Creta con bambini: entusiasmarsi con tutta la famiglia

Oggi voliamo a Creta con bambini, ovviamente! E’ il battesimo dell’aria di Leonardo, due anni, e mamma Silvia ci racconta le emozioni e le tappe della loro vacanza in questa bellissima isola greca.

Creta: una meta decisa un pò per caso, a sentimento, lasciandoci ispirare.

È stato il primo viaggio in aereo per mio figlio Leonardo, due anni… (*)
è così ufficialmente iniziata la sua carriera di piccolo viaggiatore internazionale!

Creta con bambini-aerei

Creta con bambini: le nostre emozioni

Creta ci ha colpiti dal primo attimo, mentre l’aereo atterrava a Heraklion, con il suo aeroporto proprio sul mare: acque blu, cielo al tramonto e montagne ovunque.

È un’isola molto grande, impossibile scoprirla tutta in una settimana: noi abbiamo scelto la parte est, la zona che dalla capitale Heraklion si estende verso Chania, passando per la bellissima provincia di Rethymno.

L’interno è tutto montuoso (sul monte Ida, secondo la mitologia classica, nacque niente di meno che Zeus), e le coste molto varie, dalle spiagge di sabbia bianca e rosa alle coste rocciose con formazioni laviche.

La bellezza di Creta è intensa e potente, e il mio consiglio è quello di scoprirla scegliendo una zona specifica e girando in macchina o pullman.

Con un po’ di organizzazione, una macchina a noleggio e volendo qualche percorso turistico si esplora bene, anche con pupi al seguito.

Scoprirete che i Cretesi sono molto fieri della loro terra, delle bellezze naturalistiche così come delle vivaci città sospese tra culture diversissime – greca, orientale, veneziana, araba – del loro cibo semplice e genuino e delle loro tradizioni.

In generale, è un’isola adatta alle famiglie, proprio per la varietà di spiagge che offre, e le città sono ben attrezzate per accogliere anche nei ristoranti e nei locali i bambini piccoli.

Creta con bambini: mini guida formato famiglia

Ecco la mia mini-guida per scoprire Creta con un viaggio formato famiglia: queste sono tutte zone dell’isola visitabili con bambini dai due anni in su, tenendo presente però che gli spostamenti sono in alcuni casi piuttosto lunghi, ma le strade ben percorribili.

Creta con bambini-Balos

Laguna di Balos e isola di Gramvoussa

Il viaggio è lungo (da dove alloggiate bisogna arrivare al porto di Kissamos, poi prendere il traghetto per circa un’ora, oppure potete andare in macchina affrontando però 11km di sterrato e una discesona di 2km sotto al sole … noi siamo andati con la barca!). Arriverete in un paradiso terrestre!
Consigli pratici: crema solare a protezione alta necessaria, gli ombrelloni si noleggiano a un costo basso sulla barca, oppure ci sono alcuni ombrelloni già installati in un punto della spiaggia, se arrivate in tempo per trovarli liberi. Consigliate anche le scarpine di gomma per passeggiare in libertà.

Elafonissi

L’altro paradiso terrestre di quest’area di Creta… una laguna immensa con dune di sabbia rosa. Anche qui, l’ultimo tratto di strada per arrivarci è lungo e pieno di curve, ma fattibile… con un po’ pazienza.

Qui si può scegliere di dedicare un’intera giornata alla spiaggia, tenendo presente che è davvero molto ventosa (anche se comunque ci sono bar, ombrelloni, lettini e tutte le attrezzature necessarie).

Creta con bambini-elafonisi

Noi abbiamo organizzato la giornata con una prima una sosta al lago di Kournas (noleggiate un pedalò, divertente per scoprire tutti gli animali sulla riva) e un giretto alla splendida cittadina portuale di Chania, dove la dominazione veneziana è evidentissima! Chania la consiglierei anche per una bella serata.

Palm Beach Preveli, Preveli Beach e Plakia

Palm Beach è un luogo pazzesco, divertentissimo. Un fiume pulitissimo che arriva fino alla spiaggia, e solo per pochi metri non si fonde nel mare. Il tutto circondato da una foresta di palme, in cui si può fare una breve camminata (sembra di essere davvero nella jungla!) fino a un punto dove si può fare il bagno nel fiume tra le rocce.

Creta con bambini-Palm-Beach

Ci si arriva in barca da Plakia, oppure a piedi con un sentiero ripido ma breve da Preveli Beach (dopo aver fatto in macchina una lunga strada sterrata ma fattibile) oppure con un altro sentiero più lungo e faticoso, dove in compenso ci si risparmia lo sterrato, passando dal monastero di Preveli.

Dopo Palm Beach ci siamo fermati un pò alla spiaggetta di sabbia nerissima di Preveli, e abbiamo proseguito per Plakia per un enorme gelato in un localino sul porto.

Triopetra e Agios Pavlos

Due spiagge vicine, conosciute perché bellissime, ma poco turistiche. Le consiglio a chi vuole una giornata tranquilla, godendosi magari pranzo o cena nell’ottima taverna di Triopetra (meravigliose le polpette di spinaci!). Da Agios Pavlos percorrete la scala di legno per arrivare nella parte alta … e guardate che panorama incredibile!

Creta con bambini-Agios-Pavlos

Spili

E’ un villaggio situato nell’entroterra, non lontano da Rethymno, importante per il culto ortodosso. Merita fermarsi, magari mentre si va da qualche altra parte, per respirare l’aria “di montagna”.

Da non perdere, la città di Rethymno, con la zona della città vecchia e la fortezza veneziana, ideale per un pò di shopping e per mangiare tipico. I ristoranti nella zona del porto sono quasi tutti attrezzati anche con spazi giochi per bambini.

Da visitare anche il paesino sul mare di Georgioupolis, perfetto per una passeggiata al tramonto e una cena vicino al porticciolo.

Creta con bambini-rethymno

NOTA PER I TRASPORTI

Una linea di corriere ben attrezzate percorre tutta la strada da Rethtymno a Chania, con soste nei paesini in mezzo. Funziona bene, non lasciatevi scoraggiare se in hotel o in villaggio turistico vi dicono il contrario!

NOTA PER L’ALLOGGIO

Noi abbiamo scelto di stare in un piccolo villaggio, per comodità nella gestione di camera e cibo. Avendo una sola settimana a disposizione non volevamo impegnare tempo in “faccende domestiche”! Abbiamo comunque girato tutti i giorni, sfruttando i cestini del pranzo già preparati e ritirati direttamente la mattina. E’ un buon compromesso per chi viaggia con bimbi piccoli, per alleggerirsi un pò.

(*) Com’è andato il “battesimo del volo”?
Leonardo ha dormito praticamente tutto il tempo. Sia all’andata che al ritorno. Era emozionato, affascinato, aveva capito benissimo che volavamo proprio su uno di quegli aerei che guardiamo sempre dalla finestra di casa. Si è scatenato in aeroporto poi è crollato nella sua poltroncina. Lo avevamo preparato ripetendogli spesso che l’aereo è fatto per dormire: forse siamo stati fortunati ma … ha funzionato!

Silvia
(testi e fotografie di Silvia Bernardi)

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  1. Cicladi con bambini: Mykonos e le piccole Cicladi
  2. Naxos con bambini: la Grecia formato famiglia

  3. Visitare isole tropicali con bambini? Si può! 10 scatti dai nostri viaggi…
  4. Volare con bambini: come scegliere il volo perfetto?
  5. Algarve con bambini: vacanza fai da te e low cost in Portogallo
  6. Canada con bambini: dieci giorni di viaggio on the road

L'autrice: Silvia Bernardi

Silvia Bernardi

Mamma di Leonardo, classe 2011. Sono cresciuta viaggiando, e anche adesso fermi non ci stiamo mai, non siamo proprio capaci, e siamo felici così! Siamo curiosi, entusiasti, ci piace partire senza idee precise ma sempre con richiami di sogni da realizzare. Anche per una gita dietro casa, ogni nostro week end è diverso dal precedente: la meraviglia è ovunque!

Commenti

  • Pingback: Creta con bambini: entusiasmarsi con tutta la f...

  • Reply *Marzia*

    “Lo avevamo preparato ripetendogli spesso che l’aereo è fatto per dormire: forse siamo stati fortunati ma … ha funzionato!” ohibò a questo non ci avevo mai pensato! Bella idea, da rubare.

    • Reply SilviaB

      Ciao Marzia! copia pure, assolutamente! io mi ero attrezzata anche con una piccola copertina, e gli ho tolto le scarpe per dare più idea di letto 😀
      Buon viaggio! Silvia

  • Reply Petra

    Che bella recensione! Hai risvegliato in me il desiderio di andare a Creta: finora mi ha trattenuta il fattore vento. In quale periodo ci siete stati? Raccomandereste il vostro piccolo villaggio?

  • Reply Silvia

    Ciao Petra! Dunque noi siamo stati a fine agosto 2013. Temperature ottimali, e ti dirò che il vento cambia molto di spiaggia in spiaggia, non è assolutamente ventosa ovunque. Ad Elafonisi pare ci sia sempre vento, mentre invece a Balos non ce n’era per nulla, tanto per citarti due delle spiagge più “celebri”. Per il resto sono tutte insenature, e puoi passare da un lato all’altro dell’isola in tempi ragionevoli. Noi scegliemmo la sistemazione in villaggio (se non sbaglio si chiamava Kournias) solo per una questione logistica, ma non siamo mai stati all’interno tranne una mezza giornata, quindi se cerchi una struttura con animazione o attività non saprei dirti com’è. A livello di spesa è stato economico, cibo buono e tipico, pulizia curata, quindi si stava bene! Ma tutti i giri li abbiamo organizzati autonomamente, Creta si gira davvero benissimo!

  • Pingback: Minorca con bambini: una vacanza fai da te

  • Pingback: Cicladi con bambini: Mykonos e e le piccole Cicladi

  • Pingback: Naxos con bambini: la Grecia formato famiglia

  • Reply Maddalena

    Ciao Silvia, posso chiederti in quale villaggio avete alloggiato? Stiamo organizzando una vacanza a Creta e pensavamo anche noi alla soluzione villaggio, ne ho trovato uno piccolo a Georgioupolis, ma non avendo mai fatto vacanza in villaggio ero un po’ titubante, però mi pare di capire dal tuo articolo che Creta si possa comunque girare e visitare facilmente anche soggiornando in villaggio…

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Maddalena, ti rispondo prima io per chiederti scusa del ritardo della risposta: ero in viaggio e ho approvato solo ora il tuo commento, quindi Silvia ha appena ricevuto la notifica 🙂
      Ciao
      Milly

    • Reply Silvia

      Ciao Maddalena, piacere! Il nostro villaggio si chiamava Kournias Village, carino e piccolo, diciamo “senza infamia e senza lode” ed era in un paesino vicino a Georgioupolis, che per altro è una piccola cittadina di mare molto carina 🙂
      Nemmeno a noi sono mai piaciute le vacanze in villaggio di per sè: ma visto che il mio bimbo era piccolo ci sembrò una buona soluzione per avere tutto pronto, colazione, pranzo (che ci facevamo fare al sacco) e cena. Con una sola settimana a disposizione volevamo il più tempo possibile per girare! Poi, macchina affittata e via alla scoperta di Creta! Georgioupolis comunque è in una buona posizione per raggiungere tutti i posti di cui ho raccontato. Facci sapere e buon viaggio!

      • Reply Maddalena

        Anche noi abbiamo prenotato il Kournias Village! L’ho scelto perché mi sembrava il meno “villaggioso” tra quelli che ci hanno proposto. Purtroppo possiamo andare solo nelle due settimane centrali di agosto, immagino che sarà strapieno, speriamo bene.
        La spiaggia e il mare come sono?
        Grazie mille!

        • Reply Silvia

          Dai, vedi i casi della vita! Vi troverete bene secondo me: è tutto “nella media” ma in una buona media!
          La spiaggia del villaggio non è niente di che: le spiaggie dell’isola invece…wow! sono molto molto varie, dalla laguna alla spiaggia con acqua profonda e lavica. A me davvero Creta è rimasta nel cuore: racchiude tantissima varietà e quindi tante possibilità!

  • Pingback: Creta con i bimbi: infrormazioni e consigli sull'isola in primavera

  • Reply claudia

    Buonasera, volevo sapere se il villaggio Kournias Village è quello della Eden..perché a me darebbe solo quello e sembrerebbe un po’ caro visto che è un 4*.
    grazie per risposta cordiale,
    Claudia T

    • Reply Silvia Bernardi

      Buongiorno Claudia! Sì, era un villaggio Eden, noi lo scegliemmo con un pacchetto villaggio+volo charter di cui purtroppo però non ricordo molto visto che sono passati tre anni 🙁 in generale ricordo che fosse un prezzo abbordabile, perché pur essendo 4 stelle è abbastanza piccolino e senza grosse pretese, e comunque ben curato. Buona ricerca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *