Come intrattenere i bambini in aereo (ma anche in macchina e treno)

Cosa faranno per 10 ore in aereo? Come possiamo intrattenerli per evitare che si annoino o, peggio ancora, diventino l’incubo degli altri 200 passeggeri? Ecco i nostri consigli, semplici e testati!

E’ normale preoccuparsi delle ore da trascorrere in viaggio e ci siamo passate tutte, soprattutto in occasione dei primi voli, corti o lunghi che fossero: un po’ il timore di tutto quel tempo in aereo, un po’ il desiderio di portare i suoi oggetti preferiti per evitare che sentisse la mancanza di casa, fatto sta che ci siamo sempre portati dietro la “valigia-sala giochi”.
Il pupazzo preferito, ma anche quell’altro che usa meno, non si sa mai che lo cerchi. Un libricino, il pongo, i colori, la pallina, e chi più ne ha più ne metta…
E puntualmente, alla fine della vacanza, avevamo sì e no aperto la valigia!

Regola numero 1: avere fiducia nei bimbi!

Spesso tendiamo ad essere molto prevenuti, soprattutto per le ansie che ci trasmettono gli altri, ma non dobbiamo dimenticare un paio di aspetti, banali quanto utili.

Un viaggio è comunque un’avventura avvincente per tutta la famiglia, bambini compresi.

Prendere un aereo o un treno o vedere il mondo che scorre fuori dal finestrino, sono tutte esperienze molto emozionanti per un bimbo e la parola noia difficilmente lo riguarderà, soprattutto se saremo in grado di vivere con lui ogni piccolo momento. Alcune semplici cose che possiamo fare ad ogni età:

  • raccontare quello che sta succedendo (“ecco vedi, adesso facciamo il check – in, così ci danno i biglietti per poter salire in aereo”; “questo è il gate, dietro a quella porta si sale sull’areo”, ecc…) e osservare assieme tutti i piccoli dettagli (l’aeroporto, gli altri passeggeri, le vetrine luminose dei negozi, le insegne colorate, i messaggi all’altoparlante che annunciano i voli in partenza, o che chiamano i passeggeri in ritardo, la valigia da trainare, il passaporto da tenere in mano come i grandi, le hostess vestite così eleganti)…
  • se si viaggia in auto o in treno osservare assieme fuori dal finestrino (contiamo le macchine rosse che ci passano di fianco, guardiamo quante case ci sono, ecc…)
  • cantare assieme le sue canzoni preferite

Insomma, basta essere presenti, partecipare ai loro pensieri ed indirizzarli in modo creativo, per vivere l’avventura del viaggio a 360 gradi.

Non dimentichiamo inoltre che su molti aerei ogni sedile è provvisto di monitor che trasmette film e a volte addirittura ci si può giocare con video games anche per i più piccoli: non tutti li hanno ma, se ci sono, il divertimento è garantito (e nessuno penserà al pupazzino in valigia).
Molte compagnie aeree inoltre regalano piccoli gadget ai bimbi, che rappresenteranno un ottimo intrattenimento almeno per un po’, non fosse altro che per la novità.
Poi, tra un pasto e un sonnellino, una passeggiata e due chiacchiere con gli altri bimbi presenti, il tempo alla fin fine vola!

Quali giochi portare in viaggio per intrattenere i bambini

Nonostante queste raccomandazioni, è normale che qualche gioco lo si voglia comunque portare, per essere più tranquilli e avere la certezza che ci sia sempre un diversivo con cui si possano intrattenere negli eventuali momenti di noia.

Ecco alcuni consigli dalla nostra community di famiglie viaggianti, su cosa portare in viaggio:

  • il pupazzo del cuore: questo è l’unico che non deve mai mancare, utile compagno di viaggio in aereo, ma anche una volta arrivati a destinazione, per “coccolare i bimbi” prima della nanna
  • il libro della sua favola preferita (preferibilmente in formato tascabile): se è piccolo gliela possiamo leggere noi, se è grande si può arrangiare
  • giornalini con stickers attacca/stacca (magari a tema col viaggio che si sta facendo): se sono appassionati, potranno perdersi per ore a giocarci
  • album da colorare (possibilmente nello stesso giornalino con gli stickers), ma con pochi colori (per evitare l’eccessivo ingombro o il rischio di smarrimento)
  • aquadoodle: una validissima alternativa agli album da disegno, si tratta di un tappeto su cui si può scrivere utilizzando l’apposito pennarello, che si riempie con acqua. il disegno creato sul tappeto dura qualche minuto, poi l’acqua si asciuga ed il tappeto torna ad essere un foglio illibato da decorare! Inutile dire che si tratta di un oggetto leggero, poco ingombrante e che consente di disegnare all’infinito!
  • diario di viaggio: da quando iniziano a fare scarabocchi, è consigliabile portare il loro “diario di viaggio”, un quadernino su cui potranno disegnare quello che vogliono, oppure -se più grandini- incollare biglietti e souvenir del viaggio, o raccontare le esperienze vissute, a futura memoria, come avevamo già raccontato qui >
  • pongo/didò
  • carte da uno, divertenti per tutta la famiglia

  • carte creative “100 giochi per le vacanze”, da fare anche assieme

  • battaglia navale magnetica, con animali e colori al posto di lettere e numeri, per renderla adatta anche per i più piccoli: un ottimo consiglio da mamma Tiziana

Come intrattenere i bambini in aereo -battaglia navale

[Grazie a Tiziana, Maria Elena, Brenda, Emilia, Elisa, Tullia, Michela, Laura, Clara, Paola, del gruppo facebook Famiglie Globetrotter per il confronto]

Ovviamente immancabile è il tablet: piccolo, leggero e con infinite possibilità di intrattenimento. Io personalmente sono abbastanza contraria all’attaccamento morboso verso i tablet: noi lo usiamo praticamente solo in viaggio e per questo abbiamo scaricato alcuni giochini didattici che possono essere utilizzati offline, in qualsiasi situazione e, se c’è la connessione, ci affidiamo alla musica di youtube.

Ma è innegabile che in determinati momenti, come appunto le lunghe attese, tablet o smartphone possono rappresentare uno strumento molto utile, per piccoli e grandi!

Come intrattenere i bambini in aereo -PC

Per questo, vi segnalo il sito poki.it, un portale di giochi online dove sono raccolti oltre 20.000 titoli giocabili su laptop, tablet e smartphone: senza bisogno di scaricarli, è sufficiente aprire il browser, cercare il sito e poi iniziare a giocare.

I giochi sono raggruppati in diverse categorie: scegliendo “bambini” si accede alla lista dei giochi pensati in particolare per bambini tra 8 e 12 anni (con la certezza che non vengano proposti contenuti violenti/pornografici/inappropriati per quella fascia d’età). Trovate qui tutti i giochi per bambini!

Da Topolino a Frozen, passando per le principesse e i giochi di abilità, ce n’è davvero per tutti i gusti (occhio a non abusarne, mi raccomando!).
Essendo giocabili online, sono adatti ai momenti di attesa in aeroporto, oppure sugli aerei dove è presente la connessione wifi (per esempio molti della Emirates)

Cinque regole d’oro per scegliere i giochi giusti per un viaggio lungo con bambini

Indipendentemente dai giochi scelti, ecco alcune raccomandazioni sempre valide:

  1. evitate i giochi con parti piccole, che possono rotolare/scappare via facilmente: il rischio è quello di trascorrere il tempo a cercare i pezzi che cadono
  2. finché i bambini sono piccoli e quindi può capitare che buttino i giochi a terra in continuazione, portate con voi del filo elastico, con cui potrete legare pupazzi o altro al seggiolino per evitare di chinarvi troppo spesso
  3. preferite sempre giochi leggeri e poco ingombranti, magari quelli gonfiabili (tipo i pupazzini che si gonfiano, palloncini al posto delle palline, ecc..)
  4. una buona idea è sempre quella di portarsi dietro dei nuovi “giochi-sorpresa”, da tirare fuori al bisogno, oppure al raggiungimento di una certa tappa di viaggio: anche se si tratta di cose piccole e semplici, rappresentano un mezzo di distrazione garantita, sia per i momenti di noia, sia per gratificarli, magari dopo una giornata faticosa trascorsa in giro!
  5. Infine, la regola più importante: la durata di ogni singolo gioco o attività prima che subentri la noia, sarà sempre direttamente proporzionale alla nostra presenza: più li coinvolgiamo e ci divertiamo con loro, più ogni piccola azione si trasformerà nell’emozione più bella: genitori e figli alla scoperta del pianeta…giocando!

 

Milly

{testi e fotografie di Milena Marchioni}
{la foto di copertina è di Dmitry Birin via Shutterstock}

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *