On the road in Romania con bambini: itinerario di viaggio

Cosa ne dite di un bel viaggetto on the road in Romania? Ecco il racconto di Iolanda: un’idea per un weekend lungo o anche una vacanza estiva, perché no? Ovviamente con tutta la famiglia!

Il nostro road trip autunnale in Romania ha toccato le seguenti città: Iasi, Onesti, Brasov, Sinaia, Rasnov e Bacau.

 

Abbiamo volato con Wizzair: avevamo fatto la carta sconti che durava un anno. L’abbiamo sfruttata fino all’ultimo, approfittando degli sconti per tutte le destinazioni con partenza da Catania.

Comincio con il precisare che inizialmente il nostro itinerario era diverso. Infatti abbiamo volato su Iasi, invece che su Bucarest, perché la nostra intenzione era quella di visitare la Moldavia ed andare a Chisinau. Fortunatamente, al momento di affittare la macchina ci siamo accorti che non si poteva passare il confine con una macchina a noleggio. L’unico modo era quello di andare con il treno o con un tour organizzato ma che non assicurava il viaggio giornaliero. Dunque a malincuore, dopo che avevo fatto un bellissimo itinerario di cose da visitare, sono ripartita da zero ed abbiamo riprogrammato un altro percorso.

Oh the road in Romania con bambini
Monastero di Golia

 

On the road in Romania con bambini:
le nostre tappe

 

IASI

Arrivando molto tardi a Iasi abbiamo preferito dormire vicino all’aeroporto e l’indomani mattina prendere l’auto a noleggio e cominciare il nostro viaggio. L’hotel Ciric, si è rivelato comodo ma bruttino dentro, davvero datato, con scarsissima colazione e davvero con un brutto odore, quindi non lo consiglierei.
Iasi in due giorni si può visitare tranquillamente, è una tipica città universitaria, tanta gente e tanti bambini in giro.
I posti visitati sono stati: il Palazzo della Cultura, che è il simbolo della città, molto bello anche se in realtà l’edificio ha solo 100 anni. All’interno ci sono 4 musei, (abbiamo visitato solo quello della scienza e della tecnica, ma non era un granché) e la Torre dell’Orologio (che sia il giovedì che la domenica abbiamo trovato chiuso e quindi non siamo saliti); Chiesa dei Tre Gerarchi (che chiude dalle 12 alle 15), la Cattedrale Metropolitana ed il Monastero di Golia. Molto belli, fotografati solo all’esterno, perché all’interno non si poteva. Poi abbiamo fatto una visita al Teatro Nazionale.

Oh the road in Romania con bambini
Chiesa dei Tre Gerarchi

Per questioni di tempo non siamo riusciti a vedere la Technical University Library, chiusa di domenica.
Ci siamo poi fermati la notte ad Onesti, presso l’hotel Complexseason, albergo nella norma, stanza carina ma troppo calda, ristorante all’interno semplice ed economico. Colazione solo salata e alla carta.

 

BRASOV

Dopo la tappa notturna siamo ripartiti per Brasov, la città è carina, siamo rimasti giusto per visitare la piazza e la Chiesa Nera.

Oh the road in Romania con bambini
Chiesa nera di Brasov

 

Dopo pranzo ci siamo diretti al Castello Di Peles (che abbiamo trovato chiuso, e rimarrà chiuso per tutto novembre), abbiamo visto il Monastero di Sinaia e per strada abbiamo incontrato il Castello di Cantacuzino (chiuso all’interno, ma il giardino era bello).

Oh the road in Romania con bambini
Monastero Sinaia

 

RASNOV

Arriviamo così a Rasnov dove abbiamo soggiornato presso l’Hotel Radsor: assolutamente consigliato, super baby friendly, con area giochi al ristorante e fuori un piccolo parchetto. Camere belle e pulite e la posizione ottima.
A piedi dall’hotel siamo andati alla Fortezza di Rasnov, visitato l’interno e poi con un trenino al Dino Park. Nostro figlio si è davvero divertito tantissimo. Il pomeriggio lo abbiamo dedicato al Castello di Bran.

Oh the road in Romania con bambini
Castello Peles

BACAU

A Bacau abbiamo pernottato all’Hotel Bohemia, carino e pulito che consiglio.
A Bacau abbiamo visto solo un bellissimo monastero Bisterica Precista , non ho potuto fare foto perché c’era in atto la funzione. Due ore di strada dopo, prima di rientrare al centro di Iasi, siamo passati dal Cetatuia Monastery, dove si vede la città dall’alto. Passeggiata nel centro città, pranzo in un bel centro commerciale con area bimbi interna, che ci è servita per far svagare un po’ il nostro bimbo. Dopodiché ci siamo diretti in aeroporto.

 

Che dire, a noi questo viaggio è piaciuto, di certo c’è ancora tanto da vedere, la Romania offre molto! Ed è davvero economica.

 

Iolanda

{testi e fotografie di Iolanda Lucifora}
{foto di copertina di Balate Dorin Shutterstock}

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

 

Leggi anche qui:

 

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *