Trekking con gli asini ai piedi dei Monti Sibillini

Questa bella avventura è iniziata per caso, complice la nostra passione per il trekking e la vita all’aria aperta: mi sono imbattuta in un tweet che parlava di “trekking con gli asini nelle Marche per il ponte del 25 aprile”, ho mandato un’email e ho preparato la valigia!

E così, guidati dal caso, siamo finiti proprio nel posto adatto a noi: immersi nella natura incontaminata dei Monti Sibillini, atmosfera rilassata, vita d’altri tempi e soprattutto compagni di viaggio speciali, gli asini, che hanno reso questa esperienza davvero emozionante per tutta la famiglia!

Alloggiando a Smerillo (in provincia di Fermo) presso l’Agriturismo “Il Vecchio Tasso”, abbiamo fatto alcune passeggiate nei dintorni, accompagnati da Marco di Forestcamp (un progetto dell’Associazione Asini si nasce – Regione Marche) che ci ha introdotto con passione al magico mondo degli asini (vedi anche i consigli pratici in fondo all’articolo) e ci ha fatto da guida lungo i sentieri e i borghi della zona.

Trekking con gli asini: il Lago di San Ruffino

Il primo appuntamento era fissato in riva al Lago di San Ruffino, vicino ad Amandola, in una bella giornata di festa per la regata “Le vele di San Ruffino

trekking con gli asini

L’esperienza del trekking con gli asini parte da un primo semplice contatto tra uomo e animale, finalizzato alla conoscenza reciproca. Soprattutto quando i protagonisti sono i bambini, è importante che entrambi siano sereni e affrontino l’avventura con gioia e tranquillità.

trekking con gli asini

Dopo aver conosciuto Iside ed Agata, 2 asinelle di 5 anni (proprio come Amanda!) ci siamo incamminati lungo il sentiero che fiancheggia il lago, un sentiero ampio e pianeggiante, percorribile anche con passeggino al seguito e lungo il quale abbiamo incontrato altri simpatici amici 😉

trekking con gli asini

trekking con gli asini

Dopo un po’ di strada a piedi, Iside era pronta a caricare Amanda, che non ha esitato un attimo e si è sentita subito a suo agio!

trekking con gli asini

Dopo questo primo approccio eravamo pronti per “la grande avventura” del giorno successivo, una mezza giornata dedicata ad una super passeggiata!

Trekking con gli asini: borghi medievali e boschi tra Smerillo e Montefalcone Appennino

Questa passeggiata parte dalla “Fonte di Smerillo” (una fonte naturale da cui sgorga acqua tutto l’anno), percorre il sentiero medievale che porta al borgo di Smerillo, da qui riprende il sentiero in mezzo ai boschi per poi arrivare al borgo di Montefalcone Appenino. Si tratta di un sentiero lungo ma semplice, facilmente percorribile a piedi, in alcuni tratti un po’ stretto ma mai scosceso (qui i sentieri, purtroppo, non sono segnalati).

trekking con gli asini

trekking con gli asini

trekking con gli asini

Per una pausa pranzo è possibile sostare nel parco pubblico di Montefalcone, dove sono presenti diversi giochi per bambini e anche un bagno in buone condizioni.

trekking con gli asini

In un’unica uscita di trekking si passa dalla natura selvaggia dei boschi di Smerillo e Montefalcone Appennino (dichiarati Sito di Interesse Comunitario) alla visita di antichi borghi medievali dove il tempo sembra essersi fermato: nessuna macchina in circolazione, poche persone in giro, tutte con quello sguardo quasi stupito nel vedere “estranei” a passeggio…per di più con degli asini!!! Da entrambi i borghi è inoltre possibile ammirare bellissimi panorami sulle colline circostanti!

trekking con gli asini

Ovunque regna un silenzio surreale: solo i suoni della natura, i canti degli uccellini, i nostri passi sull’erba o sulle pietre, le nostre chiacchiere e i racconti di Marco che ci illustrava ciò che incontravamo lungo il nostro cammino…

trekking con gli asini

Amanda a tratti ha camminato con noi, a tratti ci ha aiutato a condurre Agata e a tratti ha cavalcato Iside, in particolare durante il ritorno, quando è arrivato -puntuale come da previsioni- un forte acquazzone! Mentre noi stavamo attenti a dove mettevamo i piedi, la bravissima Iside, in completa sicurezza e serenità, ha portato la nostra piccola a destinazione, lungo i sentieri resi scivolosi dalla pioggia battente: una grande avventura per tutti! 😀

trekking con gli asini

A passeggio con gli asini: gli attacchi

Il trekking non è l’unico modo per conoscere gli asini: Marco ci ha infatti presentato alcuni amici dell’Associazione “Asini si nasce…e io lo nakkui” che, grazie all’utilizzo di attacchi speciali, lavorano assieme agli asini in agricoltura e nel trasporto di materiali e di persone.

trekking con gli asini

 trekking con gli asini

Nei pressi di Santa Vittoria in Matenano (FM) abbiamo visitato la fattoria di un altro Marco, il veterinario, che ci ha quindi mostrato questi altri aspetti della vita degli asini:

  • questa è la riproduzione di una “tregghia” che veniva utilizzata dalle mucche per trasportare il fieno:

trekking con gli asini

  • questa invece è una “slitta”, un prototipo realizzato dallo stesso Marco (veterinario) per trainare le persone:

trekking con asini

Dopo qualche dimostrazione all’interno della fattoria, è arrivato il momento più divertente per i bimbi presenti che, saliti sul carretto, sono stati trainati da Rondinella lungo la stradina verso il borgo di Montelparo: sotto un bel sole, di fronte al meraviglioso paesaggio fatto di verdi colline ed i Monti Sibillini ancora innevati sullo sfondo, si è quindi conclusa la nostra prima avventura con gli asinelli, che speriamo di poter replicare prestissimo!

trekking con gli asini

trekking con gli asini

Se cercate una “scusa” per visitare queste zone e divertirvi assieme agli asini, nel terzo weekend di luglio a Ortezzano, presso l’Azienda Agricola Tuzi, si terrà “SOMARIA, tra arte, natura e poesia“, un evento che consentirà di vedere da vicino e conoscere meglio gli asini, con tante attività riservate ai più piccoli (qui i dettagli dell’evento).

Per concludere…qualche consiglio pratico

Per chi abbia voglia di avvicinarsi per la prima volta al trekking con gli asini, ecco alcuni consigli:

  • stiamo parlando di trekking CON gli asini, non trekking SUGLI asini: l’asino non va inteso come un semplice “mezzo di trasporto”, ma come un compagno di viaggio che all’occorrenza può aiutare i bambini a percorrere i sentieri
  • l’età migliore per apprezzare questa esperienza è all’incirca dai 5 anni in su, cioè da quando i bimbi sono in grado di affrontare lo sforzo di una passeggiata e anche della cavalcata, che richiede un minimo di sicurezza ed equilibrio (verificare prima della partenza il livello di difficoltà del sentiero)
  • i bimbi più piccoli potranno comunque apprezzare i primi contatti con l’asino, magari con una prova di cavalcata in aree circoscritte
  • per le passeggiate è importante che anche i genitori siano leggermente allenati (l’asino accompagna i piccoli!)
  • è consigliabile indossare: abbigliamento comodo, scarpe da trekking, cappello e occhiali da sole per proteggere soprattutto i più piccoli
  • portare con sé una bottiglietta d’acqua, qualche snack e un kway per ogni evenienza…oltre alla macchina fotografica, ovviamente! 😉
  • per concludere, una raccomandazione banale ma importante: mai sostare DIETRO alle zampe posteriori dell’asino! E’ un animale calmo e socievole, ma se si innervosisce, sembra che abbia un’ottima mira 😉

trekking con gli asini 

Milly
[testi e fotografie di milena marchioni]

 

Potrebbero interesssarti anche:

Smerillo e dintorni: le Marche ai piedi dei Monti Sibillini

Andar per borghi sui Monti Sibillini: le emozioni di un viaggio senza tempo…

Tutti i miei articoli sui Monti Sibillini con bambini

 

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *