Viaggio in auto verso l’Austria: informazioni utili

Dopo il nostro recente weekend in Austria (a Nassfeld), ho pensato di raccogliere qualche semplice -ma spesso trascurata- informazione utile per chi vi si reca in auto: pedaggi, frontiere e un comodo pit stop prima di arrivare.

Viaggio in auto verso Austria: la Vignette!

L’Austria confina con l’Italia in diversi punti e, forse proprio a causa della sua vicinanza, si tende spesso a dimenticare una regola molto semplice: per viaggiare nelle autostrade austriache è obbligatoria la Vignette.

Si tratta di un bollino adesivo da apporre sul parabrezza dell’automobile (in alto, lato conducente, o al centro), una sorta di minitassa obbligatoria che sostituisce il pedaggio sulle autostrade.

La Vignette può avere un costo diverso in base alla durata della sua validità e al tipo di veicolo: si va dai 5 euro per quella che dura 10 giorni (moto), fino a 85 euro per quella annuale (auto).

Viaggio in auto verso Austria -cartello vignette

Può essere acquistata o presso i punti ACI in Italia, prima della partenza, oppure presso i punti vendita collocati prima dei confini tra Italia e Austria.

La mancata apposizione della Vignette può comportare una multa che oscilla tra 120 e 300 euro, quindi è decisamente meglio non rischiare!

Il Codice della Strada in Austria

In Austria è valida la patente italiana e viene riconosciuta la nostra assicurazione RCA. La carta verde non è più obbligatoria.

Molte località austriache (soprattutto le grandi città) hanno “zone di parcheggio per soste brevi” che variano da 30 minuti a 3 ore. Per poterle utilizzare, occorre acquistare i tagliandi di sosta venduti presso i benzinai, le tabaccherie o i parchimetri.

Nelle grandi città si può inoltre pagare il parcheggio via cellulare, previa registrazione online.

Viaggio in auto verso Austria -parcheggi?

In generale, il codice della strada e le norme di sicurezza sono abbastanza simili alle nostre (obbligo di cinture, di gilet retroriflettente, di gomme termiche nel periodo invernale, ecc…). Attenzione: è obbligatorio avere in auto anche un kit di pronto soccorso!

Per ogni aggiornamento utile sulla circolazione, vi segnalo due siti:

Andare in Austria se Schengen è sospeso

Il motivo principale per cui avevo deciso di scrivere questo articolo era legato soprattutto alla notizia della sospensione dell’Accordo di Schengen da parte dell’Austria, come avevamo accennato in questo articolo di Michela > Schengen e viaggi: cosa cambia per noi?

In vista del nostro weekend, eravamo quindi pronti a fare file alla frontiera per i controlli, come succedeva tanti anni fa. In realtà, essendo entrati dal Passo di Pramollo (raggiungibile con la provinciale 90, uscendo dalla A23 presso Pontebba) non abbiamo incontrato alcuna dogana e quindi non abbiamo subito alcun rallentamento.

Ciò non toglie però che, allo stato attuale, l’Austria abbia ripristinato i controlli alla frontiera (e dice che li intensificherà a partire da maggio 2016), quindi è bene tenerne conto, soprattutto per quando arriverà l’alta stagione, con annesso rischio di rimanere imbottigliati nel traffico doganale.

Viaggio-in-auto-verso-Austria--dogana

Dove dormire lungo il tragitto: la nostra sosta a Udine

Quindi, nel timore di dover subire rallentamenti, ci eravamo organizzati per una sosta intermedia a Udine, a circa 1 ora dal confine che avremmo dovuto varcare per raggiungere Nassfeld.

In collaborazione con Hostelsclub Italia, siamo stati ospitati dall’Hotel Principe, situato in una comoda posizione a 2 passi dalla stazione (cosa di cui ci siamo resi conto solo la mattina della partenza, poichè la sera siamo arrivati col buio e di notte non abbiamo sentito alcun rumore).

Viaggio in auto verso Austria -hotel principe

Nonostante la breve sosta, posso dire con certezza che si tratta di una sistemazione adatta sia per chi è di passaggio, sia per chi cerca un punto d’appoggio per visitare la zona di Udine e dintorni: tra grandi piazze, ottime osterie e opere artistiche, il capoluogo friulano offre infatti numerosi spunti per andare alla scoperta di questa ricca Regione. Per qualche informazione > Friuli Venezia Giulia turismo.

Viaggio in auto verso Austria -camera

Si tratta infatti di un hotel semplice ma funzionale, con parcheggio interno gratuito, stanze grandi e silenziose, dotate di televisore, frigorifero, asciugacapelli e aria condizionata. Colazione abbondante, reception aperta 24 ore al giorno e, cosa che abbiamo apprezzato in modo particolare, personale sempre disponibile e cordiale (cosa non sempre scontata quando si arriva in hotel a notte fonda! 😉 ).

Viaggio in auto verso Austria -colazione

Insomma, le informazioni le abbiamo, l’hotel per la sosta c’è… ora non ci resta che organizzare un’altra vacanza in Austria! 😉

 


Milly

{testi e fotografie di Milena Marchioni }
{la foto della vignette è di Peter Probst, via Shutterstock}

 

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Austria con bambini: informazioni pratiche sulla Carinzia
  2. Austria in campeggio con bambini: la Carinzia tra laghi, montagne e antichi castelli
  3. Tutti gli articoli di Bimbieviaggi sull’Austria
  4. Bambini e mal d’auto: come prevenire la cinetosi

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *