Immagina il Castello dei Ragazzi: la cultura a misura di bambino a Bologna

Quante cose succedono per caso, senza che neanche ce ne rendiamo conto… Un contatto fortuito tramite facebook e ti ritrovi nella giuria di un concorso che coinvolge Musei e Castelli della provincia in cui vivi…

Tutto parte da Bazzano, in provincia di Bologna…

Il Castello dei Ragazzi: la Rocca di Bazzano
Credits: Fondazione Rocca dei Bentivoglio

Fino a qualche mese fa la chiamavo semplicemente “Rocca di Bazzano” e per me altro non era se non la sede dei “campi solari”, dove i miei compagni di classe trascorrevano le vacanze quando eravamo ragazzini.

Oggi invece sono stata nominata membro della giuria che dovrà valutare le opere partecipanti al concorso “Immagina il Castello dei Ragazzi” per realizzare il logo e l’immagine coordinata del progetto “I Castelli dei Ragazzi”.

Ma partiamo dall’inizio…

La Rocca dei Bentivoglio e il progetto “Il Castello dei Ragazzi”

Il Castello dei Ragazzi: la Rocca di Bazzano
Credits: Fondazione Rocca dei Bentivoglio

Siamo a Bazzano, una piccola località in provincia di Bologna. La Rocca dei Bentivoglio (questo il suo vero nome) non è solo un castello, è anche un Museo Archeologico, una Mediateca ed una Scuola di Musica e di fianco vi si trova anche la Chiesa.

Uno dei tantissimi gioielli nascosti di cui il nostro Paese è ricco, uno di quei concentrati di storia e cultura che troppo spesso vengono ignorati da chi dovrebbe invece valorizzarli e trascurati da quelle scuole che non capiscono l’importanza di toccare con mano la storia invece che leggerla solo sui libri.

Non ero mai entrata alla Rocca, fino alla scorsa estate. In una caldissima giornata di agosto, di quelle in cui il sole picchia forte e per strada non c’è nessuno, nel silenzio della Rocca, “disturbato” solo dal canto di grilli e cicale, ho conosciuto Rita, che sta lavorando da tempo al progetto “Comunicare il Museo“, un percorso di sviluppo delle pratiche di comunicazione museale promosso e sostenuto dall’ Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna e progettato da BAM! Strategie Culturali.

Non sono l’unica a credere che l’importanza di questi luoghi debba essere valorizzata soprattutto come atto doveroso nei confronti dei nostri figli.

Lo credono anche il Museo Civico Archeologico “A.Crespellani” di Bazzano-Valsamoggia e il Museo della Rocca di Dozza, due piccole realtà in provincia di Bologna che hanno dato vita ad un progetto davvero entusiasmante: “I Castelli dei Ragazzi” …

I Castelli dei Ragazzi: il progetto

Il Castello dei Ragazzi: la Rocca di Bazzano

CASTELLI DEI RAGAZZI è un marchio che riunisce e promuove una piccola rete di Rocche-Museo che intendono dotarsi di guide e percorsi di visita destinati all’infanzia con lo scopo di consentire ai bambini, anche in mancanza di una visita guidata, la libera fruizione degli spazi museali, senza dover continuamente ricorrere alla mediazione diretta degli accompagnatori adulti. Ciò potrà avvenire attraverso l’uso di guide alla visita, percorsi e pannelli esplicativi, scritti ed impaginati tenendo conto delle necessità e delle aspettative dei bambini dai 6 ai 10 anni.

In sostanza, qualcuno si è accorto che, così come sono, questi Musei risultano poco attraenti per un bambino, quindi si sta cercando di dare loro una veste più accattivamente, un tocco di colore, in modo che i più piccoli (ma non solo!) possano godere di questi percorsi museali con allegria.

E io cosa c’entro?

Il Castello dei Ragazzi: la Rocca di Bazzano

C’entro perchè gli organizzatori di questo concorso hanno trovato in Bimbi e Viaggi un partner adeguato alla divulgazione del loro messaggio, un luogo adatto a raccontare questo piccolo ma grande progetto che vuole aprire le porte dei castelli ai nostri bambini, rendendo piacevole e divertente la visita dei musei e l’apprendimento della storia che ne è all’origine.

E’ con grande piacere quindi che dedico questo spazio ad un’iniziativa che mi sta davvero a cuore perchè mi consente di dare un minuscolo contributo ad un percorso di vera e propria “liberazione” della cultura.

Sì, “liberazione”, perchè in questo modo la cultura si libera dalla polvere che copre i suoi vecchi racconti, dal grigiore dei suoi ambienti, per riempirsi di quel colore che serve ai bambini per dare un tocco di magia alle storie che imparano.

Immagina il Castello dei Ragazzi: il concorso

Il Castello dei Ragazzi: la Rocca di Bazzano

Il progetto “I Castelli dei ragazzi” è alla ricerca di un logo e di un’immagine coordinata: per questo ha indetto un concorso aperto a tutti gli artisti dell’immagine, che mette in palio tre premi significativi:

  • una Wacom Inkling MDP-123-IT (potrei anche spiegarvi cos’è, ma visto che l’ho dovuto googlare sarebbe superfluo)
  • la possibilità di esporre le proprie opere all’interno della Rocca dei Bentivoglio
  • l’orgoglio di dire che ha contribuito ad un progetto importante per la crescita culturale della nostra comunità

Il terzo punto ovviamente l’ho aggiunto io, ma ritengo davvero che sia il più importante di tutti perchè poter dire “io c’ero” dovrebbe essere un onore per tutti.

Io, del mio piccolissimo contributo, sono super orgogliosa!

Tutti i dettagli del bando sono a questo link: Immagina il Castello dei Ragazzi (scadenza 30 marzo 2014)

Partecipate numerosi che la cultura, per essere liberata, ha bisogno di tutti!

Milly Marchioni

(Dove non diversamente specificato, le foto sono di Milena Marchioni e sono state scattate il 10 novembre 2013 in occasione di SBAM, cultura a porte aperte, un evento dedicato alla scoperta degli istituti culturali bolognesi attraverso visite guidate e animazioni per bambini. Alla Rocca di Bazzano si è tenuto “Fiabe al Castello…tra giganti, ghepardi e ghirlande”).
La foto in copertina è di Fondazione Rocca dei Bentivoglio.

Potrebbero interessarti anche:

Museo del gelato di Bologna: un viaggio alla scoperta del gusto

Bologna con bambini: un percorso sensoriale tra i Musei della città

Villa Mazzacorati e il Museo del Soldatino a Bologna

Il villaggio neolitico di Travo (Piacenza): un viaggio nella preistoria

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *