Viaggio in Senegal con bimbi: alla scoperta della Casamance

Daniela, Corrado e Giacomo sono una famiglia veronese innamorata dell’Africa, soprattutto del Senegal, dove hanno deciso di tornare per la seconda volta. Daniela ci spiega il perché del loro amore e come organizzare al meglio una vacanza in questa terra.

 

Ci piace l’Africa perché i voli anche in alta stagione non sono carissimi e la durata del viaggio non è un grosso sacrificio: a Dakar si arriva in 6 ore da Malpensa con Meridiana.
Ma il nostro amore per l’Africa riguarda tutto: il cibo buonissimo, le persone infinitamente pacifiche e accoglienti, i paesaggi da togliere il fiato, l’oceano e il clima spettacolare.
Insomma questa è stata la nostra seconda volta in Senegal.

L’anno scorso siamo stati due settimane tra Natale e Capodanno a La Somone nella Petite Cote e abbiamo fatto tutte le varie escursioni consigliate: l’isola di Goree, il lago rosa, Palmarin, l’isola delle conchiglie e la riserva di Bandia con zebre, giraffe, coccodrilli…
Il nostro bimbo ha molto apprezzato il parco avventura Accrobaobab dove si è cimentato in percorsi tra funi sospese e baobab.

Durante il nostro soggiorno abbiamo sentito parlare molto bene della Casamance, una regione del Senegal meridionale, così quest’anno ci siamo organizzati per arrivare là dove pochissimi italiani si spingono e trascorrere lì le vacanze di Natale e Capodanno.

senegal con bambini casamance

Senegal con bimbi: come arrivare in Casamance

A giugno ho prenotato il volo Malpensa-Dakar con Meridiana che ci è costato poco più di 500 Euro a testa. Poi a settembre ho preso contatti con un’agenzia per i biglietti del traghetto che in 16 ore ci ha portato a Ziguinchor, la capitale della regione della Casamance (300 Euro per una cabina a 4 posti con bagno privato andata e ritorno).
Contattate l’amico Rama via email (mailto:cvtzig@orange.sn) per farvi prenotare i biglietti del traghetto (vi consiglio di scrivere in francese). Il ferry è di costruzione tedesca, si chiama Aline Sitoe Diatta e la compagnia è la Cosama.
Il viaggio in nave ha entusiasmato il nostro bimbo di 4 anni; la cabina confortevole con un bel bagno con doccia è stata una piacevole scoperta.

senegal con bambini casamance

Arrivati sul fiume Casamance, abbiamo visto i delfini che ci rincorrevano sia in andata che al ritorno. Il ristorante a bordo offre vari piatti di carne e pesce veramente strepitosi e i prezzi sono buoni.

 

Senegal con bimbi: le nostre giornate nei tipici “campement”

Arrivati a Ziguinchor, siamo saliti su un minibus che ci ha portato a Cap Skirring dove avevo prenotato una stanza in un campement nella spiaggia di Kabrusse a 2 km dal villaggio di Cap Skirring.

I campement sono accomodations tipiche della Casamance: si tratta di bungalows o di stanze molto spartane situati in mezzo alla natura, circondati da palme, solitamente a ridosso del mare e sono molto economici, adatti a chi ama il turismo responsabile.
Noi siamo stati al Campement Mussuwam (28 Euro a notte con colazione), la camera con bagno privato era molto semplice ma confortevole. Il campement organizza escursioni in piroga e battute di pesca.

La nostra giornata iniziava con la colazione con vista sull’oceano, una scalinata portava poi direttamente sulla spiaggia con 3 ombrelloni in tutto, dove ci godevamo il mare e il sole. Più volte al giorno passavano delle donne del posto e molto gentilmente proponevano i loro cesti pieni di papaye, banane, arance, clementine, cocco, arachidi.

senegal con bambini casamance spiaggia

La sera, con meno di 1 Euro di taxi, ci spostavamo al villaggio di Cap Skirring per la cena: consiglio il Resto Casa di Mansa e l’altro lì vicino con tavolini e poltrone basse in legno in stile coloniale, si mangia molto bene con 10 Euro in 3 persone.

Dopo cena da provare il caffè Touba, un infuso a 10 cents che ricorda l’amaro Giuliani: dicono sia un toccasana per lo stomaco, tanto che è diventato il nostro rituale dopo cena.

Abbiamo conosciuto un uomo gentile di nome Dici che su nostra richiesta ci ha preparato pranzi e cene a base di granchio, gamberi tigre, Thiof (il miglior pesce senegalese): questo è il numero al quale lo potete trovare 772237684 (ci è stato suggerito da una coppia di gentilissimi pensionati francesi che passa tutti gli anni gli inverni in Casamance). E’ stato notevole mangiare fronte mare, sotto la luce di una torcia circondati solo dall’oscurità e dal suono delle onde, 4 ragazzi insieme a Dici che cucinavano sopra un fornelletto a gas al lume di una candela.

Festeggiare il Capodanno in Senegal

L’ultimo dell’anno lo abbiamo passato in mezzo alla movida senegalese di Cap Skirring.
Attorniati dalla carismatica gente del villaggio, in piazza si sono avvicendati rappers, acrobati su pattini a rotelle, musicisti e tutte le autorità del luogo per il discorso di fine anno.

Poi festa, musica, canti e fuochi artificiali hanno chiuso in bellezza il 2017.
Bimbi di 2-3 anni che ballavano, ragazze che cantavano a squarciagola, insomma uno spettacolo.

Vacanza in Senegal: considerazioni finali

Una vacanza in Senegal non è adatta a tutti.

Non ci sono lussi, ci è capitato che mancasse per qualche minuto o qualche ora la corrente, serve flessibilità e adattabilità. Il ritorno a casa è stato un sollievo per certi versi: nonostante molte volte ci si lamenti, ci si rende conto di quante comodità abbiamo in realtà.

Ma abbiamo anche capito che a noi Italiani manca qualcosa che il popolo senegalese ancora si tiene stretto: la Teranga. Tutti si salutano calorosamente, tra famiglie si aiutano nel momento del bisogno, la sera tutti escono in strada, si socializza, si balla, non ci si chiude davanti alle tv che i più sicuramente non possiedono.

Questo viaggio ci resterà nel cuore per la solarità delle persone, i sorrisi calorosi dei bimbi. Consiglio di visitare il Senegal con i bambini perché è un viaggio che ti cambia, si rientra a casa dopo una forte esperienza positiva.

 

Dai un’occhiata anche qui:

Senegal con bambini: un viaggio tra natura e antiche tradizioni

 

Daniela

{testi e fotografie di Daniela Zaninello}
{foto di copertina da Shutterstock}

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *