Viaggi low cost in pullman: la nostra esperienza con Flixbus da Amsterdam

Una valida idea per viaggiare low cost in Italia e in Europa? Usare i pullman Flixbus: Michela ci racconta pregi e difetti della sua esperienza da Amsterdam a Bruxelles.

Una delle domande che ci fanno più frequentemente i lettori di Bimbi e Viaggi è: ma come fate a viaggiare così tanto? Siete tutti miliardari? Svaligiate banche nel tempo libero?
Beh, ecco, sinceramente no. Ognugno di noi fa i suoi conti e utilizza risorse diverse (che comunque uno con i soldi suoi potrà ben farci quello che crede, no?), ma fondamentalmente siamo tutti ormai esperti nell’antica arte del “trova l’offerta” oltre che nella celebre tecnica del “ingegnati e risparmia”.

Volete un esempio?
Eccolo qui: avete mai valutato l’ipotesi di viaggiare in pullman? Bene, come anticipato qualche settimana fa nel mio articolo su Viaggiare in Pullman in Europa, siamo andati in formazione completa a testare la fattibilità degli spostamenti internazionali in bus con bambini e ci siamo fatti un bel giretto Amsterdam-Brussels andata e ritorno con Flixbus.

Viaggi low cost in pullman Flixbus

Viaggi low cost in pullman: risparmiare con Flixbus

Ecco, se state cercando un modo economico per esplorare l’Europa, con Flixbus avete fatto bingo!

Perchè i biglietti sono estremamente economici, e quando dico estremamente intendo prezzi sotto i 10 euro a testa. Acquistando online e con discreto anticipo, potete accaparrarvi un sedile con pochi euro, il che significa che anche se siete una famiglia numerosa potete organizzare un vacanza senza necessariamente investire un patrimonio.

Funziona un pochino come per i biglietti aerei: ci sono delle promozioni, se si acquista prima si risparmia, si possono anche comprare le tratte direttamente a bordo del bus ma ovviamente costano di più. Il nostro biglietto, ad esempio, costava 8 euro a tratta. Per darvi un metro di proporzione, di solito quando andiamo in treno spendiamo 3-4 volte tanto.

Quindi, se parliamo di prezzi, Flixbus vince su tutta la linea.

Per quanto riguarda i servizi offerti, diciamo che le intenzioni sono ottime ma nel concreto c’è del margine di miglioramento: qualche ritardo in partenza sulla tabella di marcia (15-20 minuti), il wi-fi non funzionava, non c’erano snack e bevande a bordo.

Per carità, nulla di grave, la compagnia è piuttosto nuova e mi hanno confermato dalla sede che stanno già lavorando per sistemare tutte queste piccole pecche.

Detto questo, devo dire che il viaggio è filato liscio liscio e Memi era assolutamente a suo agio, bello spaparanzato a vedere cartoni animati, mangiucchiando il suo snack e guardando fuori dal finestrino. A dire il vero all’andata si è sparato una nanna di quasi 3h, quindi figuriamoci, relax completo pure per noi.

Viaggi low cost in pullman Flixbus

Noi non abbiamo l’auto qui ad Amsterdam, e come ho già detto in post precedenti, sono sempre più una fan del trasporto di gruppo: costa poco ed è un miliardo di volte meno impegnativo sia perchè non devi guidare o pensare a non sbagliare strada sia perchè non devi legare tuo figlio come un salame nel (sacrosanto) seggiolino, che nel nostro caso specifico vuole dire avere Memi che si dimena per ore come un’anguilla senza trovare pace (nè lui nè noi).

Viaggi low cost in pullman Flixbus presa elettrica

Viaggi internazionali in pullman? Approvati! Come sempre, basta solo organizzarsi: qualche giochino, il santo I-Pad (a bordo ci sono le prese di corrente, quindi daje di cartoni), fronte appoggiata al vetro per osservare fuori, merendina e bibite (che tanto alle brutte a bordo c’è il wc) e buon viaggio a tutti!

Per saperne di più > Flixbus <

Michela

{testi e fotografie di Michela Toffali}

Dai un’occhiata anche qui:

  1. I mercatini di Amsterdam…a formato di pulce!
  2. Utrecht per bambini: una città decisamente baby friendly
  3. Voli low cost per bambini: le dritte per risparmiare

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

L'autrice: *Michela*

*Michela*

Mamma di Meltemi, baby-giramondo classe 2011. Sono una vera e propria travel-addicted: appena torno da un viaggio non vedo l'ora di iniziare a pianificare il successivo... e ho già in mente destinazioni per i prossimi 10 anni! L'arrivo di Memi non ha fatto altro che accrescere questa passione: io e mio marito Luca vogliamo regalargli il globo intero! Il piccoletto a 3 mesi era già in possesso di passaporto e valigia personale, pronto per il primo di una lunga serie di voli. Ora siamo partiti per un viaggio davvero unico con biglietto aereo è one-way: da gennaio 2014 viviamo ad Amsterdam. La prima di una futura serie di case in giro per il mondo ;-)

Commenti

  • Reply Lucia

    Diciamo che ti e’ andata bene… ho viaggiato varie volte con flixbus per necessita’ e me ne sono successe di tutti colori. Se va storto qualcosa l’assistenza e’ inesistente. Ho perso soldi per errori di booking, sono stata scaricata di notte in una citta’ sconosciuta perche’ secondo loro i miei documenti non andavano bene e molto altro ancora. Su internet se ne legge ancora poco perche’ e’ un servizio nuovo, ma considera che loro pagano persone per commentare e per adesso tanti pullman viaggiano ancora semivuoti. Se sono pieni diventa una tortura…

  • Reply carla

    Buongiorno,
    circa due settimane fa ho prenotato un biglietto Lecce-Roma al costo di 22,90 euro.
    Alla fine della procedura online, dal sito ho appreso che la mia prenotazione non era andata a buon fine, pertanto, il pomeriggio stesso ho provveduto ad una nuova prenotazione.
    Ma, durante questo secondo tentativo, sono stata nuovamente bloccata in quanto mi si diceva che a mio nome esisteva già una prenotazione per la stessa tratta.
    Dunque, per avere chiarimenti in merito, ho chiamato il numero per l’assistenza clienti (02 94759208) e la centralinista mi ha rassicurato che esisteva già una prenotazione a mio nome e che tutto era a posto; inoltre, a riprova di ciò, mi sono state inviate una serie di email di conferma della prenotazione stessa ( su ben due diversi indirizzi di posta elettronica da me forniti, come potrete facilmente verificare).
    Ma, al momento della partenza, quando ho esibito il mio biglietto, l’autista mi ha riferito che lo stesso non era valido in quanto non risultava pagato e , dovendo partire, sono stata costretta a fare sul momento un nuovo biglietto al costo di 60,00 euro.
    Mi duole, in primis, affermare che mi avete creato un enorme disservizio, in quanto se non avessi avuto con me del contante , non sarei potuta partire.
    In secundis, trovo MOLTO POCO SERIO farmi pagare un nuovo biglietto al costo di 60, 00 euro , quando invece avevo prenotato e acquistato(io credevo) un biglietto al costo di 22,90 euro.
    Tutto ciò è palesemente accaduto a causa, innanzitutto, dell’insoddisfacente fruibilità del sito, riscontrata anche da parecchie altre persone che ne hanno usufruito e, soprattutto dalla mancanza assoluta di serietà in quanto in alcun modo sono stata preventivamente avvisata che alla mia prenotazione non aveva fatto seguito il pagamento.
    per scusarsi mi hanno offerto 3,00 euro di rimborso… da elemosina.
    Il wi-fi non funziona affatto, basta che ci siano collegate più di 10 persone ed è finita.
    il sito funziona malissimo, un mio amico senza saperlo ha prenotato 3 biglietti tutti uguali e ha dovuto venderli.
    pessimi

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Carla, mi dispiace per la tua esperienza, ma credo che tu abbia fatto un po’ di confusione. Noi abbiamo semplicemente raccontato la nostra esperienza e non possiamo far nulla per gestire la tua segnalazione visto che non siamo Flixbus 🙂

  • Reply Federica

    Pessima esperienza la mia: tratta Berlino – Lipsia.

    Il mio autobus doveva arrivare con 2h e 30min di ritardo ed invece non è mai arrivato.
    Pessima esperienza del customer care che non è stato d’aiuto nè durante nè dopo.

    Avranno anche il wi-fi, le prese per ricaricare il cellulare, avranno anche dei prezzi competitivi ma
    ne vale davvero la pena se poi risultano completamente inaffidabili? ne vale davvero la pena per rimanere fermi, bloccati alla fermata, ad aspettare un autobus che non arriverà mai?

    Pensateci su prima di prenotare un viaggio con loro, non vi fermate solo sul fatto che i loro biglietti sono convenienti.

    Invece chiedetevi: Voglio arrivare in orario? o ancor meglio, voglio arrivare a destinazione?

    Se la riposta è si allora affidatevi ad altre compagnie, non a Flixbus.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Mi dispiace molto per questa cattiva esperienza, ma credo che non si possa generalizzare. Purtroppo i disguidi possono sempre capitare…

      • Reply Claudio jacomucci

        Cosa dici? Sai di cosa parli? Pagare poco li autorizza a trattare la gente come bestie?? Fai un viaggio di 1500 km con 3 cambi la notte da sola e poi mi racconti….., non si può generalizzare dice…. ecco la sottomissione italiana….

        • Reply * Milly Marchioni *

          Non si può generalizzare, bravo. TU hai avuto una pessima esperienza quindi TU ne parli male. ALTRI hanno avuto buone esperienze quindi ALTRI ne parlano bene. Così va il mondo.

  • Reply Claudio jacomucci

    spero che spariscano presto dalla circolazione. Non ho viaggiato così male neanche in Messico con capre e galline. Ho preso un autobus dalla Francia per l’Olanda. A parte l’autobus vecchio con i sedili sfondi che dopo due minuti ha la schiena rotta, l’aria condizionata che non va (l’autobus era pieno, per lo più di morti di fame che puzzavano più delle capre messicane e capirete senza aereazione…), non ci sono prese elettriche e il Wi-Fi non funziona. Ma il bello arriva quando il primo autobus mi scarica per un cambio in un parcheggio isolatissimo alla periferia di Bonn alle 5 del mattino, non una tettoia, una panca, un bar nel raggio di 5 km, niente. Sono solo con bagagli pesantissimi, fa freddissimo, ecco che piove, mi rifugio dentro un cantiere dove c’è un caterpillar che mi ripara un po’ dal vento gelido. Dopo un po’ arrivano degli immigrati ubriachi, passo un momento poco felice…Aspetto due ore così e ovviamente mi ammalo. Il secondo autobus non arriva mai, è in ritardo. Che dire? Esperienza umiliante, offensiva oltre al furto. Low-cost? Noooo, very high indeed!!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Sono d’accordo con te. High cost è sempre la soluzione più sicura, soprattutto nei casi più delicati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *