Nuova Zelanda con bambini piccoli? Noi ci siamo riusciti

Vorreste andare in Nuova Zelanda con bambini ma temete che non sia fattibile? Iniziamo a convincervi del contrario: ecco il primo racconto sul viaggio di Michela. Come si è organizzata e come ci è arrivata con Memi?

Si può organizzare un viaggio in Nuova Zelanda con un bambino piccolo? Beh, direi di sì visto che questo post lo sto scrivendo proprio dall’aeroporto di Auckland, mentre mio figlio 5enne sta spargendo M&Ms sul tavolo di fronte al Gate31!

Siamo arrivati da 24h e devo dire che… pensavo peggio: nonostante i 3 scali e le 38 ore di viaggio il nanetto se l’è cavata alla grande, senza lamentarsi troppo, senza farci impazzire e – soprattutto – senza minimamente sentire le 12 h di fuso orario.

Per saperne di più: come gestire il jet lag nei bambini

La Nuova Zelanda è sempre stata uno di quei viaggi mitici che giacevano sulla nostra lista di viaggio da anni ma che, per uno motivo o per l’altro, era stato a lungo rimandato: troppo lontano, troppo caro, troppi giorni di ferie da prendere. Insomma, classico sogno nel cassetto, sepolto sotto anni e anni di polvere.

E invece, eccoci qui, pronti per imbarcarci per Dunedin ed iniziare la nostra avventura. Ve lo confermo sin da subito: la Nuova Zelanda é decisamente una destinazione per famiglie, ricca di itinerari nella natura e totalmente sicura. Quindi, se non vi spaventano le ore di volo, fateci un pensierino.

Come siamo riusciti ad organizzarci e ad arrivare fino a qui? Ecco i nostri consigli per Bimbieviaggi!

Nuova Zelanda con bambini: quando andare

Ogni stagione é buona, tutto dipende da cosa volete fare. Noi abbiamo deciso di approfittare delle vacanze di Natale e di fuggire dalle temperature gelide di Amsterdam per cercare qualche raggio di sole. Sebbene qui al momento sia estate, non immaginatevi però 30 gradi e sole cocente: ad Auckland le temperature si aggirano sui 20-25 gradi, nell’isola sud siamo intorno ai 13-15 gradi. Insomma, caldo caldo no ma almeno non si battono i denti. Per trovare estate piena dovete venire a gennaio-febbraio, mentre se decidete di sfruttare le lunghe vacanze estive della scuola italiana, beh preparatevi a trovare inverno pieno da queste parti, con tanto di piste da sci innevate.

Nuova Zelanda con bambini - bay of island
Bay of Island

Una cosa é certa: non vi muovete se non avete almeno 3 settimane da poter utilizzare. Con 2 giorni di viaggio per andare e 2 per tornare, 2 settimane sono davvero poche, soprattutto se avete problemi con il jet lag.

Nuova Zelanda con bambini: come arrivare

Inutile girarci intorno, il costo del volo aereo è sicuramente un fattore demotivante per chi viaggia con prole, soprattutto se numerosa. La buona notizia é che, prendendosi per tempo e spulciando bene Skyscanner, ci possono essere talvolta delle belle sorprese: noi siamo riusciti a trovare un ottimo prezzo con China Airlines, circa 850 euro a persona per volo a/r. Per carità, nessuno ti regala nulla eh, però considerando che siamo dall’altra parte del mondo e a volte si spendono tranquillamente 300 euro per volare in Europa… beh, tariffa niente male!

Leggo giá nelle menti di qualcuno “China Airlines? Chissà che compagnia del cavolo”. Ah ah ah, guardate che non siamo mica dei pivelli 😉 Prima di prenotare ho chiesto consulenza a mio cugino pilota di Qatar Airways, che mi ha dato il suo benestare per strisciare la carta di credito. E aveva ragione: non é sicuramente la compagnia piú lussuosa con cui abbiamo mai volato, ma devo dire che é assolutamente ok e negli standard di molte altre compagnie più blasonate: velivoli piuttosto moderni, cibo buono (per quanto possa essere buono il cibo in aereo), esperienza complessiva più che positiva. Anche il child-meal si è rivelato una piacevole sorpresa: pasta al Pomodoro, pancake, crocchette di pollo, oltre che a piatti più tipicamente asiatici a base di riso e pollo.

Nuova Zelanda con bambini - aereo

Trattandosi della compagnia nazionale di Taiwan, scalo obbligatorio a Taipei, che non è certamente la città più bella del mondo ma ha un aeroporto eccellente pieno di negozi, servizi e un grande playground a tema Hello Kitty.

Questo l’itinerario di volo:

  • Amsterdam-Taipei (13h di volo)
  • Stop over di 11h a Taipei
  • Taipei-Brisbane (8.45h di volo) – scalo tecnico di 1h, durante alla quale bisogna scendere dal veivolo e poi risalire
  • Brisbane-Auckland (4h di volo)

Stessa storia al ritorno, con scalo di 45 minuti questa volta a Sidney.

Quando siete a Taipei, avete due opzioni: o rimanere in aeroporto ed aspettare lì la coincidenza, oppure uscire e sfruttare il lungo stop over (serve un visto che si fa direttamente all’arrivo, fatevi dare il modulo all’Immigration e compilatelo prima del controllo passaporti).

Nuova Zelanda con bambini - spostamenti
Per arrivare a destinazione con un aspetto vagamente decente, vi consiglio caldamente di prenotare un hotel nelle vicinanze dell’aeroporto, giusto per farsi una doccia e sdraiarsi un pochino se ne sentite l’esigenza. Noi in realtà alla fine abbiamo usato la camera solo per un paio di ore, visto che non eravamo troppo stanchi abbiamo approfittato per prendere il treno e andare a fare due passi a Taipei (se non altro per respirare un pochino di aria fresca e cercare di superare il jet lag). Dall’aeroporto c’é pure un bus diretto che in 1h vi porta direttamente in centro.

Lo scalo a Brisbane é invece decisamente troppo breve per pensare di uscire. Noi abbiamo avuto giusto il tempo di bere un cappuccino e poi risalire a bordo. Vabbè, almeno uno dice che ha toccato il suolo australiano!

Nuova Zelanda con bambini: voli interni, noleggio auto e traghetti

Anche se vista su Google Maps non sembra una nazione così grande (sarà che essendo di fianco all’Australia la prospettiva frega), la Nuova Zelanda non è proprio un paesello: le due isole che la formano sono decisamente grandi e – aspetto da non sottovalutare – le strade non assomigliano minimamente alla nostra spaziosa A4! Il concetto di autostrada e “daje con l’acceleratore” non è mai approdato in Nuova Zelanda: limite di velocità 100km/h, 90% delle strade a 1 corsia e spesso e volentieri si tratta di strade di montagna dove col cavolo che superate i 60km/h. Insomma, in tema di spostamenti in auto c’è solo una cosa da dire: mai una gioia! Quindi fatevi bene i calcoli quando si parla di distanze perché per percorrere 350km possono servire pure 8h. Così, tanto per gradire.

Nuova Zelanda con bambini - dunedin railways

Pertanto, se avete appena strisciato la Mastercard per acquistare i voli intercontinentali, non abbiate fretta di metterla via che un paio di voletti interni vi serviranno. Nel nostro caso, abbiamo volato con Air New Zealand sulle seguenti tratte:

  • Auckland – Dunedin
  • Queenstown – Christchurch
  • Costi dei voli, circa 100 euro a testa.

Una volta rimessi i piedi per terra, vi serve ovviamente un’auto (o un camper se siete gente da Campeggio).

Per saperne di più: noleggio camper per famiglie in tutto il mondo

Noi abbiamo utilizzato sia Thrifty (da Dunedin a Queenstown) che Apex Car (da Christchurch a Auckland): la prima ottima, auto praticamente nuova e servizio impeccabile; le seconda …. Mmmm, insomma… Servizio discutibile, più che un’auto una mezza zozzeria, ma il prezzo era nel complesso buono e soprattutto era l’unica agenzia di noleggio auto che includeva nel prezzo anche il costo del traghetto da Picton (Isola Sud) a Wellington (Isola Nord). Entrambe le auto sono state prenotate tramite il sito Rentalcars.com.

Ricordatevi di ordinare direttamente al momento della prenotazione sia il navigatore che il seggiolino per i bambini. Nota importante: per guidare in Nuova Zelanda serve la patente internazionale, la sola patente Italiana non basta… è un documento semplice da ottenere, mettetevi un appunto prima di partire altrimenti correte il rischio di farvi 20.000km e rischiare di dover fare l’autostop.

Nuova Zelanda con bambini - traghetto

Ultimo ma non ultimo, come citato poche righe sopra, non ci siamo fatti mancare un bel giro in traghetto per spostarci dall’isola Sud a quella Nord (alternativamente, volo interno). Noi abbiamo usato Interislander (https://www.interislander.co.nz/) e devo dire che il viaggio è stato perfetto: la traversata é piuttosto veloce (circa 4h) e a bordo del traghetto ci sono tante attività per i bambini (show di magia, playground con tanto di gonfiabili) oltre che un cinema per gli adulti e diversi ristorante.

E ora arriviamo al domandone che tutti quanti vi state ponendo… Quanto costa un viaggio in Nuova Zelanda? Nel prossimo post la risposta a questo entusiasmante mistero 😉

.

Michela
{testi e fotografie di Michela Toffali }
{Le foto di copertina e foto dell’aereo  sono tratte da Shutterstock}

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

 

Leggi anche qui:

L'autrice: *Michela*

*Michela*

Mamma di Meltemi, baby-giramondo classe 2011. Sono una vera e propria travel-addicted: appena torno da un viaggio non vedo l'ora di iniziare a pianificare il successivo... e ho già in mente destinazioni per i prossimi 10 anni! L'arrivo di Memi non ha fatto altro che accrescere questa passione: io e mio marito Luca vogliamo regalargli il globo intero! Il piccoletto a 3 mesi era già in possesso di passaporto e valigia personale, pronto per il primo di una lunga serie di voli. Ora siamo partiti per un viaggio davvero unico con biglietto aereo è one-way: da gennaio 2014 viviamo ad Amsterdam. La prima di una futura serie di case in giro per il mondo ;-)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *