Consigli per viaggiare con bambini: superare le paure e organizzarsi

Troppo spesso mi capita di sentire genitori che hanno messo da parte la loro passione per i viaggi dopo la nascita dei bimbi e stanno tristemente aspettando che loro crescano per ricominciare a viaggiare. No, no e poi no! Non facciamoci prendere dalla pigrizia perchè viaggiare coi bambini si può…anzi si deve!

Chi ci segue lo sa, e lo legge quotidianamente tra le righe dei nostri articoli: organizzare un viaggio è sempre impegnativo, ma molto di più se a viaggiare con noi ci sono loro, le “cose” più importanti della nostra vita, quelle che ci hanno fatto conoscere il vero significato della parole “amore” (e anche quello della parola “pazienza“!): i nostri figli! Ecco quindi i nostri consigli per viaggiare con bambini.

Molti genitori non si sentono in grado di organizzare un viaggio coi loro figli e di fatto si privano di una passione che li farebbe stare bene e che potrebbero gustarsi in tutta felicità assieme a loro. I fattori che entrano in campo nel momento in cui si vorrebbe iniziare a viaggiare con bambini sono essenzialmente di due tipi: quelli emotivi e quelli logistici.

Consigli per viaggiare con bambini:
le paure dei neogenitori

sri lanka con bambini - consigli per viaggiare con bambini come organizzarsi
Sri Lanka

Come fare se capita qualcosa mentre sei via? Se si ammala, come faremo a curarli? Se è troppo caldo? Se è troppo freddo?… Potrei andare avanti in eterno ad elencare i SE che assillano la mente di un neogenitore viaggiatore. E’ normalissimo ed è capitato a tutti.
Io stessa ho avuto paura appena sono diventata mamma e ne ho parlato in uno dei primissimi post che ho scritto su Bimbi e Viaggi > Non hai paura di viaggiare con bambini?

Se però cerchiamo di essere un attimo razionali, ci rendiamo conto che non serve andare lontano per avere contrattempi e, di fatto, i pericoli li incontriamo quotidianamente sia noi che i nostri figli.

I bambini inoltre nascono e crescono in tutti gli angoli del mondo, e ovunque esistono medici capaci di curarli.

Per limitare le normali ansie in questo senso, risulta fondamentale scegliere una meta adeguata, verificando preventivamente che la destinazione prescelta per il viaggio sia tranquilla:

  • niente guerre in corso
  • niente epidemie in corso
  • presenza di strutture mediche pubbliche e private a cui rivolgersi in caso di necessità
  • condizioni igienico sanitarie nella norma

Un sito molto affidabile per reperire tutte queste informazioni è il quello della Farnesina, Viaggiaresicuri, ma non fatevi allarmare troppo perchè lì elencano tutti tutti tutti i possibili rischi (e neanche l’Italia sarebbe esente da Chikungunya e Dengue, per capirci).

Ovviamente è fondamentale stipulare un’assicurazione di viaggio, sia medica che annullamento, in caso di sfortune come è capitato a noi > Annullare un viaggio prenotato e vedere il bicchiere mezzo pieno? Si può!

In questo articolo ho raccolto tanti consigli sulle > Assicurazioni di viaggio per bambini

N.B.: Nella malaugurata ipotesi che il volo venga cancellato, sulla base del diritto comunitario è possibile chiedere alla compagnia aerea un rimborso fino a 600 euro a persona. Quindi niente panico e facciamo valere i nostri diritti (a noi è successo varie volte e ne ho parlato qua > Rimborso per volo cancellato o ritardo: la Carta dei Diritti del Passeggero).

Una volta capito che si può partire e che la destinazione prescelta è adatta per un viaggio con bambini, non resta che iniziare ad organizzare!

Consigli per viaggiare con bambini:
come organizzare il viaggio

Innanzitutto è fondamentale individuare il tipo di viaggio che si desidera fare: non esiste un modo giusto o sbagliato, ognuno deve fare quello che si sente e goderselo fino in fondo, per trasmettere ai bimbi tutta la gioia possibile.

Vacanze solo relax

hotel di lusso con bambini tschuggen grand hotel arosa - consigli per viaggiare con bambini come organizzarsi
Svizzera

Se si ha bisogno di riposarsi, se tutto quello che si cerca è relax, servizi e rimedi anti-inconvenienti, allora la soluzione ideale è cercare un family hotel, una di quelle strutture pensate appositamente per accogliere le famiglie con bambini, dotate di ogni comfort possibile e immaginabile: dallo scaldapappa al fasciatoio in camera, dal parco giochi agli animatori per i più piccoli. Si tratta certamente di sistemazioni costosette, ma nelle quali, dopo aver prenotato, non dovrete più pensare a niente.

Per citare alcuni esempi > I migliori hotel per famiglie alla ricerca di relax

Attenzione che esistono strutture che non fanno parte delle catene “family” ma di fatto presentano servizi ottimi, come per esempio queste provate direttamente da noi:

> Toscana con bambini tra terme e favole

> Hotel di lusso con bambini: Tschuggen Grand Hotel di Arosa, Svizzera

> Sardegna con neonato: relax e servizi a misura di neo genitori

Viaggi avventura

Trekking con bambini - consigli per viaggiare con bambini come organizzarsi
Slovenia

All’estremo opposto ci sono i viaggi per chi è sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, del contatto con la natura, dell’avventura da vivere in moto attivo assieme ai propri bimbi. Ecco allora che si può partire per un viaggio zaino in spalla oppure per una vacanza in campeggio, sedentario o itinerante.

In questi casi la fase più “delicata” (ma anche divertente), è la preparazione dell’attrezzattura necessaria: se è la prima volta, si può provare a farsi prestare un po’ di cose dagli amici, per fare una prova e capire come va, altrimenti ci si può buttare a capofitto sullo shopping ed acquistare tutto il necessario > Viaggi in campeggio con bambini: consigli pratici per gli acquisti (e non solo)

Meglio ancora se si ha la possibilità di partire in camper: sicuramente più ingombrante di una tenda 😉 ma perfetto per i viaggi itineranti.

> Ecco qui tutti i consigli per i neocamperisti > Viaggiare in camper

> E qui qualche diario di viaggio in camper con bambini > Diari viaggi in camper

I più avventurosi potranno anche decidere di spostarsi utilizzando i mezzi pubblici (aerei, treni, autobus ed eventualmente autonoleggio qualora non fossero presenti opzioni di trasporto pubblico, soprattutto nel caso di località molto piccole). In questo senso, può essere utile uno strumento di ricerca online che consenta di trovare i mezzi a disposizione nelle singole destinazioni. Su diversi paesi europei (speriamo presto anche per l’Italia) esiste GoEuro, dove i risultati possono essere filtrati in base alla soluzione più economica o più veloce.

Viaggi oltreoceano

Viaggio a Mauritius con bambini palmar - consigli per viaggiare con bambini come organizzarsi
Mauritius

Splendide spiagge tropicali dove abbrustolirsi al sole, grandi metropoli americane dove vivere avventure da film, parchi naturali e safari: perchè farli rimanere dei sogni?

Una volta superati i dubbi prepartenza basta solo non farsi prendere dalla pigrizia e iniziare ad organizzare. Ecco i consigli fondamentali per organizzare un viaggio con bambini:

…e qualche dritta per preparare la valigia

tirendo-lista-vacanzePer chi, come me, è appassionato di “liste”, per non rischiare di dimenticare qualcosa a casa, ho trovato un sito molto carino che consente di creare la propria lista personalizzata, scaricarla e stamparla: si tratta della lista vacanze Tirendo, e c’è addirittura la lista degli articoli da campeggio!!!

Poi è chiaro che, una volta arrivati a destinazione, in Italia come all’estero, per quanto la meta possa essere tranquilla e sicura, è sempre opportuno prestare attenzione, soprattutto quando i bambini sono piccoli:

E adesso?

Adesso non resta da fare altro che iniziare a studiare (la parte più impegnativa e divertente di tutta l’avventura!):

E tu che genitore sei?
Hai mai avuto paura di viaggiare
o l’hai sempre fatto a cuor leggero?
Raccontaci la tua esperienza!

Milly
.
Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)
.
Dai un’occhiata anche qui:

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *