Sicilia orientale con bambini: itinerario tra mare, paesini e città

Oggi Jessica ci racconta la sua vacanza in Sicilia orientale con Bea, 4 anni: un itinerario alla scoperta delle meraviglie di questa parte di Sicilia, da godersi in estate e durante tutto l’anno!

E dopo alcuni mesi dal nostro rientro, finalmente inizio questo diario di viaggio in Sicilia: un viaggio fatto di tanti km, nonostante la relativa vicinanza del luogo, fatto di splendide persone che ci hanno accolto come sconosciuti e salutato con un arrivederci come si fa con i parenti più stretti, fatto di tanto buon cibo, fatto di luoghi incantevoli a dir poco, di storia, di mare. Ecco il nostro viaggio in Sicilia.

Sia chiaro, questa non vuole essere una “Bibbia” di viaggio: la Sicilia è una regione che potresti visitare decine di volte senza mai ripercorrere le stesse strade, esistono centinaia di itinerari, tanti modi di visitarla, un po’ legati ai gusti personali e un po’ al periodo in cui si decide di andarci. Questa è soltanto la “nostra” Sicilia, che vuole essere per voi fonte di spunti ed idee.

Vacanza in Sicilia orientale con bambini:
organizzazione e alloggio

Noi, cartina alla mano, abbiamo diviso questa terra meravigliosa in tre parti, da cui sono nati tre itinerari (e prima o poi li faremo tutti!) e poi abbiamo scelto, tenendo conto del fatto che saremmo andati i primi 15 giorni di luglio e quindi avremmo voluto godere del mare e del relax (sono sposata con l’uomo-lettino che si abbronza più dei siciliani, detto da loro eh), che avremmo voluto fare un giretto con tappe stuzzicanti per la nostra quattrenne, che io come al solito avrei dovuto visitare pure i tombini e quindi non si possono mettere troppe città in lista.

Vacanza in Sicilia orientale con bambini - trenino

Il nostro itinerario avrebbe compreso, quindi, volo a/r su Catania e poi la costa orientale, Etna e il tratto sud est fino alla zona desertica di Butera.

Abbiamo utilizzato lo stesso schema organizzativo testato l’anno prima per il nostro viaggio itinerante in Puglia: volo con la nostra amata EasyJet, comprato con largo anticipo, auto a noleggio con Rentalcars.com ed alloggi prenotati anch’essi molto prima su Booking.

A proposito di alloggi, questo è sempre un capitolo “delicato” in casa nostra, ogni volta che ci muoviamo devo studiare attentamente. Come già detto altre volte, io sono l’amante di strutture più “bucoliche”, spesso nell’entroterra, lontano dal turismo di massa e dal turismo italiano (e ogni volta mi domando ancora perché siano preferite più che altre dagli stranieri), amo gli agriturismi con cura del dettaglio, dove nulla è lasciato al caso, mentre i miei “coinquilini”, marito e quattrenne, adorano strutture più grandi, i resort con animazione e soprattutto la mini dance… quindi cerco sempre di accontentare tutti!

Vacanza in Sicilia con bambini - piscina

Le strutture scelte per questo viaggio sono state tre:

  • Hotel Borgo San Rocco nella meravigliosa Savoca, di cui vi parlerò più avanti, dove la mia Beatrice è stata trattata da regina, coccolata dalla signora Francesca, che insieme al signor Vittorio ci hanno salutati come parenti in partenza;
  • scendendo verso Noto abbiamo scelto di alloggiare dal signor Giancarlo (che non ha mai fatto mancare il succo alla pesca alla #laBeawithtrolley e che ci ha offerto l’aperitivo della domenica insieme alla sua famiglia) nella campagna di Cassibile al Borgo Alto Country Hotel;
  • per poi finire il viaggio all’insegna del divertimento presso il Sikania resort a Butera che noi abbiamo acquistato su Booking ma che è venduto dal tour operator Eden (e qua Gaia e Valentina del Tarta Club rimarranno sempre nel cuore di Bea… ve l’avevo detto che è stato un viaggio di incontri speciali!)

Vacanza in Sicilia orientale con bambini - passeggiata

Vacanza in Sicilia orientale con bambini:
il nostro itinerario on the road

Veniamo ora alla parte fondamentale di ogni racconto di viaggio che si rispetti: l’itinerario. Come già accennato prima, recandoci in terra siciliana nelle prime due settimane di luglio, abbiamo cercato di alternare vita di mare a visite, preferendo magari le ore tardo pomeriggio, giusto giusto per visita- aperitivo-cena.

Il nostro giro è iniziato e finito a Catania: in mezzo circa 1200 km fatti di “autostrade”, statali (più o meno illuminate e più o meno dotate di buchi!!), tante stradine sterrate tra fichi d’india e ulivi e molti molti paesini.

Ecco le località da noi visitate con qualche chicca, qualche “assolutamente da non perdere” e qualche info pratica da mamma a mamma.

Vacanza in Sicilia orientale con bambini - acqua

SAVOCA

Gioiellino poco conosciuto dal turismo italiano, ma noto agli appassionati di cinema e ai turisti americani perché fu la località prescelta da Coppola per girare il famoso “Il padrino”. Noi abbiamo alloggiato qui due notti, ci siamo persi estasiati tra i vicoli arroccati del centro storico, patrimonio dell’Unesco, abbiamo ammirato dal nostro terrazzo di notte le luci della costa calabra proprio di fronte.

vacanza in sicilia orientale con bambini

Imperdibile la granita al limone del Bar Vitielli (celebre per il film), una partita a calcetto nella piazzetta alberata del paese (avete presente la scena del film “ Benvenuti al Sud”, ecco c’è pure la posta vicino, la caponata di mare e la bistecca impanata alla messinese che la mia Bea ancora si ricorda del Gelso Nero ed assolutamente un tour di Savoca in Apecar.

TAORMINA

Beh, non ci sono parole adatte per descriverla! Abbiamo scelto di visitarla in modalità tardo pomeriggio; lasciata l’auto nel parcheggio multipiano di Porta Catania, con un comodo ascensore ci siamo ritrovati già nel pieno della movida.

taormina con bambini: vacanza in sicilia orientale con bambini

Ci siamo goduti passeggiando i balconcini fioriti, abbiamo ammirato il tramonto dalla balconata di piazza Duomo, visitato il Duomo e il magnifico anfiteatro, aperitivato sui gradini dei locali, giocato con il pavimento a scacchi di fronte al Duomo e mangiato benissimo (qualità prezzo ottima) al ristorante Villa Zuccaro.

Etna

Dedicherò un post a questo gigante buono!:

 

NOTO

Parcheggiate e camminate con gli occhi all’insù per ammirare la capitale del Barocco. Cercate di trasmettere anche ai più piccoli la bellezza di questa città, di sicuro meriterebbe tornarci in primavera, quando le vie centrali sono ricoperte di fiori per la tradizionale infiorata.

SIRACUSA

Vacanza in Sicilia orientale con bambini - Ortigia

Esistono decine di modi di visitarla e decine di cose da vedere. Da buona ex studentessa di liceo classico non potevo non visitare il Teatro Greco all’interno del Parco Archeologico, che rimane fuori dall’Ortigia, con comodo parcheggio, non so se proprio adatto ai passeggini visto lo sterrato.

Dopodiché abbiamo proseguito direzione Ortigia e parcheggiato al parcheggio a pagamento Talete poco distante dal cuore pedonale di Siracusa. Cosa dovete assolutamente fare? Passeggiare per i vicoletti fino a raggiungere Piazza del Duomo e lasciarvi incantare. Noi abbiamo avuto la fortuna di vederlo in versione “rosa” al tramonto ed illuminato di sera. Il “wow” della nostra quattrenne dice tutto.

Una cosa molto carina da fare con i bimbi è il teatro dei Pupi: quando siamo andati noi non c’erano spettacoli in programma ma è comunque possibile visitarlo e come abbiamo fatto ovviamente noi… acquistare il nostro Pupo.

Per i bimbi più grandi, poi, è interessante il Tecnoparco Archimede, con esperimenti scientifici in un bellissimo contesto. Non potete lasciare Siracusa senza aver gustato un cannolo del Re in Piazza Duomo.

Vacanza in Sicilia con bambini - siracusa

MARZAMEMI

Ci siamo innamorati di questo paesino di mare ancora prima di esserci arrivati, solo percorrendo la strada di campagna che porta verso il mare, solo passando attraverso le perfette coltivazioni di pomodorino Pachino (e alla mia bimba sono piaciute così tanto che ogni volta che siamo al supermercato ricorda la storia di come i pomodorini si coltivino in filari). È un paesino con un mix di sapori, tra l’arabeggiante e la Sicilia più tradizionale, dove i bimbi giocano in spiaggia fino a sera tardi con i pescatori che sbrogliano le reti, dove c’è aria di festa e si balla in piazza.

Mi sento di consigliare di cenare da Campisi , lo storico produttore di tonno e bottarga, cena in spiaggia e menù bimbo da 10 e lode.

Vacanza in Sicilia orientale con bambini - mare

MODICA

Per Bea rimarrà per sempre il paese del cioccolato e della Chiesa con 100 scalini. Visto il caldo, infatti, abbiamo deciso di vistarla con il trenino con l’audioguida, che la mia bimba adora e che le ha insegnato che il Duomo di San Giorgio ha più di 100 scalini! Stupendo per i bimbi è anche entrare in una cioccolateria e vedere preparare una tavoletta di cioccolato alla maniera antica, a freddo.

Vacanza in Sicilia orientale con bambini - panorama

LE SPIAGGE

Per quanto riguarda l’aspetto “marino” del nostro viaggio, abbiamo optato per due soste, in due contesti estremamente differenti ma entrambi adatti a bimbi di tutte le età:

mare in sicilia orientale con bambini fontane bianche noto

  • prima tappa a Fontane Bianche, un’ insenatura circondata da faraglioni con sabbia fine e bianca vicino a Noto, che abbiamo esplorato in lungo e in largo con il nostro pedalò.
  • Come fine viaggio e seconda tappa marina, invece, abbiamo scelto di passare 5 giorni a Marina di Butera, una zona di mare selvaggia, con dune desertiche e sabbia dorata, davvero un paesaggio meraviglioso.

Vacanza in Sicilia orientale con bambini - spiaggia

Piccola parentesi “mammesca” per chi viaggia con bambini piccoli

La nostra bimba ha abbandonato il passeggino definitivamente a 18 mesi e macina da sempre più km di suo papà, quindi non ho testato personalmente, ma secondo me il nostro itinerario è molto semplice anche con carrozzelle e passeggini. Inoltre ho trovato sempre disponibilità nei ristoranti, ma visto poche volte seggioloni o fasciatoi. Resto comunque dell’idea che ci si possa sempre ingegnare, parola di mamma che ha cambiato la bimba anche sulle panchine. Chiusa parentesi.

16 giorni sono davvero volati, ma siamo ritornati a casa con il cuore e la mente (e la pancia ;-)) colmi di bei ricordi, di belle persone incontrate e sicuri di voler al più presto visitare le restanti due parti di Sicilia che ci mancano.

A presto per il nostro racconto sulla salita sull’Etna!

Jessica
{testi e fotografie di  Jessica Riva}
{foto di Noto in copertina, Savoca, Taormina, Fontane Bianche via Shutterstock}

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Vacanze family in Sicilia con Trek&Kids
  2. Sicilia con bambini? Sì, ma fate attenzione
  3. Tutti i nostri racconti di viaggio sulla Sicilia con bambini
  4. Tutti i nostri viaggi alla scoperta di vulcani

L'autrice: *Jessica*

*Jessica*

Jessica Riva è una delle principali contributor di Bimbi e Viaggi. Mamma di Beatrice (#LABEAWITHTROLLEY), classe 2012. "Sono una viaggiatrice instancabile, finito un viaggio sono già a caccia di nuove mete, nuove offerte e nuove tariffe low cost! Colleziono guide turistiche e cataloghi fin da quando ero piccola, pianifico e organizzo viaggi nei momenti di liberi: alcuni forse non li farò mai, altri al volo diventano realtà! Con 20 minuti di macchina, 1 ora di treno o 10 ore di aereo basta andare, sempre e comunque! E adesso esplorare a 6 occhi (mamma, papa e laBea) è tutto estremamente più bello!"

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *