Corsica con bambini: l’ile de beaute… per davvero!

Una nuova super mamma entra nella nostra community: si chiama Valentina e ci racconta il suo bellissimo viaggio in Corsica con Alice, 5 anni. Due mamme e due bimbi, alla scoperta dell’Isola francese… Si saranno divertiti?
La Corsica ha da sempre suscitato in me una certa curiosità… Avevo sentito dire che fosse un’isola bella e selvaggia, ma finora non avevo ancora avuto occasione di andarci.

Da quando è nata mia figlia, ho pensato che ciò che più di tutto vorrei insegnarle è la curiosità per il Mondo e il gusto di viaggiare, ma essendo una mamma single un po’ mi spaventava l’idea di partire con lei.
Invece quest’anno, dopo aver letto mille articoli sui viaggi con bambini (soprattutto grazie al blog di Milena, che mi ha incoraggiato molto) mi sono detta: “Perché io no?”

E da allora ho iniziato a pianificare (abbastanza prestino devo dire..era solo Febbraio :-)) il nostro viaggio verso la Corsica..

Corsica con bambini:
come ci siamo organizzate

A parte il fortissimo desiderio di visitarla, l’ho scelta come destinazione anche per la facilità con cui si può raggiungere: sono solo 4 ore e mezza di traghetto da Livorno con Corsica Ferries e prenotando a Febbraio sono riuscita ad acchiappare una fantastica offerta che comprendeva anche l’imbarco della mia macchina (Yeee!).

Una volta prenotato il viaggio, il secondo step (obbligatorio per me) è stato l’acquisto della mitica Lonely Planet  e cominciare a studiare questa magnifica isola! (P.S. Ho letto e riletto la mia guida da Febbraio a Luglio e poi.. ad Agosto l’ho dimenticata a Bologna.. Vabbè dettagli… :-)).

Il traghetto arriva a Bastia e avendo dei dubbi sulla possibilità di fare tanti km dopo il viaggio in nave (stanchezza, capricci ecc..) ho scelto come destinazione e base della nostra vacanza la cittadina di Saint Florent. Bastia-Saint Florent sono a circa 20 km di distanza (che si percorrono però in 40min, poi vi dirò il perché).

Corsica con bambini - vista dal traghetto
Come alloggio ho scelto il campeggio con base fissa, sinceramente non avevo nessuna voglia di montare e smontare la tenda continuamente. Non mi sono pentita perché Saint Florent è un’ottima base per muoversi a nord e al centro dell’Isola.
Il campeggio che ho scelto si chiama Camping D’Olzo, è situato a due km da Saint Florent alla base del ditone: la scelta è stata azzeccata, il campeggio è piccolino e tranquillo e super pulito, l’ambiente familiare e la gente che ho conosciuto (personale e campeggiatori) è sempre stata gentilissima, lo consiglio!
Soprattutto non c’è animazione all’interno, per chi come me odia la confusione è l’ideale!

La mia idea iniziale era quella di partire sola con mia figlia, ma alla fine si sono aggregati a noi anche la mia amica Antonella e suo figlio Rocco (5 anni), insomma il viaggio cominciava a prendere forma e con la loro compagnia sarebbe stato anche più bello!

Battezzato il periodo (8-18 Agosto) ho prenotato la mia bella piazzola, ho comprato l’attrezzatura fondamentale per campeggiare (considerate che il mio concetto di “fondamentale” è molto ampio :-)) e via… il più è fatto!

 

Vacanza in Corsica: si parte!

Il giorno della partenza Alice ed io eravamo molto emozionate!
Il viaggio in nave è stato tranquillo e i bambini si sono divertiti a correre su e giù e fortunatamente sul traghetto c’era la sala bimbi, quindi ci sono stati pochi momenti di noia..
Siamo arrivati a Bastia verso le 15,30 e tra lo sbarco della macchina e varie verso le 17 eravamo finalmente in campeggio.

Corsica-con-bambini---Bastia
Una piccola nota la meritano le strade Corse, SONO TERRIBILI! Me l’avevano detto, però pensavo che fosse esagerato e in effetti mi chiedevo come mai ci volessero 40 min per fare 25 km…curve curve e curve e strapiombi quindi non si va a più di 30km orari (al contrario dei Corsi che invece vanno come i pazzi).
Ecco se non vi piace guidare e vi spaventa l’altezza, la Corsica non fa per voi!

Devo dire però che, se da un lato si guida sempre con una certa tensione, dall’altro guidare su quelle strade ti permette di godere di panorami unici..io me ne sono innamorata subito..MONTAGNA E MARE TURCHESE..la roccia rossa e la macchia mediterranea..UNO SPETTACOLO..

Corsica con bambini - panorama
Vi risparmio i particolari del montaggio delle tende..ci abbiamo messo un po’..eppure su quei video di Decathlon sembra tutto così facile!

I bambini hanno amato il campeggio, Alice ha fatto mille conquiste e amicizie, e anche adesso che siamo tornate mi ricorda sempre qualcosa che ha fatto o altri bimbi conosciuti..insomma: CAMPEGGIO CON BAMBINI PROMOSSO A PIENI VOTI!

 

Le tappe del nostro viaggio in Corsica con bambini

Per i primi due giorni, un po’ per curiosità un po’ per ambientarci, decidiamo di visitare le spiagge in prossimità del campeggio.

La prima tappa è MARINA DI FARINOLE a 10 km di distanza.
Una spiaggia libera molto grande e attrezzata con un bel ristorante e una paillote in cui si potevano noleggiare ombrelloni e tavole da surf, assolutamente adatta ai bambini (ma lo sono un po’ tutte) e comoda da raggiungere in macchina, anche per il parcheggio gratuito messo a disposizione dal ristorante.

Corsica con bambini - farinole
Consiglio: Non fate l’errore che ho fatto io imboccando l’ingresso al primo parcheggio, perchè questo accesso è uno sterrato con una pendenza molto forte e pieno di buche enormi e massi. Meglio andare più avanti e parcheggiare al ristorante l’Ambada.
Per uscire hanno dovuto spingermi in 5!

Nelle immediate vicinanze del campeggio ci sono  due spiagge Tettola e Olzo.
Non sono un granché, specialmente se vi infastidisce la poseidonia sulla spiaggia. Sinceramente a me non dà particolare fastidio, il mare è comunque bello limpido e basso e infatti ai bambini è piaciuta tantissimo, soprattutto per il fatto che fosse raggiungibile a piedi!

Per il terzo giorno volevamo passare la giornata alla spiaggia della Roya a Saint Florent, ma dato che ce l’hanno fortemente sconsigliata perché pare sia inquinata da una discarica li vicino (per carità!), abbiamo optato per la spiaggia di Nonza.

Corsica con bambini - Nonza spiaggia nera
E ABBIAMO FATTO BENE!
Bellissima, imponente, inquietante sotto il cielo grigio, la spiaggia nera di Nonza..

Per raggiungerla ci sono due modi:
–    1,5 km di scalini che partono dal centro del paese di Nonza situato a 160m sopra la spiaggia
–    In macchina tramite una stradina che parte a circa due km dal paese, si parcheggia davanti ad un ristorante abbandonato (così ci è sembrato) e si prosegue a piedi in mezzo agli scogli.

Corsica con bambini - Nonza la torre
Sulla spiaggia di Nonza circolano molte voci a proposito del fatto che è il risultato del deposito del materiale di scarto proveniente dalla vicina cava di amianto, ma pare che siano tutte dicerie.
Ho letto molti articoli su vari blog a riguardo e quasi su tutti si diceva che non è pericolosa per la salute.
Una cosa è certa, data la profondità del mare antistante e le correnti molto forti, non è adatta ai bambini, specialmente con mare agitato..vale però assolutamente la pena di andare a vederla e di visitare anche il paese con la sua torre, il paesaggio è maestoso, molto suggestivo.

Il giorno seguente attraversiamo il deserto di roccia (stupendo) de Les Agriates e ci dirigiamo a la Plage de Lozari vicino Ille Rousse.

Corsica con bambini - deserto Agriate
Purtroppo arriviamo a Lozari in una giornata di vento e mare molto mosso, quindi bagno sconsigliato per i bimbi (che però hanno subito fatto amicizia con un altro bambino e se la sono passata benissimo).
Per contro, io ho passato la giornata a combattere con il vento, da brava italiana e madre preoccupata delle conseguenza dei Raggi UV sulla testa della figliola, volevo assolutamente piantare l’ombrellone… beh, ha vinto il vento! 🙂

Corsica con bambini - lozari
Il pomeriggio l’abbiamo passato a Ile Rousse, bella cttadina di mare, ordinata, molto turistica…mi ricordava un po’ il Salento (senza la confusione).

Dal momento che sia la mia amica che io non siamo amanti della spiaggia 12h al giorno, una giornata l’abbiamo dedicata a visitare Bastia: la città almeno una visitina la merita, la cittadella è caratteristica, anche se molto sporca..Avevo letto che c’è la possibilità di prendere un trenino per arrivare fin su sulla cima della città vecchia, io però non l’ho visto da nessuna parte…

A questo punto arriva il giorno in cui andiamo a fare la gita che aspettavo più di tutte, la spiaggia della Saleccia!

Corsica con bambini - saleccia
La Saleccia è situata sulla parte costiera del Deserto de Les Agriates, è raggiungibile solo con il battello da Saint Florent o con il 4×4 da Casta (o uno degli svariati punti di partenza sulla strada che attraversa Le Agriate).

Noi ci siamo andati con il 4×4.
E’ una gita un po’ costosa, noi abbiamo speso 72€ in 4 AR. Il percorso per arrivare alla spiaggia è divertente, si salta per circa un’ora su uno sterrato molto impegnativo (non avventuratevi se non avete una macchina adeguata) e alla fine si arriva alla Saleccia…una distesa di sabbia bianca e mare cristallino da far invidia ai Cairaibi, ma purtroppo “infestata” da un’orda di barche e yacth i cui proprietari non conoscono bene il significato della parola “civiltà”, dato che si permettono di ormeggiare a pochi metri dalla riva, rendendo impossibile per chi fa il bagno anche solo l’idea di fare una nuotata.

Corsica con bambini - spiaggia saleccia
Ecco, questa è stata una delusione.

Ormai siamo arrivati agli sgoccioli e l’ultima gita la facciamo verso Calvì. Riprendiamo la strada del deserto e dopo circa un’ora e mezzo di viaggio (50 km…), arriviamo alla spiaggia del Giunchetto (lo scrivo in italiano perché il nome Corso è impronunciabile), una delle più belle tra quelle visitate.
La spiaggia è piccolina, la sabbia finissima e il mare turchese da incanto: un posto dove passare una giornata intera di relax.

Corsica con bambini - spiaggia del giunchetto
Dopo la spiaggia, l’idea era quella di visitare Calvì ma ci siamo dovute accontentare di un giro in macchina perché Alice e Rocco erano crollati nel frattempo.

L’ultimissimo giorno l’abbiamo dedicato alla cittadina di Saint Florent: la parte vecchia è affascinante, il centro elegante e sulla cittadella si gode di un paesaggio mozzafiato sul Golfo.
Ad Agosto è affollatissima però si respira comunque un’atmosfera rilassata.

E’ tempo di ripartire purtroppo..
Sono sicura che tornerò in Corsica, c’è ancora tantissimo da vedere!
Come primo viaggio con la mia bimba è stata un’esperienza bellissima e l’Ile de beaute mi è rimasta nel cuore.

Valentina
{Testi e fotografie di Valentina Masiello}
{La foto di copertina, è tratta da Shutterstock}

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

Dai un’occchiata anche qui:

  1. Corsica in campeggio con bambini, tra mare e montagna
  2. Campeggio con bambini: consigli pratici
  3. Guida ai campeggi silenziosi
  4. Traghetto con bambini: Corsica Ferries
  5. Tutti i nostri viaggi per genitori single

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *