Un anno di Bimbieviaggi: il 2016 all’insegna dei sogni

Sembra ieri che stavo scrivendo il bilancio del 2015 e invece è già trascorso un anno. Intenso, intensissimo. Bello e che mi ha fatto crescere.

Non sono mai stata molto brava a fare bilanci di fine anno e il compito diventa sempre più difficile man mano che il tempo passa, visto che Bimbieviaggi rappresenta una parte così importante della mia vita.

Com’è andato questo 2016? Bene, sì, sono proprio soddisfatta, anzi felice!

Non è stato sempre semplice eh, sia chiaro.

Ho lavorato una quantità di ore imbarazzante e sono stanca, molto stanca, ma di quella stanchezza appagante di quando sai che stai facendo la cosa giusta.

Mi sono scontrata varie volte con la piccolezza umana e sono rimasta profondamente delusa da un paio di persone che mi hanno usata per i loro scopi per poi fregarmi appena hanno potuto. Però non riesco a vedere questi episodi come del tutto negativi, perché mi hanno aiutato a raggiungere una reale consapevolezza: è impossibile (e inutile) andare d’accordo con tutti, e chiunque di noi troverà sempre sulla strada persone disposte a tutto pur di “arrivare”. Chi, per realizzare i propri obiettivi, ha bisogno di far del male al prossimo, in realtà è una persona infelice ed egoista, spesso profondamente ottusa, ma nessuno è cattivo a priori. Ecco allora che tendo a provare compassione per chi mi ha fatto questi torti perché, vedendo la loro vita e i maldestri tentativi per renderla migliore, mi rendo conto che non potrà mai essere piena di positività. O per lo meno io, al loro posto, non sarei serena, avendo comunque “rubato” qualcosa.

Preferisco di gran lunga continuare ad usare le mie risorse e procedere a testa alta, perché ciò che ho raggiunto è frutto della mia fatica, del mio impegno, della mia correttezza e di tutto il lavoro fatto per costruire, mattone dopo mattone, il mondo che ruota attorno a Bimbieviaggi.

Tutto ciò per dire che -come pare evidente da queste perle di saggezza appena snocciolate- sto invecchiando!

Non ho ancora realizzato che mia figlia non sta più nel passeggino ma è diventata una ragazzina, una super compagna di viaggio che inizia ad organizzarsi con le amiche per andare da questa o quell’altra parte, in questo o quel continente. E così il prossimo viaggione l’hanno scelto lei e la sua amichetta, e ci stiamo preparando al grande giorno con tanta emozione!

tsavo con bambini safari in kenya con bambini

In questo anno ho incontrato tante meravigliose mamme, e anche qualche papà, ho tanti amici virtuali che incontro quotidianamente nel mio gruppo facebook, che è diventato un po’ la piazza in cui ci diamo appuntamento per parlare di viaggi, di paure, timori, soldi e ferie che non bastano mai, e soprattutto di sogni da realizzare.

Sì, direi che la parola SOGNI è stata la più ricorrente in questo 2016.

Sogni che ho realizzato io stessa, con il viaggio alle Hawaii e quello in Kenya, per esempio, o altri che si stanno concretizzando in queste settimane.

Sogni che hanno realizzato tante mie lettrici grazie ai consigli di Bimbieviaggi: le loro email di ringraziamento resteranno sempre la migliore ricompensa per tutta l’energia che dedico al blog.

Sogni di persone che adesso non possono realizzarli, ma intanto non si arrendono e continuano a metterci tutta la forza che possono.

Ecco sì, diciamo che in questo lungo ma veloce 2016 mi sono resa conto che la mia missione è proprio quella di aiutare le mamme e i papà a sognare viaggi e sono felice di gioire con loro quando il sogno si trasforma realtà.

Di questo non posso che ringraziare uno per uno tutti voi (o meglio tuttE voi) che quotidianamente dedicate un po’ di tempo a leggerci.

Siete passati da qui più unmilionecinquecentomila volte!!! Non riesco neanche a scriverlo, un numero così alto! Mi avete commentato, scritto email, mandato messaggi su facebook…un 2016 di iper connessioni, in effetti.

E infine ci siamo anche incontrati: sto scrivendo questo articolo proprio da Rimini, dove abbiamo organizzato il primo viaggio di gruppo targato Bimbieviaggi, a cui ne seguiranno altri nel 2017 (di cui uno già abbozzato….davvero super!).

Insomma, per concludere. Qui la noia non sta di casa, e ne sono davvero orgogliosa.

Per salutarvi, come al solito, una bella carrellata degli articoli che avete preferito in questo 2016.

Quali saranno state le vostre destinazioni preferite??

In Italia le mete preferite dai lettori di Bimbieviaggi sono state:

la città di Cagliari

la Puglia e in particolare il Salento

In Europa invece avete apprezzato soprattutto:

la Baviera

Barcellona

Ai Tropici, beh, non potevate sbagliare:

le Hawaii (con un occhio di riguardo al costo del viaggio)

le mie amate Maldive, che sono ormai una meta ricorrente

Non mancano mai le terme, da vivere rigorosamente con i bambini. Quelle che avete più amato?

Montegrotto, in Veneto

Le Terme di Pompeo, in Lazio

Sempre lettissimi anche gli articoli sui consigli pratici, che noi mamme organizzatrici apprezziamo in modo particolare:

Come intrattenere i bambini in aereo

Cosa mangiano i bambini in viaggio

I posti più strani dove dormire con un bambino

Insomma, anche il 2016 ci ha regalato di tutto in termini di viaggio e sono felicissima di vedere quanto lo stiate apprezzando.

Ancora grazie a voi tutti, in particolare alle super mamme che popolano la nostra community e la redazione, e ci regalano quotidianamente i racconti dei loro viaggi. Condividere questa avventura con voi resterà sempre una delle mie ricchezze più grandi.

un anno di bimbieviaggi auguri 2017

Felice 2017 a tutti e…. preparatevi ad una super sorpresa la prossima primavera!

Milly

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *