Lubiana con bambini: come organizzare un weekend

Cosa vedere a Lubiana con bambini in un weekend? Ce lo suggerisce Ylenia che racconta la sua esperienza a Lubiana con i bimbi e ci lascia utili informazioni per organizzare il nostro weekend in Slovenia con tutta la famiglia.

Siamo partiti in auto dalla provincia di Forlì giovedì pomeriggio e siamo arrivati in serata (autunno). Viaggiando con auto a metano abbiamo dovuto prevedere qualche sosta in più. Eravamo in due adulti, una bimba di 6 anni ed un bimbo di 10 mesi.

LUBIANA CON BAMBINI:
INFORMAZIONI PRATICHE

ALLOGGIO

Abbiamo pernottato presso il “Central Apartments with Parking“, prenotato su Booking al costo di Euro 300 per 3 notti (comprensivi di tassa di soggiorno: 2,50/pax/notte – solo per gli adulti). Ottima scelta in quanto l’appartamento è nuovo, con parcheggio privato gratuito, pulizia impeccabile e si trova a pochi minuti a piedi dal centro. A disposizione degli ospiti ci sono caffè, the, zucchero, sale, pepe e qualche marmellata con pane e burro per la prima colazione. Proprietaria gentilissima. Nota carina e divertente: il figlio della proprietaria lascia un libretto con alcuni consigli e ne chiede in cambio agli ospiti che pernottano. (vi allego le foto dei commenti dei viaggiatori precedenti a noi, magari possono sempre essere utili). Unica nota “negativa”: la struttura non fornisce lettini o culle per neonati, per cui noi abbiamo ovviato appoggiando il materasso del letto singolo a terra.

Lubiana con bambini: come organizzare un weekend

DISTRIBUTORI DI METANO

(lo segnalo in quanto non avevo trovato informazioni): a Lubiana ci sono solo due distributori di metano, entrambi self service (wow, mai visto prima e mi chiedo come mai non lo facciano anche in Italia, boh), uno però è dedicato ai soli camion e l’abbiamo scoperto solo una volta arrivati. Siamo riusciti a fare metano al secondo, economico rispetto ai nostri standard. Qualora però abbiate auto elettriche ci sono colonnine di ricarica elettrica un po’ ovunque.

COSTI

Sia per la spesa al supermercato che nei vari negozi direi che i prezzi sono allineati a quelli di una normale città del centro nord Italia.

LUBIANA CARD

Fatta per 48 ore per 2 adulti e 1 bimbo (neonato non paga) al prezzo di 79 Euro. Secondo me vale assolutamente la pena farla se si resta almeno due giorni e se si vuole visitare anche qualche museo (ce ne sono a bizzeffe). Dà accesso gratuitamente alla maggior parte delle attrazioni ed ai trasporti pubblici.

CLIMA

Ottimo, abbiamo trovato una Lubiana inaspettatamente calda. La mattina era freddino, sui 9 gradi, ma durante il giorno raggiungeva i 23 per poi scendere nuovamente la sera.

Sparse per la città ci sono panchine monoposto decorative e le panchine più lunghe che io abbia mai visto! Saranno 6 metri (e la cosa mi ha rallegrato, lo vedo un po’ come un gesto sovversivo, in barba a tutte quelle amministrazioni che mettono i poggia braccia a metà panchina per poter impedire ai clochard di stendersi).

Lubiana è una città molto sicura, tranquilla, pulita, tantissime attrazioni per i bambini e sono tutti super gentili. Molti bagni pubblici anche con fasciatoio ed alcuni anche con le sedute per bloccare i bambini al muro (che io avevo visto solo da IKEA, qui da noi). Se siete amanti come me della birra, beh, qui è più o meno il paradiso.

Lubiana con bambini: weekend in slovenia con bimbi

LUBIANA CON BAMBINI:
COSA ABBIAMO VISTO

Venerdì mattina dopo aver ritirato le carte abbiamo preso la funicolare per visitare il Castello, giro di un’oretta e mezzo. Se avete neonati consiglio di usare il marsupio in quanto col passeggino non andate da nessuna parte. Il castello non è nulla di che, ma è l’attrazione principale per cui era “da vedere”. C’era una mostra carina del National Geographic. All’interno del Castello c’è il jazz club, ovviamente chiuso a quell’ora.

Scesi dalla funicolare abbiamo passeggiato un po’ per il centro, poi ci siamo imbattuti nel trenino “Urban” ed è stata la rovina! Mia figlia è voluta salirci a tutti i costi così abbiamo preso i biglietti e ci siamo fatti questo giretto di un’ora 1 un quarto: giro assolutamente evitabile. Sì, è vero che ti fa passare nei punti cruciali della città, ma non spiegano praticamente nulla, per cui onestamente io lo sconsiglio.

Finito il giro abbiamo mangiato qualcosa nella piazza del mercato in cui il venerdì c’è lo street food (mi pare di aver capito che sia solo per i mesi di ottobre e novembre), abbiamo preso qualcosa al volo agli stand libanesi/thai/iraniani al costo di Euro 5/piatto. Dopo il treno è la volta del battello, ce ne sono una gran quantità e partono in continuazione lungo le rive del fiume. Giretto di 45 minuti carino e piacevole.

 

Lubiana con bambini: weekend in slovenia con bimbi
Nel tardo pomeriggio abbiamo deciso di andare a Minicity che si trova presso il centro commerciale BTC, a circa 4/5 km dal centro di Lubiana, noi siamo andati in auto, non so se sia raggiungibile coi mezzi. Si trova in un’area all’esterno, quindi fuori dal centro commerciale nel padiglione A2 (non è stato semplicissimo trovarlo). Si tratta di una sorta di piccola città, in cui i bambini possono testare le varie professioni, come fossero adulti. Ci sono il supermercato, il dentista, la nursery dell’ospedale, la scuola guida…  tutti sponsorizzati dalle varie multinazionali (Aquafresh, Generali, Loacker etc.). Le animatrici seguono i bambini, purtroppo nessuna parla italiano, mia figlia non parla inglese, per cui facevo io da traduttrice e comunque si è divertita molto.

Il sabato mattina decidiamo per un giro al mercato di frutta/verdura. Volevamo fermare un “Cavalier” (sono quelle piccole vetture/bus che girano per la città), ma ci hanno spiegato che girano per affari fino alle 15, poi sono a disposizione dei turisti per spostamenti tipo taxi nel centro storico. Ci rechiamo quindi al Museo delle Illusioni, sempre compreso nella Lubiana Card; carino, divertente, anche se piccolo, con 20 illusioni distribuite in una decina di sale su due piani.

Nella tarda mattinata ci spostiamo a Metelkova con l’autobus (se ricordo bene in quella direzione vanno i num 2/9/27). Metelkova assomiglia a Christiania di Copenhagen, anche se molto più piccola e direi disabitata, al contrario di Christiania. E’ comunque affascinante e mia figlia è rimasta molto colpita. Per certi versi alcune opere d’arte/strutture assomigliano anche a Mutonia che abbiamo noi in Romagna. Il giretto per Metelkova comunque si conclude in una ventina di minuti, il quartiere è piccolissimo.


Data la bella giornata ed il caldo decidiamo di andare alla ricerca di un parco ed optiamo per Tivoli e giro allo zoo. Non siamo fan degli zoo, anzi, ma è stata un’ottima occasione per spiegare a nostra figlia (che non ne aveva mai visti), come realmente vivono gli animali in quegli ambienti. Lo zoo è piccolino, gli animali esotici non sono tantissimi e l’impressione che si ha è che comunque abbiano abbastanza spazio e verde, nonostante la cattività. L’attrattiva principale dello zoo comunque sono stati i vari playground sparsi per il parco… e abbiamo trascorso tutto il pomeriggio là.


Spezziamo il viaggio di rientro fermandoci alla Birreria Pedavena per il pranzo, molto affollata ma con servizio comunque superveloce ed era pieno di famiglie con bambini. Avevo prenotato la visita alla fabbrica alle 15, terminata alle 16 con degustazione (anche lì, se volete andare con bambini piccoli è impossibile col passeggino in quanto ci saranno 200 scalini da fare).

Ylenia

{testi e fotografie di Ylenia Tarroni}
{foto di copertina di Ivan Bukvic Shutterstock}

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Per altre informazioni sui viaggi con bambini, leggi la nostra guida: “Bimbi e Viaggi: la guida completa per viaggiare sereni con i bambini

Leggi anche qui:

Per saperne di più, clicca qui: Cos’è Bimbieviaggi Blog di Viaggi e Vacanze con bambini

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *