Diario di viaggio in Canada: 5 giorni a Toronto con bambini

Laura inizia a raccontarci il suo viaggio estivo tra la natura del Canada e il meraviglioso mare delle Bermuda. Oggi partiamo dalla prima tappa di 5 giorni a Toronto, ovviamente con le sue due bimbe (6 e 1 anno) e papà Pier.

Oggi inizio a raccontare il nostro viaggio in CANADA&BERMUDA tra il 30 giugno e il 22 luglio 2017.

Prima di iniziare, qualche appunto:

  • ITINERARIO: abbiamo fatto una prima tappa a Toronto (di cui parlo in questo articolo). Da qui siamo partiti per la vacanza mare alle Bermuda e l’ultima tappa l’abbiamo fatta nuovamente in Canada, partendo da Montreal, ma di questo vi parlo nei prossimi giorni.
  • VOLI: Venezia – Toronto e Montreal – Venezia con Air Canada Rouge: 1400€ in 4 (2 adulti un bambino un infant). Toronto – Bermuda e Bermuda – Montreal: Air Canada, 1000€ in 4
  • TRASPORTI: Abbiamo noleggiato l’auto per una settimana a Montreal. Spesa 350 euro pagando in Italia + 50 euro seggiolini pagati in loco e 60 euro per additional driver pagati in loco (alla riconsegna della macchina). Il noleggiatore locale era Discount, ma in Italia abbiamo prenotato utilizzando Ryanair come agenzia. Purtroppo l’esperienza è stata negativa poiché i seggiolini auto per i bimbi che avevamo prenotato dall’Italia, una volta sul posto non erano disponibili e abbiamo dovuto aspettare 3 ore perché ce li procurassero.
  • Mance da dare come in America circa il 10-15%
  • IMPORTANTE: NO FRUTTA/VERDURA da portare in Canada dall’Italia (fanno controllo separato e poi li fanno comunque buttare: pesca, albicocca, ciliegie. invece banana ok)
  • TELEFONATE: per telefonare, abbiamo comprato in un centro commerciale la SIM canadese (Chatr Mobile, un operatore virtuale) con 6 giga di traffico (30 euro + tasse 10 euro contanti).

Diario di viaggio in Canada con bambini
Prima tappa di 5 giorni a Toronto

30/6

Dopo essere atterrati a TORONTO, abbiamo preso il treno per Bloor, 7,5 euro per due adulti (i bimbi sotto i 12 anni non pagano) per poi prendere la metro pagata solo noi adulti 4,5 euro contanti (vanno dati contati) ed altri 15 minuti a piedi per arrivare a casa.

Abbiamo prenotato con Airbnb questo alloggio: https://www.airbnb.it/rooms/1009656 (quartiere per famiglie molto tranquillo, unico difetto: un po’ scomodo arrivare alla metro, circa 1.2km a piedi)

IMPORTANTE: è un po’ macchinoso capire all’inizio la metro canadese. Se viaggiate con i passeggini, considerate che gli ascensori ci sono quasi in tutte le metro, ma vanno cambiati per salire fino in strada perché sono fatti per piani.

1/7: Canada’s birthday

Sosta al parchetto giochi vicino alla metro

Diario di viaggio in Canada - playground

Per la metro abbiamo fatto il biglietto giornaliero famigliare (essendo nel weekend pagato 8 euro contanti in tutto anziché 13 a testa).

Andiamo al ROYAL ONTARIO MUSEUM (ROM) dove troviamo una fila gigantesca di persone che però fortunatamente scorre in 10 minuti.
L’ingresso è gratuito, poi facciamo il biglietto per lo scheletro della balena: pagato 2 adulti e un bimbo 17 euro.
Molto bello, e poi fatti i piani dei dinosauri, mammiferi, uccelli

Diario di viaggio in Canada - royal ontario museum

Pranzo da Marche’ (al centro commerciale Brookfield Place) sempre molto carino per i bimbi perché c’è spazio giochi.

Inizia a piovere e così andiamo all’Eaton Centre, il grande centro commerciale, dove stiamo 2 ore e mezzo in attesa del sole. Poi ci siamo dedicato agli eventi per i 150 anni del Canada in due posti: Nathan Philips Square e Harbourfront center, dove abbiamo anche visto i fuochi d’artificio alle 22.30. Dopo una cena a base di hamburger, il rientro coi mezzi pubblici in tarda notte è stato un po’ complicato.

Diario di viaggio in Canada - fuochi artificio

2/7

Per fortuna ci siamo svegliati tardi, così abbiamo recuperato la nottata di ieri ;-). Oggi il sole scalda parecchio, quindi ci siamo goduti il parchetto vicino a casa con giostre, scivoli e piscinetta di acqua gelida dove le bimbe si sono divertite un sacco per 2 ore.

Diario di viaggio in Canada - parchetto giochi

Sulla strada principale ci sono diversi negozi e supermercati, quindi facciamo sempre la spesa senza problemi.

Dopo aver pranzato a casa, siamo andati ad High Park (metro fino a Keele più bus 80 che scarica all’ingresso): si tratta di un bellissimo parco giochi e si può fare un bel giro in trenino del parco (pagato 5,50 euro contanti, metà prezzo perché era l’ultima corsa).

Diario di viaggio in Canada - trenino

Ci fermiamo al ristorante del parco appena in tempo perché chiude alle 21 (sono le 20.30).

3/7

Oggi ci siamo dedicati all’escursione imperdibile se si alloggia da queste parti: le NIAGARA FALLS!

Siamo partiti da casa, abbiamo preso il bus per la stazione della metro (speso 4 euro in contanti, vale anche per metro), poi metro verde e cambio per la gialla a spadina. Fate attenzione perché il cambio verde/giallo non è facile!

I biglietti del treno a/r da Toronto alle cascate del Niagara li avevamo fatti online in Italia, pagandoli 83 euro carta di credito.

Una volta arrivati sul posto, non si capiva molto bene come fare per raggiungere le cascate, perché non ci sono molti punti informazioni o personale che dia indicazioni o informazioni.

Siamo partiti a piedi ma la strada era troppo lunga (e il sole picchia). Per questo abbiamo poi deciso di prendere il bus: serve il pass che si deve fare prima ma non ci sono indicazioni di nessun genere, per cui siamo saliti a metà percorso e l’autista ci ha accompagnato nel punto in cui farlo, cioè alla fermata delle cascate. Totale 13 euro (due adulti e bimbi dai 6 anni), facendo il pass per 24 ore così da poterci spostare sempre in bus. Alla fine posso dire che credo che il bus sia fondamentale perché le distanze sono brevi per alcuni tratti e lunghe in altri quindi meglio stare comodi se si hanno bimbi piccoli.

FInalmente siamo arrivati a destinazione e lo spettacolo è stato davvero incredibile!

Diario di viaggio in Canada - niagara falls

Alle 12 ci siamo diretti verso la torre (esteticamente orribile) per pranzare. La parte del ristorante che gira era prenotata fino alle 14.30 quindi abbiamo deciso per il buffet, pagando 60 euro per mangiare tutti e 4. Discreta la qualità, bello il panorama, per non essere nei soliti fast-food o similari, siamo soddisfatti della scelta fatta.

Mentre eravamo al ristorante, abbiamo comprato online il biglietto per fare la crociera sulla Hornblower, il giro sotto le cascate (60 euro in 4), l’equivalente lato canadese della “Maid of the Mist”. Anche qui c’è pochissima chiarezza su chi lo fa e come si acquista perché le informazioni date sulla guida o sui siti sono diverse da come poi invece funzionano le cose nella realtà.

Quando siamo arrivati al molo da cui partono le barche, c’era tantissima gente sia per comprare i biglietti, sia per salire a bordo. Avevamo paura di non fare in tempo (visto che alle 17.40 avremmo avuto il treno per il ritorno). Per fortuna la fila di chi aveva già i biglietti scorreva abbastanza velocemente (mentre quella di chi doveva farli era lunghissima, sicuramente almeno 1 ora) e in 30 minuti siamo arrivati sulla barca con gli impermeabili rossi.

Esperienza FANTASTICA: ci siamo bagnati tantissimo ma divertiti ancora di più!

Diario di viaggio in Canada - niagara escursione

Finita la nostra bella escursione, abbiamo preso il bus fino alla stazione. dove abbiamo scoperto che il nostro treno aveva minimo 3 ore di ritardo (il che avrebbe significato arrivare a casa alle 23.30)! Siamo quindi corsi alla stazione dei bus lì accanto e a siamo riusciti a prendere il pullman pagando altri 35 euro. Col bus abbiamo quindi raggiunto la stazione da cui siamo riusciti a prendere il treno per Toronto, dove arriviamo alle 20.45.

4/7

Abbiamo preso bus e metro per raggiungere il St Lawrence market, facendo anche una bella passeggiata di 20 minuti per godere del centro in una bellissima giornata di sole.

Al market abbiamo pranzato al Buster’s Sea Cove con 30 euro contanti (panino al granchio, panino al pesce spada, zuppa di granchio e calamari fritti).

Diario di viaggio in Canada - pranzo

Qualche ora di nuovo ad High Park per fare i giochi d’acqua e poi alle 19 siamo tornati a casa per bagno e valigie visto che il giorno dopo alle 5.30 sarebber venuto a prenderci un taxi per Bermuda.

Diario di viaggio in Canada - giochi in acqua

Di Bermuda e della seconda tappa canadese a Montreal vi parterò fra qualche giorno: Diario di viaggio alle Bermuda con bambini

Trovate tutte le tappe del nostro viaggio a questo link: Canada e Bermuda by Laura

 

Nel frattempo, date un’occhiata a questi articoli:

 

Laura G.
{testi e fotografie di Laura Garavini}
{foto di copertina, via Shutterstock}

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini“.
Puoi trovarlo nelle librerie o comprarlo su Amazon (formato cartaceo o ebook) a questo link > Compra bimbi e viaggi. La guida

.

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER e GOOGLE+

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *