Dream in progress: diario di un’attesa

Ho iniziato questo articolo-diario qualche mese fa e, se lo state leggendo, è perché un sogno nato chissà quando nel mio cuore si è trasformato in realtà.

1 febbraio 2016

Ommamma mia!
Abbiamo in mano i biglietti del volo intercontinentale… Non riesco a crederci!
Uno dei miei più grandi sogni di viaggio si realizzerà… mi sembra già di sentire l’odore dello zolfo dei vulcani, mi vedo già persa ad ammirare la meraviglia dei panorami, ad essere indecisa tra quella bella spiaggetta deserta o quell’altra dove si può fare quello snorkeling da paura, nel cratere di un vulcano spento..
Più ci penso e più mi prende quell’emozione che ti stringe lo stomaco, quella lieve pelle d’oca che sento al solo pensiero di ciò che si realizzerà. Ma mancano 6 mesi, non posso agitarmi così già da ora.

Corro a studiare le attività e i luoghi da non perdere…ce ne sono davvero tanti e sarà difficile scegliere!

 

21 marzo 2016

Come si fa a descrivere l’emozione che si prova prima della partenza?

Come si fa a trovare le parole giuste per raccontare quello che ti frulla per la testa e nella pancia quando pensi ad una partenza tanto agognata?
Stiamo per realizzare uno dei nostri tanti sogni di viaggio. Non un sogno qualsiasi (ammesso che i “sogni qualsiasi” esistano), ma IL sogno per eccellenza. Una di quelle mete che hai sempre visto come irraggiungibile e che poi, per una serie di coincidenze diventa sempre più tua.

Quando penso che fra esattamente 3 mesi saremo nel nostro salotto, indaffarati a preparare le valigie, mi si stringe una morsa nello stomaco e mi viene da abbassare gli occhi ed arrossire, per quel timore reverenziale che si prova di fronte ad un’avventura così grande e importante che ti fa sentire minuscola di fronte al mondo.

Ogni tanto mi chiedo se sarò all’altezza di questo viaggio, altre volte mi “auto-giustifico” pensando che festeggeremo là i nostri 10 anni di matrimonio (più altri 10 di fidanzamento!)…come a dire “per un viaggio così figo ci vuole una super scusa”..

Abbiamo i biglietti in mano da mesi ma, lo ammetto, cerco di pensarci poco. Un po’ perché faccio davvero fatica a gestire un’emozione così forte, un po’ perché ho paura di risvegliarmi da un bellissimo sogno.

Ma quando la mente vola là, mi sento il cuore riempirsi di calore e gli occhi di bellezza.

Il problema, in fondo, è solo uno: non sono mai stata capace di aspettare e questa lunghissima attesa mi snerva!
Ma dai, il tempo vola sempre, voleranno anche questi 3 mesi, vero?

24 marzo 2016

Mi si è gelato il sangue nelle vene.

Due giorni fa a Bruxelles ci sono stati due gravi attentati (di cui uno in aeroporto presso i banchi del check-in dell’American Airlines) e oggi gli jiadisti hanno dichiarato che Londra sarà il prossimo obiettivo.

Ho tanta paura.

Nel nostro gruppo facebook parliamo solo di quello da 2 giorni: partire? non partire? Io ho sempre detto che non dobbiamo farci bloccare. Ma voleremo con American Airlines via Londra. Decisamente l’idea di partire, in questo momento, mi fa sentire proprio una stronza.

Ma io ci voglio andare. Ci vogliamo andare! Non posso smettere di vivere per colpa di questi assassini!

27 marzo 2016

Oggi è il giorno di Pasqua e purtroppo la “guerra” sta continuando (ieri attentato kamikaze in Iraq e oggi in Pakistan, addirittura in un parco giochi pieno di bambini).

Sono arrivata ad una conclusione per la quale non vedo alternative: non ci resta che vivere ogni giorno al massimo, senza rimpianti, e godercela finché possiamo! Salutarci sempre col sorriso e lasciar stare i rancori, perché oggi come oggi siamo in pericolo ovunque, la mattina quando andiamo al lavoro in scooter, la domenica in centro, o in qualche aeroporto a spasso per il mondo…

E quindi oggi, tra un uovo di cioccolato e un pranzo luculliano, abbiamo continuato a studiare il nostro viaggio, nonostante il sole invitasse ad una bella scampagnata.

Quant’è bello tenere in mano una guida, sottolinearla, segnare sulla mappa le tappe che non vuoi perdere e iniziare ad immaginarti là, mentre le stai vivendo? Quante cose ci sarebbero da fare, la scelta sarà difficilissima e 3 settimane sono pochissime per riuscire a fare tutto quello che vorremmo…

Tra mare, vulcani, trekking e musei per i bambini, non so se avremo tempo per riposarci mezza giornata! 😉

Un viaggio inizia quando lo sogni e finisce quando lo dimentichi.

E’ proprio vero. Noi anche oggi stiamo viaggiando, e mi si scalda il cuore solo al pensiero.

15 aprile 2016

Stamattina ho rischiato di fare un incidente in scooter.

Ancora una volta mi rendo conto che il problema più grosso che si frappone tra me e la meta dei miei sogni è rappresentato dalla marea di coglioni che guidano mentre usano lo smartphone, accidenti a loro! Vabbeh, anche stavolta me la sono cavata con qualche vaffa***** e una strombazzata di clacson.

Finalmente questo weekend, dopo settimane ininterrotte di lavoro, potrò ributtarmi sul viaggio. Oltre alla fidatissima Lonelyplanet, che per questa destinazione è una vera e propria bibbia, ho rispolverato i libri di storia e di scienze del Liceo! Che cosa incredibile andare a cercare le origini di un viaggio in qualcosa che ti è appartenuto così tanti anni fa..

Andrò a vedere i vulcani più grandi della terra, quelli che avevo studiato da ragazzina e che hanno delle caratteristiche che li rendono unici al mondo… Andrò a toccare con mano dei pezzi di storia che hanno cambiato il corso della seconda guerra mondiale, che ho visto nei film e che ho sempre ascoltato con la consapevolezza che fossero luoghi su un altro pianeta…e invece…

Tornerò giovane per un weekend, studiando e prendendo appunti sui libri del Liceo, per poi dare forma e sostanza a tanti studi!

#Chefigata!

11 maggio 2016

“se cercate giornate piene di bellezza, paesaggi che continuano a cambiare, pesce fresco, vulcani, mare, la possibilità di passar da 0 a 4000 metri in due ore, delfini che saltano, foreste e montagne rocciose… Beh, avete trovato il vostro posto da sogno”

Foto di Paola Annoni, del blog Scusateiovado
Foto di Paola Annoni, del blog Scusateiovado

La mia collega Paola è appena tornata a casa dopo aver vissuto lo stesso viaggio che stiamo preparando noi…

Mi basta leggere il suo primo articolo sui consigli pratici e già ho la pelle d’oca…

Nel frattempo, oggi mi sono letta anche tutti gli articoli di Simona, che qualche mese fa mi ha fatto una super consulenza telefonica… insomma, si continua a viaggiare

21 maggio 2016

Manca poco più di un mese alla partenza…

Ogni tanto mi ricollego ai vari siti delle compagnie aeree per vedere che sia tutto confermato: ci aspettano ben 9 voli e…sia mai che ne scompaia qualcuno dalle prenotazioni!

Oggi mi frulla per la testa questa meravigliosa canzone del famoso Israel “IZ” Kamakawiwo’ole

Non a caso forse, visto che 10 anni fa l’avevamo scelta per concludere il video del nostro matrimonio e oggi, dopo 10 anni esatti, ci troveremo a solcare quei cieli e quei mari.

Io ancora faccio fatica a crederci, mi sembra così incredibilmente bello che ancora continuo ad abbassare mentalmente lo sguardo ogni volta che ci penso, arrossendo di fronte a tanta potenza…

In viaggio di nozze avevamo trascorso 1 mese tra Polinesia Francese e Isole Cook…temevo che sarebbe stata la nostra prima e ultima volta in Polinesia, anche se ho continuato a sperarci..e oggi siamo qui, alla vigilia di questo incredibile sogno che sta prendendo sempre più forma sotto le nostre mani, i nostri occhi e soprattutto nei nostri cuori.

Domenica 22 maggio 2016

Oggi è davvero arrivata l’estate anche da noi: sole, caldo e primi tuffi in mare…

Ma per noi è stata una giornata di clausura nella nostra casina, tra guide, appunti e computer accesi..

diario-attesa-viaggio

Ho finalmente terminato di leggere la Lonelyplanet: oltre 700 pagine di fantastica full immersion nella destinazione, una guida fatta talmente bene che non mi ha fatto sentire quasi mai l’esigenza di approfondire tramite il web, se non per andare a scovare chicche di questo genere… 😉

Il grosso del lavoro è fatto: 9 voli prenotati, 6 alloggi e 4 noleggi auto fissati, le principali escursioni decise, al resto ci penserà il destino e quello che avremo voglia di fare e vedere una volta sul posto…

…sperando che il jet lag ci aiuti davvero a svegliarci presto la mattina perchè, con tutte le cose che abbiamo da fare, non so come faremmo altrimenti!

Venerdì 24 giugno 2016

Valigie chiuse, nonostante l’incredibile varietà di cose che ci siamo dovuti portare.
Check in fatto.
Oggi avrò controllato mille volte l’orario del volo, per essere certa che fosse mezzogiorno e non mezzanotte! Tra il caldo atroce che è arrivato e l’adrenalina in circolo, qui si trasuda da tutte le parti 😉

Ora finisco le ultime cose e poi chiudo i battenti: mi prenderò un po’ di pausa dal blog per dedicarmi anima e corpo a questa esperienza!

In queste settimane potete seguirmi sui miei social, in particolare facebook, twitter e instagram.

 

bimbieviaggi alle hawaii

 

I sogni esistono per essere realizzati.
Credeteci sempre.

I LAVA you

 

Volete sapere com’è andata? Trovate tutto qui:

>> Viaggio alle Hawaii <<

 

Milly

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *