Vacanza a Maiorca con bimbi: il primo volo di Filippo

Manuela, una nuova amica di Bimbieviaggi, ci racconta il primo volo di Filippo, per trascorrere una bella vacanza in un villaggio a Maiorca

Non prendevamo un aereo dal 2010 e nel frattempo il mio compagno ed io abbiamo avuto un bimbo, Filippo, che ora ha quasi 5 anni.
Quest’anno avevamo proprio voglia di staccare la spina, di riprovare l’adrenalina di volare, e con noi per la prima volta anche il nostro cucciolo.
Ed eccomi qua, a condividere con voi il mio diario di viaggio sulla nostra vacanza a Maiorca.

Vacanza a Maiorca con bimbi: relax in villaggio

Quest’anno la scelta è caduta sul villaggio, prima esperienza per noi che, da quando abbiamo il bimbo, viaggiavamo di solito negli hotels baby-friendly…ma speriamo di coinvolgere presto anche Filippo nei nostri amati viaggi “svago-culturali” (i luoghi che abbiamo amato di più sono stati New York e Barcellona!).

Ci siamo fatti consigliare e ci siamo appoggiati per prenotazioni e tutto il resto ad un’agenzia di viaggi.
Viaggio in aereo tutto regolare con taaaanto entusiasmo da parte del nano.
Assistenza all’aeroporto d’arrivo da parte del tour operator con il quale siamo partiti (Alpitour) e accompagnamento in navetta fino al villaggio Blau Punta Reina Resort  a Porto Cristo, situato in un promontorio a strapiombo sul mare.

Vacanza a Maiorca con bimbi - Blau Punta Reina
A disposizione c’erano le due calette adiacenti, a destra Cala Romantica e a sinistra Cala Mandia, entrambe attrezzate con ombrelloni e sdraio e bar alle spalle dove poter mangiare o anche solo prendere acqua e gelati.

Mare neanche a dirlo… SPETTACOLARE… per noi che siamo abituati all’Adriatico!

Leggendo le recensioni, questo villaggio non era troppo consigliato per chi avesse bimbi piccoli con necessità di passeggini perché, soprattutto Cala Romantica, dal villaggio è raggiungibile tramite una “mulattiera” a cui si accede passando per una scala ripidissima, che con passeggino o bambini in braccio non è proprio consigliabile, ma che per noi non è stata un disagio.

Vacanza a Maiorca con bimbi -Cala Romantica
L’altra spiaggia invece (Cala Mandia) è raggiungibile sia seguendo la strada fuori del resort sia da una scalinata a gradoni adiacente alla scogliera.

Durante questo viaggio abbiamo scoperto (ma già lo sapevamo) di non essere proprio tipi “da villaggio”, infatti per tutta la settimana abbiamo optato per il pranzo fuori (a volte con cestino pic-nic richiesto alla reception il giorno prima a volte avvalendoci dei locali del posto).

Abbiamo cercato di variare sempre le nostre giornate per non renderle mai una uguale all’altra.
Un giorno ci siamo recati, con l’autobus di linea, nella vicina Porto Cristo dove si trovano le Cuevas del Drach (Grotte del Drago), che meritano per la bellezza e per la frescura di cui abbiamo goduto per il tempo della visita. Al rientro, abbiamo passato il pomeriggio in una delle tante piscine del villaggio dove Filippo si è divertito a fare tuffi da campione olimpionico 🙂

Vacanza a Maiorca con bimbi - cuevas del drach
Un altro giorno abbiamo approfittato della vicinanza dell’attracco dei due catamarani che offrono vari pacchetti. Noi abbiamo scelto di arrivare fino a Cala Millor (e ritorno) perché quel giorno c’era mercato e per visitare un’altra parte dell’isola…. non tenendo conto che…. papà e figlio avrebbero sofferto di mal di mare! Per cui, una volta scesi ed esserci ripresi (in fretta per fortuna), abbiamo visitato questa località di mare molto carina con passeggiata annessa alla lunghissima spiaggia, pranzato e tornati con l’autobus che faceva scambio a Porto Cristo, dove abbiamo dovuto aspettare quasi un’ora per l’autobus che ci avrebbe riportati al villaggio, ma non ci siamo fatti prendere dallo sconforto perché abbiamo girato anche questa cittadina molto carina.

Vacanza a Maiorca con bimbi - Cala mandia
Un giorno abbiamo noleggiato l’auto per portarci verso nord dell’isola.
Avevamo deciso di visitare lo zoo safari vicino Manacor, poco lontano (carino ma niente di entusiasmante) e lungo la strada abbiamo deciso di visitare Alcudia, la seconda città (a detta della nostra guida tascabile) più importante di Maiorca dopo Palma ovviamente.
Ci è piaciuta moltissimo, una città con un fascino incredibile, dove lungo tutte le strade del centro si trovava questo “tetto” di carta velina bianca che creava una sorta di riparo dal sole, molto suggestivo.
Il centro città pedonale, con tanti localini tipici dove fermarsi per una pausa rinfrescante, visto il caldo cocente, o per il pranzo, come abbiamo fatto noi, pranzando con una buonissima paella e bicchiere di vino, preceduta da qualche tapas (Filippo invece con spaghetti alla bolognese con cui non sbagli mai).

Vacanza a Maiorca con bimbi - Alcudia
Passeggiata finale lungo le mura della città e di sfuggita alle rovine romane alle porte della città, adiacenti al parcheggio, a cui non abbiamo dedicato particolare tempo ed attenzione perché il bimbo era stanco e voleva andare in macchina (dove si è addormentato manco a dirlo in 0-3 secondi!).

Il penultimo giorno abbiamo scelto un’escursione proposta dalla nostra referente Alpitour, alla spiaggia di Es Trenc a sud dell’isola.
Ci aspettavamo una cosa più “selvaggia”, ma ovviamente in piena stagione era impossibile scampare alla bolgia turistica: comunque la spiaggia con alle spalle una vasta pineta, si affacciava su un’acqua di un trasparente da lasciare a bocca aperta.

Vacanza a Maiorca con bimbi - Mare di Es Trenc
La nostra referente l’aveva chiamata “piscina naturale” e non aveva assolutamente torto; il bagnasciuga digradava quasi impercettibilmente per cui l’acqua restava bassa per un bel tratto, adatta proprio per un bambino, che infatti ci ha sguazzato dentro dal primo momento che ci abbiamo messo piede fino al minuto prima di venir via (salvo il momento del pranzo ed il tentativo di trattenerlo sotto l’ombrellone tipico di paglia durante le ore più calde).

L’ultima giornata, avendo fortunatamente l’aereo alle 21, abbiamo abbondantemente approfittato delle piscine del resort dove abbiamo trascorso la mattinata ed il pomeriggio, con pausa pranzo (finalmente e unica) al ristorante del villaggio.

Vacanza a Maiorca con bimbi - noi
Così si è conclusa la nostra settimana a Maiorca, utilizzando il villaggio al 50%, non utilizzando i servizi del mini-club perché Filippo ha preferito stare sempre con noi, ovviamente felicissimi di potercelo godere finalmente al 100%.

Ed ora stiamo già preparando mentalmente il nostro prossimo viaggio!
A presto!

Manuela
{
testi e fotografie di Manuela Toz}
{foto di copertina, via Shutterstock}

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Maiorca, la perla delle Baleari: non solo mare
  2. Maiorca con bambini: le spiagge più belle e Palma, la capitale
  3. Isole Baleari con bambini: tutti i racconti di Bimbieviaggi
  4. Vacanze a Maiorca con bambini: tutti i racconti di Bimbieviaggi

 

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *