New York con bambini: tra shopping e attrazioni baby friendly

Dalle pasticcerie ai grandi outlet, dai musei agli skyline…Ecco le nostre mirabolanti avventure nella magica New York con bambini. Flavia, Elena e Francesca ci raccontano la Grande Mela a misura di baby viaggiatore!

 

New York è tendenzialmente una città molto facile da vivere con bambini perché, volendo, si può arrivare ovunque a piedi. E’ difficile perdersi e comunque ogni angolo di Manhattan è raggiunto da una metropolitana, quindi scorrazzare in giro per la città con un bambino piccolo non dà alcun problema.
Unica difficoltà che si può incontrare, avendo un passeggino, è che qualche fermata è priva di ascensore e quindi bisogna caricarsi in spalla i 4 ruote! E guai ad intralciare il frenetico “entra ed esci” perché qualcuno potrebbe anche arrabbiarsi!

Flavia

Una premessa per me è d’obbligo quando parlo di New York: è stato il primo viaggio intercontinentale con mio marito (allora fidanzato) ed è il luogo dove ho ricevuto la proposta di matrimonio. Per me New York è inevitabilmente sinonimo di Magia.
Detto questo, è una città splendida anche per un bambino poiché migliaia sono le cose da fare e le attrazioni da vedere.
Ogni angolo è degno di essere visitato in Manhattan e la città può essere esplorata a piedi, quindi…armatevi di passeggini o zainetti, e via alla scoperta della Grande Mela.

Elena

New York è una città incredibilmente interessante per i bambini, sopratutto per i più grandicelli! Noi non abbiamo (ancora) avuto modo di visitarla con Lorenzo ma nel mio ultimo soggiorno dello scorso Giugno 2013 ho potuto fare una mini lista di posti da visitare con lui…

Francesca

New York con bambini-passeggiata

New York con bambini: dove soggiornare

Ogni zona di Manhattan è adatta. Indubbiamente le zone di Time Square e Central Park sono più comode per spostarsi a piedi ma soggiornare a Soho o Tribeca come un vero Americano sarà un’esperienza esilarante. Una delle zone che magari eviterei è quella di Wall Street perché, come tutti i quartieri finanziari, è un po’ più “fredda”, anche se resta comunque bellissima.

New York con bambini-gaia

Valutate l’idea di affittare un appartamento perché, oltre ad essere conveniente, è anche un bellissimo modo per esplorare New York con bambini. Consente inoltre di preparare i pasti dei bimbi in fase di svezzamento, che potrebbero trovare troppo pesanti i piatti tipici americani, spesso troppo ricchi di salse ed aglio rispetto ai gusti cui siamo abituati.

Per fare la spesa, esistono molti supermercati dove si acquista il cibo a peso, indipendentemente da cosa si acquista. Frutta, pasta, carne hanno tutti lo stesso prezzo: per noi è senza dubbio più economico di qualsiasi altro ristorante e per i bambini è divertentissimo!

New York con bambini-Flavia

Alcuni posti, consigliati da Flavia, dove acquistare cibo “di un certo livello”:

  • Whole Food: ce ne sono diversi ma i miei preferiti rimangono quello di Union Square, dove (oltre alla spesa-forse un po’ cara..) si può fare uno spuntino sano e bere qualche centrifuga o caffè davanti la splendida vetrata che si affaccia sulla piazza, e quello di Columbus Circle, dove invece ci si può fermare per un pranzo con il self service di specialità da tutto il mondo!
  • Fairway: è il classico supermercato, con prezzi più umani e tantissimi prodotti freschi e per bambini! Ci sono una serie infinita di omogeneizzati (attenzione perché negli USA, per esempio, danno i frutti rossi anche nei primi mesi quindi meglio dare un’occhiata agli ingredienti)
  • Altri posti dove acquistare alimenti per bambini, pannolini, e tantissimi gadget/utensili per loro (che in Italia sognamo) sono: il Toys’r’us di Time Square, il Baby’r’us di Union Square e il Target che però non è molto vicino (dipende sempre da dove alloggiate!)

New York con bambini-negozi

New York con bambini: dove mangiare

Ecco i consigli di Elena su dove mangiare a New York:

  • Jackson Hole: l’hamburger e le patate migliori! Ce ne sono 5 o 6 a New York ma i più carini sono questi due: 232 East 64th Street oppure 232 East 64th Street
  • Pastis: è un locale francese, uno dei brunch più famosi, meglio evitare di presentarsi all’una perchè è stracolmo! By subway: Take the A, C, E, 1, 2, 3, 9 to 14th Street; L to 8th Avenue. Walk west to Ninth Avenue and 14th Street. Walk two blocks south on Ninth Avenue to Pastis
  • Corner Bistrot: si mangia nei piatti di carta e questo per un bambino è oltre ogni aspettativa! L’hamburger è buonissimo (anche se non come quello di Jackson Hole) e si spende poco. Greenw 331 W 4th
  • PJ Clarke’s 1884: è un posto storico, assolutamente da non perdere! Si trova all’incrocio della third A e dell 55th, ma l’indirizzo vero è : 915 Third Avenue
  • Nathans’ Famous: il primo hot dog inventato a New York? Beh, lo trovate proprio qui, a Coney Island
  • Alice’s Tea cup: è una sala da tè tutta in tema Alice nel paese delle Meraviglie. Per Clara che adora il Bianconiglio e il Cappellaio matto è il paradiso.
  • Magnolia Bakery: scontato ma è il posto più “dolcioso” della terra. Ogni muffin merita una visita. Una vera delizia!

New York con bambini-shopping

New York con bambini: lo shopping!

E’ ancora Elena a consigliarci sullo shopping…Lo Shopping è senza dubbio una parte molto importante di un viaggio a New York (con e senza bimbi) e potete farlo dove volete. Qui esiste tutto e se avete la fortuna di capitarci durante gli sconti, gli affari che si possono fare sono eccezionali.

Imperdibile il più grande outlet del New Jersey, il Jersey Gardens. Qui avrete l’imbarazzo della scelta: Neiman Marcus, Saks Fifth Avenue Off 5th, Abercrombie & Fitch, Tommy Hilfiger, Victoria’s Secret, Bath & Body Works e tante altre…

In New Jersey non vengono praticamente applicate tasse sui capi di abbigliamento e solo un 3,5% sugli altri prodotti, quindi si risparmia davvero tanto! Dal centro di New York è disponibile un servizio di navetta che porta fino all’outlet.

Avete voglia invece di uscire dai canoni del solito shopping? Brooklyn è il quartiere più cool. I negozi che troverete in questa zona sono quanto di più fashion voi possiate immaginare.

Se andate nel periodo di Natale, non perdetevi le vetrine animate di Macy e di Saks e ovviamente una pattinata nella pista da ghiaccio di Central Park!

New York con bambini-pattinaggio

5 cose da fare a New York con bambini

Ecco i la “Top Five” di Francesca:

  • American Museum of Natural History: il Dino Tour, con la collezione di fossili più ampia al mondo, è il massimo per un bambino in età scolare. E per portarsi a casa un souvenir…

New York con bambini-TRex

  • Mega store di Toys R Us di Times Square: oltre ad una grande giostra all’ingresso, i vari reparti sono davvero favolosi! Il T-Rex di dimensioni reali nella zona “Jurassic Park” è davvero pauroso e la ricostruzione dei principali monumenti della città in mattoncini Lego non possono che richiamare tantissime foto!
  • Central Park: è uno dei principali “Must-see” della città, d’altro canto regala spazi verdi e aree gioco che sono un vero toccasana per i più piccoli
  • Top of the Rock: lo skyline di New York all’imbrunire dall’alto del Rockfeller Centre è uno spettacolo per tutti, bimbi compresi!

New York con bambini-grattacieli

  • 9/11 Memorial: è un luogo mistico e molto commovente, sopratutto per chi, come me, ha avuto la fortuna di vedere dal vivo le Torri Gemelle nel loro splendore. Le enormi fontane posizionate esattamente dov’erano le torri, il brusio dell’acqua che scorre senza fine…non è facile spiegare ad un bambino quello che è successo in quel luogo, ma credo che una visita qui sia quasi un obbligo morale per insegnare alle nuove generazioni a non dimenticare.

 

New York con bambini-notte

Dopo tutti questi consigli non ci resta altro che augurarvi un buon soggiorno nella città considerata da molti come la più magica al mondo!

Ma non finisce qui: le super mamme di Bimbi e Viaggi hanno già in serbo un nuovo viaggio nella Grande Mela per la prossima estate, quindi ci risentiremo presto con tanti nuovi consigli per godersi un viaggio a New York con bambini!

 

Flavia, Elena e Francesca
[testi e fotografie di Flavia Ferranti, Elena Frosi e Francesca dal Mas]

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Dai un’occhiata anche qui:

  1. New York per bambini: la guida completa!
  2. Harlem con bambini: una base alternativa per visitare New York
  3. Mercatini di Natale a New York con bambini…e shopping nei Musei!
  4. Fao Schwarz a New York: la fine di un sogno
  5. USA e bambini: diari di viaggio e consigli pratici
  6. Voli low cost per bambini: le dritte per risparmiare
  7. Come siamo sopravvissuti a 18 ore di viaggio (e 6 di fuso orario)

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

  • Pingback: Bermuda con bambini: un pezzo di Inghilterra ai Caraibi

  • Reply Daniela

    Ciao Flavia, anche noi stavamo valutando NY l’anno prossimo con la nostra cucciola. Avrà 1 anno e mezzo poco meno e leggendo i tuoi commenti se stiamo tra central park e times square potremmo arrivare ovunque anche a piedi giusto?
    Quando parli di fermate metro dici che solo alcune non hanno ascensore..tante si?
    Grazie mille

    • Reply Flavia

      Ciao Daniela! quella zona è ottima, ma se vi piace il village e lo frequentate spesso sicuramente avrete bisogno della metro o bus(anche il taxi, ma inizierebbe a costicchiare!) le metro con gli ascensori sono tutte segnalate con il classico simbolo della sedia a rotelle. Ma onestamente ti consiglio un passeggino ultra leggero e borse compatte (no buste bustine sacche sparse) in modo da fare apri e chiudi in un attimo e poter fare anche le scale senza problemi! noi siamo appena rientrati proprio da li con Gaia di 3 anni e Matteo di 7 mesi, e abbiamo preso tutte le metro possibili e immaginabili!
      L’unica accortezza per la metro: sulla banchina (in estate) 150 gradi, percepiti 1000. dentro la metro, -90.. quindi sempre con una sciarpetta o poncho o felpa con cappuccio per coprire orecchie e gola!

      • Reply Daniela

        Fantastico!! Utilissime informazioni 🙂
        Ti ringrazio molto!!

  • Pingback: Harlem con bambini: una base alternativa per visitare New York

  • Pingback: New York per bambini: la guida completa! | Bimbi e viaggi

  • Reply Sarah

    ciao ad aprile andremo finalmente a NYC con i nostri bambini di 6 e 4 anni. Ho letto praticamente tutto quello che c’era da leggere e direi che sono pronta. Abbiamo solo ul terrIbIle dubbio del passeggino. Li portiamo si o no? Loro sono due camminatori, ormai a casa il passeggino non lo usciamo più però abbiamo paura di trovarci nella grande mela con loro stanchissimi e costretti a caricarceli in spalla. Se li portiamo e quasi per sicurezza l’idea è di non usarli proprio tutti i giorni. Consigli? Grazie

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Sarah! Guarda, io ti direi NI. Cioè: per il grande direi che non ce n’è bisogno, mentre per il piccolo potrebbe essere utile un ultraleggero. Se te ne porti uno, magari si alternano (2 mi sembra davvero troppo scomodo da gestire). Altrimenti la nostra Flavia, super esperta di New York, dice che potresti valutare una volta sul posto: da baby’r’us vendono quelli a ombrello che costano sui 20$.
      Leggiti anche il suo bellissimo articolo su New York: http://www.bimbieviaggi.it/2015/01/09/new-york-per-bambini/
      E facci sapere se ti servono altre informazioni!

  • Pingback: Fao Schwarz a New York: la fine di un sogno | Bimbieviaggi

  • Pingback: USA low cost con bambini: 5 consigli per risparmiare

  • Pingback: Vacanza a New York con bambini con passeggino. Dove andare e cosa fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *