Australia con bambini: diario di viaggio Melbourne – Adelaide

26 giorni on the road in Australia a bordo di un camper con 2 bimbi: oggi Sara ci racconta la prima parte del loro viaggio, da Melbourne ad Adelaide, con tanti consigli e destinazioni decisamente children-friendly!

Nel novembre 2012 abbiamo trascorso 26 giorni in Australia, a bordo di un camper. Ho già raccontato in questo post il perché della scelta e come ci siamo organizzati > Australia in camper: viaggio on the road con 2 bimbi

Australia con bambini-camper Warranambool

Oggi vi racconto la prima parte del nostro itinerario, da Melbourne ad Adelaide: ecco il mio diario di viaggio!

Australia con bambini: 3 giorni a Melbourne

Partiamo il 9/11 alle 19.10 da Bologna con volo Lufthansa e scalo a Francoforte e Singapore.

L’11/11 alle 7.30 arriviamo a Melbourne. Alloggiamo all’Albany Motel in Toorak Road a South Yarra, hotel prenotato su Booking.

E’ la nostra seconda volta a Melbourne e abbiamo scelto il South Yarra perché è la parte della città che preferiamo, un tranquillo quartiere residenziale non lontano da Albert Park e a 20 minuti a piedi dal centro.

I tram raggiungono tutti i quartieri della città e a 5 min a piedi dall’hotel passa sia il tram per il centro città sia per St. Kilda (la spiaggia della città).

Australia con bambini-spiaggia

Melbourne è ricca di attività e luoghi per bambini: Federation Square, i Dockalnd, St.Kilda, il Sea Life Melbourne Aquarium, il trenino che fa fare il viaggio della città (gratuito) e molto altro.

Consiglio di visitare il sito Visitmelbourne dove si trovano informazioni di qualunque genere sulla città e dintorni, con itinerari molto interessanti: un buono spunto per pianificare il viaggio (è scaricabile anche l’app, comoda al posto della guida cartacea).

Noi abbiamo trascorso in tutto 3 gg a Melbourne, ma per fare solo i luoghi più turistici è un tempo sufficiente.

Australia con bambini-passeggiata

C’è un ampia scelta di ristoranti e luoghi dove mangiare. Non esiste una cucina tipica australiana, è un po’ un mix di cucine internazionali e molto europee. Volendo si trovano specialità italiane ovunque. La comunità italiana è molto numerosa in questa città.

Una buona alternativa all’hotel possono essere gli appartamenti, Melbourne però è una città abbastanza cara e un appartamento in un bel quartiere può costare come un hotel. Il vantaggio è che si può cucinare ed essere più indipendenti per i pasti dei bambini, ma ripeto, a Melbourne si trova di tutto da mangiare, supermercati compresi (Coles è tra i più diffusi).

Si parte per la Great Ocean Road: 7 giorni in camper

Il 14/11 andiamo a ritirare il camper noleggiato dall’Italia alla Britz, che si trova ad una mezzoretta dal centro di MEL. Facciamo la spesa nel supermercato di fronte al noleggio camper poi partiamo alla volta della Great Ocean Road. Arriviamo alle 17 a Torquay orario perfetto per il chek in al campeggio. Da qui parte la GOR.

Australia con bambini-Panorama GOR

Per tutte le informazioni e gli itinerari rimanderei al sito Visitgreatoceanroad.

Inoltre il tourist information di Torquay è molto professionale per cui se si arriva alla GOR senza molte idee di itinerari, loro possono essere molto di aiuto.

Personalmente  mi sentirei di consigliare un paio di posti che, oltre al tipico itinerario che comprende la mitica Bells Beach, i 12 Apostoli ed altri posti noti della GOR, noi abbiamo scoperto quasi per caso e sono risultati vincenti per i bambini.

Australia con bambini-GOR

Il primo, in ordine di percorrenza è il golf Club di Anglesia dove si possono incontrare i canguri liberi nei campi. Il custode con noi è stato molto gentile, ci ha lasciati entrare dicendoci solo di fare attenzione alle palline che ci avrebbero potuto colpire. Ci sono tantissimi canguri e ci si riesce ad avvicinare molto.

Il secondo è il Bimbi Caravan Park verso Cape Otaway. Campeggio immerso in un bosco di eucalipti dove vivono tantissimi Koala. E’ spettacolare, avvistarli non è difficile, sono ovunque, sia aggrappati agli alberi sia a terra. I miei bambini se ne sono innamorati e mio figlio, entusiasta, ha imparato una delle sue prime parole… KAAALA!! Una emozione unica dormire con i Koala, sono animali rumorosissimi e di notte diciamo che fanno molta compagnia.

Australia con bambini-Koala Bimbi Park

Il nostro viaggio continua ed attraversiamo l’Otaway National Park, il Port Campbell National Park, osservando The Arch, The Grotto e Bay of Island. Consiglio una tappa a Warrnambool, una cittadina veramente carina, con una spiaggia bella e riparata. Il campeggio BIG4 è di fianco ad un parco molto bello e curato all’interno del quale ci sono un bellissimo parco giochi e un BBQ.

Australia con bambini-spiaggia Warranambool

Un altro posto che consiglio come tappa per i bambini è Tower Hill, a pochi km dopo Warrnambool: c’è un bellissimo parco sul lago dove si possono fare passeggiate in mezzo alla natura, ci sono moltissimi EMU e noi non ci siamo fatti mancare il Sunday BBQ proprio in loro compagnia.

Australia con bambini-Emu a TowerHill

La sera stessa ci siamo fermati e dormire a Robe (al Discovery Holiday Parks). Il campeggio è molto bello, sulla spiaggia.

Il giorno dopo percorriamo molti km lungo il Coorong National Park. Non c’è molto da fare, i bambini si intrattengono facendo a gara a chi avvista più mucche. Il paesaggio cambia drasticamente, da boscoso diventa arido e quasi desertico. Ci fermiamo al parco di Mengie per pranzo e subito ripartiamo direzione Fleurieu Paninsula. Il paesaggio cambia nuovamente e cominciano a vedersi le prime piantagioni di viti del South Australia.
Ci fermiamo a Port Elliot e più precisamente a Horseshoe Bay, bellissima spiaggia protetta dal vento. Qui c’è anche uno dei campeggi BIG4 con un parco giochi molto bello, per cui ci fermiamo tutta la giornata.

Australia con bambini-Port Elliot

Il giorno dopo lasciamo prestissimo il campeggio di Port Elliot per arrivare il prima possibile al Cleland Conservation Wildlife Park, vicino ad Adelaide, uno dei parchi che i miei figli hanno in assoluto preferito. A malincuore sacrifichiamo la visita alla Fleurieu Penisula , ci sarebbe piaciuto fare un giro nella regione vinicola della Mc Valley o visitare i paesi come Willunga, ma la vacanza è anche dei bambini e vedere il loro entusiasmo dentro a quel parco ci ha fatto capire di aver fatto la scelta migliore. Ci sono tantissimi animali, quasi tutti liberi, si può dare da mangiare ai canguri (all’ingresso vendono un sacchetto con del cibo adatto a loro). Ci sono Wallaby, Emu, Wombat, e poi c’è la parte preferita da mia figlia: l’abbraccio con i Koala, è stato divertente per i bimbi accarezzarlo.

Australia con bambini-cleland park canguri

Noi non siamo andati a Kangaroo Island, nonostante ne avessimo sentito parlare molto bene, ma, prima cosa il tempo non era dei migliori, per cui non ci saremmo potuti godere le spiagge dell’isola, secondo il traghetto col camper è piuttosto caro e consigliabile prenotarlo prima. Diciamo che abbiamo sostituito la fauna di Kangaroo con quella del parco di Cleland.

Questo è stato il nostro ultimo giorno di camper nel South Australia (in tutto 7 gg).

Australia con bambini: Adelaide

Il giorno dopo infatti facciamo le pulizie e lo riconsegniamo alla Britz di Adelaide, poi andiamo a Glenelg, paese nella spiaggia di Adelaide, dove, tramite Booking avevamo prenotato l’hotel al Marina Bay. Da Glenelg parte il tram che in 20 min porta in centro ad Adelaide.

Australia con bambini-adelaide

Passiamo una giornata intera ad Adelaide, una cittadina molto bella ed accogliente, ma a mio avviso visitabile in una giornata, non di più, a meno che non si voglia visitare le attrazioni culturali della città. Noi abbiamo preferito passare una giornata in spiaggia coi bambini a Glenelg.

Anche in questo caso comunque consiglio di visitare il sito Southaustralia.

Australia con bambini-Giochi

Il 22/11 ore 6.45 prediamo il volo Quantas per Perth. Il volo lo abbiamo prenotato dall’Italia direttamente sul sito Quantas. Ci sono anche altre compagnie, ad esempio quelle low cost Virgin Australia o Jetstar, ma il il peso del bagaglio è diverso rispetto a quello internazionale, per cui se si decide per un low cost bisogna verificare bene da casa il peso dei bagagli per non trovarsi a pagare sovrapprezzi o avere spiacevoli sorprese. In ogni caso, prenotando con ampio anticipo, la Quantas fa offerte molto competitive con le compagnie low cost.

A questo punto comincia il nostro secondo itinerario, il Western Australia, di cui vi parlo qui > Western Australia con bambini

Sara
(testi e fotografie di Sara Venieri)

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

 

Potrebbero interessarti anche:

  1. Sydney con bambini: 10 giorni nella terra di Oz
  2. Tutte le tappe del viaggio in Australia in camper di Sara
  3. Polinesia con bambini: viaggio di nozze in 3 dall’altra parte del mondo

 

L'autrice: *Sara*

*Sara*

Mamma di Emma classe 2008 ed Antonio classe 2011. Viaggiatrice dalla nascita. Ho ereditato la passione per i viaggi dalla mia mamma, una viaggiatrice seriale incallita. Da piccola ho scoperto quanto è bello viaggiare, conoscere il mondo, venire a contatto con culture diverse e persone nuove. Non posso far altro che tramandare questa passione familiare anche ai miei figli. Cos’è per me viaggiare? Evadere dal quotidiano per esplorare un mondo semplicemente meraviglioso e pieno di posti e persone da conoscere. Viaggiare è non tornare mai come sei partito, ma sempre più arricchito. A volte viaggio anche solo con la mente: mi perdo a guardare il planisfero, sogno, studio e pianifico destinazioni che non necessariamente visiterò. Tutto questo è più bello e magico con i bambini

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *