Trapani con bambini: Sicilia occidentale in primavera con 2 gemellini

Eccoci a Trapani, insieme a Desiderio che ci racconta tutti i dettagli del suo long weekend del 1 maggio alla scoperta delle bellezze della Sicilia occidentale, con i suoi gemelli di due anni ed il loro piccolo cuginetto.

Iniziamo con le presentazioni: io sono Desiderio ma per tutti sono semplicemente Derio, con me ci sono mia moglie Pamela ed i nostri gemelli Andrea ed Arizona, nati nel 2015. Con queste poche righe vorrei raccontare il primo vero viaggio con i gemelli, una raccolta di impressioni sulla nostra esperienza vissuta a Trapani, durante il ponte del 1 maggio.

 

 

Viaggio in Sicilia con gemelli: ce la faremo!

L’avvicinamento a questo viaggio è stato turbolento. Quando i gemelli avevano 8 mesi saremmo dovuti partire per Budapest ma, poche settimane prima della partenza, abbiamo scoperto un problema di salute molto serio per Andrea, che lo ha portato a subire ben tre anestesie totali in pochi giorni ed un intervento chirurgico. Abbiamo ritentato sempre per Budapest quando avevano 11 mesi ma giunti in aeroporto mi sono accorto di aver dimenticato la carta d’identità, uscivamo da un periodo di stress ed è accaduto quello che in tanti anni di viaggi non mi era mai successo. Ulteriore tentativo per Malta a gennaio 2017 ma un mese prima, durante il ponte dell’Immacolata a Rimini, il povero Andrea, sempre lui, viene ricoverato per broncospasmo e mia moglie si rifiuta di partire il mese successivo. Ed arriviamo quindi a questo benedetto volo per la Sicilia, stavolta abbiamo fatto ricorso anche ai rinforzi ed abbiamo invitato mio cognato e mia cognata col loro piccolo Giuseppe, 11 mesi.

Viaggio in Sicilia con gemelli trapani con bambini

Non abbiamo scelto la Sicilia, e per l’esattezza la zona di Trapani, per un motivo specifico. Semplicemente dopo le disavventure di cui sopra ci siamo messi alla ricerca del volo più conveniente e lo abbiamo acquistato: un Roma-Palermo con Vueling. Non era importante la destinazione, era essenziale partire, ovunque e comunque per sbloccarci da questa maledizione che sembrava averci colpito. Una volta preso il volo, ci siamo messi a tavolino con i miei cognati ed abbiamo puntato sulla Sicilia occidentale, per l’esattezza la zona di Trapani.

 

Trapani con bambini: la nostra vacanza… finalmente!

COSTI

  • Volo: Roma-Palermo a/r con Vueling 524,99 € (4 adulti e 3 infant)
  • Alloggio: Angelo Apartments, Trapani 174,40 € (3 notti)
  • Noleggio auto: Autonoleggio One, 394,97 € (comprensivo di tre seggiolini ed assicurazione fullkasko)
  • Assicurazione annullamento: Allianz, 55 €

 

IL VOLO CON VUELING

Era la prima volta per noi con Vueling e si è dimostrata una buona low cost. Certo lo spazio tra i sedili non è tantissimo però sia l’assistenza a terra sia quella a bordo sono state impeccabili.
Durante il volo di ritorno hanno aperto l’imbarco 20 minuti prima dell’orario indicato e ci hanno fatto subito saltare la fila data la presenza dei bambini.

Naturalmente prima della partenza avevo un misto di preoccupazione e curiosità riguardo a come avrebbero affrontato questa esperienza i gemellini, inoltre per questioni legate ai posti infant io e Pamela eravamo a due file di differenza. Ebbene, il volo di andata è stato uno spasso perché appena l’aereo ha iniziato il rullaggio entrambi sono crollati addormentati ed abbiamo perfino dovuto svegliarli al momento di scendere, nemmeno l’atterraggio ha sortito effetti su di loro. Al ritorno invece sono stati svegli tutto il tempo, fortuna ha voluto che il posto vicino al mio fosse libero e quindi ho potuto lasciare Andrea un po’ più libero di stare seduto, scendere giù e di giocare con la tendina dell’oblò; Arizona invece, come di consueto, è stata più calma e tranquilla con la mamma.

 

IL NOSTRO ALLOGGIO A TRAPANI

Per quanto riguarda l’alloggio, a Trapani abbiamo puntato su un appartamento: con 4 adulti e tre bambini, di cui due sotto i 2 anni ed uno sotto i 12 mesi la soluzione è quasi obbligata e ci ha permesso di preparare loro da mangiare in tutta tranquillità e di stare tutti assieme in modo da darci manforte a vicenda. Volendo evitare di spostarci in macchina per la cena, abbiamo cercato qualcosa di centrale che ci permettesse di uscire in tranquillità con i passeggini, beh la soluzione che abbiamo trovato su Booking è a dir poco fenomenale. Abbiamo dormito tre notti presso Angelo Apartments che si trova nel vero cuore di Trapani.

A meno di venti metri incrocia Corso Vittorio Emanuele, una zona pedonale dove c’è la classica passeggiata con tanti locali ed alcuni monumenti come il Palazzo Senatorio e la Chiesa del Collegio dei Gesuiti; proseguendo invece sempre dritto si giunge in tre minuti al porto dove ci sono i parcheggi e gli imbarchi per le Isole Egadi.

Insomma più comodo di così è impossibile. Il proprietario mi ha contattato più volte sia prima del nostro arrivo che durante il soggiorno per sapere se fosse tutto ok ed alla reception c’è una signora che vive nello stesso stabile e quindi disponibile per ogni evenienza.

Essendo in pieno centro storico, il palazzo è antico, stanze ampie con soffitti altissimi, l’ascensore non è dei più comodi in quanto ha la doppia porta a chiusura manuale quindi se qualcuno si dimentica di accostare le porte non è possibile chiamarlo.
Il nostro appartamento era composto da un ampio salone con tavolo e sedie, un angolo cottura e divano letto, c’era una camera da letto molto spaziosa ed infine il bagno con un breve corridoio dove erano disposti il frigo e la lavatrice.

 

IL NOLEGGIO DELL’AUTO

Essendo in 4 adulti e tre bambini, avevamo bisogno di un’auto spaziosa e dei seggiolini.
Effettuando una ricerca su Rentalcars abbiamo notato prezzi non esattamente economici, soprattutto per quel che riguarda il noleggio dei seggiolini. Ci siamo imbattuti in una compagnia di noleggio locale Autonoleggio One con sede a Trapani, ma consegna le auto in tutta la Sicilia. Il prezzo era più conveniente e ci permetteva di scegliere un Opel Vivaro 9 posti del 2017 a poco meno di 400 € compresa l’assicurazione full kasko e tre seggiolini.

La vettura ci è stata consegnata puntualmente in aeroporto a Palermo, era in perfetto stato, soli 12000 km e navigatore integrato, però ci hanno consegnato solamente un seggiolino invece dei tre pagati. Essendo l’agenzia di Trapani, abbiamo dovuto aspettare che arrivasse un’altra auto a consegnarci i seggiolini nel numero e nelle dimensioni corrette. Inizialmente quando hanno saputo che eravamo diretti a Trapani ci hanno proposto di andare lì a ritirarli ma io mi sono categoricamente rifiutato di fare 80 km coi bambini in braccio. Ci siamo fatti così accompagnare in una stazione di servizio ed abbiamo atteso che arrivassero con i tre seggioloni. Una piccola disavventura che può certamente capitare, ma che non mi permette di dare un giudizio completamente positivo sulla compagnia nonostante tutto il resto fosse perfetto, dalla comunicazione alle condizioni contrattuali, dalla velocità di consegna e ritiro allo stato del van.

 

Nei dintorni di Trapani con bambini:
tutte le nostre tappe in Sicilia Occidentale

Come detto, abbiamo fatto base a Trapani e da qui ci siamo mossi in auto nei suoi dintorni.  Abbiamo visitato Mazara del Vallo, le saline Ettore Infersa, Erice, San Vito lo Capo e la Riserva dello Zingaro.
Tengo a sottolineare l’ottimo stato delle autostrade che abbiamo percorso, sia quella che da Palermo porta a Trapani, sia quella per Mazara del Vallo, abbiamo incontrato pochissimo traffico e, cosa molto gradita, non si paga il pedaggio, l’unica cosa che non mi spiego è il limite fissato a 100 km/h ed in molti tratti anche a 80 km/h nonostante l’asfalto in perfette condizioni e rettilinei molto lunghi.

TRAPANI

A Trapani abbiamo trovato una città vivace e gente sempre disponibile e cordiale. Una menzione particolare per i ristoranti: anche in quelli meno spaziosi si sono sempre prodigati per trovarci un posto e con tre passeggini non è così scontato che accada.

Corso Vittorio Emanuele e Via Garibaldi sono due strade ricche di locali e dove è possibile passeggiare con i bambini senza pericolo di autovetture.

Per passare un po’ di tempo libero consiglio Villa Margherita, un parco pubblico molto grande di oltre 20000 mq con quattro ingressi, ci sono delle voliere con gli uccelli ed un lago con i cigni.

Un paio di consigli per la cena, uno di carne ed uno di pesce: per il pesce siamo stati alla Trattoria Cantina Siciliana, davvero molto buono (unica cosa non servono caffè) mentre per la carne siamo stati da I Grilli in Corso Vittorio Emanuele ed anche qui soddisfattissimi. In entrambi i ristoranti abbiamo speso poco più di 100 euro in 4 con vino ed amari.

MAZARA DEL VALLO

La nostra prima gita è stata a Mazara del Vallo. Per raggiungerla da Trapani ci sono due soluzioni, le tempistiche sono pressappoco le stesse, nonostante una soluzione abbia un chilometraggio doppio rispetto all’altra:

  • l’autostrada A29, che è quella che porta a Palermo, con deviazione sulla E90 tra Segesta ed Alcamo. Questo percorso è sicuramente più scorrevole ma anche decisamente più lungo in termini di km, sono 104, ed il tempo di percorrenza è di poco più di un’ora. Prima della deviazione per la E90 trovate l’area archeologica di Segesta che noi non abbiamo visitato con tre bambini così piccoli ma che mi sono ripromesso di ammirare in futuro quando saranno più grandi; Segesta offre anche la possibilità di rilassarsi nelle sue terme, potrebbe essere un’ottima soluzione dopo aver fatto il pieno di cultura.
  • La strada statale che percorre la costa ed attraversa la zona delle saline, Marsala e porta a Mazara del Vallo in poco più di 50 km anche se i tempi di percorrenza sono gli stessi dell’autostrada.
mazara del vallo con bambini - sicilia in primavera con bambini
Il mare di Mazara del Vallo

Noi abbiamo percorso all’andata l’autostrada senza fare fermate intenzionati ad arrivare direttamente a Mazara. Abbiamo trovato un parcheggio custodito in pieno centro che però effettuava orario di chiusura dalle 14 alle 16 ed in quel lasso di tempo non era quindi possibile ritirare la vettura, ci siamo spostati così verso la zona del lungomare G. Mazzini dove abbiamo trovato un’ampia area proprio prima del porto, il parcheggio è libero anche se c’è il solito tizio che gira intorno a chiedere qualche spicciolo.

Sono rimasto particolarmente colpito da Mazara del Vallo, la città è tenuta molto bene almeno per quel che riguarda la zona turistica del centro storico, che è quella che abbiamo visitato.
Ci sono panchine colorate e vasi dipinti in ogni dove, fiori ovunque e poi che dire della kasbah? Il centro è un susseguirsi di stradine strette, sembra la medina di una città marocchina. Vaghiamo per questi vicoletti fermandoci di tanto in tanto, da principio visitiamo il Museo Civico poi gli adiacenti resti della Chiesa di Sant’Ignazio, fino a sbucare in Piazza della Repubblica, una piazza rettangolare ai lati della quale troviamo il Municipio, il Palazzo Vescovile, la Cattedrale di San Salvatore ed il Museo dei Giusti di Sicilia. Anche il lungomare è accattivante, oltre alle splendide acque azzurre offre una bella vista sulla Cattedrale, inoltre ammiriamo la fontana bronzea di Pietro Consagra al termine di Via Umberto I al fianco della quale spicca l’Arco Normanno.

mazara del vallo con bambini - sicilia in primavera con bambini
Cattedrale di San Salvatore Mazara del Vallo

Per una pausa pranzo veloce e gustosa segnalo la Trattoria da Giacomo: offre un servizio di self service ma anche al tavolo, nonostante il locale non sia enorme ci hanno trovato un posto ed anche un seggiolone. Abbiamo mangiato un ricco antipasto di mare con acqua e birra per soli 48 €.

SALINE ETTORE INFERSA (O DELLO STAGNONE)

Site tra Marsala e Trapani, non potete perdervi le saline Ettore Infersa, anche conosciute col nome di saline dello Stagnone in quanto si trovano all’interno dell’omonima Riserva Naturale. Una volta lasciata l’auto al parcheggio, gratuito, troverete subito un pittoresco bar con le sedie colorate di azzurro che danno su un canale, da qui partono i giri in barca che portano alle Isole dello Stagnone, la più grande delle quali è detta Isola Lunga.

saline Ettore Infersa Trapani con bambini

Al centro informazioni adiacente il bar si possono fare i biglietti per il giro in barca e quelli per la visita delle saline. Ci sono due possibilità in questo caso: una visita più veloce porta al Mulino d’Infersa, risalente al 1550, ristrutturato ed ancora funzionante e adibito a museo; una più lunga dà invece accesso alle saline e nel periodo estivo è anche possibile assistere alla raccolta del sale. Lo stesso tour presenta due versioni, una delle quali permette anche di cimentarsi nella raccolta del prezioso minerale.

Riporto dal sito ufficiale: Passeggiata guidata tra le saline

L’esperienza prevede:

  • visita del mulino d’Infersa (accesso alle strutture principali dell’edificio e descrizione del processo produttivo delle saline trapanesi mediante video documentario e percorso multimediale;
  • possibilità di visitare il mulino in funzione (luglio e agosto: mercoledì e sabato dalle 16.00 alle 18.00, condizioni meteo permettendo).

saline Ettore Infersa trapani con bambini

ERICE

Imperdibile è la visita al borgo medievale di Erice. Sito a soli 10 km dal centro di Trapani questo paese di poco più di 500 anime si trova a ben 750 metri di altezza e spesso è nascosto dalle nuvole. Durante la nostra visita troviamo invece una giornata meravigliosa e riusciamo a godere appieno delle sue meraviglie.

Ci sono diversi modi per accedere al borgo:

  • con la propria auto attraverso una serie di tornanti per stomaci forti, verrete però ripagati da un panorama meraviglioso sulla città di Trapani, le saline e le Isole Egadi sullo sfondo;
  • con la funivia che in dieci minuti (9 € a/r per adulti) vi porta dal livello del mare di Trapani agli oltre 700 metri di Erice;
  • una pista sterrata per mountain bike dove i bikers si cimentano soprattutto in discese mozzafiato a tutta velocità;
  • il percorso a piedi conosciuto come Sentiero di Sant’Anna ed appartenente al CAI con denominazione M-601

 

erice con bambini - sicilia occidentale in primavera

Una nota stonata riguarda l’accesso alla biglietteria: c’è una bella scalinata da fare e nessun accesso per i passeggini quindi bisogna caricarseli a mano e salire fin su. Che arriviate in auto, in funivia, a piedi o in bici, sbucherete a Porta Trapani, da cui inizia la visita del borgo, incontrerete subito il Duomo ed il Campanile e poi tutta una serie di strade strette in salita, con sampietrini ovunque, insomma il “paradiso dei passeggini”.

Con una mappa come quella che trovate nella guida potete districarvi nelle anguste viuzze e visitare ogni anfratto di questo piccolo gioiello.

mappa di erice con bambini - sicilia occidentale in primavera
Mappa

SAN VITO LO CAPO E LA RISERVA DELLO ZINGARO

Se il vostro obiettivo è il mare non potete fare a meno di percorrere la strada che porta a San Vito lo Capo. Qui troverete un’acqua cristallina e tantissime soluzioni per alloggiare, per contro nei periodi di alta stagione troverete anche tantissima gente.

Per cercare un po’ più di tranquillità ed un paesaggio più aspro spostatevi verso la Riserva dello Zingaro. Questa ha due accessi, una a sud, a circa 1 km dal paese di Scopello ed una a nord ad una decina di km da San Vito lo Capo, sul sito ufficiale trovate chiaramente indicato come raggiungere la riserva da ambo i versanti. Il modo migliore per esplorare la riserva è a piedi attraverso la rete di sentieri ma vengono anche organizzate uscite in barca da san Vito per ammirarla dal mare. Naturalmente occorre essere provvisti di zaini o marsupi per portare i bambini.

riserva dello zingaro in primavera - sicilia con bambini

Per chi fosse interessato ad un racconto più dettagliato, con un day by day e tante foto, vi lascio il link del forum dove troverete il diario del nostro viaggio a Trapani.

 

Altri articoli sulla Sicilia:

  1. Sicilia con bambini: sì ma fate attenzione!
  2. Favignana con bambini
  3. Sicilia nord-ovest da Erice a Scopello
  4. Sicilia con bambini: tutti i nostri articoli

 

Derio

{testi e fotografie di Desiderio Valentini}
{foto di copertina: Trapani by leonoiri/Shutterstock}

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *