare da vari video cosa succede all’esterno. I bambini impazziscono per la felicità!

La tappa successiva ci porta in un luogo a noi ben noto: la Sardegna. Greggi di pecore, mura consumate di antichi villaggi, i panni stesi….tutto davvero molto realistico.

Brema per bambini-klimahaus sardegna

La strada va avanti, la temperatura sale e ci ritroviamo nel deserto del Kanak in Niger, circondati dalla sabbia. Ad un tratto troviamo degli attrezzi da paleontologo, per la gioia di Nicolas che si deve impegnare a recuperare i fossili tra la sabbia. Il caldo non ci da tregua neppure quando cala la notte e ci sdraiamo ad osservare il cielo stellato. Ci spostiamo in Camerun, tra il fitto della vegetazione ed i villaggi in terra e paglia.

Un ponte di corda invita i bambini -e non solo- a superare un guado per procedere lungo il percorso ed arrivare così…in Antartide! Qui solo ghiaccio e la tenda di un avventuroso esploratore.

Brema per bambini-antartide

Superata poi la zona denominata “atmosfera” in cui viene riprodotta la volta stellata ci ritroviamo a…Samoa dove viene ricreata la barriera corallina. Un salto veloce in Alaska e senza neanche accorgercene torniamo in Germania, proprio sul Mare del Nord ad osservare il fenomeno delle maree.

Molto più di un museo, molto più di un percorso interattivo! Ne siamo usciti tutti elettrizzati. Oltre ad essere curato nei minimi dettagli è davvero un luogo accessibile a tutti, infatti con il passeggino siamo potuti entrare in ogni area grazie all’impiego di rampe ed ascensori.

Brema per bambini-klimahaus museum

Esplorando il Mare del Nord…

Le emozioni vissute sarebbero già sufficienti a concludere la giornata ma il programma è ancora fitto e così, dopo un pranzo veloce all’adiacente centro commerciale Mediterraneo, ci spostiamo all’esterno lungo la passeggiata a mare. Il cielo è azzurro ed i sole tiepido ma l’aria che tira è frescolina…ma del resto non c’è da stupirsi visto che siamo sul Mare del Nord.

Dall’esterno il Klimahaus appare come un enorme sommergibile, davanti a cui notiamo un’altra singolare costruzione che richiama il famoso hotel superstellato di Dubai.

Brema per bambini-Bremerhaven

Si tratta anche in questo caso di un hotel occupato al ventesimo piano da una terrazza a cui è possibile avere accesso-a pagamento- per godere di una veduta superba sul mare, sul porto e su tutta la città.

Una volta tornati a “terra” riprendiamo il nostro cammino per visitare lo Zoo Marine. Gli animali ospitati in questo parco non sono numerosi ma tutti appartenenti alla latitudini più fredde e questo lo rende particolare ed interessante.

Oltre all’orso bianco, alla volpe artica, ai pinguini, ai leoni marini, alle sule ed ai procioni abbiamo avuto un primo approccio con le foche….

Brema per bambini-orso zoo marine

Una giornata così bella ed intensa merita una conclusione adeguata e così ci regaliamo una cena in un antico veliero in legno ormeggiato alla banchina. Il suo nome è Seute Deern e fu costruita nel 1919. Non appena saliti ci concediamo un giro d’ispezione-con servizio fotografico- sui ponti per ammirare ogni singolo dettaglio, poi passiamo nell’interno ed attraverso una scala in legno accediamo al ristorante. L’atmosfera è curata in ogni minimo dettaglio e le luci soffuse contribuiscono ancor di più a rendere speciale la nostra serata.

Brema per bambini-Seute Deern ristorante

Il cibo è davvero ottimo ed il personale attento ad ogni esigenza infatti  non appena ci sediamo portano ai bambini una tovaglietta per disegnare e tante matite colorate (www.seutedeern.de). Si conclude così una giornata a dir poco fantastica!

Brema per bambini: gita nel Mare del Nord per vedere le foche

Basta una notte per ricaricare le batterie e siamo di nuovo pronti a metterci in marcia per una nuova avventura. E proprio di un’avventura si tratta perché abbiamo in programma di sfidare le onde del Mare del Nord per visitare due isolette.

Il luogo d’imbarco è il porto di Cuxaven, distante circa cinquanta chilometri da Brema. I biglietti, per scongiurare eventuali disguidi, sono stati acquistati i giorni precedenti presso l’ufficio del turismo. Saliamo su un moderno aliscafo rosso ed iniziamo la navigazione. Oltrepassata la foce del fiume Elba, si apre davanti a noi la distesa del mare placido e luccicante sotto i raggi del sole. Nessuna onda stile “tempesta perfetta”, per fortuna!

Brema per bambini-helgoland

L’ora che impieghiamo per arrivare ad Helgoland scorre veloce anche per i bambini che a bordo possono intrattenersi con una piccola biblioteca creata appositamente per loro e con album da colorare gentilmente offerti dalla compagnia di navigazione. Approdati sulla piccola isola, notiamo subito una lunga fila di casette dai colori pastello in cui si trovano ristoranti e negozietti vari. Purtroppo non abbiamo molto tempo per soffermarci, per ora,  perché una seconda, e piccolissima, imbarcazione ci aspetta per portarci verso la nostra vera meta: l’isolotto di Dune.

In origine Helgoland e Dune erano unite, fu una forte mareggiata a separarle. Il tratto di mare che le divide è davvero piccolo ma tanto basta per rendere la seconda una vera oasi naturale in cui la presenza dell’uomo è marginale ed i veri protagonisti sono diverse specie di volatili e le foche!

Brema per bambini-foche

Questo isolotto sabbioso è infatti la casa di questi simpatici mammiferi che passano le loro giornate tra i riposini sulla spiaggia e le nuotate in mare. Diversi sentieri attraversano Dune permettendo al visitatore di godere di uno scenario incontaminato, animato dal volo dei gabbiani, dal profumo della vegetazione e dal sibilo costante del vento. Seguendo le indicazioni della mappa arriviamo in una spiaggia e vediamo comparire in lontananza tanti puntini grigi e neri e non abbiamo più dubbi.

Nonostante sia richiesto di rispettare una distanza di trenta metri i bambini corrono in preda all’eccitazione e per poco non arrivano al punto di abbracciare una foca che rimane attonita ed al contempo dubbiosa sul da farsi.
Sono tantissime, quasi tutte adagiate sul bagnasciuga, incuranti della nostra presenza.

Inizio a fare mille foto, mentre i bambini le osservano  felici. Purtroppo il forte vento e le prime gocce di pioggia spezzano questo idillio. Pare incredibile come cambi velocemente il tempo da queste parti! Un locale adagiato sulla spiaggia, pare fare al caso nostro. Troviamo riparo e ci ristoriamo con una bevanda calda. In dieci minuti la pioggia cessa, ancora il tempo di fare qualche altro scatto e dobbiamo prendere la strada del ritorno per visitare Helgoland.

Brema per bambini-foca

Isola contesa nel passato tra vari stati per la sua posizione strategica, è oggi meta turistica e porto franco. Numerosi hotel e ristoranti  animano il lungomare, ornato a festa da mille bandiere colorate. Mentre ripercorriamo la strada che ci porta al nostro aliscafo ci godiamo il sole che, nel frattempo, è tornato a splendere.

Brema per bambini: la Strada delle Fiabe della Germania

Una delle principali motivazioni che mi ha portato a scegliere di fare questo viaggio è stata proprio la curiosità di andare insieme ai miei bambini alla scoperta di questa strada fantastica in cui sono ambientate le storie più famose dei fratelli Grimm.

Brema per bambini-fiabe

Originari di Hanau, i due famosi scrittori sono noti per avere trasformato le fiabe della tradizione tedesca in testi adatti ai più piccoli. Dalla loro città natale fino a Brema è un susseguirsi di castelli, paesini, boschi e paesaggi incantati. Il percorso è abbastanza lungo- circa 600 chilometri- e per questo abbiamo deciso di fare tappa solo in alcuni di questi luoghi. Da Brema, che -come ho raccontato nel precedente articolo- è la città che ha fatto da sfondo al racconto dei Musicanti, abbiamo preso la strada in direzione di Hamelin.

Brema per bambini-campane

I nostri occhi, già durante il percorso, sono rimasti affascinati dalla bellezza del paesaggio costellato di magnifiche praterie in cui pascolavano  cervi e caprioli, dolci colline coperte di fiori gialli, alberi altissimi occupati da tantissimi nidi.

Hamelin è la città del famoso pifferaio, venuto a liberarla dalla piaga dei ratti. Nel corso principale, tra le case a graticcio riccamente decorate, si trova il museo, prima nostra tappa. Una parte dello spazio interno è dedicata alla storia della città, una seconda alla leggenda del noto pifferaio. In più, durante la primavera, abbiamo trovato anche uno speciale allestimento: un teatrino delle marionette da poter ammirare.

Brema per bambini-marionette

Ripercorrendo la strada centrale, lastricata di  mattonelline in metallo raffiguranti tanti topolini, arriviamo alla statua del suonatore, che immortaliamo in una foto.

Brema per bambini-pifferaio

Uno sguardo veloce all’orologio ci fa capire che siamo in tempo per assistere ad uno spettacolo che piacerà molto ai bambini. E così raggiungiamo alla svelta la piazza adiacente alla cattedrale per accomodarci nelle panche che sono disposte sotto al Hochzeitshaus, bellissimo palazzo rinascimentale. Per tre volte al giorno infatti, un carrillon scocca le ore facendo uscire da un grande pannello tutti i personaggi della fiaba, lasciando incantati grandi e piccini.

Brema per bambini-carillon

Hamelin è davvero graziosa e ci piace girovagare tra le sue strette strade per curiosare dappertutto. Ma una seconda tappa ci aspetta e così ci rimettiamo in marcia.

Arriviamo, dopo circa venti minuti, a Polle, per vedere il castello di Cenerentola. Purtroppo la parte interna è  già chiusa-abbiamo fatto tardi!- ma possiamo fare il giro delle sue possenti mura ed ammirare il panorama sul fiume Waser. La bellezza di questi luoghi e la gioia negli occhi dei miei bambini mi fa pensare che questa non sarà l’ultima volta che percorreremo questa strada.

Brema per bambini-mura castello

Souvenirs e curiosità

Mentre gironzolavamo nei negozi di souvenirs alla ricerca di regalini da portare a casa ad amici e parenti ci è spesso capitato di notare, riposte sugli scaffali, le paperelle gialle che si mettono nella vasca da bagno per far felici i bambini. E’ stato il nostro super papà a svelarci il significato di questo oggetto. Molti anni fa una nave carica di merci della First Years Inc fece naufragio e perse in mare tutto il suo carico composto da friendly floates (oggetti  da bagno in gomma- per lo più papere). Per molti anni questi giocattoli sono rimasti alla deriva, arrivando sulle spiagge più disparate ed anche sulle coste del Mare del Nord dove sono state “adottate” come oggetto- simbolo.

Brema per bambini-souvenir

Due  oceanografi ne hanno addirittura seguito i percorsi per studiare le correnti ed i cambiamenti climatici.  C’è chi sostiene  che ve ne siano alcune ancora in giro. Chi le dovesse trovare sarebbe molto fortunato perché valgono tantissimo!!!

Una bella scoperta!

Durante la fase di preparazione del viaggio, non trovando molto materiale disponibile on-line, ho fatto ricorso agli uffici del turismo locali che a più riprese mi hanno mandato a casa una quantità enorme di depliants ed opuscoli sulle località per le quali avevo manifestato interesse. Tale e tanta gentilezza l’ho ritrovata in ogni persona che ho avuto modo di incontrare: dalla proprietaria dell’alloggio in cui abbiamo soggiornato (che ogni sera lasciava davanti alla porta di casa cioccolato o matite per colorare per i bambini) ai gestori dei ristoranti, dal personale dei musei a quello della compagnia di navigazione del mare del Nord. Abbiamo riscontrato soprattutto una enorme disponibilità verso i bambini che vengono trattati davvero come dei “piccoli principi”.

Tutto questo ha contribuito a rendere ancora più speciale questo nostro viaggio e la scoperta di questi luoghi fantastici che spesso sono trascurati dal turismo italiano. Siamo tornati a casa con la valigia piena di ricordi fantastici e di tante emozioni….sempre più convinti di voler andare alla scoperta di un mondo… “fuori dai luoghi comuni”!

.

Serena
{Testi e fotografie di Serena Borghesi
}
{
Foto dei souvenir via Shutterstock}
.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

.

Per altre informazioni sulla Germania, dai un’occhiata anche qui:

  1. Brema con bambini: la Germania fuori dai “luoghi comuni”
  2. Monaco di Baviera con bambini
  3. Natale in Baviera
  4. Berlino con bambini

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *