Bologna antica con bambini: un itinerario culturale alla scoperta della Bologna Romana

Succede sempre così: ogni volta che visitiamo Bologna da turisti ne scopriamo aspetti nuovi, tanti piccoli frammenti di storia e bellezza che, assieme agli altri già raccolti, ci stanno facendo costruire un bellissimo puzzle della nostra città.

Anche quest’anno abbiamo partecipato al Trekking Urbano, un evento che vede impegnate varie città italiane nel promuovere la scoperta del territorio a passo lento (e a costo zero!).

E anche quest’anno, come lo scorso, abbiamo preso parte ad un itinerario pensato appositamente per i bambini: “Bononia Sottosopra”, alla scoperta dei resti romani della città.

Sì perchè -ci ha detto più volte la guida- non sarà ricca come Roma, ma anche qui si possono scoprire diverse tracce della città in epoca romana, ancora visibili e a volte ben conservate. Proprio alla ricerca di queste abbiamo quindi attraversato un bel tratto di centro storico, facendo tappa nei luoghi che meglio conservano la memoria storica della Bologna romana.

Si tratta di un semplice itinerario percorribile con tutta la famiglia, adatto soprattutto per i bambini che a scuola stanno studiando (o hanno studiato) i Romani e possono quindi vedere coi propri occhi i resti di quest’epoca antica.

Bologna antica con bambini: le tappe romane in città

Bologna è nata più di 2000 annni fa, per la precisione nel 189 a.c., quando i Romani cacciarono i Galli Boi e crearono Bononia. In origine la città era molto piccola: il centro si sviluppava fino alle Due Torri, da metà di Strada Maggiore iniziava la Necropoli e già fuori porta ci si trovava in piena campagna! E’ quindi nel centro storico della città che si possono scoprire le migliori testimonianze di quell’epoca, molte delle quali rinvenute negli anni 60 durante gli scavi per la realizzazione di un sottopassaggio (ormai chiuso da anni).

Un interessante articolo in materia è questo > I resti del Decumano Romano nel centro di Bologna

.

TAPPA 1: RESTI ROMANI SOTTO PALAZZO RE ENZO

Bologna antica con bambini Palazzo Re Enzo

La prima tappa di questo itinerario tematico la si può rintracciare al di sotto di Palazzo Re Enzo, accedendo dalla sede della Scuola delle Idee (ex START) sotto al Voltone del Podestà, oppure dal vecchio ingresso del sottopassaggio, accessibile da Piazza Re Enzo.

Negli ambienti interni, attraverso una vetrata, è possibile vedere i resti di uno dei Cardini minori di epoca romana, con tanto di marciapiede.

Altri pezzi di queste vie sono visibili al di sotto dell’Hotel Baglioni (oggi Grand Hotel Majestic, Via Indipendenza) e del negozio Roche Bobois (a Palazzo Lupari, in Strada Maggiore 11).

Bologna antica con bambini Mosaico Antico

Uscendo dal sottopassaggio di Piazza Re Enzo, poi, è visibile un mosaico geometrico bianco e nero, resto di un antico palazzo signorile di età imperiale (in Piazza Maggiore infatti c’erano tanti edifici).

Informazioni utili:

  • Link > Officina delle idee, da contattare per informazioni relative all’accesso ai sotterranei e per eventuali attività laboratoriali da svolgere con i bambini, nonchè per la visita guidata “Bononia Sottosopra”.
  • L’ingresso dell’ex sottopassaggio si trova proprio in piazza Re Enzo, alle spalle della fermata dell’autobus all’inizio di Via Rizzoli.
  • Il mosaico è visibile anche in caso di chiusura del sottopassaggio.

.

TAPPA 2: MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO

Bologna antica con bambini Museo Civico Archeologico

Al Museo Civico Archeologico c’è ovviamente l’imbarazzo della scelta per gli appassionati della materia. Lo sapevate, per esempio, che Nerone aveva un rapporto privilegiato con la città (grazie alla presenza di possedimenti materni) e ne promosse la ricostruzione in Senato dopo un incendio? Non a caso a Bologna fu rinvenuto un suo busto (esposto al Museo) al quale però fu rimosso il capo in virtù della damnatio memoriae dovuta alla cattiva fama che perseguitò l’imperatore anche dopo la sua morte.

Bologna antica con bambini Museo Civico Archeologico Busto Nerone

Nel cortile interno del museo poi sono esposte diverse stele funerarie provenienti da una necropoli del I sec d.c. e una copia di una lastra di marmo proveniente dalle antiche terme (sì, a Bologna c’erano le terme!).

Informazioni utili:

  • Link > Museo Civico Archeologico
  • Il Museo si trova in via dell’Archiginnasio 2 (a fianco della Basilica di San Petronio).
  • All’interno del museo è possibile organizzare attività per scolaresche ma anche per privati.
  • Visite guidate e laboratori per bambini sono probabilmente il modo migliore per conoscere i dettagli della storia bolognese dell’epoca e per fare un viaggio nel tempo all’interno del Museo!

.

TAPPA 3: I SOTTERRANEI DI SALABORSA

Bologna antica con bambini Scavi di Salaborsa

Imperdibile e molto suggestiva poi la visita agli scavi archeologici sotto la biblioteca Salaborsa: successive stratificazioni che racccontano l’antica storia di Bononia, dai resti della Basilica Civile che si affacciava sulla piazza del foro, alle fondamenta delle case medievali, fino all’Orto Botanico di Ulisse Aldrovandi.

Informazioni utili:

  • Link > Biblioteca Salaborsa
  • La Salaborsa si trova proprio davanti alla Fontana del Nettuno, a fianco di piazza Maggiore.
  • Vengono periodicamente organizzate visite guidate ai sotterranei, ad offerta libera > Visite guidate
  • Oltre che per la visita dei sotterranei, la Salaborsa si dimostra una tappa family friendly anche per la presenza dell’area dedicata ai più piccoli, con letture e attività per bambini di tutte le età > Biblioteca Salaborsa ragazzi
  • La Salaborsa è aperta anche la domenica pomeriggio

.

TAPPA 4: BASILICA DI SANTO STEFANO

Bologna antica con bambini Piazza Santo Stefano Sette Chiese

Un itinerario di questo genere non può poi tralasciare una tappa cruciale della storia bolognese: la Basilica di Santo Stefano, nota anche come “Complesso delle Sette Chiese” per la presenza di diversi nuclei al suo interno.

La Basilica nacque come imitazione del Santo Sepolcro di Gerusalemme e venne edificata sopra ad un antico tempio dedicato a Iside, del I-II sec. Le origini di alcuni dei suoi edifici risalgono al IV secolo, altri al X – XII secolo.

Questa tappa piacerà soprattutto agli adulti, ma le atmosfere buie e misteriose dell’interno potranno sicuramente incuriosire i bambini. All’uscita dalla Basilica, poi, i bimbi possono correre liberamente nella bellissima piazza Santo Stefano, chiusa al traffico e circondata da localini e ristoranti.

Informazioni utili:

.

TAPPA 5: MUSEO DELLA STORIA

Bologna antica con bambini Museo della Storia

Un itinerario a Bologna con bambini non può saltare la tappa del Museo della Storia presso Palazzo Pepoli, di cui ho già parlato in questo post. Un bel Museo luminoso e accattivante, con postazioni multimediali, immagini, suoni e anche una rappresentazione in 3D della storia di Bologna. Per quanto riguarda la fase romana della città, molto suggestivi sono i resti del Decumano massimo rinvenuti in Via Rizzoli durante gli scavi per il sottopassaggio degli anni 60. Ben visibili sulla trachite i solchi delle ruote dei carri che transitavano. Nel Museo sono inoltre conservati una groma (strumento che serviva per tracciare strade perpendicolari tra loro) e una testa di statua femminile del I sec..

Informazioni utili:

  • link > Museo della storia di Bologna
  • Il Museo si trova all’interno di Palazzo Pepoli, in via Castiglione 8
  • Il percorso è accessibile anche ai disabili, ma non è ammesso l’ingresso ai passeggini e carrozzine (che possono essere lasciati in custodia all’ingresso)
  • Presso il Museo vengono anche organizzate attività laboratoriali con i bambini, quindi consiglio di contattare la struttura prima di andare al museo.

Bologna antica con bambini: qualche informazione pratica

Per maggiori informazioni sull’itinerario è possibile contattare Fondazione Golinelli e FE.BO. Archeologica in collaborazione.

Altre informazioni utili sulle destinazioni visitabili a Bologna sono disponibili sul sito di Bologna Welcome > Itinerari a tema

Il percorso sarebbe indicato per bambini tra gli 8 e gli 11 anni, ma indipendetemente da ogni indicazione di età, vedendo i bambini presenti, mi sento di consigliarlo solo a chi ha già studiato i romani a scuola o sia comunque appassionato della materia, poichè il taglio è prettamente archeologico.

In alternativa, per rendere la visita adatta anche per i piccoli, la si può intervallare con altre tappe, come quelle raccontate in questi post:

> Un pomeriggio a Bologna con bambini: cosa vedere in poche ore

> Bologna con bambini: un percorso sensoriale tra i Musei della città

> Villa Mazzacorati e il Museo del Soldatino a Bologna

Itinerario a Bologna con bambini: un weekend a spasso per la città

Per saperne di più:
>>> BOLOGNA FOR KIDS: tutti consigli per godersi BOLOGNA CON BAMBINI <<<

NB: Assieme a noi c’era un’amica, anche lei bolognese, e anche lei alla RIscoperta della nostra bella città. Ecco il racconto di Monica > Trekking Urbano 2014 a Bologna

.

Milly

(testi e fotografie di Milena Marchioni)

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *