Viaggi in auto con bambini: consigli pratici e un concorso per vincere il giro del mondo

Quante persone conoscete che hanno rinunciato alla loro passione per i viaggi on the road con i bambini perchè “con loro è impossibile?”. A volte però basta poco per rendere l’impresa più semplice…

Abbiamo sempre amato le vacanze itineranti: che fosse un piccolo arcipelago o un grande Stato, l’abbiamo sempre esplorato in lungo e in largo, per cercare di scoprirne ogni angolo, conoscerne le mete più turistiche e gli angoli più remoti, fare nostro quanto più territorio possibile.

Così come per i voli, anche per i viaggi in auto non abbiamo voluto rinunciare a questa passione dopo la nascita di nostra figlia.

Nonostante gli inevitabili timori, consapevoli dell’importanza di viaggiare per i bambini e anche per noi, ci siamo quindi messi in marcia da subito, dopo poche settimane dalla nascita: un weekend sul Lago di Garda, uno in Toscana, e poi via per viaggi più lontani, in Sardegna, in Corsica, in Provenza….ecc… Sempre a bordo di un’auto (nostra o a noleggio) abbiamo vagato su e giù per il mondo e non ci siamo arresi di fronte alle difficoltà.

Viaggi in auto con bambini ovetto neonati

Sicuramente non tutti i bambini amano stare fermi in auto a lungo, ma noi genitori possiamo fare tanto per rendere piacevole (o almeno fattibile) un viaggio on the road con loro.

Viaggi in auto con bambini: consigli pratici

Ecco alcuni semplici consigli, una lista non certo esaustiva, legata essenzialmente alla nostra esperienza:

1) Iniziare a viaggiare da subito

Consiglio spesso sottovalutato ma che io ritengo fondamentale: più si aspetta e più risulterà difficile fare abituare il bimbo ai lunghi itinerari. Viaggiare in tenera età, invece, fa capire al bimbo che il viaggio è una dimensione normale della vita e come tale va vissuta 😉

2) Sedere di fianco al bimbo

Se si viaggia con entrambi i genitori, o in compagnia di più adulti, è sempre meglio che uno di loro stia accanto al bimbo, sul sedile posteriore. Sì lo so, sa tanto di taxi però è molto utile soprattutto per 2 motivi:

  • finché il bimbo è piccolo (ma anche dopo) è inevitabile doversi voltare indietro mille volte (“ho sete”, “mi è caduto il giochino”, “ho fame”, “voglio una coccola”…) quindi tanto vale stare dietro ed evitare di farsi venire il torcicollo;
  • giocare con lui è il migliore passatempo e fa aumentare in modo esponenziale il lasso di tempo durante il quale se ne starà seduto senza lamentarsi.

Nel caso il genitore viaggi solo, è opportuno far sedere il bimbo dietro al sedile del passeggero, in modo da poterlo raggiungere con un braccio in caso di necessità (inutile dire che bisogna sempre prestare la massima attenzione mentre si guida e che è meglio una sosta in più, piuttosto che un movimento azzardato).

Viaggi in auto con bambini

3) Intrattenere il bambino

L’aspetto fondamentale di ogni viaggio on the road è l’intrattenimento del bimbo, in modo che il tempo passi più “leggero”. Alcune idee:

  • portare sempre i suoi giochi preferiti, purchè non siano minuscoli (onde evitare di doverne rincorrere i pezzi in giro per l’auto);
  • portare il pupazzino per la nanna (ed eventualmente il ciuccio) per conciliare il sonno durante gli orari dei pisolini (o di notte);
  • ascoltare tanta musica e cantare assieme > musica da viaggio per bambini;
  • leggere e disegnare, attività da conciliare possibilmente con la meta che si sta visitando;
  • insegnargli sempre a guardarsi attorno, osservare il mondo che scorre fuori dal finestrino (le montagne, il mare, le case particolari…) un modo per conoscere il territorio, non solo per intrattenerlo.

Questi sono solo alcuni spunti, che andranno personalizzati in base all’età ed agli interessi del bimbo: se per esempio ama le macchine, si possono osservare e contare quelle che passano a fianco; se ama i dinosauri, si possono inventare storie e indovinelli a tema.

Viaggi in auto con bambini

Il genitore che viaggia da solo col bimbo, dovrà rimanere ovviamente concetrato alla guida, ma ciò non toglie che possa cantare, parlare e coinvolgere continuamente il bimbo per non farlo annoiare.

4) Fare soste quando serve

A seconda del momento e della durata del viaggio, sarà importante pianificare le soste ed organizzarsi di conseguenza. Se si prevede di fermarsi per pranzo, si potrà cercare un autogrill o un ristorante. Noi in genere ci organizziamo con panini e snack, così possiamo fermarci in qualsiasi momento, indipendentemente dal punto in cui ci troviamo. E’ comunque indispensabile avere sempre con sè qualcosa da mangiare e da bere.

Se il bimbo ha voglia di sgranchirsi le gambe, una sosta in un bel parco giochi o altra area verde sarà sempre la cosa migliore.

E la pipì? Finchè portano il pannolino, no problem! Durante lo spannolinamento (e anche dopo) sarà utile avere con sè un vasino da viaggio da usare in caso di emergenza!

Viaggi in auto con bambini: il concorso di Europcar

myeuropacarroadtrip
Foto di Europcar

Se questi consigli vi sono stati utili e vi sentite pronti a partire per il vostro viaggio on the road con tutta la famiglia, allora ho una bella notizia per voi: quest’estate potete vincere niente meno che un giro del mondo con Europcar e una video camera Theta.

Conoscete sicuramente Europcar, uno dei più noti autonoleggi a livello mondiale. Noi la conosciamo bene, visto che ci ha fatto compagnia in diversi viaggi on the road, come quello in Sicilia o quello a Mauritius!

Per l’estate 2015 Europcar ha lanciato la campagna #MyEuropcarRoadTrip: un concorso a cui possiamo partecipare tutti, in modo molto semplice. Come?
E’ sufficiente che:

  1. scattiamo una foto con lo smartphone o registriamo un video, riprendendo un momento divertente durante un viaggio on the road
  2. carichiamo la foto su instagram  > Europcar su Instagram o facebook > Europcar su Facebook < o sul sito di Europcar > Europcar Road Trip < usando l’hashtag #MyEuropcarRoadTrip;
  3. invitiamo i nostri amici a votare la nostra foto (e partecipare a loro volta al concorso)

Chi ha scattato la foto più votata, vincerà un road trip attorno al mondo con Europcar!

I 75 successivi classificati vinceranno una videocamera Theta, mentre per i primi 500 classificati ci sarà un premio di consolazione: una stampa della propria foto

C’è tempo fino al 28 agosto 2015 per postare le foto e farsi votare.

Tutti i dettagli sono sul sito > MyEuropcarRoadTrip

Milly
[testi e fotografie di Milena Marchioni]

 

Se ami i viaggi on the road, leggi anche qui:

  1. Bambini e mal d’auto: come prevenire e gestire la cinetosi
  2. Viaggio lungo con bambini: come siamo sopravvissuti a 18 ore di viaggio (e 6 di fuso orario)
  3. Stati Uniti on the road con bambini: un sogno che si realizza
  4. Sicilia on the road con bambini in primavera: i pro e i contro
  5. Portogallo per bambini: mamma e bimba on the road!

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

  • Reply Ilaria

    aaaaaa il tuo post capita giusto a fagiolo Milly! Noi quest’estate dal Veneto ci dirigiamo in Calabria… 1.200 km di viaggio con due puffi di 5 e un anno e mezzo …per la più piccola nessun problema “nanna” vista la comodità del seggiolino reclinabile…ma per il più grande che ha la seduta con lo schienale rigido non riusciamo a tirar fuori una soluzione comoda per farlo dormire senza fargli ciondolare la testa…qualche dritta?
    Grazie!

    • Reply * Milly Marchioni *

      eh, lo so… quando lei deve dormire io mi metto al suo fianco con un piccolo cuscino sulla spalla, in modo che si possa appoggiare… prova così, oppure con un super cuscino tra la testa e il finestrino… finchè la strada è dritta la testa sta ferma 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *