Estate a Bologna: 10 cose da fare in città e in provincia

Per quanto la nostra passione ci porti spesso ad esplorare terre lontane, siamo comunque amanti delle gite fuori porta, che spesso riservano sorprese e divertimenti per tutti.

Io poi adoro la mia città in estate: mentre la gente si crogiola al sole delle spiagge o passeggia lungo i sentieri delle nostre montagne, Bologna assume un fascino tutto particolare.

Un silenzio spesso irreale, le strade semideserte, il rumore delle cicale, i turisti a spasso: ti sembra quasi di averla tutta per te e potertela gustare ancora meglio.

Ecco allora che ho pensato di raccogliere qualche consiglio per chi, come me, potrà dedicare l’estate anche alla (ri)scoperta della nostra bella città.

Estate a Bologna: cosa fare in città con i bambini

Scoprire la piccola Venezia

Sapevate che Bologna era una città fluviale e alcuni la definiscono “la piccola Venezia”?

Un tempo qui le merci arrivavano a bordo delle navi, poichè la città era percorsa da diversi canali. Alcune tracce di questi corsi d’acqua sono ancora visibili oggi.

Il più noto è sicuramente quello che si può vedere dalla finestrella d’acciaio in via Piella, nei pressi di Via Indipendenza. Un’anonima finestra di metallo aprendo la quale ci si affaccia su un angolo di Bologna decisamente atipico che ricorda, appunto, i canali veneziani.

Estate a Bologna con bambini - cose da fare a Bologna con bambini - cosa fare a bologna con bambini

(foto via flickr, licenza creative commons)

Scoprire Bologna…dall’alto

Uno degli epiteti con cui viene spesso definita Bologna è “la turrita”: un tempo in città erano infatti presenti oltre 100 torri. Oggi ne restano poco più di 20 e su alcune di queste è possibile salire: la più famosa è certamente la Torre degli Asinelli, la più alta, dalla quale si può ammirare un meraviglioso panorama sui tetti della città (ingresso a pagamento). Poi c’è le bellissima Torre Prendiparte, sede di un prestigioso ed esclusivo bed&breakfast (con una sola camera), che si può periodicamente visitare in occasione di eventi particolari o visite guidate.

Ma per vedere Bologna dall’alto, esistono altre possibilità, come per esempio le finestre di Palazzo d’Accursio: salendo alle Collezioni Comunali d’Arte, si può accedere liberamente al salone con la statua di Gregorio XVI e ammirare la Basilica di San Petronio sulla bella Piazza Maggiore, spesso gremita di persone che passeggiano o ammirano gli artisti di strada.

Dove dormire con un bambino - vista torre prendiparte - Estate a Bologna con bambini - cose da fare a Bologna con bambini
Panorama dalla Torre Prendiparte

Altri consigli per ammirare Bologna dall’alto sono a questo link > Bologna dall’alto

Vedere la Meridiana più lunga del mondo

All’interno della Basilica di San Petronio, situata su piazza Maggiore, si trova una delle tante meridiane presenti a Bologna: questa, nello specifico, è addirittura la più lunga del mondo. Realizzata da Gian Domenico Cassini, misura m 67,72, che corrispondono alla seicentomillesima parte del meridiano terrestre.

Per saperne di più > Basilica di San Petronio

Visitare la Biblioteca Salaborsa

A due passi dalla Basilica di San Petronio, a fianco della grande statua del Nettuno, si trova la storica Salaborsa, antico baricentro della vita pubblica cittadina, attualmente adibita a biblioteca multimediale, con una grande sezione dedicata ai più piccoli (la Biblioteca Salaborsa Ragazzi).

Al di sotto della pavimentazione della Salaborsa sono inoltre visibili gli scavi archeologici, con reperti delle antiche mura cittadine. > Biblioteca Salaborsa

Visitare un museo gratuito

A Bologna è possibile visitare gratuitamente alcuni musei universitari. Tra questi, due in particolare piaceranno ai bambini: il Museo di Zoologia (con oltre 6000 esemplari esposti) e il Museo Geologico (con numerosi reperti fossili, tra cui l’immancabile dinosauro!). Imperdibile anche l’Orto Botanico, una grande area verde dove si può addirittura…entrare in un albero!

A questo link tutti i > musei universitari

Andare al Cinema…sotto le stelle

Durante le sere d’estate, la centralissima Piazza Maggiore si trasforma nientemeno che in un cinema all’aperto: “Sotto le stelle del cinema”.

Con il crescentone ricoperto di sedie e un maxi schermo proprio a fianco di San Petronio, è possibile vedere gratuitamente tanti capolavori della cinematografia italiana e straniera.

La programmazione completa, fino al 15 agosto, è a > questo link

#bologna #piazzamaggiore #sottolestelledelcinema #sanpetronio #bolognacentro #bolognacittà #bolognacity #labellabologna

Una foto pubblicata da paolo g – 20th century frog (@khermit71) in data:

Tutta la città è inoltre sede di numerose iniziative culturali nell’ambito della rassegna “Bologna Estate”.

Estate a Bologna..ma anche in provincia

Per chi ha voglia di spostarsi dalla città per visitare i comuni della provincia, la scelta è davvero ampia e non posso che citare alcuni piccoli suggerimenti che possano servire da stimolo a cercare anche altro.

Un castello da fiaba a Grizzana Morandi

Rocchetta Mattei - Cosa fare sull appennino Bolognese - Estate a Bologna con bambini - cose da fare a Bologna con bambini

A cavallo tra Grizzana Morandi e Riola di Vergato, si trova un castello davvero speciale, che dall’agosto 2015 è aperto al pubblico: la Rocchetta Mattei.

Il Conte Mattei, famoso medico elettromeopatico che curò facoltosi personaggi del calibro di Dostoevskij (che lo cita addirittura ne “I fratelli Karamàzov”), si tolse qui ogni tipo di sfizio architettonico, facendo realizzare un castello incredibile che mescola stili e materiali di rara bellezza.

E’ caldamente consigliato prenotare la visita con largo anticipo poiché si tratta di un’esperienza molto richiesta. Tutte le info sono a questo link > Rocchetta Mattei.

In zona sono presenti diverse attrazioni molto interessanti, tra cui un antico borgo perfettamente conservato: La Scola. Per saperne di più > Cosa fare sull’appennino bolognese.

Trekking in Valsamoggia tra boschi, calanchi e fattorie didattiche

La Valsamoggia, un territorio in provincia di Bologna, ma non lontano da Modena, è un Comune che comprende le 5 località (ex Comuni) di Bazzano, Crespellano, Monteveglio, Castello di Serravalle e Savigno.

trekking-in-valsamoggia-collina2

Una zona di ampie vallate circondate da morbide colline: teatro, in tempi antichi, di sanguinose battaglie tra Bologna e Modena, che si contendevano il possesso di queste terre, oggi vi si può trascorrere il tempo tra passeggiate, visite ad antichi borghi e castelli, indimenticabili degustazioni presso i numerosi agriturismi…

Il luogo ideale, insomma, dove sperimentare un viaggio all’insegna della sostenibilità. Per qualche spunto > Trekking in Valsamoggia.

Dinosauri e uomini preistorici a San Lazzaro di Savena

Un altro luogo che non lascia mai indifferenti i bambini è certamente il Museo della Preistoria “Luigi Donini” a San Lazzaro di Savena. Qui i bambini possono toccare con mano la storia antica dell’uomo e vedere da vicino rappresentazioni degli animali che popolarono la terra ai suoi esordi.

Al museo sono previsti anche attività e laboratori per i bambini, per farli familiarizzare con il mestiere dell’archeologo e con la scoperta degli uomini primitivi. Tutte le info > Museo della Preistoria.

E un tuffo?

Infine, se tra una passeggiata e l’altra abbiamo bisogno di rinfrescarci, cosa c’è di meglio che un bel tuffo in una delle tante piscine presenti a Bologna e provincia?

Ecco qui alcuni link utili per trovare quella più vicina a dove ci troviamo:

Per i bebè in viaggio

Un consiglio importante per chi viaggia con bambini piccoli e li trasporta col passeggino: soprattutto in estate, e in modo particolare nelle ore più calde delle giornate, è fondamentale riparare i piccoli dal sole, per evitare che possano accusare un colpo di calore.

Ombrellini che riparino il passeggino, ma anche cappellino, occhialini e tanta acqua da bere spesso. Un valido aiuto può poi arrivare dai materiali che si utilizzano a contatto col corpo, fondamentali per mantenerlo quanto più fresco possibile.

estate a bologna con bambini picci

In occasione del progetto piccimap, abbiamo potuto testare – con la collaborazione dell’amichetta Reby, il copripasseggino della collezione “Il mondo di Lola” di Picci.

Ricordo i prodotti Picci da quando Amanda era piccolina, e ancora una volta abbiamo potuto constatare l’ottima qualità dei tessuti (non a caso è un prodotto totalmente made in Italy). Innanzitutto il copripasseggino è double face: morbida spugna da un lato e nido d’ape 100% cotone dall’altro, per garantire una maggiore freschezza (o per girarlo nel caso si sporchi da un lato, aspetto da non sottovalutare soprattutto in viaggio! 😉 ). Inoltre si adatta a tutti i modelli di passeggino presenti in commercio.

E poi c’è lei, la simpaticissima Lola, che accoglie la testina dei bambini tra le sue braccia 😉

copripasseggino picci

Alla nostra Reby è piaciuta tantissimo! 😉

Leggi tutti i nostri post su Bologna
>>> BOLOGNA CON BAMBINI <<<

 

Milly
{testi e fotografie di Milena Marchioni salvo dove diversamente indicato}
{foto di copertina via shutterstock}

picci

 

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *