Protezione antizanzare per bambini…e genitori!

Anche voi avete notato che non ci sono più le zanzare di una volta? Quelle piccole, quasi invisibili, che ti ronzavano tutta la notte vicino all’orecchio e la mattina magicamente sparivano?

Adesso le zanzare sono enormi, non fai in tempo a sentirle ronzare perché le avvisti da metri di distanza…visto che colpiscono anche in pieno giorno! E in ogni caso non si avvicinano alle orecchie perché sono furbe: colpiscono direttamente le caviglie, le ginocchia, addirittura le mani e tutti gli angoli più fastidiosi. Le più bastarde riescono addirittura a pungerti attraverso gli abiti. A volte una semplice passeggiata in un parco può trasformarsi in un incubo!

Battute a parte, mi sono resa conto che il problema che fino a qualche anno fa riguardava solo i viaggi tropicali, oggi coinvolge anche la nostra vita quotidiana…sarà che io vivo nella pianura padana, ma è un problema che sento in modo particolare! 😉

Proteggerci dalle zanzare è importante, non solo per il fastidio provocato dalle punture, ma soprattutto perché alcuni tipi di zanzare (vedi la zanzara tigre) possono trasmettere malattie.

NB1: Non tutte le zanzare trasmettono malattie, solo quelle infette del genere Aedes (per le nozioni mediche è sempre opportuno consultare fonti ufficiali) quindi i rischi sono maggiori nei paesi in cui le malattie trasmissibili (malaria, dengue, Chikungunya, ecc…) sono endemiche o dove sono in corso epidemie. Quindi niente allarmismi, ma un po’ di attenzione sì!

NB2: a proposito di zanzara tigre: proviamo TUTTI a mettere in pratica le misure minime per impedire la loro proliferazione, così magari risparmiamo soldi in prodotti repellenti per il corpo! Per esempio > Cosa possono fare i cittadini

Protezione antizanzare per bambini: da dove iniziare

Ecco di seguito alcuni consigli per proteggere bambini (e adulti) dalle zanzare: consigli da seguire tanto più rigidamente quanto più a rischio è il paese in cui ci troviamo.

Protezione antizanzare per bambini zanzariera sri lanka

Zanzariere e aria condizionata_ Usare le zanzariere alle finestre o su culla e passeggini. Nei paesi tropicali a rischio è importante che ci sia una zanzariera integra sopra ad ogni letto, rimboccata sotto al materasso e sulla quale si possono anche spruzzare insetticidi prima di andare a dormire (dopo aver verificato che non siano rimaste zanzare al suo interno). Anche l’aria condizionata aiuta contro le zanzare.

Piante antizanzare_ Chi ha la passione per i fiori può provare a coltivare piante che aiutino a tenere lontane le zanzare: geranio e citronella in primis, ma anche menta e lavanda.

Diffusori antizanzare_ Gli zampironi sono adatti solo all’aperto, mentre in casa sono preferibili quelli elettrici, che emettono una lieve profumazione. Noi invece usiamo sempre quelli a pile, sia in casa che in viaggio: si spostano facilmente, sono inodore e possono essere collocati anche nei lettini dei bimbi.

protezione antizanzare per bambini diffusori antizanzare

Esistono anche dei piccoli emettitori di ultrasuoni, molto comodi da trasportare. Non so bene quale efficacia abbiano, ma chi ha le orecchie sensibili come le mie difficilmente riesce a sopportarne il sibilo.

Trappole_ Sono dei macchinari più o meno grandi che emettono una luce bluastra che attira le zanzare e le uccide. Noi preferiamo la “racchetta”, comoda da trasportare e molto efficace (i bimbi spesso la prendono come un gioco ma attenzione che, tenendo premuto il pulsante per farla funzionare, i suoi fili bruciano davvero, non solo le zanzare!)

Protezione antizanzare per bambini racchetta antizanzare

Abbigliamento e profumi_ Uno dei modi più semplici per tenere lontane le zanzare è sicuramente quello di indossare abiti che coprano le gambe e le braccia, meglio se di colore chiaro e tessuti naturali tipo cotone o lino. E’ opportuno evitare di mettere profumo che potrebbe attirare le zanzare.

Geco_ L’idea di avere un rettile in stanza potrebbe infastidire ma lasciate stare i gechi: di notte vi fanno compagnia con il loro simpatico verso tipo cicala e, soprattutto, mangiano le zanzare!

Protezione antizanzare per bambini: quali prodotti applicare sulla pelle

Quando ci si trova in zone a rischio zanzare, è sempre meglio avere con sé un prodotto repellente da mettere sulla pelle. In questo caso passo la parola a Jessica, la nostra farmacista.

Protezione antizanzare per bambini repellente antizanzare

In commercio esistono tantissimi prodotti repellenti ma qui tratterò solo quelli adatti ai nostri bimbi (e di conseguenza anche agli adulti).
Come repellenti ogni ditta produttrice ha messo in commercio una linea apposta per i bambini, più delicati e meno tossici in caso di contatto con la pelle. Si possono trovare dal classico Autan in versione Junior, ai fitoterapici (a base di piante come la citronella) Zanzarella (la versione sensitive è adatta anche a bimbi molto piccoli o soggetti a dermatite), Respingo ecc… per finire con l’omeopatico Ledum a base di ledum palustre (da usare fin dai primi mesi di vita, quando sono sconsigliati i repellenti chimici).

Tutti esistono sia  in formato spray che roll on: io consiglio sempre lo spray che si può spruzzare anche sugli abiti (si trovano in commercio anche alcuni prodotti appositamente creati per essere spruzzati sugli abiti, come il Vape Derm&Dress o l’Insect Ecran Vetements, acquistabile su Amazon).

Esistono poi i braccialetti (con efficacia per 180 ore), le salviette e i famosi cerottini (sempre usati da me per “laBea” versione neonata, da applicare sul passeggino e sul lettino o sul vestitino tra le scapole).

Protezione antizanzare per bambini: e per il dopo puntura?

Protezione antizanzare per bambini creme post puntura

Continua Jessica…Anche per agire dopo la puntura esistono svariate tipologie di creme:

  • le classiche antistaminiche (da utilizzare solo sui bimbi più grandi e in casi estremi, chiedendo magari il consiglio del medico)
  • creme naturali a base di calendula o la nuovissima ma super funzionante Ciccarelli a base di cappero!
  • le mie amate pomate omeopatiche Ciderma e Halicar (una pomata simile per efficacia  a quelle antibiotiche-cortisoniche ma che si può mettere ripetutamente anche ai neonati)
  • in commercio si trovano poi preparati con pantenolo al 5% che ha azione lenitiva ed anti rossore (Cicaplast, Bepanthenol)
  • comodissime sono le pennine a base di ammoniaca o prodotti naturali, facili da utilizzare anche per gli stessi bimbi!

Capitolo a parte per il Tea Tree Oil, un olio essenziale estratto dalla pianta australiana Malaleuca, che tra le sue svariate proprietà ha quelle di ottimo dopo puntura, oltre che di repellente per insetti e -come insegnano gli abitanti dei Tropici- è uno dei pochi repellenti per le fastidiosissime sand flyes!

NB: Mi raccomando mamme, consultate subito il pediatra in caso di rigonfiamenti eccessivi della pustolina e della zona interessata, in caso di colore rosso e calore della parte o in caso di rialzo della temperatura, soprattutto se la puntura è di vespa, ape e calabrone!

Bite Away post puntura

Bite Away Protezione antizanzare per bambini

In aggiunta ai prodotti elencati da Jessica, vorrei citare un apparecchio che ho avuto occasione di testare la scorsa estate: si chiama Bite Away e viene dalla Germania.

E’ una specie di penna da utilizzare sulle punture di zanzare, vespe, api , calabroni, tafani, meduse e ortiche. Si basa su un principio molto semplice: produce una quantità di calore sufficiente a denaturare il veleno prodotto, inibendo quindi il successivo prurito.

L’unico difetto che ho riscontrato è che il calore prodotto può risultare molto fastidioso, anche se dura solo 3 secondi. Ma gli effetti sono immediati.
Non contenendo farmaci inoltre può essere usato da parte di tutti, neonati compresi (sopra i 2 mesi). Inoltre è comodissimo per i viaggi, essendo piccolo, leggero e non contenendo liquidi (quindi va bene anche nel bagaglio a mano).

 

Milly e Jessica
[testi e fotografie di Milena Marchioni e Jessica Riva]
(articolo scritto in collaborazione con Byte Away

P.S.: ringrazio la zanzara che si è gentilmente fatta trovare nei miei paraggi mentre scrivevo questo post e che, dopo essermi passata vicina, è diventata la modella per la foto di copertina! 😉

Leggi anche qui:

  1. Kit medicine da viaggio per bambini

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *