Musica da viaggio per bambini: la nostra compilation

“Quanto manca?” “Quando ci fermiamo?” Genitori viaggianti, ex amanti dei viaggi on the road (abbandonati da quando ci sono i bimbi), vi suonano familiari queste domande ripetute tipo mantra durante i lunghi tragitti in auto? Oggi parliamo di come intrattenere i bimbi a suon di musica da viaggio!

Devo ammettere che noi siamo sempre stati piuttosto fortunati: sarà per temperamento, sarà perchè viaggia da quando è nata, ma Amanda ha sempre ben sopportato i viaggi in auto e ora (6 anni) affronta senza problemi anche 5-6 ore consecutive senza sosta.

Unico dazio da pagare: le “canzoni-tormentoni”.

Si va a periodi: fortunatamente ogni tot mesi cambiano, ma in quell’arco di tempo non si scappa: si affeziona a 2-3 canzoni, massimo 4. E sono quelle 2-3, massimo 4 canzoni che tu ti devi sciroppare per l’intero tragitto in auto, che siano 15 minuti o -appunto- 5 ore.

La scorsa settimana però è successo l’incredibile: “papà accendi la radio?”
Per poco non sbandiamo con l’auto dall’emozione. Io mi sono immediatamente staccata dallo smatphone in cui mi ero rifugiata per non dover ascoltare per la millesima volta la sigla delle Winx, mio marito ha premuto il tasto (nuovissimo) per accendere la radio e l’abbiamo ascoltata per circa 1 ora!
Musica pop-rock e anche un po’ disco. Le piacciono le nostre stesse canzoni..che peraltro ha ascoltato solo quando era in pancia perchè poi non ci ha più dato l’opportunità di ascoltarle! Ma tant’è!

Dopo un’oretta siamo tornati alle Winx, per carità, però siamo felicissimi di questo piccolo grande passo!

A parte questo traguardo, è logico che la musica da viaggio per bambini svolga un ruolo importante soprattutto quando si devono trascorrere tante ore su un mezzo di trasporto. Terminati i libricini, terminati i giochetti, la musica giusta può aiutare anche il bimbo più vivace a trascorrere ore serene in viaggio.

E, per non essere sopraffatti dal tormentone del momento, è fondamentale avere degli “assi nella manica” e preparare un cd con tante canzoncine che possano distrarre i nostri cuccioli dal suddetto tormentone!

Ecco allora qualche consiglio dalla nostra esperienza: i titoli di alcuni dei nostri tormentoni e soprattutto le categorie di canzoni che possono intrattenere i bimbi più a lungo.

Musica da viaggio per bambini: le sigle dei cartoni animati preferiti

Non si dovrebbe mai partire per un lungo viaggio in auto senza avere un cd con le sigle dei cartoni preferiti! Come dicevo, il nostro tormentone attuale è rappresentato dalle “Winx

In passato invece abbiamo avuto “Il formidabile mondo di Bo

Abbiamo poi infilato nel cd sigle d’altri tempi che però ci piacevano (e sono piaciute anche a lei), tipo la mia amatissima “Mila e Shiro

Unica raccomandazione: se non prevedete di portare con voi un dispositivo per vedere la televisione, precisate in partenza che dopo la sigla non inizierà il cartone, altrimenti si rischia la tragedia! 😉

Musica da viaggio per bambini: le canzoni per imparare divertendosi

Soprattutto se il viaggio è lungo, perchè non approfittarne per ascoltare qualche canzoncina in altre lingue? Le nostre canzoni del cuore sono soprattutto queste:

Veo veo

The hello song

Jambo bwana

In the jungle

Musica da viaggio per bambini: le canzoni da cantare a squarciagola

Poi ci è capitato di imbatterci in alcune canzoncine di quelle carine, che ti entrano in testa e continui a canticchiarle anche una volta giunta a destinazione, e che magari ti fanno cantare a squarciagola durante il viaggio, con estrema gioia dei più piccoli ai quali -una volta tanto- si può consentire di urlare liberamente:

Il lungo il corto e il pacioccone

Il torero Camomillo

 

I tre pagliacci

 

Attenti alla musica

 

Musica da viaggio per bambini: le canzoni da mimare/ballare

Le canzoni più divertenti (e anche più utili in viaggio) per tutta la famiglia restano sempre quelle da mimare, quelle su cui puoi fare balletti da seduto: sono le canzoni più impegnative (soprattutto fisicamente) per il genitore, ma l’intrattenimento è garantito!

Qui la scelta è veramente ampia, eccono una piccola selezione:

…si va da quelle tradizionali…

I due liocorni

Il fachiro Casimiro

Don Alfredo baila

Se sei felice

…a quelle più moderne, in stile baby dance (per le quali ringrazio la Zia Ilda della consulenza):

Socu Baci Vira

Pesciolino dance

Chu chu ua

La scelta ovviamente è infinita…ma, indipendentemente da quale musica si scelga, il trucco principale per far trascorrere il tempo è sempre lo stesso: stare con loro e vivere il viaggio assieme!

E voi di che musica siete?

In alcuni casi non basta lo stereo: i bimbi pretendono che siano i genitori a cantare! Clara, 3 anni, per esempio vuole sempre sentire la sua mamma Elena che canta New York di Alicia Keys.

Jessica invece si deve esibire in “Dottoressa Peluche Ballettopoli di Topolino” e “Stella Stellina“.

Infine ci sono famiglie decisamente più fortunate, come quella di Martina, che non devono nè cantare nè accendere lo stereo: è infatti Martina stessa, 3 anni e mezzo, che anima il viaggio cantando in continuazione! Mamma Enrica, spiegaci come hai fatto?

O famiglie come quella di Emma, Alice e Violetta, che non hanno bisogno dello stereo perché mamma e papà cantano davvero! Si tratta dei nostri amici Morena e Andrea, il cui CD “Mamma me la canti” è diventato un tormentone da mesi nei nostri viaggi on the road in auto! > Mamma me la canti? < Qui potete scaricare 3 canzoni gratuitamente

E voi, di che musica siete? Raccontateci nei commenti la vostra esperienza o linkateci i vostri tormentoni, così faremo la compilation per le prossime vacanze!

Milly
[testi e fotografie di Milena Marchioni]

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Come siamo sopravvissuti a 18 ore di viaggio (e 6 di fuso orario)
  2. Bambini e mal d’auto: come prevenire e gestire la cinetosi
  3. Consigli per viaggiare con bambini: superare le paure e organizzarsi
  4. Occhiali da sole per bambini: l’importanza delle lenti polarizzate

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

  • Reply Sara

    la trovo una grande idea!noi il cd Pupa lo avevamo fatto per le vacanze dell’anno scorso, con una serie di canzoni da bambini, da “il coccodrillo come fa” a “sbirulino”,”le tagliatelle di nonna pina”,alle sigle dei suoi cartoni preferiti, su tuttu i Baby Looney Tunes e i Mini Pony , quest’anno lo abbiamo riascoltato, poi siamo riusciti anche noi ad ascoltare la radio grazie a Shakira (la nostra bimba ha 3 anni)e, il viaggio di ritorno, a ritmo del cd della baby dance del campeggio, con me che ballavo seduta!io lo consiglio, almeno si riescono a distrarre un pochino!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Grazie Sara! Allora se ci incroceremo mai sulle autostrade italiane ci potremo riconoscere per i ritmi scatenati su cui balliamo!! 😉

  • Reply carmen

    Anche per noi è così!!! evviva la musica nei viaggi on the road e non solo! Abbiamo due bambini Tommaso 4anni e mezzo e Simone 2 anni e in arrivo a giorni Gabriele. Sia Tommaso che Simone adorano la musica e i nostri viaggi che sia macchina, treno, aereo o nave la musica ascoltata o cantata è sempre presente!!! Abbiamo tanti cd di compilation canzoni x bambini… x ora in macchina eravamo fermi da quasi un anno con un cd 🙂 della serie IL TOPO ZORRO, IL COCCODRILLO COME FA, CALIMERO, LE CICALE, LE TAGLIATELLE DI NONNA PINA, IL CUOCO PASTICCIONE, insomma chi più ne ha ne metta…le tormentate e famose canzoni dello Zecchino d’oro! E poi le sigle dei cartoni dei nostri tempi vale a dire : MILA E SHIRO, OCCHI DI GATTO,LUPIN, LADY OSCAR E LA STELLA DELLA SENNA, E POI ANCORA L’UOMO TIGRE, ZORRO, BATMAN…LE WINX ANCHE NOI 🙂 … E TANTE ANCORA!!! Ma il nostro più grande successone che abbiamo tenuto in macchina due anni e ritirato fuori ora grazie all’acquisto della nuova macchina 🙂 è IL CD con le canzoni per bambini che cantano le dade del loro asilo nido.. ( che proprio ieri sera di ritorno dopo 15 gg al mare …in due ore di viaggio abbiamo ascolato)… un cd bellissimo fatto da loro … abbiamo IL GRILLO JHON, IL PESCIOLINO, GIRA LE DITA, LE RUOTE DEL TRAM, QUELLA DEL TOPO LA POLENTA GLI SPRUZZI…IL PICCOLO CONIGLIO, BEATO TE PULCINO ECC ECC.
    Tommaso felicissimo…rituffato nei suoi due anni di nido trascorsi ( ma ancora alla materna canzoni che le maestre cantano 🙂 ) e Simone si sente carichissimo…il suo momento lui che ancora va al nido come canta balla e mima le canzoni!!! la musica è sempre la musica…sarà che anche a me e mio marito piace molto e quindi anche una canzone x bambino è ascoltata , cantata e mimata con lo stesso cuore magari di una canzone nostra che ci ricorda un momento!
    Se Gabriele nasce puntuale, cara Milena ci avventuriamo in macchina verso la terra che amo di più e da sempre… che ama pure mio marito e i bambini… la SICILIA!!! Ti farò sapere se partiamo come sarà il nostro viaggio on the road con tre bambini…. Conosco bene il viaggio verso le terre sicule.. tra l altro in macchina è stupendo ma ha sempre i suoi pro e contro a parte la durata…coi bambini assume forme e colori differenti…. x esempio stavolta si opterà più per viaggiare molto di notte e fare tappe…. tutto da vedere…dipende da Gabriele…se va oltre il termine salta tutto!!! ci resterebbe poco tempo….vedremo!!! un bacione Carmen

    • Reply * Milly Marchioni *

      Certo Carmen che ti stai facendo un’esperienza non da poco! Tre figli e lunghi viaggi verso la Sicilia…se non metti la musica tu, chi la può mettere?!?!
      Un super in bocca al lupo per Gabriele! Speriamo che nasca in tempo per vedere la vostra Sicilia, se no gli toccherà aspettare un anno per farsi questa bella scorpacciata di canzoncine!! Aspetto tue notizie!

  • Reply Anna

    Agata da sempre è abituata a viaggiare in macchina e vuoi per temperamento, come la tua, vuoi per essersi adattata, non ha mai mostrato segni di insofferenza. Le canzoni però non sono mai mancate!
    Ogni anno puntuale il cd dello zecchino, poi le canzoni storiche dello zecchino e new entry a momenti. Ora abbiamo Celentano… per fortuna che a me piace!
    Poco tempo fa avevamo un cd di liscio….
    E c’è stato pure un periodo, quando aveva circa due anni, in cui le canzoni non le si ascoltava dal cd..le dovevo cantare io!!!
    Dovrò raccogliere le sigle dei cartoni animati degli anni ottanta, un asso nella manica per il prossimo viaggio!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Davvero Celentano? E’ proprio buffo vedere i gusti diversi di ogni bimbo! Io per fortuna mi sono risparmiata la face del “cantamelo tu”…essere stonata mi aiutato parecchio! 😉

    • Reply Francesca

      Off Topic…. Anna… Nome in codice CK910?? 😀 Io sono Francesca-DM!!!!

  • Reply daniela

    Questo post è molto interessante. Ogni vacanza, a parer nostro, non è una vacanza senza la sua colonna sonora! E poi, quando torni, nella nebbia dell’inverno, è più facile e più piacevole ricordare il viaggio sulla scia delle note che lo hanno caratterizzato.
    Dato che nella lista vedo (con piacere) che è stata inserita un canzoncina in inglese per i bambini, mi permetto di segnalare a tutti i genitori un sito dove attingere per proporre canzoncine in inglese molto facili ed orecchiabili. Sono un’insegnante di inglese nelle scuole materne e sono sicura che non vi deluderà. Dal sito è possibile ascoltare le canzoni in anteprima e guardarsi i relativi video! Try!

    http://supersimplelearning.com/

    • Reply * Milly Marchioni *

      Grazie mille Daniela, mi interessa molto! Imparare le lingue con la musica è troppo divertente, per loro e anche per noi!

  • Reply Catia

    Grande Amanda che regge tranquillamente tante ore di viaggio!!!
    I nostri figlioli sono un po’ più insofferenti ma, fortunatamente, se abbiamo l’accortezza di azzeccare gli orari giusti per il viaggio, prima o poi cadono tra le braccia di Morfeo e ci lasciano almeno un’oretta di “bonus”.
    Anche da noi sono fisse le canzoncine dei cartoni animati (abbiamo alcuni CD comprati a pochi euro nei mercatini, anche se poi Winx e Puffi vengono riascoltati a ripetizione) e quelle del Fantateatro, nonchè i vari Zecchini d’oro (in particolare Cocco e Drilli).
    Purtroppo i nostri tablet non supportano youtube e quindi dovrò cominciare ad attrezzarmi scaricando preventivamente i video delle babydance da un pc.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ahah, auguri: sembra che la babydance sia un tunnel da quale si fa fatica ad uscire!! 😉

  • Reply Roberta

    ehm, noi siamo sul funky e ultimamente musica elettronica detta balearica – da quando era piccolo abbiamo cercato di indirizzare nostro figlio verso la musica che ci piace, visto che le canzoncine ci fanno un po’ venire l’orticaria e la baby dance pure…così ora Elio ha una cultura di musica elettronica, con qualche incursione sulla sigla di Jeeg Robot d’acciaio e (ma solo se cantata e animata da me…) Whisky ragnetto :))

    • Reply * Milly Marchioni *

      Maddai, grande!! Sì forse il trucco sarebbe proprio quello di fare ascoltare quella musica da subito…Io, devo dire la verità, è talmente buona mentre siamo in viaggio che tollero anche la Winx (se le merita proprio!) 😉

  • Reply Francesca

    Eccomi in coda! A parte che la nostra Martina “rock” è un vero spettacolo …. io ho un “brutto” rapporto con la musica in auto nei nostri frequenti tragitti!! Quando Lorenzo aveva 3/4 anni voleva le stesse canzoni di continuo, di continuo, di continuo….!!! Ho ancora in mente un viaggio incubo Friuli – Veneto in cui abbiamo ascoltato per circa 15 volte “La macchina del capo ha un buco nella gomma”…. in un’ora di tragitto!! Arg!! Ora che il pupo è più grandino optiamo per la radio, alla veneranda età di 5 anni e mezzo non ha capito ancora benissimo come funziona… Perchè tende a ripetermi: “mammaaaaaa, mi rimetti questa canzone??” 😉 😀

    • Reply * Milly Marchioni *

      ah ah! anche noi all’inizio abbiamo fatto fatica a farle capire che non si poteva mettere indietro…però ora ci siamo! 😉

  • Pingback: Bambini e mal d'auto: come prevenire e gestire la cinetosi

  • Pingback: Viaggio lungo con bambini: come sopravvivere a 18 ore di viaggio

  • Pingback: Jet lag nei bambini: come gestire il fuso orario | Bimbi e Viaggi

  • Pingback: Campeggio a Bibione: una vacanza in camper a Bibione Pineda

  • Pingback: Occhiali da sole per bambini: l’importanza delle lenti polarizzate

  • Pingback: Come intrattenere i bambini in aereo (ma anche in macchina)

  • Pingback: Noleggio auto per famiglie: consigli pratici per godersi llunghi viaggi in auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *