Mercatini di Natale con neonata? Yes we can!

Matteo ci racconta la sua esperienza ai Mercatini di Natale dell’Alto Adige con neonata: Anna, la sua bimba di 2 mesi, che ha visitato addirittura 4 mercatini in 5 giorni!

Quando abbiamo annunciato ad amici e parenti che avremmo voluto passare il capodanno 2013/2014 in montagna con Anna – nata con amore il 21 ottobre scorso – la reazione non è stata delle migliori. I più vivaci ci hanno definito “pazzi”, “scemi”, “screanzati”, “genitori degenere” e chi più ne ha più ne metta. I più timidi ed educati si sono limitati a tacere sgranando gli occhi, mentre molti altri ci hanno detto con grande stupore: “La portate già via???”.

Premetto che Caterina ed io siamo due genitori normalissimi, che amano viaggiare e che sperano sulle pagine di questo blog di trovare se non condivisione di questa nostra scelta, almeno comprensione. Anche perché quando il mondo ti rema contro qualche dubbio viene…

La risposta che abbiamo dato a chi storceva il naso per la nostra scelta “forse spinta da un eccesso di entusiasmo”, è stata per forza di cose ironica e dissimulatoria: “Si, la portiamo con noi perché Anna è ancora troppo piccola per rimanere a casa da sola a Capodanno” 😉

 

Mercatini di Natale con neonata in Alto Adige

mercatini di natale con neonata Alto Adige

Così il 27 dicembre siamo partiti per un soggiorno di 5 notti a Rasa – Natz-Schabs, un paesino sulle prime colline di Bressanone (BZ), all’inizio della Val Pusteria, zona dove siamo già stati molte volte in vacanza, sia in inverno che in estate.

Abbiamo alloggiato nella Pensione Weinberg in uno spazioso appartamento per 4 persone con terrazza che dava sulla valle di Bressanone, da cui a capodanno abbiamo ammirato degli splendidi fuochi d’artificio. L’appartamento disponeva di una camera grande, un bel salotto con cucina a vista, bagno e terrazza e costava circa 90 euro al giorno. Noi abbiamo prenotato tramite Booking ma la disponibilità di tutti gli alloggi si può trovare facilmente sui siti dei vari APT locali, che sono molto efficienti anche nella gestione delle prenotazioni via telefono.

Abbiamo trascorso la vacanza in estrema tranquillità, visitando diversi mercatini di Natale e passeggiando.

La posizione del paesino è certamente strategica:

  • a soli 6 km da Bressanone, abbastanza vicino per essere in centro in 10 minuti e abbastanza lontano per avere prezzi moderati
  • a 20 minuti di macchina da Vipiteno e Brunico, entrambi sede di mercatini di Natale
  • in 30 minuti si raggiunge anche il grande outlet – centro commerciale del Brennero, ottimo posto per passare una giornata di pioggia.

In alternativa, in caso di maltempo, nei paraggi sono presenti due piscine coperte: a Bressanone (con megascivoli d’acqua e centro benessere) e a Riscone, sulla strada che da Brunico porta a Plan de Corones.

 

Mercatini di Natale con neonata: 4 mercatini in 5 giorni!

mercatini di natale con neonata

Il programma della vacanza era molto semplice: un mercatino al giorno, ben coperti da capo a piedi, e centro commerciale in caso di maltempo. E così abbiamo fatto!

Sabato 28 abbiamo passato la giornata nell’elegante BRUNICO, meta di partenza privilegiata per gli sciatori del Plan de Corones.
Tra le principali attrattive di Brunico la pista del ghiaccio in piazza municipio e il castello con il Messner Mountain Museum allestito dal celebre alpinista Reinhold Messner, dedicata ai popoli di montagna dell’Asia, dell’Africa dell’America del Sud e dell’Europa.
I bambini possono fare anche un giro in pony tra i mercatini.

Domenica 29 siamo stati al BRENNERO (nevicava): città di frontiera con poche attrazioni se non negozi, ristoranti tipici e benzinai.

Lunedì 30 l’abbiamo trascorso nella moderna BRESSANONE, città con un centro pedonale enorme, che può essere visitato anche a bordo di un grande calesse trainato da cavalli.
Al Museo Diocesano si può ammirare un’esposizione di presepi. Interessante anche una visita all’Abbazia di Novacella (con fornitissima cantina), nella primissima collina di Bressanone sulla strada per la Val Pusteria.

Martedì 31 siamo andati a VIPITENO, stupendo paesino a pochissimi chilometri dal confine austriaco, dove si produce il celebre omonimo yogurt.
A Vipiteno è possibile salire sulla Torre delle Dodici, in pieno centro storico, o visitare il museo delle miniere a Ridanna. Per sciare si sale invece a Monte Cavallo.

L’1 gennaio 2014 ci siamo fermati sulla via del ritorno per una pausa allattamento a BOLZANO, dove i mercatini di Natale sono aperti (negli altri posti l’1 è praticamente tutto chiuso, mercatini compresi).

Tutte le informazioni sui mercatini dell’Alto Adige da quest’anno sono raccolte nell’utilissima app “Mercatini Originali Alto Adige/Südtirol” che è possibile scaricare a questo link.

 

Alto Adige a Natale: non solo mercatini

mercatini di natale con neonataNelle valli che si diramano dalla centrale Val Pusteria oltre alle magnifiche passeggiate – che è possibile fare anche d’inverno – e le numerose piste da sci, ci sono svariate attività e sport che è possibile praticare, soprattutto all’aperto, per esempio:

  • PERCA_ Piramidi di terra, una gita molto interessante e poco impegnativa; tutte le informazioni sul sito –> Piramidi di Terra
  • TERENTO_ Sentiero dei mulini; tutti i dettagli sul sito –> Sentiero dei mulini
  • FALZES_  Situato non lontano da Brunico, c’è un’interessantissima distilleria artigianale, Bergila, con annesso shop dove si possono acquistare essenze e prodotti naturali: la specialità della casa l’olio essenziale al pino mugo.

Infine, se piove, ci sono imponenti CASTELLI da visitare: famosi quelli di Brunico e di Campo Tures in Valle Aurina.

Per concludere…

L’ospitalità altoatesina si è confermata impeccabile. Ovunque l’attenzione era per la nostra piccola. Dai negozi ai bar, dai ristoranti ai supermercati, appena i gestori vedevano spuntare il passeggino erano tutti sorrisi e servizi pronti.
Moltissimi ristoranti e luoghi pubblici sono attrezzati con fasciatoi per il cambio.
Tutti i paesini hanno parchi giochi attrezzati per bambini di tutte le età, e parcheggi vicino alle centrali zone pedonali.

La Val Pusteria è la meta ideale per famiglie in vacanza…ma non solo…in passato ce la siamo goduta anche da fidanzati!

Matteo
[testi e fotografie di Matteo Caselli]

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

 

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKINSTAGRAM, TWITTER e GOOGLE+

 

Potrebbero interessarti anche:

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

  • Reply Francesca

    Ciao Matteo, mi ha fatto sorridere questo tuo pensiero:
    “Premetto che Caterina ed io siamo due genitori normalissimi, che amano viaggiare e che sperano sulle pagine di questo blog di trovare se non condivisione di questa nostra scelta, almeno comprensione. Anche perché quando il mondo ti rema contro qualche dubbio viene…”
    …sei nel posto giusto per trovare appoggio! Purtroppo sono tanti i genitori che non amano viaggiare, o che lo fanno lasciando i figli a casa. Non sanno davvero cosa si perdono, e cosa fanno perdere ai loro bambini! Una settimana in viaggio insegna di più che non un mese a scuola (secondo la mia opinione!).
    Anna è davvero una bambina fortunata. Quando hai bisogno di una “pacca sulla spalla”, noi siamo qua!

  • Reply Marzia

    Bellissima vacanza, veramente! Non ti curare troppo di chi storce il naso o la pensa diverso da te….purtroppo, se decidete di diventare una famiglia viaggiatrice, vi capiterà spesso e volentieri. Ma voi semplicemente, non preoccupatevene…a volte è invidia (per il vostro…”coraggio”, mettiamola così), a volta semplice ignoranza. Voi continuate a fare quello che vi sentite e andrà sempre bene.

  • Reply Matteo Caselli

    Grazie a tutte per il supporto!! Spero di potervi dare presto altre nostre notizie.

    Un saluto

    Matteo

  • Reply mili

    che bello leggere questa opinione…io il prossimo natale vorrei andare in uno di questi mercatini e benchè il mio piccolo avrà già 11 mesi già tutti ci dicono che siamo pazzi che li fa freddissimo ,che potrebbe venirgli la febbre eccc…ma io lo desidero tanto e voglio proprio andarci ,devo decidere solo dove…che mi dici della temperatura?quello di bolzano è così bello come dicono?

    • Reply Matteo Caselli

      Ciao, noi nei 5 giorni di permanenza li abbiamo visto praticamente tutti i mercatini: quello che mi piace di più personalmente è Merano, ma forse perché per diversi anni sono andato in visita proprio da quelle parti. L’ideale è alloggiare in zona Brunico, per essere al centro della zona mercatini. Bolzano è sicuramente bello e grande, ma di fascino maggiore è Merano, visto che rimane sul fiume e c’è più un’atmosfera di “paese”, rispetto a Bolzano che è una vera e propria città. Da Bolzano a Merano sono comunque solo 30 chilometri e in giornata si fanno entrambi.

      Vipiteno è il paese più piccolo, ed è forse la città dove fa più fretto perché molto vicina al passo, ma è carino. Bressanone e Brunico sono di grandezza media, molto belli. Alcuni rivenditori hanno comunque banchetti in tutti i mercatini.

      Per quanto riguarda la temperatura, lo scorso capodanno la minima che ho preso è stata -5 un pomeriggio a Vipiteno, e la massima 10-12 al sole in centro a Bressanone. Se si sta in pianura di solito non si va molto sotto zero, si va dai -1,5 ai -3. Lo dico non tanto per il tuo piccolo che sarà super imbacuccato nel suo piumone nel passeggino, quanto per voi che lo accompagnate..!!

      Un caro saluto, e poi fammi sapere com’è andata

      Matteo

      • Reply * Milly Marchioni *

        Confermo quanto dice Matteo: il freddo è un problema soprattutto per noi, più che per i piccolini che se ne stanno riparati nei loro passeggini..Magari portati una tuta tipo sci così sarà ben coperto anche se camminerà!

      • Reply mili

        grazie per la risposta …ora che si avvicina di più òla partenza il 26 dicembre sono nel panico totale…ho deciso per bolzano…ho paura per il freddo cosa mi consigliate per Ismaele?lui ha un bel passeggino con coprigambe ,un bel tettuccio…ma devo comprare cosa poi?

        • Reply * Milly Marchioni *

          Ciao Mili, io starei super tranquilla per due motivi.
          Innanzitutto, capisco che venendo dal sud il clima di Bolzano ti sembrerà rigido, ma non credere che lo sia in modo esagerato. Prenditi una tutona intera tipo neve e un panno di pile, oltre ovviamente a guantini e cuffia. Leggi questo post per qualche informazione in più: http://www.bimbieviaggi.it/2013/01/13/bambini-sulla-neve-cosa-mettere-in-valigia-settimana-bianca/
          Inoltre, considera che a Bolzano troverai tutto quello che può servire per ripararsi dal freddo: se quello che hai non ti sembra abbastanza, chiedi a loro e sapranno dirti! 🙂

  • Pingback: Scegliere Mercatini di Natale giusti: i consigli per orientarsi

  • Reply Michela

    Anche noi nel 2011 quando il mio bimbo aveva 2 mesi approfittando che ero in maternità e dopo anni non lavoravo ininterrottamente siamo andati 5 giorni io e mio marito in trentino a vedere i mercatini.tutto senza alcun problema. Se il bimbo doveva mangiare andavamo in un bar al caldo. Per il resto stava più al caldo lui nella navicella che noi.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Michela! Sì è vero, sono convinta anche io che loro là sotto al calduccio, se la spassino!!!
      Se hai voglia di raccontare la tua esperienza la pubblico volentieri sul blog! 🙂

  • Pingback: Mercatini di Natale con bambini: Bressanone e Bolzano – bimbieviaggi

  • Pingback: Mercatini di Bressanone con bambini...magia attorno al Duomo

  • Reply Alessandra

    ciao, quest’ anno vorrei portare il mio piccolo che a dicembre avrà 3 mesi e mezzo ad aosta per mercatini. volevamo fare solo 2 giorni…..ma come ci si organizza con pappe artificiali, cambio pannolini,ecc. riuscivate a stare in giro una giornata intera con il piccolo?

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Alessandra. Io con la bimba piccola mi organizzavo con dei termos che conservassero le pappe quanto più calde possibili. Le preparavo la mattina, magari con l’aiuto della cucina dell’hotel e le conservavo al caldo nel termos fino al pranzo. Per il cambio pannolino, assolutamente al chiuso, chiedendo nei bar…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *