Cosa fare a Oristano e dintorni: Sardegna selvaggia da Bosa a Is Aruttas

Due settimane alla scoperta della Sardegna più selvaggia, lontano dal turismo di massa, esplorando le coste e l’entroterra, alloggiando in tenda. Il nostro itinerario è partito da nord ovest: ecco cosa fare a Oristano e dintorni se si hanno a disposizione 3 giorni.

Sardegna con bambini: si parte!

Il nostro viaggio in Sardegna è iniziato ovviamente da Golfo Aranci, nord est, dove ha attraccato il traghetto.
Come anticipato nel post introduttivo ( > Sardegna con bambini) non avevamo un itinerario prefissato, tranne alcune tappe che volevamo toccare durante la nostra permanenza. Quindi a Golfo Aranci ci siamo limitati ad imboccare la strada che portava verso la costa ovest, con l’intenzione di decidere tutto strada facendo.

Sardegna occidentale: i panorami

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini Strade deserte

Lunghe strade che corrono nel bel mezzo di niente, grandi aree disabitate, colline ricoperte di macchia mediterranea che si alternano ad alte rocce a picco sul mare, ogni tanto qualche paesino, piccole casette color pastello, chiesette bianche che si stagliano contro il blu del cielo.
La Sardegna occidentale è così: scordatevi i grandi resort e le città. Qui tutto è a misura d’uomo, atmosfere tranquille, stretto contatto con la natura, piccoli paesi che si svegliano dopo le 5 del pomeriggio.
Noi ci siamo stati alla fine di giugno e c’era pochissima gente in giro. Abbiamo anche trovato alcuni siti chiusi (ne parlerò caso per caso).

Cosa fare a Oristano e dintorni: verso Bosa

Lungo le strade che attraversano l’entroterra sardo, sembra di trovarsi nella terra di nessuno: non ci sono abitazioni, si incontrano pochissime auto, si respira un silenzio quasi irreale. Poi all’improviso capita di ritrovarsi ai piedi di antichi siti: tutte le zone che abbiamo visitato sono ricche di Siti di Interesse Comunitario e aree naturali protette. Spesso di tratta di luoghi incredibilmente belli, se poi pensi che ci sei finito per caso…eppure può capitare che non sia possibile visitarli.

Nel nostro primo giorno in Sardegna ci è successo ben due volte.

DOMUS DE JANAS

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini Domos de Janas

Lungo la strada per Oristano, ci siamo imbattuti in una Domus de Janas, struttura sepolcrale preistorica: ci siamo dovuti accontentare di vederla dalla strada perché il sito era chiuso e non era riportata alcuna informazione all’ingresso).

NURAGHE NURADEO (parco archeologico di Suni)

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini Nuraghe Nuradeo

Non ci sembrava vero: appena arrivati in Sardegna e già un bel nuraghe da visitare, non lontano da Bosa! E invece no! Contattato il numero di telefono pubblicato all’ingresso, abbiamo scoperto che nel mese di giugno il sito può essere visitato solo su prenotazione. Da fuori sembrava meritevole di una visita

Tutte le informazioni a questo link > Parco Archeologico di Suni

BOSA

Sardegna con bambini: informazioni e consigli pratici Bosa Cosa fare a Oristano

La guida diceva che Bosa era un borgo imperdibile quindi abbiamo deciso di darle retta e non ce ne siamo pentiti!

Bosa è annoverato tra i borghi più belli d’Italia, un misto tra antico borgo medievale e città fluviale: in basso il fiume Temo, navigabile con piccole imbarcazioni, in alto l’antico Castello Malaspina col suo camminamento di ronda.

Ne ho già parlato nei dettagli qui > Borghi della Sardegna: Bosa, il borgo sul fiume Temo

Cosa fare a Oristano e dintorni: le spiagge della penisola del Sinis

Non lontano da Oristano si trova la penisola del Sinis, un ampia zona pianeggiante quasi deserta. Pochissime abitazioni, ma tanti campi coltivati e anche alcuni stagni dove -soprattutto in primavera- è possibile ammirare numerosi uccelli migratori tra cui il fenicottero rosa.

Nella penisola del Sinis si trovano diverse spiagge, le più note delle quali sono:

SPIAGGIA DI IS ARUTTAS

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini Spiaggia di Is Aruttas

Annoverata da alcune riviste tra le spiagge più belle al mondo, Is Aruttas è una grande spiaggia di sabbia molto particolare, composta di granuli di quarzo bianco. Una sabbia talmente bella che, finchè non ne hanno vietato la raccolta, veniva prelevata per essere trasportata nelle spiagge della Costa Smeralda!

Sabbia di quarzo a Is Aruttas Sardegna

Inoltre, aspetto non secondario, non si attacca al corpo come la sabbia normale quindi è comodissima soprattutto se si viaggia con i bambini!
La spiaggia non è attrezzata ed è priva di ombra quindi bisogna portarsi ombrellone e/o tenda parasole, utili per ripararsi dal sole e dal forte vento che spesso tira da queste parti.

Altri dettagli sulle spiagge sono a questo link > Sardegna con bambini

In spiaggia ci sono comunque un bar-ristorante (in bassa stagione può essere chiuso o aperto solo su prenotazione) e le docce. Il parcheggio è ampio e a pagamento (da luglio) e si accede comodamente alla spiaggia tramite pontili di legno.
L’acqua del mare diventa presto alta ma ci sono alcuni punti in cui digrada dolcemente quindi è adatta anche per i bimbi più piccoli. Ovviamente i colori dell’acqua tendono sempre all’azzurro.

SPIAGGIA DI MAIMONI

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini Spiaggia di Maimoni

La spiaggia di Maimoni si trova nei pressi dello stagno di Cabras e per raggiungerla, dalla strada principale, si deve percorrere una strada sterrata (va benissimo una normale utilitaria).
Noi purtroppo ci siamo stati in un periodo in cui c’era parecchia Poseidonia, ma la spiaggia è molto bella e suggestiva: qui la sabbia è mista a quarzo e l’acqua è limpida e azzurra, anche se diventa subito abbastanza profonda e tende adessere un po’ ondosa.
In spiaggia c’è un ristorante. Il parcheggio è a pagamento da luglio. Anche qui c’è un pontile di legno che arriva fino alla spiaggia

Queste non sono ovviamente le uniche spiagge presenti, ma ci sono state consigliate come le migliori. Comunque presso le strutture ricettive è in distribuzione una mappa con tutte e indicazioni.

Cosa fare a Oristano e dintorni: altre escursioni nei dintorni della Penisola del Sinis

SAN SALVATORE

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini San Salvatore

La visita richiede davvero poco tempo ma merita tantissimo!
San Salvatore nasce come villaggio religioso attorno alla Chiesetta di San Salvatore, il cui primo nucleo fu realizzato in epoca nuragica per venerare una sorgente nativa (il pozzo è ancora visitabile nell’ipogeo della Chiesa).

Tutt’attorno piccole casette, chiamate cambessias, disposte attorno alla polverosa piazzetta, tutte disabitate! Si ha proprio l’impressione di essere in un territorio abbandonato. Non a caso negli anni Sessanta vi hanno girato anche alcuni film western.

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini San Salvatore

Il paese si popola solo in occasione della festa di San Salvatore, durante la prima settimana di settembre, quando vengono organizzati numerosi eventi tra cui la “Corsa degli scalzi” che parte da Cabras e arriva nel piccolo paesino.

ALTRE ESCURSIONI IN ZONA

Dalla penisola del Sinis inoltre è possibile effettuare diverse attività:

  • escursione all’isola di mal di ventre
  • visita del Museo civico di Cabras
  • visita del Museo archeologico etnografico di Paulilatino con villaggio nuragico
  • visita del sito archeologico di Tharros

Informazioni utili a questo link > Penisola del Sinis

 

Campeggio in Sardegna nella penisola del Sinis

Campeggio Is Aruttas ***

Campeggio in Sardegna Is Aruttas Oristano

Come le tappe del viaggio, anche il campeggio è stato scelto per caso, ma siamo stati molto soddistatti.

Il campeggio è abbastanza spartano, non c’è animazione, ma ci sono bar, piscina, ristorante, mini market e qualche gioco per bambini. I servizi sono essenziali ma le piazzole sono ampie e ombreggiate.

Campeggio in Sardegna Is Aruttas

Inoltre il campeggio Is Aruttas ha un enorme vantaggio: è l’unica struttura ricettiva che si trova a pochi minuti a piedi dalla spiaggia di Is Aruttas. Per chi non ama la tenda, presso il campeggio sono presenti alcune casette super accessoriate.

Purtroppo durante la nostra permanenza siamo stati punti da alcuni Sand flyes (simpatici animaletti di cui ho già parlato in questo post) ma ci hanno detto che non è sempre così.

Tutte le informazioni a questo link > Camping Is Aruttas

Oristano e dintorni: dove mangiare

Cosa fare a Oristano e dintorni Sardegna con bambini Dove Mangiare Agriturismo Su Pranu

Per chi ama prepararsi il cibo in autonomia, si organizzi bene perchè nella zona di Is Aruttas ci sono pochissimi negozi dove compare cibo, quindi è meglio attrezzarsi quando ci si trova a passare per qualche paesino più grande come per esempio Funtana Meiga.

Entrambe le nostre cene qui sono state squisite:

  • Ristorante del campeggio Is Aruttas: ottima cena a base di pesce fresco, a costi contenuti
  • Agriturismo il Sinis e Su Pranu: vicino a San Salvatore, il cibo è ottimo. Ogni sera due menu fissi, uno a base di pesce e uno a base di carne, con l’eccellente porceddu nostrano! Frutta e verdura di produzione propria (che si possono anche acquistare). Menu fisso 25 euro a testa per un pasto completo dall’antipasto al dolce. Volendo si può alloggiare presso la struttura.

Per concludere…

Sarò sincera, prima di arrivarci non avevo mai sentito nominare queste località sarde e proprio per questo avevo deciso di conoscerle, per scoprire una Sardegna diversa dal solito…Sono stata molto contenta di averlo fatto perché ho avuto l’opportunità di scoprire spiagge e località bellissime che meritano decisamente di essere vissute!

Ma il nostro tour non finisce qui…la prossima settimana vi porto alla scoperta della Costa Verde! Voi la conoscete?

Tutte le tappe de nostro viaggio sono a questo link > Sardegna occidentale in campeggio con bambini

Milly
[Testi e fotografie di Milena Marchioni]

Potrebbero interessarti anche:

  1. GUIDA AI CAMPEGGI SILENZIOSI

Tutte le tappe del nostro viaggio in Sardegna:

  1. Borghi della Sardegna: Bosa, il borgo sul fiume Temo
  2. Cosa fare a Oristano e dintorni: Sardegna selvaggia da Bosa a Is Aruttas
  3. Spiagge della Sardegna: Costa Verde e Sulcis tra mare e antiche miniere
  4. Le miniere della Sardegna da esplorare con i bambini
  5. Bimbi a Carloforte in Sardegna: mini guida alla scoperta di un tesoro

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *