Il Natale a Bologna: tradizioni e ricette dai tortellini al panone

Nonostante io ami il caldo e la mia stagione preferita sia decisamente l’estate, quando inizia ad avvicinarsi il Natale riesco quasi a non sentire il freddo della città, le mani gelate in tasca e l’aria pungente dell’inverno bolognese…

Natale a Bologna…in famiglia

Il Natale è un periodo magico, che nella mia mente si associa subito al calore di un camino acceso, all’immagine di una famiglia che si ritrova attorno ad una tavola imbandita, all’emozione di un regalo sotto l’albero…

Fin dove arriva la mia memoria, e anche oltre se riguardo vecchie fotografie, posso solo ricordare dei 25 dicembre trascorsi assieme alla mia famiglia: genitori, cugini, zii, nonni…tutti assieme.
Può sembrare banale, ma in un’epoca in cui manca sempre il tempo per le cose importanti, sapere di poter trascorrere le feste con le persone più care è sempre stato molto rassicurante.
Niente lavoro, computer spenti, solo il pensiero di imbandire una tavolata e sedercisi attorno per stare assieme, illuminati dal luccichio degli addobbi appesi alle pareti, dalle lucine sull’albero di Natale e dal fuoco acceso nel camino.
Il pranzo dai nonni paterni, la cena da quelli materni, in un susseguirsi di baci, auguri, regali e, soprattutto, tanto ottimo cibo…Oggi purtroppo i nonni non ci sono più, ma il rituale è portato egregiamente avanti nelle case degli zii…

Natale a Bologna: il nostro menu!

Le tradizioni del Natale a Bologna passano sempre ed inevitabilmente dal cibo!

I miei nonni mi raccontavano che anche “una volta”, quando i soldi per mangiare non c’erano sempre, a Natale non ci si faceva mai mancare il cibo migliore in tavola, quei piatti della tradizione che venivano cucinati dalle nonne per tutta la famiglia e che ancora oggi le zie preparano con tanta passione…

LA VIGILIA

I nostri festeggiamenti iniziano la sera della Vigilia con un menu a base di pesceLe tradizioni del Natale a Bologna Pasta al PesceProbabilmente l’origine di questa abitudine è religiosa, ma ho l’impressione che da queste parti abbia assunto piuttosto il significato di “stiamo leggeri per prepararci al pranzo di domani”…anche se in realtà poi la cena, pur a base di pesce, non è certo dietetica! 😉

IL GIORNO DI NATALE

Il giorno di Natale nella nostra famiglia si svolge una vera e propria celebrazione di quello che l’antica cultura gastronomica bolognese ha portato fino ai nostri giorni…

Si parte ovviamente dai Tortellini, quelli buoni, con la T maiuscola, quelli realizzati facendo girare la sfoglia attorno al mignolino (che se no sembrano tortelloni) e cotti nel brodo di cappone, più pregiato del solito brodo di gallina…Sarebbe meglio mangiarli immersi nel brodo caldo, ma io li adoro anche con la panna (quindi in genere faccio il bis!)Le tradizioni del Natale a Bologna i TortelliniEsistono diverse versioni di ricette dei tortellini. Quella ufficiale dovrebbe essere questa –> “La Ricetta dei Tortellini
Mia zia Ida dice che è abbastanza corretta quindi…tentar non nuoce! 😉

Dopo i tortellini, il secondo è caratterizzato da diversi tipi di carne, in particolare…

…lo zampone accompagnato da purè di patate, sicuramente non proprio dietetico, ma decisamente gustoso…Le tradizioni del Natale a Bologna Zampone e Purè…e un misto di carne bollita accompagnata dalla “salsina verde”La tradizione del Natale a Bologna

Ecco, a proposito della “Salsina verde“, tengo a precisare che quella che fa mia zia Ida è a dir poco sublime!
Le ho chiesto la ricetta ed eccola:

Le-tradizioni-del-Natale-a-Bologna-Salsina-VerdeINGREDIENTI:

1 Mazzo (grosso) di Prezzemolo
15/20 cipolline bianche sottaceto
5 filetti di acciuga
1 piccolo “pugno” di capperi (circa 30 grammi)
Succo di mezzo limone
Olio d’oliva (circa mezzo bicchiere)
Sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Tutti gli ingredienti vanno tritati a mano rigorosamente con la mezzaluna!
Dopo aver tritato gli ingredienti, salare e aggiungere il succo di mezzo limone.
(Assaggiare e vedere se ce ne va dell’altro)
Infine aggiungere un buon olio d’oliva.

Abbiamo cercato di quantificare in modo più preciso possibile le quantità “a occhio”, ma ovviamente le indicazioni restano approssimative: probabilmente una ricetta perfetta non esiste perchè l’ingrediente principale resta sempre l’esperienza!

Per concludere il pranzo di Natale a Bologna non può mancare la “sfilata” finale di dolciLe tradizioni del Natale a Bologna La Pinza

…la torta di riso -un dolce molto energetico a base di riso-, la pinza -con pasta frolla e mostarda bolognese- e il panonedolce tipico delle feste natalizie, assieme al certosino, preparato in varie versioni, ma comunque a base di farina, mostarda di mele cotogne, miele, cioccolata fondente e fichi secchi) –> qui una ricetta tradizionale: “Panone bolognese“.

Più di recente si è poi diffusa l’abitudine di acquistare il “tronchetto della felicità”…ma io preferisco il mascarpone della zia!Le tradizioni del Natale a Bologna Tronchetto della felicitàLe tradizioni del Natale a Bologna Mascarpone

Ovviamente non può mancare un buon vino, un rosso Barbera e un bianco Pignoletto, rigorosamene dei Colli Bolognesi!

Altre tradizioni del Natale a Bologna

Un altro appuntamento che storicamente caratterizza il Natale dei bolognesi è un giretto tra le bancarelle della Fiera di Santa Lucia, in Strada Maggiore, per acquistare addobbi o regali….Oggi ovviamente i mercatini si sono moltiplicati, e a fianco di quelli storici ne sono nati tanti altri, più o meno tradizionali…

Un rituale immancabile -non certo tipico di Bologna, ma che comunque rappresenta un’emozione sempre accesa per me- è l’apertura dei regali sotto l’albero e la gioia negli occhi di Amanda che la mattina del giorno di Natale si sveglia curiosa per vedere se ci sono nuovi pacchetti arrivati nella notte…

Perchè ho scritto questo post?

Ho scritto questo post, che può sembrare anche banale, per due motivi fondamentali.

Innanzitutto perchè credo nelle tradizioni, compresa quella del Natale, perchè amo la mia famiglia e perchè sto facendo il possibile per trasmettere tutto questo anche a mia figlia.
Mentre il Natale sta assumendo una connotazione quasi esclusivamente commerciale, vorrei che anche lei, come me, crescesse con questo rassicurante senso di calore legato al Natale come momento di incontro con la famiglia…condito sempre da qualche tortellino!

E poi….e poi quest’anno per la prima volta in vita mia trascorrerò il Natale lontano da casa: “costretti” dalle vacanze forzate della scuola, ci faremo una vacanzina proprio in quel periodo…
E se da un lato sono ovviamente felicissima di rilassarmi un po’…dall’altro non nascondo un velo di tristezza al pensiero che il 25 dicembre non gusterò i tortellini della zia davanti al camino acceso…
Averne parlato qua, in questa mia seconda casa, mi aiuterà magari a sentirmi meno lontana in quei giorni…

Per saperne di più:
>>> BOLOGNA FOR KIDS: tutti consigli per godersi BOLOGNA CON BAMBINI <<<

Milly
[testi e fotografie di milena marchioni]

Potrebbero interessarti anche

  1. Tutti i post di Bimbi e Viaggi sul Natale
  2. Aspettando Natale 2013 a Bologna: eventi per bambini in Città e in Provincia
  3. BO ON: a Bologna si accende il Natale, anche per i bimbi!
  4. Tutti pazzi per i Mercatini di Natale!
  5. La Santa Lucia per i bambini: le tradizioni di Bergamo 
  6. La Casa di Babbo Natale a Montecatini
  7. Itinerario a Bologna con bambini: un weekend a spasso per la città

 

 

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

  • Pingback: Natale: idee regalo in valigia | Viaggi e Baci

  • Reply viaggiebaci

    Mamma mia, che nostalgia cara Milly!
    Mia nonna era bolognese e ricordo ancora le vigilie di natale passate a vederla fare i tortellini … è mancata proprio alcuni mesi fa e leggendo le tue parole ho un groppo in gola. Poi l’idea che non mi farà più il certosino mi fa impazzire, ma per fortuna da qualche parte ho la ricetta.
    La salsina verde è uno dei miei accompagnamenti preferiti e la mia mamma è una vera campionessa in materia …
    Grazie infinite per i bei ricordi che hai risvegliato in me!

    PS: sul mio blog trovi qualche simpatica idea per far fronte al tuo primo Natale lontano da casa … divertitevi e ben entrate nel club di chi viaggia in alta stagione

    • Reply *Milly*

      Sai che ti pensavo mentre scrivevo il post!? Mi ricordavo della tua nonna e mi fa piacere sapere che le memorie di questi Natali in famiglia sono comuni.
      Ho letto il tuo post e condiviso in coda al mio…stupendo!

  • Pingback: Tutti in pista tra Piemonte e Valle d’Aosta! | I Viaggi Dei Rospi

  • Reply Lali

    Infinita tenerezza e confermo i ricordi di casa… <3 spero solo che sia così anche per il mio Rospetto, a volte mi sembra che le tradizioni si perdano un po' in questi tempi moderni…ma questi post fanno bene al cuore!
    Grazie Milly!!

    • Reply *Milly*

      hai ragione….sommersi dalle luci degli alberi addobbati in ottobre si rischia di perdere un po’ il senso delle tradizioni…ma noi ce la mettiamo tutta per non farci mancare un piatto di tortellini in tavola, giusto!? 😉

  • Reply Valentina - The Family Company

    Da buona napoletana, non posso che trovarmi d’accordo con te. Le tradizioni sono intoccabili!
    Ma quella salsina verde??? La devo provare subito. Per i tortellini, mi autoinvito a casa di tua zia… quelli proprio non li so fare. Ma li adoro!! 😉

    • Reply *Milly*

      Allora dico alla zia che quest’anno mi sostituisci tu!!! :-*

  • Reply Silvia

    Mi piace molto Bologna come città, grazie per averci raccontato le sue tradizioni!
    Un caro saluto,
    Silvia

    • Reply *Milly*

      grazie a te! e se passi da queste parti fai un fischio che ti faccio assaggiare le nostre prelibatezze (non cucinate da me, ovviamente!!!) 😉

  • Reply Vaty

    Carissima,
    devo dire che la tradizione di Bolgna mi piace assai!
    i tortelli sono tra le cose che più amo proprio per natale, sai?
    invece non sono molto di zampone ma quella salsina mi ha attirato tantissimo!! preso nota della ricetta !
    Sai che qui la santa Lucia porta i doni ai bimbi? Prima ancora di Babbo Natale.
    Noi infatti stiamo giusto aspettando la notte del 12.
    un abbraccio cara, aspettiamo anche di abbracciarvi tutte presto!

    • Reply *Milly*

      Vaty, se la provi fammi sapere come viene…ma se passi da Bologna devo farti assaggiare quella di mia zia! 😉
      Per quanto riguarda Santa Lucia….domani ripassa da queste parti… 😉

  • Reply Betta

    Ciao Milena,
    ci credi che sono proprio io (Betta) a commentare l’articolo sul tuo Natale?
    Ebbene sì, dopo vari tentennamenti, mi sono lasciata trasportare dalla meravigliosa, calorosa e magica atmosfera natalizia. Leggere i tuoi ricordi del Natale con i nonni, le prelibatezze tipiche della cucina bolognese, il clima affettuoso della famiglia riunita, mi hanno riportato con la mente indietro negli anni, ai miei Natali trascorsi con i miei genitori e con i miei fratelli.
    C’è un po’ di tristezza, perchè mamma e papà non ci sono, ma allo stesso tempo tanta gioia perchè è grazie a loro e ai loro insegnamenti che io e i miei fratelli, con i figli, i nipoti e i cognati continuiamo a ritrovarci per le feste di natale. Il mio pranzo di Natale è molto simile al tuo, però a Ferrara, oltre ai cappelletti in brodo (il nostro ripieno, il classico batù è cotto e non crudo), abbiamo la famosa “salamina da sugo” che è una bomba di bontà. E come dolce tipico del Natale ferrarese abbiamo il famoso e strabuono “pampepato”. Che dire poi della zuppa inglese, della tenerina….e………..stop sono già aumentata 10 kg.
    Dobbiamo mantenere queste tradizioni meravigliose (che non sono solo quelle mangerecce) ma anche il valore e il significato del Natale, della famiglia, della solidarietà che deve esserci per tutto l’anno, per sempre e trasmetterle ai nostri figli.
    Grazie Milena e grazie a tutte le persone che scrivono.
    Betta

    • Reply *Milly*

      Grazie Betta del commento!
      Che bella testmonianza! Tu che sei cosi brava anche a cucinare dovresti proprio raccontarci le tue ricette!!! 😉

  • Pingback: Christmas markets and celebrations around the world | Travel Photo DiscoveryTravel Photo Discovery

  • Pingback: Cestini di Muffin all’Arancia. Natale al .. Verde | A Thai Pianist

  • Pingback: Magia di Babbo Natale a Montecatini Terme | Bimbi e Viaggi

  • Pingback: Presepe Meccanico di Bagnacavallo (Ravenna) | Bimbi e Viaggi

  • Pingback: La Santa Lucia per i bambini: le tradizioni di Bergamo |Bimbieviaggi

  • Pingback: La Casa di Babbo Natale a Montecatini | Bimbi e Viaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *