Museo del gelato di Bologna (Gelato Museum): un viaggio alla scoperta del gusto

Chi si immagina il museo come luogo buio e pieno di oggetti polverosi, si sbaglia di grosso! Da queste parti anche il cibo diventa storia e tradizione: a Bologna non poteva quindi mancare il Museo del Gelato (Gelato Museum)!

L’Emilia-Romagna sta dando vita ad una rete di “Musei del Gusto” per valorizzare le nostre tradizioni enogastronomiche. Si tratta di un’iniziativa promossa dall’Istituto per i Beni Artistici e Culturali nell’ambito del progetto Adriamuse e coordinata da Can’t Forget Italy (consiglio spassionato: vedere i Digital Diary of Italy sul loro canale youtube!). (*)

Da qualche mese è stato inaugurato anche il Museo del Gelato, ad Anzola dell’Emilia (Bologna): si chiama Gelato Museum ed è uno spazio espositivo dove i bambini (e gli adulti!) possono imparare la storia di questo alimento così speciale, una storia molto meno scontata di quanto si possa credere!museo del gelato di bologna

Museo del gelato: passato e presente del gelato nel mondo

Entrando in questa grande sala abbiamo fatto un viaggio indietro nel tempo di diverse migliaia di anni: chi l’avrebbe mai detto che il gelato fosse nato addirittura ai tempi dell’antica Mesopotamia?museo del gelato di bologna

La narrazione avviene tramite pannelli e postazioni multimediali che raccontano le diverse forme e i vari significati che il gelato assunse nel corso dei secoli: disegni, fotografie, riproduzioni, storie, poesie, ricette…museo del gelato di bologna

Nel Museo sono esposti oggetti legati al consumo del gelato nelle diverse epochemuseo del gelato di bologna

museo del gelato di bologna
Sono inoltre presenti strumenti e macchine da gelato originali: uno dei motivi per cui Bologna è considerata la patria del gelato è che qui furono create le prime macchine automatiche per la sua lavorazionemuseo del gelato di bologna

museo del gelato di bologna
Ma questa è solo una delle tante curiosità che abbiamo scoperto durante la visita guidata (provare per credere)!

Al termine del tour all’interno del Museo non poteva ovviamente mancare la parte “pratica” e più “gustosa” di questo studio della storia del gelato: il laboratorio con assaggio finale! Durante questa “lezione interattiva” abbiamo potuto ammirare dal vivo due metodi di preparazione del gelato:

  • quello “antico”, basato sull’uso di ghiaccio, sale e tanto “olio di gomito” come addensante 😉museo del gelato di bologna
  • quello “moderno”, che si basa sull’utilizzo di macchine automatichemuseo del gelato di bologna

In entrambi i casi abbiamo comunque gustato ottimi gelati artigianali!museo del gelato di bologna

Una curiosità

I laboratori si svolgono presso la gelateria del Museo e sono tenuti dai docenti della Gelato University: sì sì, proprio una “Università del Gelato”! A Bologna arrivano studenti da tutto il mondo per imparare l’arte gelatiera!

Io mi candido come cavia se c’è bisogno di qualche assaggiatore per testare la loro bravura!!! 😉

Gelato Museum: alcune informazioni pratiche

  • il museo è ricavato all’interno dello stabilimento Carpigiani ed è aperto dal martedì al sabato dalle 9 alle 18
  • attualmente la visita guidata è gratuita, ma bisogna prenotare: maggiori informazioni sul sito del Museo
  • sono previste attività dedicate a gruppi e scolaresche
  • gli spazi del Museo sono ampi e interamente accessibili anche con passeggini al seguito
  • il GelatoLab (la gelateria, per intenderci) è aperto anche al pubblico dal martedì al sabato, dalle 12 alle 20

museo del gelato di bologna

Milly
{
testi e fotografie di milena marchioni}

(*) A proposito di Musei del Gusto, ecco un assaggio dei sapori emiliano-romagnoli:

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

 

Potrebbero interessarti anche:

  1. Bologna con bambini: un percorso sensoriale tra i Musei della città
  2. Villa Mazzacorati e il Museo del Soldatino a Bologna
  3. Il villaggio neolitico di Travo (Piacenza): un viaggio nella preistoria

Per leggere tutti i nostri post su Bologna >>> BOLOGNA CON BAMBINI <<<

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *