Un’offerta per Ibiza

Non avevo mai pensato ad un viaggio ad Ibiza come una possibilità, ma c’era un’offerta, stranamente c’erano i consensi e siamo partiti.
In aeroporto è stato subito chiaro che nessuno di noi 4 aveva l’età giusta: noi due troppo vecchi, i rampolli troppo giovani! In albergo è stata guerra all’ultimo sangue: i giovani carichi ed euforici hanno fatto festa tutte le notti, i bambini hanno dato sfogo alla loro vivacità fin dalle 7 del mattino!!! In mezzo noi due…
Ibiza può comunque essere una bella meta anche coi bambini, anche se non si  fa vacanza di mare, anche se non si fa vacanza da discoteca, anche se qualcuno fin dalla prima sera ha la febbre… Ha da offrire panorami, spiagge, acque, mozzafiato. Un po’ di  storia e  piccole avventure! 

Per le prime due/tre ore Niccolò e Jacopo, emiliani per nascita, un po’ toscani per discendenza, romagnoli d’adozione e marinai per scelta, hanno provato a dire che Gatteo Mare (ridente paesino nei pressi di Cesenatico) era più bella…. è parso subito chiaro anche ai loro giovani occhi che la posizione era indifendibile: come si sono avvicinati all’acqua è stato amore a prima vista. Siamo partiti togliendo scarpe e calzini, abbiamo salvato in extremis i pantaloni, ma non c’è stato niente da fare per mutande, canottiere, magliette e felpe…. tutto irrimediabilmente compromesso dall’euforia per l’acqua color piscina, la sabbia e le conchiglie che non vedevano da un anno…

I piccoli marinai si sono poi trasformati in piccoli pirati appena arrivati al porto dove un galeone, rigorosamente ricostruito e non originale, si faceva visitare alla modica cifra di 3 euro.

I piccoli marinai sono poi diventati piccoli contrabbandieri quando abbiamo deciso di noleggiare una macchina ed andare alle grotte nei pressi di San Miquel. MERAVIGLIOSE. Anche qui la guida ha ammesso che non tutto è stato mantenuto come in origine, per facilitare il turismo un po’ di lavoro c’è stato, ma il risultato è apprezzabilissimo!

Poi i piccoli contrabbandieri si sono avventurati nella città vecchia, tutelata dall’Unesco e dichiarata patrimonio dell’umanità: bellissima.

E per concludere ecco i miei giovani scalatori scendere le rocce fino al mare saltando di scoglio in scoglio come stambecchi.

I piccoli turisti non si sono fatti mancare neanche un banchetto, o negozietto! Un pizzico d’attenzione da parte nostra: non tutti i chupa chupa sono in vendita anche da noi (….) e non tutti i “giocattoli” si troverebbero affiancati negli stessi scaffali, ma neanche negozi, ma neanche strade e probabilmente nemmeno negli stessi orari di apertura … 😉

 

 

 

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *