Bimbi in barca: dieci mosse per una crociera perfetta

Portare i bimbi in barca? Noi non vediamo l’ora, anche se i dubbi in materia sono sempre tanti… Ci viene in aiuto Marco, che ha fatto della sua passione per le barche una professione.

Un luogo comune vuole che le vacanze in barca non siano adatte ai bambini perché pericolose e complicate.
Una semplificazione che non trova nessun riscontro pratico nella realtà.
Ad esempio, in cosa una vacanza in barca dovrebbe rivelarsi più pericolosa di una giornata al mare su una spiaggia molto affollata?

In questo post voglio spiegarvi quali accorgimenti adottare per aggirare ogni impedimento e preoccupazione per la sicurezza dei più piccoli in barca.

Bimbi in barca: quali accorgimenti?

Bimbi in barca crociera perfetta

Vediamo quali sono 10 importanti accorgimenti per proteggere la salute dei bambini, per farli divertire e per vestirli in modo adeguato.

  1. Assicuratevi di avere con voi la crema solare. Per bambini fino ai 14 anni o in generale per bambini con pelle molto chiara, ricordatevi che la crema non deve avere una protezione inferiore ai 50+. Controllate che protegga non soltanto dai raggi UVB ma anche da quelli UVA; navigare vuol dire rimanere prolungatamente esposti al sole e preservare la pelle da possibili ustioni o eritmi è fondamentale.
  2. Il tendalino è uno dei fattori determinanti della qualità della vita a bordo perché permette di creare larghe zone d’ombra dove potersi intrattenere. Una barca a vela solitamente non ha molte coperture ed è per questo che è preferibile che sia dotata di un tendalino di tipo bimini che può rimanere sempre aperto anche quando si è in navigazione. Nel caso in cui la barca non abbia uno di tipo bimini è opportuno informarsi se è equipaggiata almeno con un tendalino da fissare (ad esempio due teli che riescano a coprire tuga e pozzetto). Se navigate su una barca a motore o su un gommone, invece, il consiglio è sempre quello di informarvi prima di partire. Restare per molte ore in mezzo al mare senza un’adeguata copertura dal sole può essere pericoloso non solo per la salute dei più piccoli ma anche per la vostra.
  3. Le draglie di entrambi i bordi della barca devono essere protette da una rete in poliestere così da evitare che i bambini possano cadere in acqua. Questo tipo di protezione è utile anche se a bordo con voi ci sono degli amici a quattro zampe.
  4. Se i bambini che avete sono molto piccoli e ancora non camminano, per farli star comodi e lasciarli giocare in tutta serenità oppure per essere più liberi voi stessi durante le manovre di ormeggio (che solitamente richiedono la collaborazione di tutto l’equipaggio) potete costruigli un piccolo box adattato agli spazi delle cabine.
  5. Comprate un pannello di poliuretano espanso (gomma piuma), scegliete il posto che credete il più adatto e sicuro e costruite ad hoc un piccolo lettino con adeguate pareti. Il bambino potrà stare lì con i suoi giochi senza correre il pericolo di farsi male.
  6. Potete adottare un accorgimento simile anche per la sicurezza del loro sonno. Se, ad esempio, li mettete a riposare in una cabina matrimoniale, potere dividere il letto a metà attraverso un telo antirollio che fisserete alla base del materasso fino al cielo della tuga così che il bambino non rotoli da una parte all’altra durante la navigazione. Lo stesso può farsi se il letto in cabina è singolo e ha un lato senza una parte protettiva: questa soluzione gli eviterà le cadute.
  7. Tra le attività più divertenti e stimolanti per i bambini in crociera su una barca ci sono, ovviamente, i giochi gonfiabili. Forme diverse e colorate, animaletti simpatici per poter sguazzare in acqua. Per intrattenerli potete anche parlare loro della flora e della fauna marina, delle stelle e di tutto quello che popola e anima il mare. Per i bambini di pochi mesi, invece, potete gonfiare un piccolo canotto che riempierete d’acqua e che collocherete nel pozzetto. Vostro figlio potrà divertirsi restando al fresco e ben protetto dal sole.
  8. L’abbigliamento da portare in barca è lo stesso di quello per andare al mare: pantaloncini, magliette, berretti. In più è opportuno che i più piccoli indossino delle scarpette (non infradito) così che possano muoversi liberamente senza farsi male ai piedi.
  9. Accertarsi prima della partenza che ogni cabina abbia le zanzariere per gli oblò. Questo vi permetterà di far arieggiare l’ambiente e mantenerlo fresco senza la fastidiosa presenza delle zanzare.
  10. In ultimo, portate con voi una buona scorta di sacchetti di plastica. Se i bimbi hanno ancora il pannolino sarà vostra premura conservare quelli sporchi ben sigillati in due sacchetti e, preferibilmente, riporli in un gavone lontano dalle radiazioni del sole che ne aumenterebbe il cattivo odore.

Vedete, alla fine i consigli sono davvero semplici e, una volta preparate queste poche cose, non resta altro che….imbarcarsi!

Bimbi in barca crociera perfetta

Ora però serve il vostro aiuto: chi ha esperienze di bimbi in barca e ha voglia di aggiungere altri consigli alla lista?

Marco
[Testi e fotografie di Marco di Barcheyacht.it]
(L’immagine di copertina è tratta dall’originale di Rabendeviaregia con licenza Creative Commons)

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

 

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER

 

Potrebbero interessarti anche:

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *