Parco avventura a Reggio Emilia: alla scoperta del Parco Matildico

Se siete alla ricerca di un’idea weekend da trascorrere con i bambini all’insegna della natura e del divertimento, il Parco Matildico (Reggio Emilia) è quello che fa per voi.

Dopo aver tanto sentito parlare di questo parco avventura, qualche settimana fa ho finalmente avuto l’occasione di conoscerlo anch’io, assieme alle amiche Mary di Playgroundaroundthecorner e Cristina di Crinviaggio.

Parco avventura a Reggio Emilia -noi

In realtà ho scoperto in quell’occasione che chiamarlo “parco avventura” è decisamente riduttivo, poichè il Parco Matildico offre molto più sia ai bambini che agli adulti.

Vi presento il Parco Matildico

Il Parco Matildico si trova in provincia di Reggio Emilia: pur essendo a pochi km dalla città, si tratta di una località collinare completamente immersa nella natura, dove le strade trafficate e lo stress cittadino sono solo un ricordo lontano.

Parco avventura a Reggio Emilia -bordo lago

Nato dal sogno del signor Benassi di realizzare un parco dove poter vivere a contatto con la natura e alla (ri)scoperta dell’antica civiltà contadina, il Parco Matildico è stato inaugurato nel 2007, dopo diversi anni di lavori grazie ai quali l’area è stata ripulita e organizzata al meglio per accogliere chiunque desideri vivere una sana e divertente giornata all’aperto… o addirittura una vacanza!

Sì perché all’interno dei 400mila metri quadrati del parco sono presenti anche dei bungalows e delle stanze dove è possibile alloggiare.

Parco avventura a Reggio Emilia -casette

…immersi nel verde delle colline reggiane, è un po’ come vivere un’esperienza “fuori dal mondo”, circondati solo dal cinguettio degli uccellini, dal rumore dei ruscelli che scorrono e dai versi degli animali che vivono nel parco.

Non a caso il motto del Parco Matildico è:

Chiudi gli occhi, ascolta il respiro della natura

Per i più romantici all’ascolto, sappiate che dentro al parco è anche possibile organizzare matrimoni “in stile americano”, con l’altare posto sul manto erboso a fianco del torrente…

Inutile dire che il parco è meta perfetta anche per le gite scolastiche, poichè qui si possono sperimentare tante conoscenze acquisite sui libri, toccando con mano una biodiversità molto ricca (è anche presente un’aula didattica) e potendo ammirare da vicino piante, animali e un ampio repertorio di antichi attrezzi nell’angolo dedicato al Museo della Civiltà Contadina.

Parco avventura a Reggio Emilia -attrezzi

Una giornata nel Parco Parco avventura a Reggio Emilia

Se siete invece alla ricerca di un’idea per trascorrere una giornata diversa dal solito, tra giochi, ponti sospesi, passeggiate e albering, le attrazioni per i bambini sono davvero tante e avrete un unico problema da affrontare alla sera: riportare a casa i bambini!

Parco avventura a Reggio Emilia -foto di gruppo

Noi ci siamo rimasti per 8 ore e, nonostante la stanchezza per le numerose attività e avventure in compagnia, i bimbi non ne volevano sapere di andarsene…

Ecco qui le 5 cose che più ci sono piaciute del Parco Matildico.

Fare un giro in canoa sul lago

Parco avventura a Reggio Emilia -canoe

L’ampio Parco Matildico si sviluppa attorno ad un bel lago naturale, nato negli anni 20 del secolo scorso, immerso nel verde.
Oltre a poter ammirare le anatre e i cigni che ci nuotano dentro, è possibile noleggiare una canoa e farsi una bella pagaiata lungo le sue rive, per poter osservare il parco ed i suoi abitanti da un punto di vista diverso. Non ci sono infatti solo i vari volatili a popolare lo specchio d’acqua, ma anche tanti pesci e tartarughine…inutile dire che si tratta di uno spasso per i bimbi!

Passeggiare lungo i sentieri…e sul ponte sospeso

Attorno al lago e lungo tutto il Parco, si snodano diversi itinerari tematici (quello delle acque, per esempio, o quello dededicato alla biodiversità vegetale, con tutti i cartelli esplicativi delle varie specie presenti), percorribili anche con bambini (solo in parte sono accessibili con passeggino).

Parco avventura a Reggio Emilia -passeggiata

Il punto che più ci ha emozionato è stato certamente il lungo ponte sospeso che attraversa il lago da un lato all’altro. Ci è sembrato un po’ di tornare in Costa Rica, quando abbiamo scoperto questo modo alternativo di vivere la natura, dall’alto.

Un ponte protetto su entrambi i lati, quindi sicuro, che garantisce divertimento e un po’ di brividi “dondolanti” a piccoli e grandi camminatori.

Parco avventura a Reggio Emilia -ponte

 

Giocare nei playground del Parco

Parco avventura a Reggio Emilia -giochi

Nel parco ci sono ovviamente vari punti dedicati al gioco: quello più grande si trova vicino al lago, nei pressi del recinto con le caprette: altalene, giostrina e anche un angolo per i giochi con la sabbia, in compagnia di Biancaneve e dei 7 nani. Un altro playground si trova invece nei pressi del ristorante.

Vedere tanti animali

Parco avventura a Reggio Emilia -cigno

Dalle papere al cigno nel lago, dal pavone ai maiali, dai cavalli agli asinelli, dalle caprette al tacchino…al Parco Matildico non mancano certo le possibilità di conoscere nuovi amici a 2 o 4 zampe! In ogni angolo del parco, le possibilità di far divertire i bambini con gli animali sono davvero tante!

.

Passeggiare tra gli alberi, appesi ad un filo!

Dulcis in fundo, l’attrazione maggiormente apprezzata dalla nostra Amanda, nonchè vero fulcro del “parco avventura” è stata certamente quella dei percorsi sospesi tra gli alberi.

Attrezzati con caschetto, imbracati in stile arrampicata e dotati dei moschettoni da agganciare ai cavi tirati tra gli alberi, i nostri piccoli scalatori hanno vissuto per la prima volta l’emozione di passeggiare su ponti stretti e pericolanti, nonché di lanciarsi nel vuoto da un albero all’altro.

Si tratta ovviamente di percorsi super protetti e in completa sicurezza, di diversa difficoltà e altezza a seconda dell’età/abilità dei bambini: dopo una prima lezione introduttiva da parte degli istruttori…

Parco avventura a Reggio Emilia -istruzioni

…i bambini vengono accompagnati alla scoperta dell’itinerario loro riservato tra gli alberi e, dopo un paio di giri, possono gestirsela in completa autonomia, tra ponti e brevi zip line, con mamma e papà ai loro piedi a tempestarli di foto! 😉

Parco avventura a Reggio Emilia -albering

Inutile dire che, al termine dell’attività dei bambini, i papà non hanno resistito e si sono anche loro cimentati nell’adrenalinico itinerario per adulti, con tanto di lunga zip line sul lago!

Parco avventura a Reggio Emilia -zip line

Il Parco Matildico: qualche informazione pratica

Il parco si trova in via Lolli, 45 – Montalto – Vezzano sul Crostolo, a 25 km da Reggio Emilia, ed è aperto sabato, domenica, ponti e festivi dal 26 Marzo a fine Ottobre (salvo prenotazioni in esclusiva); nel periodo estivo è aperto anche dal mercoledì al sabato.

Le informazioni e le riportate sul sito > Parco Matildico

All’interno del parco è possibile consumare i propri pasti nelle apposite aree pic nic o sul prato e sono a disposizione anche dei barbecue per grigliate fai da te. In alternativa, è presente un ristorante self service, semplice ma con una buona cucina, con tavoli interni ed esterni: noi ci siamo goduti un buon pranzo sui tavoloni esterni, vicino agli animaletti che hanno intrattenuto anche i bimbi più piccoli nelle pause dalla pappa.

Se usate il passeggino, molte aree del parco non saranno raggiungibili (sentieri con scalini, per esempio) quindi è consigliabile, per i più piccoli, provvedere con altri mezzi di trasporto se si intende esplorare tutto il parco invece che godervi in pieno relax il lago e il prato attiguo.

All’attività di albering possono partecipare bambini dai 5 anni in su.

Per le altre aree del parco, dipende molto dalla propensione al cammino dei bimbi (poichè ovviamente nel parco ci si sposta a piedi), ma direi che 3 anni è l’età minima per poterselo godere appieno, con tutte le sue attrazioni. Con i bimbi più piccoli è comunque possibile godersi una giornata di relax e giochi (anche senza passeggiate o albering).

Portate con voi un cambio completo (scarpe comprese) per i bimbi, ma anche per voi se temete di avere freddo nel caso in cui, malauguratamente, doveste bagnarvi con l’acqua del lago (per esempio durante il giro in canoa) o lungo uno dei ruscelli presenti.

 

parco matildico reggio emiliaPer finire, una curiosità: il simbolo del parco rappresenta una civetta porta fortuna vestita da Matilde di Canossa (che in queste zone usava soggiornare) che tiene in mano pungitopo, pianta tipica di queste parti.

 

 

 

Milly
{testi e fotografie di Milena Marchioni}

 

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Parchi da visitare con bambini
  2. Parco Giardino Sigurtà con bambini
  3. Weekend al Lago di Garda con bambini

.

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *