Cosa vedere a Expo con bambini: l’esposizione raccontata alle famiglie

All’interno di Expo Milano sono numerosissimi i padiglioni adatti per essere visitati assieme ai bambini, sia per il loro valore didattico, sia per la connotazione giocosa di molte installazioni.

Ho già parlato approfonditamente di tutti gli aspetti pratici da tenere in considerazione se si desidera visitare l’Expo con i bambini > Expo per bambini: tutto quello che serve sapere per viverla al meglio

In questo articolo vi racconto le zone maggiormente “kid friendly” del sito espositivo.

Quanto tempo ci vuole per visitare Expo?

Impossibile quantificarlo a priori. Se un padiglione interessa e la permanenza è libera (come per esempio il padiglione zero) non è difficile credere che si potranno perdere anche 1-2 ore all’interno dello stesso, tra filmati, letture dei pannelli e quant’altro…
In altri casi invece, se l’interesse è minore o se il percorso è guidato (quindi “forzato”), la permanenza tende ad essere molto più breve.

Un altro elemento da tenere in considerazione per il calcolo dei tempi è il fattore “fila”, sia all’ingresso, per i controlli, sia ai padiglioni, dove l’accesso è spesso limitato ad un numero massimo di visitatori (N.B.: i bimbi in passeggino saltano la fila, basta rivolgersi ai referenti presenti all’ingresso di ogni padiglione). Per capirci, noi siamo sempre andati in giorni infrasettimanali e, complice anche la presenza di numerose scolaresche, per entrare in alcuni padiglioni ci abbiamo messo 40 minuti.

Un suggerimento per chi può rimanere a dormire a Milano: non perdetevi l’Expo in notturna! Molti padiglioni chiudono alle 21 ma il sito è aperto fino a mezzanotte e anche all’esterno ci sono molte cose da fare a vedere, a partire dai bellissimi padiglioni illuminati.

Qualcuno dice che per visitare tutto il sito siano necessari 5 giorni! Non so se sia vero, certo è che se si ha a disposizione poco tempo la parola d’ordine è selezionare! Ecco quindi i miei personalissimi consigli su cosa vedere a Expo con bambini, lungo un itinerario che parte dall’ingresso ovest Triulza e arriva fino in fondo al Decumano, sul lato opposto. A ciascuno assegnerò un voto da 1 a 5 a seconda di quanto ritenga il padiglione adatto ai bambini:

  • 5 = IMPERDIBILE
  • 4 = MOLTO DIVERTENTE/ISTRUTTIVO
  • 3 = CON AREA DEDICATA AI BAMBINI
  • 2 = ASPETTO DIDATTICO NON IMMEDIATO/POCO ACCESSIBILE
  • 1 = NON DEGNO DI NOTA

Non ho ancora visto tutti i padiglioni quindi la lista è inevitabilmente incompleta e la integrerò volentieri anche grazie ai vostri consigli.

Cosa vedere a Expo con bambini: le nostre tappe

PADIGLIONE ZERO (4)

cosa vedere a expo con bambini padiglione zero

Entrando dall’ingresso ovest Triulza, la prima inevitabile tappa è quella del Padiglione Zero e credo sinceramente che sia l’inizio ideale, poiché rappresenta l’introduzione al tema dell’esposizione. Si parte con un’immensa cassettiera e subito dietro, un filmato delle Nazioni Unite che racconta la storia di un bambino che vive lontano anni luce dalla nostra opulenza. Non voglio descrivere tutto nei dettagli per non rovinare la sorpresa, ma tra colorate immagini di cibi e riproduzioni di animali a grandezza naturale (che però non si possono toccare!), si tratta di un padiglione importante per adulti e bambini, proprio per capire il senso dell’evento.

PADIGLIONE REPUBBLICA CECA (3)

cosa vedere a expo con bambini repubblica ceca

Se il caldo si fa sentire, è d’obbligo un salto in Repubblica Ceca dove dall’ala di un enorme uccellino viene nebulizzata acqua fresca, che ci si può godere sedendosi nelle sedie sdraio o mettendo i piedi nella piscinetta sottostante.

PADIGLIONE BRASILE (2)

cosa vedere a expo con bambini rete brasile

L’attrazione principale del Brasile è rappresentata dal lungo percorso su rete che fiancheggia il padiglione: una grande rete “interattiva” (i passi delle persone e i conseguenti dondolii dovrebbero produrre una variazione dei suoni e delle luci circostanti…uso il condizionale perché noi eravamo troppo impegnati a ridere e dondolarci e non ce ne siamo accorte!).

Un paio di consigli: i bambini fino a 5 anni possono salire solo se accompagnati. Le maglie della rete sono molto larghe quindi per i bimbi piccoli camminarci sopra è molto faticoso. Inutile sottolineare che è decisamente opportuno evitare i tacchi (e anche la gonna)….vero Valeria? 😉

PADIGLIONE BELGIO (2)

Il padiglione si presenta particolarmente interessante soprattutto per noi adulti, poiché consente di conoscere alcune innovative tecniche agricole come l’aquaponic system, in cui vengono utilizzate vasche coi pesci per fertilizzare e mantenere pulite le colture di verdure, tramite un complesso sistema di interscambio tra l’area in cui crescono i vegetali e le vasche sottostanti.

I bambini apprezzeranno soprattutto gli assaggi di (ottimo) cioccolato prima dell’uscita! 😉

PADIGLIONE MALESIA (3)

cosa vedere a expo con bambini Malesia

Lo stand della Malesia attrae già dall’esterno con la sua strana forma: 4 giganti semi della foresta pluviale. Dopo un breve filmato di presentazione (che non mi ha entusiasmato), 2 sale sono davvero carine per i bambini. La prima è quella in cui è stata ricostruita la foresta e si può interagire con i suoi vari componenti. La seconda è una sala buia dove….si può giocare con le lucciole! Non aggiungo altro, se non che mia figlia l’ha inserita sul podio delle attrazioni di Expo!

CHILDRENPARK (5)

cosa vedere a expo con bambini childrenpark

Il Childrenpark è il padiglione espressamente dedicato ai bambini. In realtà non si tratta di un vero e proprio padiglione ma di un percorso in 8 tappe all’aperto (solo gli intrattenimenti sono al coperto). Pensato per il gioco ed il relax di tutta la famiglia, è composto da 8 stazioni dove i bambini si possono cimentare in prove molto divertenti, ma anche educative, in materia ambientale.

Al suo interno anche dei bagni carinissimi riservati ai bambini:

Expo per bambini cosa fare a expo Bagni per bambini

Maggiori informazioni
> Childrenpark (sito ufficiale)
> Il Children Park raccontato da Valeria

PARCO GIOCHI GROM (5)

cosa vedere a expo con bambini grom

Presso la gelateria Grom posta dietro il cluster dedicato alle spezie, non solo si può mangiare un buon gelato, ma si possono anche sgranchire le gambe o riposarsi nel carinissimo parco giochi a disposizione dei visitatori.

PADIGLIONE EMIRATI ARABI (4)

cosa vedere a expo con bambini emirati arabi

E’ certamente uno dei nostri padiglioni preferiti (non a caso la fila per entrare era davvero lunga). Oltre alla piacevole estetica che lo caratterizza (Dubai sarà meta di Expo2020 quindi hanno fatto le cose in grande), il padiglione degli Emirati si sviluppa attorno al racconto della vita di Sara, una bimba araba con una grande famiglia. Cubi interattivi all’ingresso, breve e toccante filmato che racconta la storia del Paese dal deserto degli anni 60 agli attuali grattacieli, una bambina in 3D che fa cantare il pubblico…E per concludere, volendo, assaggi della cucina araba. Un percorso divertente e allo stesso tempo molto istruttivo sull’importanza dello sviluppo sostenibile o sull’impegno degli Emirati in questo senso.

AREA KINDER + SPORT (5)

Si tratta di una grande area sportiva interamente dedicata ai bambini, per sensibilizzarli sull’importanza dello sport e del movimento. Il progetto è stato sviluppato dall’Università del Foro Italico ed è gradevole sia per i bellissimi colori con cui l’area è stata allestita sia per le attività che i bambini vi possono compiere: cyclette, monitor interattivi, cavallucci per potenziare il controllo, tronchi per allenare l’equilibrio, salti e giochi d’acqua, muri da scalata, surf, aquiloni giganti e percorsi a ostacoli in una piccola arena. Al termine, una bellissima area relax….

Un’area a dir poco divertente! Se si partecipa in autonomia non serve la prenotazione, mentre gruppi e le scolaresche devono prenotare e all’ingresso hanno la precedenza. Consiglio di portare con sé acqua e cambio per i bambini (che potrebbero sudare parecchio nelle giornate calde).

 

PADIGLIONE POLONIA (1)

cosa vedere a expo con bambini polonia

Il padiglione della Polonia non è prettamente kid friendly ma è molto scenografico, come se fosse costruito con tante cassette di legno. Il giro all’interno è molto breve e regalano caramelline ottime! 😉

PADIGLIONE FRANCIA (2)

cosa vedere a expo con bambini francia
Foto di Valeria Farina

 

Valeria ci dice che si tratta di un mondo sottosopra, un intero padiglione da percorrere con gli occhi al soffitto. Qui tutto cala dall’alto: vino, formaggi, dolci… E’ molto divertente e il profumo di baguette che accompagna la visita rende inevitabile l’acquisto del noto e fragrante pane, alla fine del percorso.

PADIGLIONE SPAGNA (2)

cosa vedere a expo con bambini spagna
Foto di Valeria Farina

 

Valeria ci dice che si tratta di un racconto della loro cultura culinaria: si entra nelle stanze piene di colori, suoni, vivaci e caciarone come le città spagnole. Molto bello il soffitto esterno che fa da pergolato per i tavolini del ristorante: non ci sono piante o fiori, ma fragole.

Per saperne di più, vi consiglio il post di Patrizia > Padiglione Spagna

FUTURE FOOD DISTRICT (3)

cosa vedere a expo con bambini coop
Foto di Valeria Farina

 

In questo supermercato, Coop ha messo in pratica tante soluzioni all’avanguardia per la spesa del futuro (in particolare nel 2050 quando forse alcune di queste soluzioni potranno essere realtà anche nel nostro supermercato). Se da un lato gli scaffali si sviluppano con una forma simile a quella degli antichi banchetti dei mercati, dall’altro la tecnologia è la vera protagonista: schermi che mostrano informazioni sui prodotti esposti semplicemente avvicinando la mano ai prodotti stessi; robot che confezionano le mele per i clienti, packaging che mostrano lo stato di conservazione dei prodotti e stampanti 3D che creano cibi!

Nell’area espositiva posta all’esterno del padiglione, inoltre, sono presenti aule per i laboratori didattici (gratuiti, da prenotare presso > Coop Pandora) e una piccola esposizione su sistemi agricoli alternativi. E’ qui che sono esposte anche le proteine del futuro: confezioni di scarafaggi commestibili, dagli scorpioni alle cavallette, fino ai vermi di cioccolato. (Sì, ok, mi fanno proprio schifo, però in molti paesi li mangiano e non è escluso che in futuro ce ne ciberemo anche noi!).

Da notare che presso il supermercato è possibile fare davvero la spesa, a prezzi standard (quindi convenienti rispetto ai ristoranti all’interno del sito). Prima dell’uscita dal padiglione è presente anche una piccola libreria Coop con angolo dedicato alle letture dei più piccoli 😉

 

PADIGLIONE ISRAELE (3)

cosa vedere a expo con bambini israele

Anche questo è un padiglione da non perdere con i bambini: dopo un filmato introduttivo sul paese (presentato in modo divertente) si entra nel vivo con il racconto del “Miracolo dell’agricoltura israeliana”. Anche in questo caso il valore didattico della narrazione è degno di nota. Per concludere, presso il bar del padiglione, è possibile fare un picnic sull’erba, con tanto di cestini e tovaglia a quadretti!

PALAZZO ITALIA

Non siamo riuscite ad entrare: ormai si era fatto tardi e c’era ancora parecchia fila, quindi non so come sia all’interno. Da fuori è molto piacevole ed elegante e soprattutto si affaccia su una delle principali attrazioni dell’esibizione: l’albero della vita (vedi più sotto).

cosa vedere a expo con bambini europa italia

PADIGLIONE EUROPA (4)

Posto proprio di fronte a Palazzo Italia, il giorno della nostra prima visita (7 maggio) il padiglione Europa era ancora chiuso. Ma abbiamo parlato con alcuni rappresentanti che ci hanno raccontato di Alex e Silvia, i protagonisti del film che racconta ad adulti e bambini cosa sia l’Europa. Assieme a loro due simpatici cagnolini, le loro mascotte.

Per saperne di più, vi consiglio il blog di Fraintesa > Il Padiglione Europa a Expo e la Spiga d’Oro

PADIGLIONE SVIZZERA (5)

cosa vedere a expo con bambini Svizzera

Ecco un altro dei padiglioni imperdibili per chi visita Expo con bambini sia per l’attenzione rivolta ai piccoli sia per il messaggio lanciato.

Alcune mascotte accolgono i visitatori all’ingresso e nell’area esterna c’è la riproduzione del tunnel del Gottardo oltre ad uno spazio giochi interamente dedicato ai più piccoli. Memory gigante a tema food, colori, sedie sdraio, per un momento di gioco e relax.

All’interno del padiglione, inoltre, un messaggio decisamente coerente con il tema di Expo: 4 torri contengono alcuni prodotti tipici della Svizzera (mele, acqua, caffè e sale) che possono essere presi liberamente dai visitatori. Man mano che i piani superiori si svuoteranno, il pavimento dell’ultimo piano si abbasserà, lasciando il vuoto sopra di sé. Già dopo un paio di settimane l’ultimo piano si sta svuotando e, se si continuerà così, fra non molto i visitatori visiteranno un padiglione vuoto. Quindi il messaggio è: pensiamo solo a noi o anche agli altri? ce ne sarà per tutti?

PADIGLIONE AUSTRIA (4)

cosa vedere a expo con bambini Austria
Foto di Valeria Farina

Valeria ha visitato l’Austria con la sua bimba e ci racconta: è come entrare in un bosco, verde tutto attorno, aria fresca e pulita, e silenzio. Ci sono binocoli con cui guardare i dettagli dei prati, infatti le lenti sono dei microscopi, e con cui approfondire alcuni item indicati con la classica “I” di informazioni. Ci sono dei tubi con acqua all’interno, e spingendo dei piccoli manubri ad essi collegati si creano bolle d’aria dentro. C’è un altro tubo con un pupazzo tipo palloncino, che si gonfia sempre spingendo una piccola pompa. Divertente ed istruttivo.

PADIGLIONE KUWAIT (3)

Una grande nave che veleggia sul deserto: acqua e sabbia sono i due elementi fondanti di questo padiglione che presenta il territorio e la storia del Kuwait in modi a tratti avveniristici (video su schermi giganti, immagini in volo sul deserto, forti tempeste che fanno crescere piante nella sabbia) e a tratti decisamente semplici ma accoglienti (la riproduzione del mercato locale, la corsa dei cammelli, gli abiti tradizionali…).

L’area che piace di più ai bimbi è certamente la grande riproduzione di Kuwait City: i bimbi possono andare sotto al plastico e, salendo su una scaletta, infilare la testa sotto alle cupole che sbucano nel bel mezzo della città. Da lì possono vederla da vicino e farse fare una foto da mamma e papà.

PADIGLIONE ALITALIA/ETIHAD (5)

Imperdibile! L’abbiamo scoperto durante la nostra seconda visita a Expo e posso dire che si tratta in assoluto del padiglione più kidfriendly visto finora. Oltre alla gentilezza e disponibilità delle hostess che accolgono i visitatori all’entrata, un’ampia parte del padiglione è dedicata a Edi e Alia, le due mascotte, ed ai giochi multimediali pensati appunto per i bambini, ai quali viene anche consegnato un libretto sui temi dello sviluppo sostenibile portati avanti dalla compagnia.

expo con bambini alitalia

expo con bambini alitalia

Per non parlare poi dei divertimenti per grandi e piccoli viaggiatori: occhialoni e comode poltrone per vivere intense esperienze di volo virtuale e un simulatore di volo (è possibile prenotare una guida con pilota sul sito di Alitalia > Expo Simulator , ma anche senza prenotare, si riesce comunque a scattare una foto mentre si pilota!).

expo con bambini alitalia etihad

BIODIVERSITY PARK (3)

Nel padiglione gestito da Bologna Fiere, oltre a poter acquistare prodotti biologici presso il supermercato Natura Sì, e i punti vendita Alce Nero, è piacevole passeggiare nell’area esterna dove un sentiero porta i visitatori attraverso numerose piante, tropicali o dell’orto, con relative spiegazioni.

Cosa vedere a expo con bambini - biodiversity park

PADIGLIONE QATAR (4)

Un altro padiglione particolarmente interattivo che si presta benissimo ad essere visitato coi bambini, sia per il divertimento delle sue installazioni, sia per i messaggi relativi allo sviluppo sul paese. E’ incentrato in modo particolare sulle usanze e sulla vita del Qatar: un grande tavolo imbandito dove conoscerne la cucina, monitor interattivi, una grande container dove infilare la testa per vederlo sfrecciare sulle strade del paese, un libro magico che si sfoglia da solo, e infine una lunga rampa di discesa che fiancheggia una palma gigante lungo la quale scorrono le immagini del Qatar, dal passato ai giorni nostri. E all’esterno le riproduzioni dei luoghi tipici: il mercato, il forno, un angolo dove indossare gli abiti del paese e uno dove farsi un tatuaggio all’Henné…

Infine, una bella area dedicata all’intrattenimento dei più piccoli, che possono anche imparare a scrivere qualche lettera in arabo.

Alcune curiosità: in Qatar si mangia solo ed esclusivamente con la mano destra e non si rifiuta MAI una tazza di caffè (che non è come il nostro ma è ricco di sapori e spezie). Una volta terminato il caffè, è sufficiente dondolare un po’ la tazza per dire che non se ne desidera altro!

 

PADIGLIONE OMAN (3)

Il padiglione del Sultanato dell’Oman, maestoso all’esterno e semplice all’interno, lancia dei messaggi importanti: il valore dell’acqua, l’importanza del miele e delle verdure per lo sviluppo del paese… I bambini si divertono a vedere le api giganti e le loro arnie “multimediali“, e poi possono giocare con una grande barca touch screen che insegna loro che pesci sono stati pescati…

cosa vedere a expo con bambini oman

ALTRI PADIGLIONI

Aggiungo infine altri padiglioni che mi sono stati suggeriti ma dei quali non abbiamo esperienze dirette:

  • MSC CROCIERE: al  Chicco Point ci hanno anticipato che MSC Crociere attiverà un’area giochi dedicata alla fascia  0-3 anni, ma al momento delle nostre visite non era ancora attiva;
  • SLOW FOOD: organizza attività didattiche per i bambini, sul tema della biodiversità, con tanto di vero e proprio orto
  • FABBRICA DI CIOCCOLATO: è uno dei cluster di Expo e organizza, tra le altre cose, laboratori per creare sculture di cioccolato;
  • MONACO: all’interno del padiglione si trovano angoli gioco/creatività dedicati ai più piccoli
  • GIAPPONE e INGHILTERRA: sono considerati tra i più bei padiglioni di Expo, quindi ci toccherà tornare quanto prima per visitarli!
  • KAZAKISTAN: vi consiglio di leggere questo bellissimo post di Monica > Kazakistan Expo 2015

 

DA SAPERE: il passaporto!

Passaporto Expo Milano per bambini
Foto di Serena Borghesi

 

E’ finalmente possibile acquistare il PASSAPORTO speciale Expo, che potrà essere timbrato presso presso i padiglioni attrezzati.
Tutte le informazioni sono qui  > Passaporto Expo Milano

 

Cosa vedere a Expo con bambini: gli eventi della giornata

Expo non è solo padiglioni ma anche eventi. A partire dagli spettacoli del Cirque du Soleil (a pagamento) per arrivare a due appuntamenti (gratuiti) imperdibili durante l’arco della giornata:

CIRQUE DU SOLEIL

Abbiamo avuto la fortuna di assistere alla prima serata del Cirque du Soleil, il 16 maggio: lo spettacolo “Alla Vita” porta in scena il tema dell’Expo (Nutrire il pianeta, energia per la vita) con la magia che da sempre accompagna le esibizioni del Cirque. Splendidi artisti che fluttuano nell’aria, volano, saltano come se la forza di gravità non esistesse. Musica, colori, luci per uno spettacolo che affascina grandi e bambini.

Lo consiglio? Sì, assolutamente. Però, teniate conto che:

  • i biglietti costano tra i 25 ed i 35 euro a testa (bimbi gratis fino a 4 anni)
  • sotto i 4 anni un bimbo difficilmente riesce a reggere l’intero spettacolo, soprattutto nei momenti in cui il ritmo è meno vivace
  • lo spettacolo dura 1 ora
  • molti dei posti a sedere non sono per niente comodi (cemento) e soprattutto la visibilità dai posti retrostanti non è il massimo, considerando la scarsa pendenza dell’arena, e rischia di essere molto simile a quella degli spettatori non paganti subito fuori dal teatro
  • il teatro è all’aperto, senza copertura

L’ALBERO DELLA VITA

cosa vedere a expo con bambini Albero della vita

Collocato all’interno della Lake Arena, nei pressi di Palazzo Italia, l’albero della vita è un immensa costruzione multiforme: tappezzata di fiori e colori di giorno, illuminata di notte….Ad ogni ora (ai 00) parte uno spettacolo di musica e colori che, assieme alle circostanti fontane che spruzzano acqua fino al cielo, crea una vera e propria esibizione che inchioda gli occhi ed il cuore. Sì, davvero una bella emozione, soprattutto di notte. Per ammirarla ci si può sedere sui gradoni che circondano il lago oppure su delle strane sedie-trottole dalle quale, inutile dirlo, i bambini non si vorrebbero mai alzare! Gli spettacoli diurni durano circa 3 minuti, quelli notturni circa 12, quindi informatevi bene sugli orari esatti e non tardate!!

LA PARATA DI FOODY

cosa vedere a expo con bambini Foody

Ogni giorno, alle 11.30 e alle 16 (meglio comunque chiedere conferma all’ingresso!), si tiene la parata di Foody, la mascotte di Expo, assieme a tanti suoi amici: Calimero, Titti, i giocolieri, le majorette…. un tripudio di musica, colori e bambini urlanti che seguono il pupazzone con una lunga e allegra processione lungo il Decumano.

 

LINK UTILI

  • Per essere sempre aggiornati sugli appuntamenti che si svolgono nell’arco della giornata, è molto utile scaricare la APP ufficiale Expo 2015.
  • Per chi cerca informazioni ed è attivo sui social, è disponibile il profilo twitter @AskExpo
  • Per una descrizione dettagliata di tutti i padiglioni > Partecipanti a Expo
  • Per una descrizione delle aree e per le mappe del sito > aree tematiche
  • Per tutte le informazioni sui biglietti > Biglietti Expo
  • Altri consigli per chi visita Expo con bambini sono disponibili nei blog Playgroundaroundthecorner e Speziegentili

 

 

Milly

(testi e fotografie di Milena Marchioni – salvo dove diversamente specificato)

 

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

 

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Quali padiglioni vedere a EXPO 2015: i consigli di mamma Daria
  2. Expo con bambini: cosa offre Milano alle famiglie?
  3. Food a Milano: piccolo viaggio intorno al cibo
  4. Ristoranti family friendly a Milano e dintorni
  5. Milano per gioco: Feet to Feed, caccia al tesoro in città

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

  • Reply Monica

    Padiglio zero: lasciato a metà dalla liquidazione della mia azienda, lo stavamo costruendo noi!

    Il supermercato del Futuro allestito dalla mia attuale azienda… é come se ci fossi anche io in questo EXPO

      • Reply Monica

        Magari… sto aspettando i biglietti per tutta la famiglia! … e anche gli impegni della principessa di casa

        • Reply * Milly Marchioni *

          Io sto facendo un pensierino per sabato: toccata e fuga in giornata per il Cirque du Soleil e l’albero della vita….

          • Monica

            Nuuuuu… non ce la faccio questo sabato… io devo programmare un po’ più lungo!!! :-(
            Se decidi però dimmelo che intanto ragiono!

  • Reply Sarab

    Utilissimo, come sempre!
    Grazie!

  • Pingback: Expo con bambini: cosa offre Milano alle famiglie-Bimbieviaggi

  • Pingback: Milano per gioco: Feet to Feed, caccia al tesoro in città

  • Reply laura

    bellissimo articolo !!!!! non vedo l’ora di andare.. io sarò all’expo il 7 giugno con la piccola.. se qualcuna di voi è presente ci si vede per un caffè…

    • Reply * Milly Marchioni *

      Grazie! Quel giorno ho altri impegni, comunque aspetto anche un tuo giudizio sull’evento!

  • Pingback: La scoperta del Children Park di Expo | SpezieGentili

  • Reply laura

    Sono pessima… Ho letto ora l’articolo e all’Expo ci sono andata ieri!
    Detto questo segnalo alcune cose: al padiglione del Giappone non danno l’accesso preferenziale chi ha bimbi piccoli con il passeggino per cui non siamo riusciti a visitarlo a causa della fila lunghissima (1ora di coda), molto belli Germania-Messico-Cile, in Estonia ci sono delle altalene che producono energia con il movimento e per quanto riguarda il Padiglione Italia dentro non ci ha entusiasmato molto e il percorso per prendere i vari ascensori è piuttosto scomodo e la capienza limitata. Detto questo buona visita a tutti e ci ritorneremo pure noi per vedere il resto!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Grazie mille delle utilissime informazioni!! Dai che entro la fine facciamo una mappatura completa! 😉

  • Reply laura

    ieri sono tornata per la seconda volta all’expo con la cucciola di casa. volevo segnalare oltre a tutti i padiglioni già segnalti dalla nostra Milly lo splendido padiglione del Cile a cui si accede con una scala mobile dentro una grotta scura e una volta saliti si entra in un mondo di suoni e immagini dei vari climi e paesaggi del cile e in una seconda sala con un maxi schermo che illustra storia e cucina cilena in modo accattivante. il tutto in un ambiente fresco e simpatico. all’uscita poi viene donato un succoso frutto cileno.
    altro padiglione molto allegro e simpatico per i bambini è la Colombia
    diviso in zone e aree climatiche con relativi 5 climi della colombia vengono proiettati video che illustrano il paese passando dal caldo della zona tropicale al freddo (realmente percepiti) della zona andina e alla fine tutti a cantare e ballare musica cilena prima di uscire…
    un altro padiglione che è piaciuto tantissimo a valentina è l’unione europea con il cinema in 4D dove viene proiettato un cartone animato (alex & Sylvia) su amore e cibo. rinfrescante rilassante e commovente.. e alla fine poster e foto in omaggio

    • Reply * Milly Marchioni *

      Lauraaaa, mamma mia, ora sì che mi è venuta voglia di tornare a Expo quanto prima! Cile, Colombia ed Europa assolutamente da fare, grazie per le dritte!!

      • Reply laura

        milly io penso di tornarci per la terza volta a settembre perchè veramente vado matta per expo e l’aria che si respira!! aggiungo un altro padiglione molto molto simpatico per i bimbi. la Slovenia. appena entrati si trovano due grandi vasche di sale grosso dove poter camminare o correre a piedi nudi, una vasca di acque termali da toccare, miele di ogni tipo da annusare, e pane alle noci da provare. all’uscita domano pure un coupon di sconto del 30% su vacanze termali … della serie evvai. .. la vacanza continua…..
        un altro consiglio che do è provare il buonissimo succo di mela offerto dalla polonia e le mele essicate..
        insomma un viaggio sensoriale di olfatto gusto vista….

          • laura

            milly se organizzi per settembre fammi sapere…

          • * Milly Marchioni *

            Volentieri! E’ più probabile che ci vada questo mese, comunque ti faccio sapere! 😉

  • Pingback: Expo per bambini: tutte le cose da sapere per viverla al meglio

  • Reply Tiziana

    Sono stata a Expo serale con le mie bimbe questa settimana e prevedo una prossima uscita giornaliera, le mie impressioni sui padiglioni visitati sono:
    MAROCCO: davvero ben fatto e adatto ai bambini, la coda non è troppa e comunque scorrevole. Si passa attraverso diverse stanze con temperature e odori diversi che rappresentano le zone del Marocco, tutto curato nei minimi particolari
    AUSTRIA: adatto sì ai bambini ma probabilmente a bambini di città. Le mie bimbe abituate a passeggiare nei boschi e all’aria aperta lo hanno apprezzato fino ad un certo punto anche se comunque il padiglione è ben fatto
    COLOMBIA: uno dei nostri preferiti, secondo me adatto a bimbi un po’ più grandi (almeno 7/8 anni). Attraverso filmati davvero ben fatti (stupendo il penultimo dove sembra di stare su un ascensore che scendendo attraversa tutte le zone climatiche colombiane) viene fatta una bella panoramica sul paese, le sue zone e i suoi cibi

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Tiziana, grazie mille del tuo commento! Molto interessante anche differenziare i giudizi in base all’età dei bambini. Mia figlia per esempio, pur avendo 7 anni, non ha apprezzato molto quello della Colombia: probabilmente se avesse avuto un paio di anni in più sarebbe andata meglio..
      Il Marocco ci manca ma mi hai incuriosito molto!!!

  • Reply Tiziana

    Oggi altro giro giornata intera (stanchissima), tra i vari padiglioni visitati:
    – OMAN e KUWAIT molto carini e con poca coda, solo in Kuwait la mia bimba più piccola (5 anni) si è un po’ spaventata nella sala con il temporale nel deserto
    – ESTONIA perfetto per una pausa caffè in quanto ci sono le altalene che producono energia elettrica che hanno intrattenuti le bimbe (che non se ne volevano più andare)
    – MALAYSIA: sinceramente mi aspettavo qualcosa di più anche se alla fine alle bambine è piaciuto. Il filmato molto commerciale, la foresta pluviale piccola piccola e le lucciole erano semplici luci sul muro
    – BRASILE anche se non è ben chiaro cosa c’entri la rete con le risorse … le bambine sono impazzite ad attraversarla, si sono molto divertite!! Attenzione con i bimbi troppo piccoli perché le maglie sono piuttosto larghe e alla mia grande (33 di scarpa) si è infilato il piede con conseguente abrasione della caviglia contro la corda

    Purtroppo anche oggi non sono riuscita a vedere Emirati e Kazakhstan … 3 ore e 2 ore e mezza di attesa sotto il sole … decisamente troppo per i bambini! :-)
    Infine 10 e lode al padiglione Kinder + Sport, se avete tempo non fatevelo scappare!

    • Reply * Milly Marchioni *

      WOW, grazie mille!!
      A parte l’Estonia, gli altri li ho visti e concordo coi tuoi giudizi (a mia figlia però il bosco delle lucciole malesi è piaciuto molto e non voleva più uscire! 😉 )

  • Pingback: Visita guidata di Milano con bambini: la città dall'alto

  • Pingback: Mostra dinosauri a Milano: lo Spinosauro a Palazzo Dugnani

  • Reply Beatrice

    L’Expo è una realtà un po’ controversa secondo me. Per i bambini può essere tanto interessante quanto stressante! Io mi sono affidata ai consigli di una giornalista che c’è stata con il proprio bambino che ha scritto molti articoli riguardanti l’Esposizione Universale. Davvero molto utili!

  • Pingback: Expo 2015 con i bambini

  • Pingback: Il 2015 di Bimbi e Viaggi: di viaggiare non ci si stanca mai

  • Reply giochi gonfiabili

    All’expo i bambini sono rimasti incantati davanti degli enormi giochi gonfiabili, erano fruibili gratuitamente ed era bellissimo vedere i piccoli fare la fila per entrare dentro la casa e uscire dallo scivolo

  • Pingback: Riapre Expo: ecco tutte le attività previste nel 2016

  • Pingback: Parchi divertimento in Italia: idee per un’avventura speciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *