Malta con bambini: La Valletta e il villaggio di Popeye

Oggi Serena ci porta a Malta: non lontana dalle coste della Sicilia, quest’isola si presta bene per una bella vacanza in famiglia. Ecco la parte nord dell’isola, la sua capitale e un villaggio decisamente speciale!

Il viaggio a Malta è stato uno dei primi che abbiamo fatto in tre ed uno di quelli che ricordo con più piacere. Un’isola così piccola, così lontana da tutto e da tutti eppure così ricca di storia e di tradizioni, di bellezze naturali e di paesaggi, di esperienze da vivere per grandi e piccini. Molti la scelgono come meta balneare e, in effetti, le spiagge sono tante e belle, ma noi abbiamo preferito visitarla in primavera per godere di un clima piacevole, ma non caldo, e per conoscere le tante sfaccettature che contraddistinguono questi luoghi.

Come punto di appoggio abbiamo scelto la località di Sliema, poco fuori dalla capitale, adagiata su un piacevole lungomare pieno di locali e servizi e di ….parchi giochi: tappa obbligata di ogni giornata.

Malta con bambini-sliema fun

Per girare in comodità da tutte le parti abbiamo noleggiato un’auto, con guida a destra, lascito della dominazione britannica.

La popolazione locale è davvero cordiale e disponibile e molto aperta alle esigenze dei bambini, infatti in ogni ristorante sono attrezzati con tovagliette da colorare e matite per intrattenere i giovani avventori.

Malta con bambini: esplorando La Valletta

Una delle più piccole capitali d’Europa, La Valletta vanta una posizione panoramica spettacolare e un patrimonio architettonico tale da far impallidire città ben più note e blasonate. Adagiata su una penisola rocciosa, domina dall’alto le insenature in cui sono collocati i due porti della città (Grand Harbour e Marsamxett Harbour) e i tre villaggi di Vittoriosa, Senglea e Cospicua.

Malta con bambini-mare

Se le origini di Malta si perdono nella notte dei tempi, quelle di La Valletta si legano indissolubilmente alla storia dei Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni, meglio noti come Ospedalieri che insieme ai Templari, divennero intorno al 1100 tra i più potenti gruppi cristiani del Mediterraneo.

Malta con bambini-tempio

La nostra esplorazione di questa capitale parte dalle fortificazioni esterne. Possenti ed ancora perfettamente conservate, sono una tra le tante opere dei Cavalieri, necessaria difesa della città, insieme al Forte Sant’Elmo durante le crociate. Passeggiare lungo questi antichi bastioni oltre a far divertire i bambini, che possono nascondersi nelle torri di avvistamento o arrampicarsi su antichi cannoni, permette di avere uno sguardo d’insieme sul porto e sulle baie circostanti.

Malta con bambini-bus di Malta

Prima di addentrarsi nel cuore pulsante della città, una sosta obbligata va fatta presso la stazione degli autobus. Si, perché qui, a Malta, gli autobus sono un vero e proprio simbolo e non solo un mezzo di trasporto. Oltre ad essere colorati di un appariscente giallo, sono tutti diversi  l’uno dall’altro, per la consuetudine del conducente, che spesso ne è anche il proprietario, di personalizzarli.

Dopo numerosi sali e scendi tra i vari mezzi e le foto di rito, siamo pronti per visitare la Valletta e la sensazione che si prova è unica.

Si respira l’aria della storia e della contemporaneità, del mistero e della tradizione. Lo stile degli edifici , il rincorrersi delle salite e delle discese delle strade, i suoi colori  la rendono affascinante e carismatica.

Malta con bambini-balconi colorati

Mentre si passeggia sul corso principale osservando le case con i balconi in legno colorati, gli antichi caffè, i negozi di souvenir, si arriva quasi senza accorgersene davanti al Museo Archeologico, tanto piccolo quanto ricco. Al suo interno infatti si trovano alcuni fregi appartenenti ai numerosi templi megalitici disseminati nell’isola e la spettacolare “Sleeping Lady”. Questo è il nome che è stato dato ad una statuetta di donna dalle forme sinuose ritrovata presso l’Ipogeo di Hal Saflieni. E’ collocata dietro ad un vetro a scopo di protezione ed emana un fascino tale da lasciare senza parole chiunque la osservi. La perfezione delle sue forme e dei dettagli sembrerebbero legare questa opera d’arte in miniatura ad un artista di chissà quale fama mentre è opera di un anonimo ed antichissimo abitante dell’isola. Pare, infatti, risalente al 3.000 a.C. circa e si tratterebbe di una sorta di dea dell’abbondanza paleolitica, molto venerata in quell’epoca.

Malta con bambini-speeling lady

L’aura di fascino e mistero che circonda questi luoghi non ci abbandona neppure quando visitiamo, con un notevole balzo storico in avanti, la Concattedrale di San Giovanni ed il Palazzo del Gran Maestro, entrambi  legati alle eroiche gesta dei Cavalieri di Malta.

La prima colpisce per la ricchezza delle sue decorazioni e degli arredi, un vero tripudio barocco di oro e sfarzi, a simboleggiare l’importante dell’Ordine che proprio qui insigniva i Cavalieri del Titolo (da non perdere la “Decollazione di San Giovanni”, pregiatissima opera del Caravaggio).

Malta con bambini-concattedrale

La seconda affascina per la maestosità delle sale e degli interni e per la collezione di armature. L’Armeria del Palazzo ospita una delle più grandi raccolte del suo genere al mondo che vale la pena di essere visitata con i piccoli cavalieri. Questo palazzo sede in passato delle più alte cariche dell’Ordine, ospita oggi il Governo maltese.

Malta con bambini-Palazzo del Gran Maestro

Per far sgranchire un po’ le gambe ai bambini è piacevole visitare i giardini suddivisi in base alla loro collocazione in Upper e Lower Barrakka Gardens, da cui si hanno bellissimi affacci sul mare e sulla città.

Ma la prospettiva più affascinante da cui poter ammirare La Valletta è, senza dubbio, quella che si gode dal mare. E quindi non perdiamo l’occasione di scendere fino al porto e salire su una delle tante imbarcazioni tipiche che compiono il giro del golfo.  La gita si rivela molto interessante, siamo forniti di audioguida per sentire meglio le spiegazioni del pilota  e soprattutto divertente!

Malta con bambini-gita in barca

Malta con bambini: la costa nord ed il villaggio di Popeye

Nella parte nord-ovest dell’isola si trova il villaggio di Braccio di Ferro, più correttamente noto come Sweethaven Village, tappa obbligata per chi, come noi, viaggia in famiglia. La costruzione di un villaggio così singolare si era resa necessaria per girare il film “Popey” verso la fine degli anni 70’.

Malta con bambini-villaggio popeye

Finito di essere usato come set cinematografico, si decise di mantenerlo e trasformarlo in parco dei divertimenti. Appena si entra  si viene catapultati in un mondo fantastico, circondati da case sgangherate e dai mille colori e dai noti personaggi del cartone animato che gironzolano qua e là per permettere ai bambini di divertirsi con loro e fare foto.

Malta con bambini-popeye

Almeno per quei bambini che non scappano via in lacrime come il nostro! Una volta superata la paura del piccolo, riusciamo a fare un bel giro del parco, compresa sosta al negozio di souvenir, scattare tante foto, ammirare il mare della baia sottostante – denominata Anchor Bay – ed intrattenerci nei giochi disponibili all’interno. Maggiori info > Popeye Village

Malta con bambini-Anchor Bay

Per il pranzo decidiamo di fare sosta presso Mdina, antica capitale dell’isola. Anche qui , tra gli stretti vicoli, gli antichi palazzi, le chiese, si respira il profumo di una storia ricchissima. Visitiamo la Domus Romana, appena fuori le mura, con i bellissimi mosaici ed i resti di una villa patrizia. Purtroppo, dato l’orario, la chiesa di St.Paul, dentro la quale ci sono le catacombe, è chiusa. Ma la nostra giornata prevede ancora tante tappe e così risaliamo in auto, senza perdere tempo.

Malta con bambini-mdina

Ci spostiamo quindi verso la costa, prima per ammirare il panorama che si gode dalle scogliere di Dingli e poi per fare sosta presso i cosiddetti “cart ruts“. Che l’isola nascondesse diversi misteri lo avevo già accennato ma questi segni incisi nella pietra sono davvero molto enigmatici. In pratica sono solchi paralleli scavati nella roccia calcarea di chiara natura artificiale.

Malta con bambini-dingli

In questa parte dell’isola –il sito è denominato Misrah Ghar il Kibir– questa sorta di binari corrono vicino alla costa e in certi tratti precipitano verso il mare, cioè le linee seguono l’andamento del terreno senza fermarsi. Da tempo gli studiosi cercano di dare una spiegazione a questo fenomeno ma per ora sono state avanzate solo ipotesi sia sulla possibile datazione che sulla loro eventuale funzione.  Tra le più avvalorate c’è quella che descriverebbe queste linee come funzionali ad una qualche forma di traporto.

Malta con bambini-cart ruts

Quel che è certo è che per i bambini sono una forte attrazione sia per giocarci che per stimolare la loro fantasia.

 

Il nostro viaggio a Malta, ovviamente, non finisce qui: altre imperdibili tappe ci aspettano nel giro della costa sud e nel tour delle altre isole dell’arcipelago…lo sapevate, vero, che Malta ha due sorelle minori?
Ne parlo qui > Vacanza a Malta con bambini: la costa sud e le isole

 

Serena

(testi e fotografie di Serena Borghesi)

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Vacanze studio per bambini: quando, quali, dove
  2. Sicilia on the road con bambini in primavera: i pro e i contro
  3. Sicilia con bambini? Sì, ma fate attenzione!
  4. Compagnie aeree baby friendly: le nostre recensioni
  5. Perchè si deve viaggiare con i bambini? Il parere della psicoterapeuta
  6. Vacanze fai da te con bambini? Ecco i pro e i contro

 

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *