Consigli per neocamperisti: rispondiamo a qualche FAQ

[BIMBI E CAMPERLa nostra mamma camperista Stefania risponde ad alcune semplici domande sui viaggi in camper e raccoglie tanti utili consigli per neocamperisti.

Qualche giorno fa, alcuni nostri amici ci hanno chiesto dei consigli per organizzare la loro prima vacanza in camper, ponendoci delle domande che ai veterani delle vacanze en plein air potranno sembrare banali, ma non lo sono affatto per chi è a digiuno in materia!
Da qui nasce l’idea di questo post.

Ecco di seguito le domande dei nostri amici “camperisti per caso” (così si sono definiti) e le nostre risposte.

Consigli per neocamperisti: quanto tempo ci vuole per caricare il camper?

Inutile negarlo: caricare il camper richiede tempo, soprattutto se intendete farlo con un certo criterio. E il mio consiglio è proprio di farlo così, poichè vi semplificherà notevolmente la vita una volta giunti a destinazione. L’ideale sarebbe avere a casa il camper almeno 2/3 giorni prima della partenza.
Ovviamente i tempi cambiano notevolmente a seconda che il camper sia a noleggio o di proprietà.
Per chi possiede il camper, come nel nostro caso, la preparazione è più semplice, in quanto il camper è sempre fornito dei generi di prima necessità: pentole, stoviglie, nonché coperte, lenzuola e cuscini.
Per chi si rivolge al noleggio, consiglio di verificare bene l’equipaggiamento del camper: a volte lo consegnano vuoto (e quindi i tempi di preparazione si allungano molto), a volte è già equipaggiato con vettovaglie e biancheria.

idee weekend in camper Consigli per neocamperisti

Come procedere per caricare il camper?

L’interno del camper è provvisto di una serie di scompartimenti, la cui ubicazione e capienza dipendono molto dal modello.
In linea generale troverete una serie di pensili e armadietti per la dispensa e le attrezzature per la cucina, armadi per i vestiti e pensili vari.
3 semplici consigli per caricare il camper:

  • preferite sempre la plastica ai contenitori di vetro
  • evitate di stipare bagagli nei letti perché in caso di una frenata forte, potrebbero cadere o addirittura finirvi addosso
  • tutto quello che non ci sta all’interno del camper, può essere messo nel gavone (immaginate un enorme bagagliaio).

Consigli per neocamperisti con bambini: è meglio viaggiare di giorno o di notte?

Viaggiare di sera/notte offre innumerevoli vantaggi e noi, quando vogliamo “macinare km”, partiamo dopo cena.
Le bambine si addormentano in breve tempo e una volta raggiunta la tappa prefissata, non facciamo altro che trasportarle nei loro lettini.
Mi raccomando però, i bambini devono assolutamente viaggiare allacciati ai loro seggiolini anche in camper!
Fare tanta strada di giorno in genere è più impegnativo ma questo è molto soggettivo e dipende sempre dal livello di sopportazione dei vostri bimbi. Sicuramente in camper è più facile intrattenere i bambini e la novità di viaggiare in una “casa con le ruote” li rende entusiasti e felici.

camper con bambini Consigli per neocamperisti

Una volta arrivati a destinazione, si può spostare il camper per fare un’escursione?

La risposta è no. Non perché sia impossibile ma perché non è per niente pratico. Installarsi su una piazzola richiede un minimo di lavoro: stabilizzare il camper, mettere le protezioni per il sole o per il freddo, aprire il gas, allacciarsi alla corrente, aprire il tendalino e organizzare la veranda … insomma sbaraccare e reinstallarsi per una gitarella di un giorno sarebbe una gran fatica!

Consigli per neocamperisti: come pianificare le attività durante la vacanza?

Bisogna sempre tenere a mente che una volta giunti a destinazione non avremo la macchina per spostarci. Noi preferiamo scegliere mete con tutte le comodità a portata di bici! Se abbiamo intenzione di visitare luoghi o città, ci informiamo prima e generalmente ci muoviamo con i mezzi pubblici.

Consigli per neocamperisti

Se mi fermo per una breve sosta, dove posso parcheggiare il camper?

Il camper può essere parcheggiato come un normalissimo autoveicolo a meno che non ci siano dei divieti espliciti. Unica accortezza da adottare è quella di non accamparsi, ovvero è severamente vietato aprire il tendalino (ovviamente!) e tenere il gradino abbassato per scendere e salire.

 

Ecco le mie risposte alle domande dei nostri amici…se avete altri dubbi, sono disponibilissima a condividere la nostra esperienza per dare altri utili consigli a chi si sta avvicinando al magico mondo del plein air.

 

Stefania
(alias Mamma Orsa Curiosona)

 

Potrebbero interessarti anche:

  1. Noleggio camper per famiglie in Italia e nel mondo: i consigli degli esperti
  2. Camper con bambini: idee per un weekend al mare in primavera
  3. In camper con bambino: diario di viaggio tra Umbria, Toscana, Lazio
  4. Viaggi in campeggio con bambini: consigli pratici per gli acquisti (e non solo)

>>> camper con bambiniLEGGI TUTTI I NOSTRI POST SUI VIAGGI IN CAMPER CON BAMBINI <<<

 

 

L'autrice: *Stefania*

Mamma di due bellissime bambine di 3 e 1 anno. Assieme a loro condivido la passione di famiglia per i viaggi in camper. Adoro progettare le vacanze nei minimi dettagli e ogni volta ci sentiamo dei piccoli esploratori alla ricerca del tesoro perduto!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *