Circuito Nascar di Daytona: un regalo speciale durante il viaggio in Florida

Il viaggio in Florida di Barbara e famiglia termina con un regalo molto speciale per il compleanno di Alessandro: 3 giri di pista con un pilota vero sul circuito Nascar di Daytona! Ecco l’emozionante racconto e le ultime tappe del viaggio.

Oggi vi racconto l’ultima tappa…

 

PARTENZA PER COCOA BEACH

A Palm Beach, rinvigoriti da un’ottima colazione da Donkin Donuts, ci rimettiamo in viaggio per raggiungere Cocoa Beach, da cui sarebbe partita la crociera per vedere delfini e Manatee, le mucche d’acqua.

Arrivati a Cocoa Beach, e trovata Ramp Road, da dove sarebbe dovuta partire la crociera, un pescatore che ci indica subito un manatee che faceva capolino dall’acqua, ci avverte anche che la barca della società ha un problema e in effetti non troviamo nessuno ad aspettarci. Chiamo il numero che leggo sul voucher e mi viene confermata la triste notizia: hanno mandato una email per avvertirci ma noi non l’abbiamo ricevuta

Non mi perdo d’animo e trovo su Tripadvisor menzione di un Manatee Sanctuary, un posto di cui non esiste indicazione ma che si trova grazie al passaparola o a indicazioni di viaggiatori che sono transitati da li. L’idea di una “caccia al tesoro” ci piace molto, e quindi senza navigatore, ma con queste indicazioni sommarie, prendiamo la macchina e ci mettiamo alla ricerca. Non facciamo troppa fatica, perche’ gli indizi/indicazioni sono pochi ma precisi e presto troviamo questo parco. E’ un mix tra parco condominiale e parco pubblico, nascosto dietro un complesso residenziale, con un giardino immenso, un playground e un pontile in legno coperto che costeggia la riva.

Ok, il posto l’abbiamo trovato, ma sono segnalati anche proprio i nidi/tane dei manatee: ci proviamo a trovarli, ma proprio non riusciamo. Quindi optiamo per un’osservazione dell’area accessibile, e spendiamo un’oretta in questo posto meraviglioso, avvolti nel silenzio e nella quiete. Ci sembra di avvistare il musino di una piccola mucca d’acqua, ma non ne siamo sicuri. Decidiamo di venire via, ma ci piace pensare che nel tempo trascorso li, una famigliola di questi simpatici animali ci stesse osservando, con curiosità, senza farsi vedere.

Decidiamo di recarci al nostro resort, il Beach Place Guest House, un luogo davvero speciale, sembra di essere in una fiaba, in un mondo dove il tempo si è fermato, c’è magia, la si respira ovunque. Ci sono alberi e pergolati, decine di lucine incastonate nel pergolato, un prato verde al centro della proprietà, un gazebo di legno, un’amaca e delle rocking chairs al di là del prato, su una collinetta, che guardano oltre una vegetazione bassa, verso l’oceano. Ci viene consegnata la chiave della nostra casetta, bellissima e arredata con tanto gusto. Abbiamo una camera, un salone e una cucina abitabile completamente attrezzata. Si ha la possibilità di fare un BBQ nel giardino delle fiabe, con vista mare, e siamo subito d’accordo che sarebbe da pazzi lasciarsi sfuggire una tale occasione.

Vediamo su internet che a una distanza di qualche minuto si trova un Publix, un altro supermercato che apprezzo molto, quindi prendiamo l’auto per andare a comprare il necessario per la grigliata.

Torniamo in fretta nel nostro resort incantato per correre in spiaggia e fare un tuffo nell’oceano, giocando con i body board e mille altre cose messe a disposizione dalla proprietà. Passiamo davvero un pomeriggio divertente e spensierato. In questo luogo si sta bene. Questo posto fa stare bene. E io vorrei che il tempo si fermasse per un po’.

La cena preparata alla griglia di fronte al tramonto è sicuramente la migliore di tutta la vacanza. In spiaggia, come a Sanibel, abbiamo avvistato numerosi nidi di tartarughe ed anche qui ci sono cartelli che ricordano che le luci vanno spente o in casa, le tende vanno tirate.

Prima di chiudere la porta guardo ancora un po’ verso l’oceano. E poi guardo il cielo. Le stelle sono sempre le stesse. Eppure in viaggio tutto sembra sempre piu’ bello. Viaggiare apre la mente, ma soprattutto apre il cuore.

ANDIAMO A DAYTONA!

L’indomani ammiro una splendida alba mentre tutti dormono, poi è ora di mettersi in viaggio verso Daytona.

Arrivati a destinazione, al Vicking Lodge, la camera è già pronta, vista sull’oceano con un balcone da cui si può ammirare la spiaggia di Daytona, talmente grande e vasta che ci si può arrivare in auto.

Io vado a fare un giro in spiaggia e i ragazzi decidono di provare la piscina con lo scivolo dell’hotel. Trascorriamo cosi il pomeriggio e una volta cambiati, decidiamo di cenare da Hooters, proprio di fronte al circuito Nascar dove Ale festeggerà il suo compleanno. Prima di andare a dormire decidiamo di fare una passeggiata al Pier…

…trepidanti per la corsa in macchina che ci aspetta la mattina seguente, fatichiamo un po’ ad addormentarci, ma alla fine la stanchezza prevale, e per fortuna riesco a puntare la sveglia prima di prendere sonno: il giro dei ragazzi è schedulato alle 9, ma dovremo essere prima al ritrovo, per la registrazione e il disbrigo delle formalità.

 

daytona beach

LA NOSTRA ESPERIENZA AL CIRCUITO NASCAR DI DAYTONA

Il 18 agosto Alessandro compie 6 anni: oggi è il suo giorno e sono euforica per lui. Oggi potrà vivere il suo regalo, una esperienza di cui abbiamo parlato per mesi: 3 giri in velocità, con un pilota vero, sul circuito Nascar di Daytona. Non stiamo più nella pelle!

Dopo un veloce check out e colazione, arriviamo giusti giusti al circuito e veniamo subito accolti per la registrazione. Ai ragazzi viene consegnato un braccialetto perchè entrambi effettueranno la corsa, io invece sarò spettatrice (e reporter d’eccezione). Per Ale abbiamo deciso anche di acquistare il video della corsa che farà, per fargli rivivere l’emozione del momento quando torneremo a casa. Un piccolo trenino ci porta nei corridoi “segreti” del circuito e ci deposita a bordo pista.

Circuito Nascar di Daytona florida con bambini

E’ un’emozione incredibile e la cosa fantastica è la prospettiva da cui si vive il tutto: la prospettiva dei protagonisti. Il circuito è immenso già dall’esterno, ma da qui lo è ancora di più e i seggiolini colorati dove è solito sedersi il publbico urlante sono migliaia! Giunge in fretta il momento della “vestizione”. E’ Gabriele il primo a effettuare il giro, in modo da potersi poi godere con me il giro di Ale. Gabriele è emozionato e la sua espressione quando termina i 3 giri trasuda adrenalina allo stato puro. Ma tocca ad Ale ora e tutti gli occhi sono per lui. Di bambini ce ne sono solo due: lui e un bambino un po’ piu’ grande, che partirà dopo. Per salire in macchina bisogna infilarsi dal finestrino, le portiere non si aprono, quindi Ale si aiuta con un piccolo sgabello. Viene assicurato al sedile  e il pilota gli chiede se e’ pronto. Il motore ruggisce, il coordinatore a bordo pista dà’ il suo green light, e l’auto parte a tutta velocita’! Ale ha realizzato il suo sogno e io sono più felice di lui. Terminati i suoi 3 giri, scende lentamente e con consapevolezza, tra i complimenti di chi era li a guardarlo per la calma (e l’incoscienza!) dei suoi 6 anni.

 

Circuito Nascar di Daytona florida con bambini

IL RITORNO A MIAMI

E’ giunto il momento di rimettersi in auto, la nostra prossima destinazione è Miami: la vacanza finirà proprio dove è iniziata.

I km non ci fanno paura e li maciniamo velocemente. Arriviamo così ben presto a Miami e decidiamo di cercare subito il nostro hotel lthaca, il “fratello” dell’Odyssey, dove abbiamo soggiornato il primo giorno. L’Ithaca, oltre ad essere anch’esso adiacente a un parcheggio pubblico, è ancora più bello. L’entrata, molto anonima, racchiude una perla. Veniamo accolti dalle gentilissime ragazze della reception con una coppa di champagne a darci il benvenuto. La camera ci viene consegnata immediatamente: è spaziosa, pulitissima e arredata in uno stile molto particolare, che definirei urban-chic. E oltre a frigobar ed altri comfort c’è la Playstation!

Ci infiliamo velocemente il costume e attraversiamo la strada per arrivare in spiaggia, che è affolatissima. Facciamo una passeggiata e un piccolo bagno: l’acqua è di un bellissimo color turchese e il cielo di un azzurro intenso, uno scenario perfetto per delle ultime bellissime foto.

Dopo una passeggiata in Ocean Drive e Collins Avenue ci prepariamo per la festa di Ale, organizzata all‘Hard Rock Cafè, catena che lui adora, e al momento del dolce, la cameriera fa uno shout out tutto per lui per augurargli buon compleannoda tutto il locale e regalandogli una enorme coppa di gelato. Ale, che non se lo aspettava, è visibilmente emozionato, ma mi stupisce ancora una volta perchè capisce perfettamente cosa succede e non ha nemmeno bisogno della mia traduzione, ringraziando tutti con uno splendido “Thank you” e un meraviglioso sorriso che strappa un applauso a tutto il locale. Ale always rocks!

Concludiamo la serata con un giro sul molto e nel piccolo luna park adiacente, per poi riprendere l’auto e tornare in hotel per iniziare la preparazione meticolosa delle valigie per l’indomani. Mi offro io di pensare a questo, mentre Gabriele si concede un’ultima passeggiata su Ocean Drive.

hard rock cafè miami con bambini
Il volo partirà nel pomeriggio, così decidiamo di fare tappa a Lighthouse e Key Biscaine; riusciamo a salire sul faro nonostante i numerosissimi scalini e un caldo atroce, ma il panorama che si apre davanti a noi è meraviglioso.

Ciò che porterò a casa con me sono i colori della Florida, gli azzurri intensi del cielo, il turchese dell’oceano, perfettamente combinati tra loro, in un’armonia e uno splendore abbagliante.

Sapevamo che il momento sarebbe arrivato e tutto sommato non siamo cosi’ dispiaciuti. E’ bello viaggiare, scoprire, divertirsi, ma e’ anche bello tornare a casa. Dove inizieremo a pensare a un nuovo viaggio.

 

Tutti i racconti del nostro viaggio sono a questo link: FLORIDA BY BARBARA

 

 

Barbara

{testi e fotografie di Barbara Pozzi}
{foto di copertina di Tono Balaguer via Shutterstock}

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

 

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER e GOOGLE+

 

 

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *