Cappadocia con bambini: viaggio alla scoperta della Turchia

Oggi voliamo in Turchia con Tiziana per rivivere il suo magico viaggio in Cappadocia di qualche anno fa, con le bimbe di 3 e 6 anni: ecco il suo itinerario tra chiese rupestri, città sotterranee, comignoli delle fate e voli in mongolfiera!

 

La Cappadocia, nell’Anatolia centrale, è caratterizzata da un paesaggio di tufo eroso che ha creato formazioni rocciose peculiari, tra cui i coni sormontati da grandi massi detti “comignoli delle fate”.
È una zona servita regolarmente da autobus e voli: la nostra scelta è stata quella di prendere un volo interno operato dalla compagnia di bandiera Turkish Airlines da Istambul a Kayseri, e da lì affittare un auto (compagnia Budget) per godere della massima flessibilità. Da Kayseri ci siamo spostati nella località di Goreme, una piccola cittadina dove abbiamo fatto base per visitare la zona circostante nei 4 giorni successivi.

Cappadocia con bambini - Turchia con bambini

 

Cappadocia con bambini: Goreme, la nostra base

DORMIRE A GOREME

Goreme vive grazie al turismo, per questo motivo le sistemazioni sono molte e per tutte le tasche. Noi, dopo qualche indecisione iniziale, abbiamo deciso di soggiornare in un albergo con camere di tufo e precisamente al Flintstone Cave Hotel, prenotato su booking, dove ci siamo trovati benissimo! Le camere di tufo sono davvero particolari, scavate nella roccia, i dubbi erano legati al fatto che in alcuni blog avevo letto essere stanze molto umide, ma per noi non è stato così, anzi erano belle fresche dopo il caldo esterno di agosto. Inoltre abbiamo apprezzato tantissimo l’atmosfera originale della camera-caverna arredata di tutto! L’albergo ha inoltre una bella piscina che con le bimbe ho trovato indispensabile per rinfrescarci nel tardo pomeriggio dopo aver girato tutto il giorno.

MANGIARE A GOREME

Anche a livello di pranzi e cene non abbiamo avuto problemi: a Goreme, come in tutta la Turchia, si trova sia dell’ottimo cibo take away sia il ristorantino con i piatti tipici della regione.

COSA FARE A GOREME

Le cose da fare e da vedere sono molte. Noi siamo stati ad agosto che è un mese molto caldo e a posteriori forse sarebbe stato meglio fermarsi 1-2 giorni in più per potersi muovere con più tranquillità. Nonostante questo, le bambine sono state brave e siamo riusciti a visitare tutto quello che ci eravamo prefissati.

È meglio non portare il passeggino in quanto, considerando i sentieri e gli sterrati che si percorrono a piedi, risulterebbe scomodo, si può invece optare per lo zainetto. Benedetta aveva 3 anni quindi troppo pesante anche per quello: nonostante questo, un po’ con le sue gambette e un po’ sulle spalle del papà ce la siamo cavate lo stesso. Viste le temperature diurne occorre sempre avere dell’acqua a disposizione e un abbigliamento leggero, ricordiamoci però che siamo intorno ad un’altitudine di 1000 mt quindi è necessario avere anche una felpa e una giacca leggera per la sera.

Cappadocia con bambini - Turchia con bambini

Cappadocia con bambini:
cosa abbiamo visto

 

MUSEO ALL’APERTO DI GOREME

La valle di Goreme ospita la più grande concentrazione di cappelle e monasteri scavati nella roccia, risalenti al periodo bizantino e che vantano al loro interno splendidi affreschi. Il museo all’aperto, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’umanità, è meraviglioso non solo per le antichissime Chiese che ospita ma anche per lo spettacolare paesaggio circostante in cui è inserito. Visitarlo con le bambine è stato facile in quanto è un luogo aperto dove potevano muoversi liberamente e la particolarità degli edifici, scavati nella roccia, ha affascinato tutti.

L’ingresso e il parcheggio sono a pagamento e per raggiungerlo occorre passare a piedi in mezzo ai tipici negozi di souvenir e baretti. Volendo è possibile anche fare il giro in dromedario ma noi siamo passati oltre.

Goreme - Cappadocia con bambini - Turchia con bambini
Museo all’aperto di Goreme

 

CITTA’ SOTTERRANEA DI DERINKUYU

Pare che in Cappadocia ci siano moltissime città sotterranee ma solo poche di esse siano state esplorate. Se non soffrite di claustrofobia questa sarà sicuramente un’esperienza particolare per i vostri piccoli esploratori! Derinkuyu è una delle più grandi e pare che ospitasse circa 20.000 abitanti, si estende su 8 livelli fino a 85 mt di profondità ma solo i primi 4 livelli sono aperti ai turisti… vi assicuro che sono sufficienti per farsi un’idea di come si viveva qui! Pazzesco pensare che sotto terra ci fossero locali adibiti a cucine, chiese, stalle e stanze!!
La città sotterranea si può facilmente inserire prima della visita alla valle di Ihlara in quanto si trova lungo il percorso arrivando da Goreme.

 

VALLE DI IHLARA

Si trova a circa un’oretta di macchina da Goreme ed è un’escursione davvero interessante, abbinabile alla visita della città sotterranea di Derinkuyu. La valle è di fatto un canyon lungo una quindicina di km in cui scorre il fiume Melendiz. La parte principale della valle si trova tra il villaggio di Selime a nord e la cittadina di Ihlara a sud, non è necessario percorrerlo tutto e noi lo abbiamo trovato perfetto da fare con i bambini! Il paesaggio è infatti insolito rispetto al resto della Cappadocia. Il sentiero è facile da percorrere, costeggia il fiume in fondo al canyon ed è caratterizzato da piante verdi che rinfrescano e ombreggiano la strada.

Ihlara con bambini - Cappadocia con bambini - Turchia con bambini
Ihlara

In questa valle vivevano i monaci bizantini ed è per questo che lungo il percorso, nelle pareti verticali del canyon, si trovano chiese rupestri, cappelle, monasteri, grotte di eremiti e buchi che erano destinati ai piccioni, usati in quel periodo come messaggeri. Solo una piccola parte delle chiese scavate nelle pareti sono visitabili e per raggiungerle i sentieri prevedono un bel numero di gradini, un po’ faticoso ma se ce l’abbiamo fatta noi con una bimba di 3 anni vuol dire che con un po’ di impegno è fattibilissimo. La bellezza del paesaggio circostante ripaga inoltre di tutto.

Lungo il sentiero ci sono diversi punti di ristoro, dove si può mangiare: questi ristorantini sono particolari perché costruiti su piattaforme direttamente sul fiume, arredati con tavoli bassi e grossi cuscini dove si mangia al fresco del bosco, inutile dire che questa soluzione è piaciuta moltissimo alle bambine.

Ihlara - Cappadocia con bambini - Turchia con bambini
Punti ristoro Ihlara

 

LOVE VALLEY + RED e ROSE VALLEY

Sono dei facili trekking che si trovano vicino a Goreme, nella zona nord del paese, e che possono essere fatti anche con i bambini, decidendo eventualmente di percorrerne solo una parte come abbiamo fatto noi!

La Red e Rose Valley sono caratterizzate da strane rocce con colori che passano dal bianco, al rosso e al rosato, da qui il loro nome! A volte l’inizio dei percorsi non è ben segnalato ma troverete sempre qualcuno che vi darà una mano o che vi si proporrà come guida come è capitato a noi.

La Love Valley invece è caratterizzata da enormi comignoli delle fate che si innalzano nell’intera vallata e che ricordano delle forme falliche… da qui il nome della valle… ma questo non lo abbiamo detto alle bambine! 😉

Love Valley - Cappadocia con bambini - Turchia con bambini
Love Valley

 

VISITA ALLA FABBRICA DI TAPPETI

È una cosa un po’ turistica ma noi l’abbiamo trovata molto interessante, soprattutto per le bambine. La guida improvvisata che avevamo incontrato nella Rose Valley ci aveva anche accompagnato ad una fabbrica di tappeti a Goreme. Inizialmente ero molto scettica perché ricordavo l’esperienza delle guide locali marocchine che cercavano di portarci in diversi negozi dove sicuramente avevano la commissione sulle vendite, ma in realtà mi sono dovuta ricredere! Certo alla fine del giro c’era anche il negozio dei tappeti, ovviamente senza nessun obbligo di acquisto, ma quello che ci ha piacevolmente colpito è stato il prima, l’incontro con le tessitrici che ci hanno fatto vedere come nasce un tappeto, partendo dal baco da seta che le bambine hanno potuto vedere e toccare, fino alla formazione del filo, tintura e infine tessitura. Il responsabile del giro parlava un perfetto italiano e ci ha anche spiegato la differenza di prezzo tra i diversi tappeti dovuta al numero di nodi, alla complessità del disegno e al materiale utilizzato. Anche senza acquisti basta lasciare un’offerta libera. I turchi tra l’altro con i bambini sono davvero cordiali e, avendo finito il giro ben dopo l’ora di pranzo, il responsabile ci ha invitato a mangiare con lui direttamente alla mensa aziendale, un gesto davvero molto carino e non dovuto.

Cappadocia con bambini - Turchia con bambini

SORVOLO IN MONGOLFIERA

È una delle attività più popolari della Cappadocia. Quando siamo andati noi il costo si aggirava intorno ai 150 euro a testa e i bambini fino a 6/7 anni non pagavano. Ma prima di decidere valutate bene se valga la pena portarli. Per questioni di sicurezza il cestello è infatti molto alto, quindi io e mio marito abbiamo deciso di alternarci su 2 giorni e di portare solo Anna che a quei tempi aveva appunto 6 anni, lasciando invece Benedetta di 3 anni in albergo a dormire con uno di noi. Direi che è stata la scelta migliore, Anna riusciva appena appena, con la sua altezza, a vedere, Benedetta avrebbe dovuto stare in braccio e non sarebbe stato prudente!

mongolfiera con bambini in cappadocia- turchia con bambini
Detto questo, noi abbiamo organizzato il tutto direttamente con il nostro albergo. Si parte alla mattina prestissimo, verso le 4.30, quando un pulmino viene a prenderci e ci porta in un centro di raduno a Goreme dove ci offrono la colazione. Dopodiché vengono chiamati i gruppi e si parte per la piana di decollo.

Veloce discorso sulle norme di sicurezza e sulle manovre di atterraggio (proteggete bene la macchina fotografica perché io l’ho rotta con un colpo visto l’atterraggio non proprio delicato… la mongolfiera non atterra in verticale ma la maggior parte delle volte il cestello si rovescia di fianco!)e poi via, si parte!

Che dire?! È stata un’esperienza magica!!!
Una volta decollati e spenta la bombola che alimenta il pallone, rimane solo il silenzio rotto dal vento leggero, sotto di noi un panorama mozzafiato che cambia colore man mano che il sole sorge. Farlo con la mia bambina poi ha reso tutto ancora più bello. Per noi era la prima volta che salivamo su una mongolfiera e abbiamo continuato a parlarne per giorni.

Mi raccomando copritevi bene perché fino a che non sorge il sole la temperatura è davvero fresca.

mongolfiera con bambini in cappadocia - turchia con bambini

 

UCHISAR

Si trova solo a pochi km da Goreme ed è famosa per il suo castello, un’alta formazione di roccia vulcanica con gallerie e finestre da cui si gode di un ottimo panorama sulla regione sottostante. È un luogo molto affascinante accessibile a pagamento e tenendo però sempre un occhio sui bambini. Anche il paesino è carino, vi consiglio di visitarlo nel tardo pomeriggio come abbiamo fatto noi, fare un giretto tra le bancarelle del centro che vendono i prodotti locali e poi fermarsi per cena. Di sera, tornando verso Goreme, è bellissimo accostare al lato della strada e guardarsi indietro in quanto Uchisar, con le sue mille luci, assomiglia proprio ad un presepe.

 

Tiziana

{testi e fotografie di Tiziana Balatti}
{foto di copertina di Muratart via Shutterstock}

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER

Dai un’occhiata anche qui:

L'autrice: Tiziana

Tiziana

Mamma di Anna, classe 2007, e Benedetta, classe 2010. Io e papà Fabio siamo viaggiatori da sempre e, con l’arrivo delle bimbe, non abbiamo fatto altro che continuare questa nostra grande passione cercando di trasmetterla a loro. Per noi ogni motivo è buono per partire alla scoperta di qualcosa di nuovo, che sia un paese lontano, una città o semplicemente una gita fuori porta. Scoprire il mondo con le nostre piccole donne è ancora più bello ed è fantastico vedere come si trovano a loro agio in qualsiasi situazione! In un mondo che cambia alla velocità della luce crediamo che questo sia un grandissimo regalo che le aiuterà ad affrontare al meglio il futuro, sempre nel rispetto del diverso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *