Il Muse di Trento: un intero museo a misura di bambino!

Abbiamo avuto l’onore di partecipare all’inaugurazione del Muse, il nuovo Museo delle Scienze di Trento, firmato dall’Architetto Renzo Piano e di poterlo visitare in super anteprima con i curatori e lo stesso architetto.

Muse di Trento con bambini

Al Muse tutto è a portata di vista e di mano perchè tutti dobbiamo essere scienziati

Michele Lanzinger (Direttore del Muse)

ENGLISH VERSION

Muse di Trento: il tour del Museo

Il Muse è un edificio di 6 piani (compresa la grande terrazza panoramica) in cui acqua e luce la fanno da padrone…

L’acqua è un po’ il filo conduttore del Muse: dal ghiacciaio dolomitico ricostruito all’ultimo piano (mantenuto grazie all’utilizzo di sonde geotermiche)…

Muse di Trento con bambini

…al grande mappamondo su cui è visualizzato -tra le altre cose- l’andamento dello tsunami del 2004…

Muse di Trento con bambini

…dalla cascata nella serra tropicale (realizzata come testimonianza di biodiversità)…

Muse di Trento con bambini

…all’acqua che circonda esternamente l’intero edificio.

Muse di Trento con bambini

La luce entra da tutte le vetrate del museo e lo attraversa nella sua interezza: ogni piano si sviluppa infatti attorno al “Grande Vuoto“, lo spazio interno in cui “volano” animali di tutte le specie

Muse di Trento con bambini

Muse di Trento con bambini

Altro elemento ricorrente (non certo scontato per un museo) è il concetto di “futuro“: installazioni sull’impatto delle nostre azioni sul pianeta, una mostra temporanea di Telecom su nuove tecnologie e cittadinanza attiva, lo showroom sull’innovazione (in cui le startup presentano i loro prodotti) e infine il “Muse Fablab“, uno spazio dedicato all’innovazione tecnologica, dove abbiamo potuto ammirare stampanti 3d in azione e dove ci hanno addirittura scannerizzato!

Muse di Trento con bambiniMuse di Trento con bambini

Muse di Trento con bambini

Durante l’inaugurazione i bambini hanno anche potuto partecipare ad un laboratorio di elettronica!

Muse di Trento con bambini

Quando ho iniziato a raccogliere le idee per scrivere questo post mi sono chiesta: quali sono le parti del MUSE che posso piacere di più ad un bambino? E la risposta che mi sono data è “tutte“. Molto dipende ovviamente dall’età del bambino ma mia figlia, a soli 5 anni, ha manifestato interesse per tutto quello che ha visto e anche gli altri bambini presenti erano attratti dalle diverse aree. Fra postazioni multimediali, installazioni interattive, animali da toccare (*), la distinzione fra bambini e adulti praticamente scompare ed è possibile godersi assieme questa full immersion nelle scienze!

Muse di Trento con bambini

[(*) ecco devo dire che, pur non essendo animalista, avrei preferito animali finti e non imbalsamati…cuccioli compresi]

Muse di Trento con bambini

Nonostante l’interesse generale, esistono comunque alcune aree rivolte nello specifico ai nostri piccoli scienziati.

Il Muse per i bambini

La palestra della scienza

Quest’area, non prettamente dedicata ai bambini, si presta però in modo particolare alle loro preferenze perché sono presenti tanti oggetti ed installazioni interattive per provare in prima persona gli effetti di alcuni fenomeni fisici

Muse di Trento con bambiniMuse di Trento con bambini

Discovery Room

Nel piano dedicato alla biodiversità, si trova uno spazio rivolto ai bambini di 4-8 anni che, da soli o con i genitori, possono esplorare il mondo naturale attraverso l’uso dei sensi

Muse di Trento con bambini

Maxi Ooh!

In fase di realizzazione, l’accesso a quest’area sarà riservato ai bambini da 0 a 5 anni che, accompagnati dai genitori, potranno provare diverse esperienze sensoriali, come per esempio il contatto con l’acqua o la possibilità di disegnare con la voce. L’area dovrebbe essere pronta per fine settembre. Nel frattempo una parte è comunque accessibile a tutti: un lettino per sentire la musica attraverso il corpo e un grande acquario dove è possibile fare belle immersioni e catturare pesci e bolle d’acqua 😉

Muse di Trento con bambiniMuse di Trento con bambini

Informazioni pratiche per chi va al Muse con bambini

  • Il Muse è aperto dal martedì alla domenica e i bambini sotto i 14 anni non pagano: tutte le info sul sito
  • Diverse le iniziative rivolte alle famiglie, come per esempio l’ingresso gratuito di tutta la famiglia se un membro compie gli anni
  • E’ possibile organizzare visite e laboratori didattici per scolaresche e gruppi
  • Gli spazi del museo sono ampi e percorribili anche con passeggini (nel weekend inaugurale non era consentito portarli, forse per il grande afflusso, e alla reception era disponibile un servizio di noleggio gratuito di marsupi porta bebè)
  • Tra un piano e l’altro ci si può spostare anche con l’ascensore
  • Sono presenti diversi bagni accessibili e un fasciatoio
  • All’interno del museo è presente un bar (non sono riuscita a sapere se sarà allestita un’area picnic ma all’esterno dell’edificio c’è parecchio spazio verde quindi credo che chi si vorrà arrangiare con il cibo potrà farlo senza problemi)
  • Il Muse mette a disposizione una guida multimediale su Ipad Mini: si chiama eXplora MUSE e fornisce stimoli anche ai più piccoli
  • Tutti i pannelli esplicativi sono scritti in italiano, inglese e tedesco
  • La visita dell’intero museo può durare anche diverse ore (soprattutto se si prolunga la sosta nelle aree dedicate ai bimbi), quindi è bene organizzare i tempi se si viaggia con bambini piccoli

Per chi trascorre il weekend a Trento

Il centro di Trento merita una bella passeggiata e la sera si anima di giovani nei locali vicino al Duomo

Muse di Trento con bambini

Nei dintorni di Trento

Nei dintorni è possibile visitare anche il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (MART) oltre a diversi castelli:

Dove alloggiare

L’Hotel America è un elegante hotel a due passi dal centro e vicino alla stazione: accoglienza gentile, buon servizio, belle stanze, parcheggio auto convenzionato

Il Bed&Breakfast Palace è situato nei pressi di Piazza Duomo quindi non si può portare l’auto neanche per carico/scarico bagagli. Durante tutto il giorno e la notte si sentono inoltre i rintocchi delle campane, non c’è aria condizionata e può capitare (come è successo a noi) che sul posto applichino prezzi maggiorati rispetto a quanto comunicato sul sito.

 

Per concludere…il Muse mi piace!

Mi piace perché cancella l’immagine di museo con cui sono cresciuta, cioè quella di un luogo buio e pieno di oggetti “vecchi e polverosi”.

Mi piace perché i posti come il Muse sono quelli che consentono a mia figlia di avvicinarsi al mondo delle scienze nel modo migliore: con leggerezza, stupore e allegria legata alla scoperta ed all’apprendimento!

Mi piace perché, per poterlo apprezzare è sufficiente essere – come recita il motto stesso del Muse- “Curioso di natura” e in questo i bambini sono sicuramente i migliori!

Per leggere un’esperienza più recente al Muse con i bambini, dai un’occhiata al post di Jessica:

Muse di Trento con bambini: il museo con lo zainetto

Milly
[
testi e fotografie di milena marchioni]
(collaborazione)

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

 

Potrebbero interessarti anche:

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *