Montagna con disabili: Folgaria per tutti

L’idea di portare un bambino disabile a sciare potrebbe sembrare utopica: dove trovo i maestri giusti? Dove posso affittare l’attrezzattura? Come posso organizzarmi? E come fare con gli impianti di risalita? A Folgaria, in provincia di Trento, c’è qualcuno che ha pensato a tutto ciò…

S. è una ragazza che non cammina, non ha mai camminato. “Prigioniera” delle sue gambe, due anni fa a Folgaria ha provato a sciare ed ha scoperto la “libertà”: scivolare sulla neve e sentirsti finalmente leggera e veloce. Quel giorno ha deciso che sarebbe diventata una campionessa di sci. E ce l’ha fatta!

R. ha un’importante malformazione al viso, una rara malattia che gli ha stravolto i lineamenti e che lo rende visibilmente “diverso” dagli altri, sempre oggetto di sguardi stupiti. “Diverso” finchè non arriva in un posto dove la diversità non esiste e dove nessuno fa caso al suo viso.

G. è un bambino autistico che ha scoperto di amare gli asinelli. All’inizio non è stato semplice eppure questi animali l’hanno conquistato al punto che G., assieme a loro, sulla neve, si è fatto fotografare dalla sua mamma, guardandola dritta in camera.

Poi ci sono tante persone, accompagnate dalla Lega del Filo d’oro: sono tutte sordocieche, eppure, assieme ai maestri ed ai loro accompagnatori, anche loro possono sciare, usando un linguaggio basato sui tocchi della mano…incredibile ma vero!

Queste sono solo alcune delle storie che si incrociano a Folgaria For All, un progetto di accessibilità che non coinvolge semplicemente una struttura ma un intero territorio, che si sta impegnando per ottenere il riconoscimento di “open area” cioè area accessibile a tutti!

Montagna con disabili -villaggio luserna
photo credits Folgaria Ski

Un riconoscimento che non è solo formale ma si basa su elementi concreti, sui quali Folgaria investe da tempo, per esempio:

  • 6 hotel della zona sono stati certificati accessibili da persona con disabilità motoria;
  • tanti altri hotel, pur non essendo certificati, mettono a disposizione numerosi servizi per disabili;
  • tutti i rifugi della skiarea sono dotati di una carrozzina e hanno il bagno attrezzato;
  • molti maestri hanno l’abilitazione ad accompagnare disabili (per esempio i nostri Maestri di Sci Folgaria);
  • disabile e accompagnatore hanno diritto al 50% di sconto sull’abbonamento;
  • possibilità di fare pet terapy presso la fattoria didattica Longanorbait dove, tra cavalli, asini e altri animali, si svolgono attività con persone affette da varie patologie, compreso l’autismo;
  • se non si possiede l’attrezzatura specifica per sciare, è possibile noleggiarla in loco, poichè Snowsports Academy ha inaugurato proprio a Folgaria la sede di “Scie di Passione”…
Montagna con disabili Folgaria-sci
photo credits Folgaria Ski

Montagna con disabili: Scie di Passione a Folgaria

Scie di Passione è un’associazione di maestri di sci specializzati nell’insegnamento a persone disabili e non, con sede presso Alpe di Folgaria-Coe, all’interno del comprensorio sciistico Carosello Sci.

La struttura di Scie di passione mette a disposizione numerosi servizi:

  • parcheggi riservati ai disabili adiacenti alla segreteria (accessibile) e alle piste da sci;
  • spogliatoio riservato con servizi accessibili a tutte le disabilità;
  • noleggio provvisto di tutti gli ausili per lo sci adattato (monosci, dualsci, stabilizzatori standing, amplificatori e sistemi Bluetooth per non vedenti);
  • campo scuola riservato all’avviamento “primi passi” di Scie di Passione

Presso la sede di Scie di Passione è inoltre disponibile un servizio di ristorazione: si tratta di Food for All, un self service completamente accessibile e attrezzato anche con tutto il necessario per i bambini (fasciatoi, seggioloni, bavaglini, scaldabiberon e menu dedicati…) e il cibo è tutto fatto in casa!

Montagna con disabili Folgaria-food

Food for All Folgaria con bambini montagna in inverno con bambini - Montagna con Disabili

Ma soprattutto, Scie di Passione mette a disposizione un personale altamente specializzato nell’accompagnamento e insegnamento a persone con disabilità fisica o psichica, che possono così provare l’ebbrezza di scivolare sulla neve in tutta sicurezza, in un contesto protetto ma allo stesso tempo identico a tutti gli altri e dove anche i normodotati sono ben accetti! 😉

Montagna con disabili Folgaria-snow board
photo credits Folgaria Ski


Sia ben chiaro, infatti che Scie di Passione non è un centro RISERVATO ai disabili
, ma è aperto a tutti, semplicemente dotato di quegli accorgimenti che aiutano chi ha problemi di mobilità, come per esempio gli impianti di risalita più lenti…

…che poi, diciamoci la verità, questi impianti sono perfetti anche per chi rischia, ogni volta che arriva in vetta, di far bloccare la seggiovia pur essendo “normodotato”…ma ogni riferimento alla sottoscritta è puramente casuale! 😉

Maggiori informazioni sui servizi disponibili sono presenti a questi link:

 

Montagna con disabili: una piccola sfida

Dopo avervi parlato di questa bellissima realtà, vi lancio una piccola sfida: vi va di trovare assieme a me altre strutture di questo genere, in Italia e all’estero? Lo faccio per una cara amica che mi ha chiesto di “rizzare le antenne” per lei e tante famiglie che non vogliono rinunciare a far divertire i loro bambini nonostante gli ostacoli che incontrano quotidianamente.

Conoscete altre strutture accessibili
a disabili fisici e mentali,
dove “diversità” e “normalità” siano davvero sinonimi?

Fatemelo sapere nei commenti qui sotto, o via email all’indirizzo info@bimbieviaggi.it, così potremo condividere tutte le informazioni di cui siamo in possesso!

Nel frattempo, fatevi un giro su ROTELLANDO, il blog di un collega affetto da una gravissima malattia: la VIAGGITE proprio come tutti noi!

Grazie di cuore!

Raccoglieremo qui le nostre informazioni:

Chi accoglie i bambini disabili in vacanza?

 

Milly
(testi e fotografie di Milena Marchioni)

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Dai un’occhiata anche qui:

  1. #Folgariaexperience: la nostra esperienza a Folgaria
  2. Folgaria per bambini: dai family hotel alle favole sulle piste
  3. Bambini sulla neve: cosa mettere in valigia per la settimana bianca?

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

  • Reply Azzurra

    Che meraviglia riuscire a far sentire un disabile esattamente come un normodotato! I maestri di Scie sono eccezionali e il loro lavoro va sponsorizzato il più possibile, affinchè tutti sappiano che i limiti esistono solo se li vuoi vedere.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Sono d’accordo… sono rimasta molto colpita dalle storie che ci hanno raccontato e spero di cuore che aiutino altre persone a godere delle stesse emozioni!

  • Reply Monica

    Davvero un articolo utile Milly! Una struttura così attenta alle esigenze di tutti va davvero premiata con la massima visibilità perché la “viaggite” colpisce molte persone e sarebbe un peccato se non potessero “curarsi” per scarsezza di info relativamente alle ricettività sensibili a certe necessità! 😉

    • Reply * Milly Marchioni *

      Si è vero, la viaggite deve assolutamente essere curata, altrimenti provoca brutti effetti collaterali!!!

  • Pingback: Montagna in inverno con bambini: a Folgaria tra neve, relax, buon cibo

  • Pingback: Chi accoglie i bambini disabili in vacanza...senza farli sentire extraterrestri?

  • Reply Roberto Ghiglioni

    A setriere c’è la scuola freewithe di Gianfraco Martin (medaglia d’argento alle olimpiadi di albertville in combinata) dove qualsiasi tipo di disabilità è trattata con competenza e professionalità. In più gestiscono anche l’hotel Lago Losetta, unico in Europa ad essere completamente attrezzato per disabili. Io porto mio figlio tetraplegico da 10 anni.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Roberto, grazie mille per la segnalazione, mi fa molto piacere sapere che esistono queste strutture, e spargo volentieri la voce se qualcuno mi dovesse chiedere consiglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *