Mortadella Please, il festival internazionale della Mortadella

Anche quest’anno ci prepariamo a celebrare la Mortadella, in occasione del Festival Internazionale che si tiene a Zola Predosa (Bologna): non solo perchè ce l’abbiamo sotto casa, ma soprattutto perchè fra mortadella e pignoletto qui c’è proprio da leccarsi i baffi!

Nel weekend del 20-22 settembre a Zola Predosa, in provincia di Bologna, si tiene la settima edizione di “Mortadella Please“, il Festival Internazionale della Mortadella, un evento unico per ritrovarsi tutti assieme a celebrare le specialità enogastronomiche della nostra terra. Non solo la mortadella, che non a caso in molte zone d’Italia viene chiamata “Bologna”, ma anche i vini DOC dei Colli bolognesi.

mortadella please zola predosa
Foto di @trulke

Cos’è Mortadella Please?

Un percorso a tappe_ dopo aver acquistato il pass all’ingresso della manifestazione (12€, comprensivi di calice) lungo le vie del paese sarà possibile fermarsi nei vari “Mortadella Point” per degustare piatti a base di mortadella: Rotolino sfizioso con di mousse di mortadella, Cuoricini vecchia Bologna, Garganelli al sorriso di mortadella, La Delizia di Zola, La rivincita della “Secchia rapita” alla griglia e la grande novità di quest’anno……Il Dessert di Zola Predosa: gelato alla Mortadella e al Pignoletto preparato dall’Antica Gelateria Kapogiro!!

Vini DOC_ ogni piatto sarà accompagnato da un diverso vino dei Colli Bolognesi.

Piatti Gluten Free_ anche gli amici celiaci potranno finalmente godersi queste prelibatezze, grazie alla collaborazione con il nuovo Minimarket Gluten Free.

Ristorante “La Bologna in Tavola”_ oltre al percorso enogastronomico è disponibile un menu degustazione presso il ristorante

–> Qui la lista completa di “Cosa di mangia“.

Eventi collaterali

Ovviamente non si mangerà solo! Tra i vari eventi collaterali, ne segnalo tre:

  • la visita gratuita agli stabilimenti Alcisa e Felsineo la domenica mattina, con navetta bus dal centro città
  • lo spettacolo di burattini ad opera della Compagnia di Riccardo
  • l’esibizione dei Wild Angels, la mia scuola di country (non siamo molto enogastronomici, ma se volete vedermi ballare sono la dimostrazione vivente che su un palco ci possiamo finire davvero tutti!!!)…mi raccomando però, anche se passate da quelle parti non palesatevi perchè c’ho già un’ansia da prestazione che non vi dico! 😉

Vuoi partecipare a Mortadella Please?

Vieni a Zola Predosa! (In auto: uscita Zola Predosa dell’asse attrezzato che collega Bologna a Crespellano, nei pressi della fiera saranno allestiti parcheggi gratuiti – In treno: suburbana Bologna Vignola, scendere alla fermata Zola Centro)

Partecipa al contest #ReginaRosa, organizzato dall’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori “Città Castelli Ciliegi” in collaborazione con l’associazione Succede solo a Bologna: tutti i dettagli a questo link. E’ possibile seguire la diretta fotografica su Bologram!

Segui #mortadellaplease sui social network!

Blog Tour al Mortadella Please

Chiacchierando con gli organizzatori dell’evento, ci siamo detti: perchè non chiamare qualche blogger per l’occasione, in modo da raccontare live quello che avviene durante Mortadella Please? Detto fatto!

Ecco perchè lungo le strade di Zola saranno pre senti alcune blogger che racconteranno in diretta i profumi e i sapori della nostra terra: oltre a me, Martina di Due Torri e Nuraghi, Martina di Martina Vitali Photographer e Valentina di The Family Company. Si uniranno al gruppo Maria di Viagen na Italia e Sonia di O cantinho da lingua portuguesa partecipanti al Social Media Free Trip di Bologna Welcome!

 

Per ogni altra informazione consultare il sito Mortadella Please.

mortadella please zola predosa
Vignetta di Zap & Ida

 

 Milly

 

Potrebbe interessarti anche:

#MortadellaPlease 2013: i tweet della giornata

 

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *