Weekend a Parigi con bimbi: consigli pratici e tappe inusuali

Myriam ama Parigi da sempre e qualche mese fa ci ha portato per la prima volta la sua bimba di 2 anni: ecco tutti i suoi consigli per un weekend a Parigi con bimbi, visitando luoghi meno turistici del solito…

We’ll always have Paris

Avremo sempre Parigi: nonostante il mondo sia forse un po’ meno sicuro oggi, che in passato. Nonostante, forse, non riusciremo più a partire con la stessa leggerezza di un tempo. Nonostante i metal detector e le perquisizioni siano ormai parte della quotidianità nella capitale francese. Nonostante tutto, la nostra voglia di viaggiare è invincibile.

E ancora più forte è la voglia di far scoprire ai nostri figli la bellezza del mondo, nelle cose e nelle persone: è per questo che dobbiamo continuare a muoverci, ed è per questo che, a fine giugno, abbiamo portato la nostra duenne a visitare per la prima volta questa città che amiamo da sempre.

Weekend a Parigi con bimbi - scorcio città

Ecco il racconto di un lungo weekend (da giovedì a domenica) e una breve guida per visitare Parigi insieme ai bambini piccoli.

Weekend a Parigi con bimbi: come arrivare

Arrivare dall’Italia è davvero semplicissimo. Io ho sempre amato arrivarci in treno, magari prendendo il notturno in cuccetta o il comodo TGV che parte da Milano Porta Garibaldi. Con Adele, e avendo pochi giorni, abbiamo scelto l’aereo per ovvi motivi di velocità.

Sia le low-cost che le linee aeree tradizionali propongono sempre offerte convenienti; noi abbiamo viaggiato con EasyJet che atterra all’aeroporto Charles De Gaulle, meglio collegato con la città rispetto a Beauvais (dove invece atterrano i voli Ryanair).

All’arrivo, dopo una settimana difficile e con le temperature prossime ai 40°, eravamo stanchi e accaldati. Per questo motivo abbiamo preso un taxi: la tariffa fissa per raggiungere il centro città è di 50€, abbiamo valutato che ne valesse la pena. In alternativa, in periodi meno caldi o meno stressati si può optare per i treni della RER e poi cambiare con la metropolitana.

Weekend a Parigi con bimbi - ponte

Weekend a Parigi con bimbi: dove soggiornare

Anche qui, esiste solo l’imbarazzo della scelta. Nei nostri viaggi precedenti abbiamo sempre dormito in posti diversi: ostelli, b&b, case di amici. La sistemazione dipende molto dalle proprie esigenze e dalle proprie tasche, anche se con bambini piccoli l’ideale è, secondo me, avere a disposizione un appartamento: noi anche questa volta abbiamo approfittato dell’ospitalità di alcuni nostri amici expat, ma con Airbnb si trovano ottime soluzioni a prezzi molto convenienti (mi dicono che, purtroppo, il turismo ha subito delle brutte batoste e i prezzi degli alloggi si sono molto abbassati).

Molta attenzione va prestata alla scelta della zona: Parigi è una città molto trafficata (e lo dice una che vive a Milano!), per cui eviterei le zone super centrali – affollate sia di auto che di pedoni – e quelle troppo vicine alla Péripherique. Ci sono alcune zone residenziali, soprattutto nella parte Ovest della città, veramente belle, eleganti e allo stesso tempo autentiche. Per fare i parigini per qualche giorno, consiglio il XV o il XVI arrondissement, che offrono una buona rete di trasporti, strade tranquille e un po’ di verde (non così comune in città), oltre alla vicinanza con la Senna per fare belle passeggiate nelle ore più fresche.

Weekend a Parigi con bimbi - giochi

Weekend a Parigi con bimbi: come muoversi in città

Bisogna spendere qualche parola in merito ai trasporti urbani. La rete di trasporto pubblico parigino è eccellente e capillare, e nei nostri viaggi precedenti abbiamo usato senza problemi autobus, metropolitana, RER e persino i Velib’, le biciclette del bike sharing disponibili ovunque.

Con una bambina piccola cambia tutto: la rete metropolitana, infatti, è veramente poco accessibile se avete con voi il passeggino. Ci sono ovunque scale (lunghissime!) e strettoie, e la grande folla complica le cose. Quindi le possibilità sono due: lasciare a casa il passeggino e usare un supporto per il babywearing, oppure utilizzare gli autobus che al contrario sono perfettamente e comodamente accessibili ai mezzi su ruota. Dal momento che a Parigi camminiamo sempre molto, questa volta noi abbiamo scelto di portare il passeggino e quindi abbiamo scelto la seconda opzione. È un modo di spostarsi molto più lento (sempre a causa dell’intenso traffico), ma allo stesso tempo permette di vedere molte più cose, tra monumenti e ritagli di vita parigina. E anche per la nostra piccola è stato sicuramente più interessante (poi prende la metropolitana ogni giorno, quindi non sarebbe stata una novità!).

Weekend a-Parigi- con bimbi - Passages couverts

Weekend a Parigi con bimbi: cosa fare

Su cosa vedere a Parigi si possono scrivere enciclopedie. Come ho già accennato, questa era la nostra ottava o nona visita – ho perso il conto – e quindi abbiamo evitato le mete più turistiche (eccetto una!). Complice anche la bella stagione, e grazie alla presenza della pargola, ci siamo concentrati su itinerari meno battuti che prevedessero soste e passeggiate all’aperto.

Tour Eiffel via Île aux Cygnes

L’avevo detto: niente attrazioni turistiche, tranne una. D’altra parte la Torreffel, come l’ha subito ribattezzata Adele, si vede quasi da tutta la città ed è stata una presenza che ci ha accompagnato per tutta la vacanza (e anche dopo, visto che ogni torre di Lego costruita a casa nostra è ormai una Torreffel).

Ci siamo arrivati con una bella passeggiata da casa nostra, passando per l’Île aux Cygnes: un’isoletta lunga e stretta al centro della Senna, collegata alle rive con diversi ponti, in cui è facile imbattersi in passeggini e runner. Da questa verde oasi urbana si accede al Ponte Bir-Hakeim, e da lì percorrendo il Quay Branly si arriva proprio ai piedi della torre.

Volendo, sulla riva opposta, ci si può concedere un piccolo ristoro al Parc de Passy.

Weekend a Parigi con bimbi - Tour Eiffel

Fondazione Louis Vuitton e Jardin d’Acclimatation

Alle porte di Parigi sorge l’immenso Bois de Boulogne. L’antica riserva reale di caccia è oggi un enorme parco urbano all’interno del quale troverete boschi, laghi e persino un ippodromo. Se già il parco di per sé merita una visita, da quando ha aperto la Fondation Louis Vuitton è diventato una meta imprescindibile.

Weekend a Parigi con bimbi - FLV

L’edificio progettato da Frank Gehry (e ispirato alle architetture ottocentesche in vetro del Grand Palais) è affascinante già di per sé. Al suo interno, si avvicendano mostre di arte contemporanea sempre splendidamente curate: noi abbiamo visitato quella dedicata all’arte contemporanea africana ed è stato un vero coup de cœur.

Subito fuori dai padiglioni della FLV si estendono i 19 ettari del Jardin d’Acclimatation, la versione primo ‘900 di un moderno parco divertimenti. Nato come giardino zoologico, si è trasformato poi in una sorta di Luna Park permanente, con trenini, giostre, corsi d’acqua navigabili e architetture eclettiche ed esotiche. Adele si è divertita soprattutto a guardare le papere e a fare i soliti 200 giri in altalena 🙂

Weekend a Parigi con bimbi - Panorama FLV

Entrambe le attrazioni sono a pagamento, ed esiste un biglietto cumulativo che garantisce un piccolo sconto.

Per mangiare: per comodità abbiamo scelto Le Frank, il ristorante all’interno della Fondazione. È un bellissimo spazio, dominato dalle sculture pisciformi progettate dallo stesso Gehry, e molto luminoso grazie alle sue vetrate. Ignorate le sciure con la puzza sotto il naso, si mangia molto bene (il menu pranzo è raffinato e conveniente, ovviamente non low-cost) e tutti sono gentili con i bambini, che possono scegliere il menu a loro dedicato.
Le Frank – 8 Avenue du Mahatma Gandhi, 75116 Paris

Weekend a Parigi con bimbi - Jardin d'Acclimatation

Passages couverts e Jardins du Palais Royal

Nel centro di Parigi esiste una fitta rete di gallerie coperte, costruite nel primo trentennio del XIX secolo. Un reticolo di vetro e ghisa che attraversa diversi arrondissement, pensato per permettere acquisti e vita sociale anche nei mesi più freddi. Sotto le vetrate dei passages troverete caffè e negozi di ogni tipo: dai bijoux, all’antiquariato, passando per le gemme, i giocattoli vintage e le stampe d’autore. Noi siamo partiti dal Passage Verdeau e abbiamo percorso il Passage Jouffroy e il Passage des Panoramas.

Perdetevi tra le vetrine, e prima o poi arriverete al Palais Royal con i suoi giardini. Qui, all’ombra degli ippocastani, potrete concedervi una pausa su una panchina oppure seguire il gioco della pétanque sui viali polverosi. Ancora meglio, acquistate delle bocce e fate anche voi almeno un paio di partite!

Weekend a Parigi con bimbi - Botteghe passages couverts

Per mangiare: proprio all’inizio (o alla fine) del percorso sotto le gallerie, a pochi passi dalla fermata Bourse della metro, abbiamo scoperto un ottimo ristorante libanese. Il Liza offre un esteso menu degustazione, anche in versione vegetariana, ricco di meze e piccoli assaggi.
Restaurant Liza – 14 Rue de la Banque, 75002 Paris

Petit Palais

Se, come noi, avete già visitato più volte i musei più famosi (e anche quelli meno famosi, come il Carnavalet e il Marmottan: due gioielli), o se semplicemente non vi va di affrontare code e moltitudini, consiglio un giro al Petit Palais. È il museo delle Belle Arti della città di Parigi e ha una collezione non molto grande ma molto interessante (soprattutto per quanto riguarda gli impressionisti e i realisti di fine Ottocento). Le sale sono ampie e adatte ai bambini, perché poco affollate.

Weekend-a- Parigi con bimbi - Petit Palais

Da non perdere, poi, il giardino interno ricco di piante esotiche. L’ingresso è gratuito.

Weekend a Parigi con bimbi - Giardino Petit Palais

Per mangiare: lasciatevi lo spazio e il tempo di una colazione o di uno spuntino al Café Le Jardin du Petit Palais, all’interno del palazzo. I tavolini all’esterno sono nel bellissimo giardino già citato, un’oasi di tranquillità e bellezza nel cuore della grandeur parigina.
Le Jardin du Petit Palais
– Avenue Winston Churchill, 75008 Paris.

Non resta che augurarvi: bon voyage!!

Myriam
{testi e fotografie di Myriam Sabolla}
{foto di copertina, via Shutterstock}

 

Dai un’occhiata anche qui:

PARIGI CON BAMBINI – tutti i nostri racconti di viaggio

 

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

.

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER e GOOGLE+

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

  • Reply Alice

    Ciao, stavo pensando anche io di andare a Parigi e non sapevo come, mi hai semplificato la vita 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *