Parchi USA con bambini: Grand Teton National Park e Yellowstone

Oggi Tania inizia il suo diario di viaggio tra i parchi USA con la bimba di 4 anni e i nonni! Ecco la magia di Grand Teton National Park e del famoso Yellowstone, con tanti consigli e curiosità.

Ho già raccontato in questo articolo come abbiamo organizzato il nostro viaggio: Wyoming con bambini, come organizzare il viaggio.

Vi consiglio anche questo articolo di Marzia: Parchi degli Stati Uniti con bambini piccoli

Oggi vi racconto la visita ai parchi del Grand Teton e dello Yellowstone.

 

ARRIVO A SALT LAKE CITY

A Salt Lake City ci svegliamo tutti presto per il fuso!
Nella mattinata visita alla città: a luglio si festeggiano i Frontier Days, la festa che rievoca il mito della frontiera e dei primi coloni americani. Questa festa è molto sentita in tutti i territori del West: verificate le date e partecipate, sono uno spaccato di vita e tradizioni americane da non perdere (molte città organizzano per l’occasione sfilate in costume e rodei, v. Cheyenne).

In centro vediamo la sfilata di carri e majorette e di cowboy a cavallo, poi ci dedichiamo alla visita di Temple Square.
Qui saliamo in cima allo Joseph Smith Memorial Building, per godere della splendida vista dall’alto sulla città, e passeggiamo tra i fiori dei giardini di Temple Square guardando, dall’esterno, il grande Tempio che domina la piazza, il Tabernacolo e la sede amministrativa della chiesa di Gesù Cristo dei Santi dell’ultimo giorno, chiesa madre del popolo mormone: un altissimo grattacielo che tutto sembra tranne un luogo legato al culto.

DA SAPERE!

  • C’è la possibilità di assistere a un concerto mormone: ogni domenica alle 9.30 l’orchestra e l’elegantissimo coro registrano brani per la radio e la televisione al quale è possibile partecipare gratuitamente.
  • Inoltre, si può chiedere al Visitors Center di fare la visita guidata della città con una sorella mormone. E’ gratis e si impegneranno a darvi una “sister” che parli italiano. Noi non lo abbiamo fatto perché avevamo paura di perdere troppo tempo e sarebbe stato scortese metterle fretta.

salt lake city parata

Ritorniamo a piedi all’hotel, il Crystall Inn Hotel and Suites, ottimo per il rapporto qualità/prezzo ma un po’ distante dal centro (20 min a piedi, ma a 2 blocchi c’è la fermata del tram che è gratuito).

Per altre info: Salt Lake City con bambini

 

JACKSON

Partiamo poi per Jackson, uno dei più lunghi trasferimenti in auto del viaggio, più di 5 ore; attraversiamo colline deserte dove vediamo solo lunghissimi treni carichi di carbone,
Arriviamo a Jackson Hole in tardo pomeriggio e andiamo subito a Town Square a vedere il parchetto dove, ai 4 angoli d’ingresso, ci sono altrettanti archi di corna di cervo.

Cena al Silver Dollar Grill e, mentre gli altri vanno a letto, io e Villy, il nonno, andiamo al Million Dollar Bar/ per vedere questo vecchio e famoso saloon e ascoltare musica country. Si tratta di un vecchio saloon, storico, che merita una visita almeno per i cimeli esposti. In questi locali purtroppo i bambini non possono entrare.

Pernottamento a Jackson Hole al Ranch Inn

Noi abbiamo dormito nelle camere non ristrutturate, puzzavano un po’ di chiuso ma abbiamo speso poco considerando che è a 1 blocco dal centro. Questa è una cittadina turistica e tutti gli alloggi in centro costicchiano. A un solo blocco dal motel c’è ancheil Pearl Street Market ottimo supermercato, piccolo ma fornitissimo, di qualità e con tante cose bio. Il migliore mai trovato in tutto il viaggio!
Per chi non si spingesse fino a Cody, sappiate che si tengono rodei anche a Jackson Hole (da maggio a settembre) e a West Yellowstone Rodeo (da giugno ad agosto), ma in date specifiche.

Per altre info: Rodeo a Cody

 

GRAND TETON NATIONAL PARK

Dedichiamo un’intera giornata alla visita del Grand Teton National Park entrando attraverso la Moose Entrance dove facciamo la tessera dei parchi.
Prima sosta alla Menors House e Ferry: un’antica fattoria di pionieri con un vecchio ferry per trasportare da una riva all’atra dello Snake River carri e animali. Percorriamo la Teton Park Road, una meravigliosa scenic drive con tanti view point, per fotografare le montagne che si specchiano nei laghi cristallini (peccato, col cielo cupo i contorni risultano sfuocati).
Arrivati al Jenny Lake, percorriamo la strada panoramica che costeggia il lago ma inizia a piovere e rinunciamo alle escursioni in programma e ci rifugiamo al Visitor Center del lago per mangiare i panini che avevamo comprato al minimarket bio in centro a Jackson.

parchi usa con bambini grand teton national park
Dopo una deviazione verso Signal Mountain Summit, 4 miglia nel bosco dove si potrebbero avvistare molti animali ma la pioggia ci permette solo di vedere un paio di piccoli cervi, da cui si gode di una splendida vista della valle del Jackson Lake.

La sosta successiva è a Oxbow Bend, un’ansa naturale dello Snake River molto frequentata dalle alci.

Rientriamo dalla US 191 con soste ai punti panoramici Snake River Overlook e Gran Teton Range Overlook, bellissimi!

L’ultima tappa è alla “Casa nella prateria” (il Mormon Row Historic District). Si tratta di un antico insediamento mormone e, tra tanti piccoli cani della prateria, vediamo ciò che rimane di una vecchia fattoria: la casa con la cabina del wc esterna, il fienile (è quello che si vede in tutte le foto del parco) e la scuola. Per le foto è meglio il mattino, luce favorevole.

Nel parco facciamo altre due brevi soste: al Oxbow Bend, dove speriamo di vedere qualche maestoso alce che si abbevera o bruca l’erba, ma vediamo solo un gruppo di bellissimi pellicani bianchi, e al caffè Visitor Center di Colter Bay dove sono esposti alcuni manufatti indiani: sono pochi e privi di attrazione così nonno conia la sua medaglietta da 5 cent e la Mary si diverte a toccare le corna di cervo e alce, e le pellicce di orso nero e grizzly che i ranger hanno messo a disposizione dei turisti.

Per altre info: Jackson Hole e il Grand Teton National Park con bambini

 

PARCHI USA CON BAMBINI:
L’ARRIVO A YELLOWSTONE

Riprendiamo la strada ed entriamo nello Yellowstone National Park. Ci fermiamo a mangiare a Grant Village ma il cielo scuro ci suggerisce di partire in fretta per l’OldFaithfull dove assistiamo all’eruzione. Poi, su comode passerelle, visitiamo tutto il bacino: vediamo il Giant Geyser che dopo anni di silenzio ha eruttato dieci giorni prima del nostro arrivo.

Vediamo anche il buffo Grotto Geyser dove facciamo la foto di famiglia. Ci sediamo sulle panchine del Grand Geyser in attesa dell’eruzione. Ci fa aspettare 1 ora e mezza ma ecco un getto altissimo per due volte! Mentre aspettiamo inizia ad eruttare il Castel Geyser: il suo getto non è altissimo ma sarà largo 2 metri e soprattutto…è durato 2 ore! Facciamo le foto di rito e ce ne andiamo che ancora erutta.

Passiamo a vedere il prestigioso Old Faithfull Inn, storico hotel con il colonnato fatto di maestosi tronchi di pino e il gigantesco camino di pietra, visto in mille documentari.

Pernottiamo all’interno del parco all’Yellowstone Old Faithfull Lodge & Cabin. Purtroppo quando ho prenotato le stanze storiche all’hotel erano terminate, così ho scelto le cabin dell’Old Faithfull Lodge perché davano comunque la possibilità di dormire all’interno del parco spendendo veramente poco. Assolutamente consigliato. Anche perché potersi godere l’eruzione dell’Old Faithfull con nessuno non ha prezzo.

parchi usa con bambini Yellowstone

Ci svegliamo all’alba, fa freddo ma usciamo per la colazione e dalla sala ci godiamo l’eruzione dell’Old Faithfull mentre sorseggiamo un caffè caldo. Usciamo e lo rivediamo eruttare in solitudine! Forse col freddo della notte le eruzioni sono più rade, fatto sta’ che questi getti ci sono sembrati molto più grandi dei precedenti.

parchi usa con bambini Yellowstone con bambini

Poiché le previsioni meteo per oggi mettono piovaschi, decidiamo di cambiare i nostri piani e di dirigerci fino al punto più a nord che abbiamo in programma di vedere. Poiché il cielo è ancora sereno ci fermiamo alla Grand Prismatic Spring: ce la giriamo prima intorno con il passeggino, poi a turno andiamo a vederla dall’alto, un vero spettacolo della natura! Il sentiero che porta alla terrazza è ben segnalato, poco faticoso ed è fattibile anche con passeggini con le ruote grandi gommate.

parchi usa con bambini Yellowstone con bambini

Arriviamo a Mammoth Hot Springs: facciamo appena in tempo a vedere le terrazze lungo la Upper Terrace Drive che inizia a piovere. Così ci ripariamo nella caffetteria del Village, dove brucano l’erba del giardino alcune femmine di cervo con i loro piccoli. Poiché il cielo è nero, in un momento di tregua decidiamo di non proseguire la visita e di tornare verso sud. Perdiamo un po’ di tempo perché lungo la strada ci sono dei lavori in corso.

Al Norris Geyser Basin facciamo solo una parte dei due trail:

  • L’inizio del Porcelain Basin, un paesaggio lunare pieno di fumarole, e con pochissima gente
  • l’inizio del Black Basin. Attraverso una passerella immersa nella bassa pineta arriviamo allo Steamboat Geyser, che erutta ininterrottamente, ma senza aspettare l’eruzione vera e propria.

Arriviamo a West Yellowstone e facciamo il check-in in quello che sarà il motel più caratteristico di tutta la vacanza: la stanza è piccola ma molto pulita e con le pareti di legno e tutti i soprammobili a forma di alce!
Per cena volevo andare al Wild West Pizzeria & Saloon perché fanno country music live ma la signora del motel ci avverte che la Mary non può entrare, così ripieghiamo per la steack-house che ci consiglia lei.
Pernottamento: West Yellowstone, One Horse Motel con caffè e snack in reception.

Da sapere: tutti gli alloggi di West Yellowstone sono carissimi, i proprietari se ne approfittano data la vicinanza al parco.

Ma la nostra permanenza a Yellowstone non finisce qui: ecco le prossime tappe da Yellowstone a Denver

Nel frattempo date un’occhiata a questi articoli:

Yellowstone con bambini: a spasso per il parco nazionale

Yellowstone fai da te con bebé: la zona dei geyser

Montana, Wyoming e il parco dello Yellowstone per famiglie: il sogno americano in camper

 

Tania

{testi e fotografie di Tania Mezzetti}

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

 

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER e GOOGLE+

 

 

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *